kalinikta

lottizziamo ettari di cielo e noleggiamo aquiloni

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

KALINIFTA

Credo sinceramente di avere intercettato molti pensieri che i cieli destinavano a un altro uomo.
Laurence Sterne


Ora, il nostro blog si intitola kalinikta, e la canzone in questione kalinifta. Che poi è l'equivalente griko del grecanico kalinikta. Ma non divaghiamo. Si tratta di una s
erenata d'amore in griko antico scritta da Vito Domenico Palumbo (1856-1918); l'autore scrisse 8 strofe per la propria amata, il testo sottostante ne presenta solo tre. Ora, io ho tratto queste informazioni da un sito che è "www.ariafrisca.it". Certamente i più accorti tra voi non avranno potuto fare a meno di notare che esistono straordinarie somiglianze con ariafritta, oggetto del mio ultimo successo in libreria. Con questo non voglio riportare alcuna vicinanza, per contro, a "www.ariafritta.it". Però converrete che è ben strana 'sta cosa...


Tien glicea tusi nifta ti en òria
cìevò plonno pensèonta 'ss'esena
C'ettù mpì 's ti ffenèstra ssu agàpi mu