viandantegrigioombra

....

Creato da kaleni il 01/03/2005

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 

Ultime visite al Blog

manu_el1970unikoskizzatoCherryslcassetta2Blackbloods_Spawnpiccolabarretlubopobimbayokokalenimenta_menteLa_Cura_dgllab79selvaggi_sentierisols.kjaerpaoloclick0
 

 

CAZZEGGIO & SINCERITA'!

Post n°1300 pubblicato il 05 Novembre 2012 da kaleni

1). DOVE HAI BACIATO PER LA PRIMA VOLTA L'ULTIMA PERSONA CHE HAI BACIATO?
in sogno
2. LA COSA PIU' ECCITANTE CHE TI E' SUCCESSA OGGI? e' ancora presto...può ancora succedere di tutto!

3. SQUADRA DEL CUORE?
Genoa!!!!
4. MEGLIO ALZARSI PRESTO O DORMIRE FINO A TARDI?
dormire per sempre...

5. COSA CAMBIERESTI DELLA TUA VITA ORA?
la nazionalità

6. MEGLIO SORRIDERE PER UNA BUGIA O PIANGERE PER UNA VERITA'?
al momento sorridere per una bugia

7. COSA C'E' SUL PAVIMENTO DELLA TUA STANZA?
spero non troppa polvere

8. L'ULTIMA PERSONA CON CUI HAI DISCUSSO?
mia madre, ovvio

9. TI FIDI FACILMENTE DELLA GENTE?
sono diffidente di natura

10. SE POTESSI TRASFERIRTI DOVE ANDRESTI?
estremo oriente

11. TI RITIENI CARINO?
no

12. POTRESTI STARE UN GIORNO INTERO SENZA MANGIARE?
senza mangiare si, senza sigarette no!

13. QUANTO CONTA PER TE L'ASPETTO?
meno di zero
14. L'ULTIMA VOLTA CHE TI SEI TAGLIATO I CAPELLI?
non ricordo...

15. MEGLIO MATTI O TRISTI?
beh,un matto può anche essere triste purtroppo!

16. CI VUOLE MOLTO PER FARTI PIANGERE?
dipende
17. IL PEGGIOR INCIDENTE D'AUTO IN CUI SEI STATO COINVOLTO?
per ora mi manca

18. HAI UN RAPPORTO STRETTO CON TUA MAMMA?
io si, ma lei non lo sa

19. COSA STAI ASCOLTANDO?
Radio WFMU

20. DICI TUTTO AI TUOI?
ma stiamo scherzando???

21. MEGLIO ESSERE UN UCCELLO O UN PESCE?
un pipistrello!!!

22. UNA TUA PAURA?
vivere

23. SE DEVI ANDARE IN UN NEGOZIO CHE DISTA UN ISOLATO VAI A PIEDI O IN AUTO?
piedi

24. IL PENSIERO DEL MATRIMONIO TI SPAVENTA?
no, sinceramente mi disgusta

25. QUANTI FIGLI VORRESTI?
zero!
26. IL COLORE CHE PREFERISCI INDOSSARE?
dipende
27. CHI HA DORMITO PER ULTIMO NEL LETTO CON TE?
Gatto e Nikita!!!
28.TI ANNOI FACILMENTE?
no
29. UNA COSA CHE SE TI VIENE FATTA TI DA’ DAVVERO FASTIDIO?
l'invadenza

30. VOLEVI CAMBIARE IL TUO NOME DA PICCOLO?
si, ora mi sono abituata

31. VORRESTI ESSERE FAMOSO?
no no

32. DI CHI ERA L'ULTIMO MESSAGGIO RICEVUTO E COSA DICEVA?
ne ho tanti da leggere...capita quando si tiene il tel spento!

33. LA TUA CANZONE PREFERITA AL MOMENTO?
per me è una domanda troppo difficile
34. LA MUSICA INCIDE SUL TUO UMORE?
no, è ilmio umore che incide sulla scelta della musica

35. CHE TATUAGGI HAI?
un disegno astratto sulla spalla, un pugnale sull'avambraccioe la stella rossa sul cuore!

36. STAVI SORRIDENDO QUANDO TI SEI SVEGLIATO STAMATTINA?
cos'è una battuta??

37. COSA TI IRRITA ORA?
mi basta dare un'occhio ai quotidiani...

38. L'ULTIMO LIBRO CHE HAI LETTO?
I semi di Marizai
39. HAI MAI BACIATO QUALCUNO DI NOME MICHELE?
no

40. PORTI CAPPELLI?
no

41. POTRESTI VIVERE SENZA AMICI?
...........razionalmente no

42. BEVI?
si
43. COSA FACEVI PRIMA DEL TEST?
leggiucchiavo

44. IL TUO SITO PREFERITO?
il pane e le rose, anobii, rifondazione, youtube...

45. COSA FARAI DOPO IL TEST?
fumerò

46. INDOSSI PIU' I JEANS O I PANTALONCINI?
Jeans

47. QUALCUNO HA UNA COTTA PER TE?
non credo proprio

48. L'ULTIMA VOLTA CHE HAI FATTO UNA FOTO CON QUALCUNO?
la settimana scorsa, per Halloween
49. IL POSTO DOVE PREFERISCI STARE?
al momento starei male ovunque
50. DOVE E' STATA FATTA LA TUA IMMAGINE DEL PROFILO? 
l'ho presa da internet, è un'immagine di Requiem for a Dream 

51. CON CHI STAI CHATTANDO?
Nessuno

52. COSA HAI SOGNATO STANOTTE?
non ricordo!
53. SEI FELICE DOVE SEI?
ancora????nooo
54. COSE BRUTTE SU DI TE CHE HAI SENTITO?
non finirei mai se le scrivesse tutte....

55. COM'E' LO SFONDO DEL TUO CELLULARE?
Che Guevara

56. DI COSA NON VEDI L'ORA?
se lo scrivo rischio l'arresto ;-)))
57.VACANZA PIU' BELLA?
Madrid e in giro per concerti

58.POSTO CHE TI PIACE DI PIU' DELLA TUA CITTA'?
.......
59.CONCERTO PIU' BELLO?
Eh...Sonic Youth, primo concerto dei Marlene, Colonna Infame, Rebellion Festival...di solito quando torno e ho molti lividi vuol dire che è stato bello :-)
60.UNA COSA CHE NON HAI MAI DETTO.
che la vita è bella

 
 
 

FROM MY PAST...

Post n°1299 pubblicato il 04 Novembre 2012 da kaleni

Mamma
credimi, quando sto male darei non so cosa perchè tu non debba vedere come mi riduco...Oggi mi hai scosso. E' come se mi fossi resa conto che la situazione che io mi illudo (?) sia anche stavolta di passaggio, una fase che "poi passa" sia invece grave...
Io sono consapevole del perchè e del per come, ormai so tutto sulla depressione, sulle influenze esterne, ecc..ma essere consapevoli di un problema non vuol dire avere la soluzione.
Farò la fine di G.?
Non lo so, a questo punto...la cosa che mi strazia di più è che tu, che non ne puoi niente, debba assistere al mio declino...
Poi, abbi pazienza, non per essere puntigliosa ma per dovere...lascia che ti dica una cosa, anche se pure questa non ti farà piacere...tu l'altra volta hai detto "Se G. si fosse sentito amato non si sarebbe lasciato morire". Quando uno è in fase di down depressivo, sai quanto conta essere amato? Una beata minchia, come direbbe Albanese.
Anzi...sentirsi amati quando si è in down produce nel depresso pensieri del tipo "Ecco, un ulteriore peso da sopportare...Sai quanto me ne frega di essere amato se non sono capito...Oddio, per chi mi ama meglio piangermi una volta che tutti i giorni....ecc.ecc.."
Sentirsi amati per un depresso è un ulteriore peso, una colpa.
Scusa ma per dovere di cronaca sentivo di dirtelo. E' per questo che si preferisce confidarsi con estranei o professionisti. Per non vedere in loro turbamenti di fronte a certe cose, per non sentirsi ulteriormente in dovere di giustificarsi, di rassicurare...
Un abbraccio e scusami. Di tutto.
Afferra il giorno che passa e non fare nessun affidamento sul domani. - Orazio

 
 
 

...

Post n°1298 pubblicato il 01 Novembre 2012 da kaleni

 Nella fine dell'amore gli amici ti aiutano a distrarti, nella fine dell'amicizia chi ci resta a venirci in aiuto?

Kurt Cobain

Specialmente se è il tuo migliore amico a essere morto...

Un anno fa, il giorno del suo funerale scrivevo...

Ieri sera è come se mi fosse caduta sulle spalle tutta la tristezza accumulata in questi giorni.
Solo che stavolta era una tristezza disperata. Non era solo "Mi manca C."...ma "Non VEDRO' MAI PIU' C.", il che è diverso.
Mi sono sentita persa, mi sono resa conto che davvero senza di lui la mia vita è davvero cambiata. Già ultimamente mi sembrava che le domeniche avessero perso sapore...ma avevo ancora la speranza/certezza che sarebbe tornato dall'ospedale.
Per tutti ero "sua figlia". I vari messaggi, il modo in cui anche persone che conosco poco siano state così premurose con me, mi ha fatto capire di quanto fosse visibile il legame tra di noi.
Ho in testa mille immagini di noi due insieme. Le nottate al Qualude,quando si scatenava a ballare "da zoccola"...I messaggi con i gossip dei caruggi, o con le ultime sui gatti...La volta che ero scappata da un concerto in preda all'ansia e per telefono "Non andare a casa, raggiungimi al bar". Le tante nottate passate a parlare di tutto...dalla politica ai problemi sentimentali, dal suo amore per Parigi al lato oscuro di entrambi.
E poi quel "Qualsiasi cosa succeda...ci vediamo domenica al B.". Ecco forse si concentra in questa frase il senso della mia solitudine. Sapere che comunque non esisterà più un ""Qualsiasi cosa succeda...ci vediamo domenica al B.".
Anche R. per carità è un fratello ma, forse perchè ultimamente ha spesso bisogno di me e io (come tutti i depressi) sono egoista nel DNA,...boh è come se spesso mi sentissi "distante" da lui.
Forse perchè sono comunque cambiata tanto da quando l'avevo conosciuto.
C. stesso una volta mi aveva detto "Quando ti ho conosciuto anni fa eri come un topino incazzoso e pieno di paura.Parlavi solo con R. a malapena ti facevi avvicinare da altri. Ora non ti rendi conto di quanto sei cambiata, pur con le tue paranoie.Ad esempio sei molto più forte di G, di S...."
Ecco, vedi è difficile spiegare ma è come se ora che non c'è mi sembrasse metaforicamente di "camminare da sola".
 
 
 

"LA RIVOLUZIONE NON E' UN PRANZO DI GALA" MAO.

Post n°1297 pubblicato il 31 Ottobre 2012 da kaleni

 
 
 

IF THE KIDS ARE UNITED...

Post n°1296 pubblicato il 29 Ottobre 2012 da kaleni

La manifestazione di sabato mi ha riacceso un barlume di speranza.

Eravamo tanti ma, soprattutto, ho visto scendere in piazza la presa di coscienza collettiva della vera Sinistra che NON ha niente a che vedere con i compromessi del PD che insieme alla destra VERGOGNOSAMENTE sostiene il vampirismo di Monti...

Una Sinistra di COMPAGNI. (Vaffanculo a Svendola che aveva sminuito questo splendido appellativo).

In piazza non c'erano solo la rabbia e la disperazione, ma la rivendicazione di chi prende le distanze da questo governo "banchiere", portavoce del capitalismo di  BCE,UE e FMI.

Mi hanno confortato le parole di Ferrero che ha voluto sottolineare e prendere le distanze (FINALMENTE!!!) dal PD...e spero che non siano solo parole!

Certo di strada ce ne è ancora tanta...cadono le braccia se si pensa, ad esempio, che il 14 novembre saremo i soli(ti) a non aderire allo sciopero generale europeo.

 
 
 

E domani sar˛ anche io a Roma...

Post n°1295 pubblicato il 26 Ottobre 2012 da kaleni

...Ci sarò, anche se la maggior parte di chi mi circonda direbbe "Non ne vale la pena...Intanto ormai..."

Ecco, quell'ormai, mi fracassa i coglioni.

Pensatelo pure, agite di conseguenza,

ma lasciatemi sbattere "inutilmente".

Perchè io ci credo.

E credo che ora sia importantissimo che i VERI compagni scendano in Piazza a dimostrare ulteriormente la loro distanza da questa gente che si spaccia per la Sinistra, ma che non ha niente a che vedere con essa.

Ho trovato molto eplicativo e chiaro l'articolo del Manifesto, ho messo in neretto i passaggi che maggiormente condivido...

indacati di base, NoTav, pezzi di Cgil, movimenti, partiti, e un mare di
comitati

Il governo smantella gli ultimi pezzi della legislazione sul lavoro, riduce a
briciole i servizi del welfare, comprime i bisogni dalle fasce più povere della
popolazione. Ma la costruzione di un movimento d'opposizione «senza se e senza
ma» ha trovato, mai come questa volta e di fronte a una sfida «epocale», più
ostacoli di quanto sarebbe stato logico attendersi.
La Cgil ha appena fatto la sua manifestazione, sabato 20. E già sabato 27 se
ne annuncia un'altra. Ma di segno decisamente più netto. La differenza? È una
manifestazione politica, non solo sindacale. «No Monti Day» è un titolo senza
equivoci: questo governo e tutta la sua politica devono scomparire
. Ed è una
manifestazione libera da ogni condizionamento esercitabile da quella parte di
«sinistra» che, questo governo, lo sostiene con i propri voti in Parlamento.
L'appello - sottoscritto da decine di organizzazioni, sia politiche che
sindacali, e centinaia di «persone libere» non fa mistero degli obiettivi e non
li subordina a una «strategia delle alleanze elettorali». Chiama a scendere in
piazza per dire «No a Monti e alla sua politica economica che produce
precarietà, licenziamenti, disoccupazione e povertà; no alle controriforme
liberiste, oggi e domani».
E quindi anche un «No all'Europa dei patti di stabilità, del Fiscal Compact,
dell'austerità e del rigore, che devastano da anni la Grecia e ora L'Italia».
Ma non di solo pane vive chi lavora e un posto importante assume il «No
all'attacco autoritario alla democrazia, no alla repressione contro i movimenti
ed il dissenso, no allo stato di polizia contro i migranti».
Ma c'è un ragionamento in positivo, non «pura opposizione» dal sapore sterile
(«ideologico», direbbero quelli che servono fedelmente l'ideologia neoliberista
come se fosse una condizione «naturale»). E quindi «Sì al lavoro dignitoso,
allo stato sociale , al reddito, per tutte e tutti, nativi e migranti». Ma un
altrettanto forte «Sì ai beni comuni, alla scuola e alla ricerca pubblica, alla
salute e all'ambiente, a un'altra politica economica pagata dalle banche, dalla
finanza dai ricchi e dal grande capitale, dal taglio delle spese militari e
dalla cancellazione delle missioni di guerra, dalla soppressione dei privilegi
delle caste politiche e manageriali, sì alla cancellazione di tutti i trattati
che hanno accentrato il potere decisionale nelle mani di una oligarchia». E
infine «Sì alla democrazia nel paese e nei luoghi di lavoro, fondata sulla
partecipazione, sul conflitto e sul diritto a decidere anche sui trattati
europei».
«Vogliamo manifestare per mostrare che c'è un'altra Italia che rifiuta la
finta alternativa tra schieramenti che dichiarano di combattersi e poi
approvano assieme tutte le controriforme, dalle pensioni, all'articolo 18,
all'IMU, alla svendita dei beni comuni,
così come c'è un'altra Europa che lotta
contro l'austerità e i trattati UE». Anche sulle modalità, massima chiarezza:
«Promuoviamo una manifestazione chiara e rigorosa nelle sue scelte, che porti
in piazza a mani nude e a volto scoperto tutta l'opposizione sociale a Monti e
a chi lo sostiene».
Tra i promotori - impossibile citarli tutti - sindacati di base e non
(Rete28Aprile Cgil, Usb, Cobas, Cub, Unisin, Usi, Snater, ecc); movimenti come
il Comitato No Debito, i No Tav della Val di Susa, Comitato Sisma.12 (Emilia-
Romagna) e partiti piccoli e grandi della sinistra radicale (Rifondazione, Rete
dei comunisti, Sinistra Critica, Pcl, Sinistra popolare, ecc). Tra le
personalità più note il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, Guido Viale,
Lidia Menapace, Dante De Angelis, Ezio Gallori, Riccardo Antonini, Antonio
Mazzeo, Vittorio Agnoletto, Ciro Pesacane, Alfonso Gianni. E una marea di
comitati, collettivi, coordinamenti di studenti e precari, centri sociali,
radio. Appuntamento a piazza della Repubblica, alle 14,30, poi corteo fino a S.
Giovanni.

 
 
 

Sempre in posa lui...

Post n°1294 pubblicato il 25 Ottobre 2012 da kaleni

 
 
 

...

Post n°1293 pubblicato il 25 Ottobre 2012 da kaleni

L'ex premier annuncia in una nota: "Faccio un passo indietro per amore dell'Italia...

Ecco...perchè per amore dell'italia non fai un passo avanti verso un burrone e non ti suicidi???

Anzi perchè non fate tutti un bel suicidio di massa tipo Lemmings????

 
 
 

ecco...

Post n°1292 pubblicato il 24 Ottobre 2012 da kaleni

 
 
 

LA CASA E' UN DIRITTO!

Post n°1291 pubblicato il 24 Ottobre 2012 da kaleni

Roma, 24 ottobre 2012: Marta è una signora di 68 anni. Casalinga, può contare soltanto su quelle poche centinaia di euro garantite dalla pensione sociale. Aziz, il suo compagno, è un lavoratore precario come ce ne sono tanti: costretto a una paga da fame quando va bene, oppure nulla.

Malgrado i sacrifici, Marta e Aziz sono addirittura trent’anni che pagano l’affitto del piccolo appartamento dove vivono, in via dei Ginepri, a Centocelle.
Negli ultimi anni, però, la loro situazione è peggiorata. Perché la «crisi» per alcuni è soltanto una parola. Ma per centinaia di migliaia di persone – lavoratori, studenti, disoccupati – come Marta e Aziz significa l’impossibilità di avere in tasca i soldi per mangiare, figuriamoci per pagare l’affitto.

È per questo che ora Marta e Aziz si ritrovano a dover fare i conti con uno sfratto esecutivo. Ed è per questo che il 24 ottobre, alle prime luci dell’alba, la porta della casa dove Marta e Aziz hanno sempre vissuto verrà presa di mira dalle forze dell’ordine. Gli uomini in divisa verranno, busseranno e poi – con le buone o con le cattive – Marta e Aziz si ritroveranno per strada: proprio così; le loro poche cose saranno buttate su un marciapiede e due persone anziane saranno ridotte all’assoluta indigenza.

Non è certo consolante scoprire che non saranno soli: in Italia, infatti, si eseguono una media di 140 SFRATTI AL GIORNO, e le cifre, data la situazione economica contingente, non fanno altro che peggiorare. È giusto tutto questo? È possibile tollerare oltre che la povera gente venga affamata – e che anche la classe media sia ridotta al lastrico – mentre, soltanto a Roma, giacciono la bellezza di 50.000 case sfitte: il «tesoretto» che garantisce ai soliti speculatori redditi astronomici da accumulare sulle spalle di tutte e di tutti?

Il Coordinamento Cittadino di Lotta per la Casa dice NO: abitare è un diritto che non può essere venduto al miglior offerente né messo in discussione dalle politiche di austerity varate dal governo «tecnico» che sta affamando l’Italia.

Per questa ragione il Coordinamento è vicino a chiunque, oggi, stia lottando per dire BASTA SFRATTI – BASTA SGOMBERI. A Milano, dove il 22 ottobre, nel corso di uno sfratto in zona San Siro, l’intervento violento della polizia ha causato quattro feriti. Oppure a Roma, dove proprio in questi giorni i Movimenti per l’Abitare manifestano sotto Montecitorio per chiedere una moratoria sugli sfratti. Affinché sia chiaro che non è possibile ignorare i bisogni di chi sta pagando la crisi sulla propria pelle, il Coordinamento Cittadino di Lotta per la Casa, il 24 ottobre 2012, invita tutte e tutti a partecipare a un PICCHETTO ANTISFRATTO in via dei Ginepri – con la convinzione che, per sconfiggere la crisi e per riconquistare i propri diritti, l’UNICA RICETTA VALIDA SIA LA LOTTA.

Coordinamento Cittadino Lotta per La Casa Roma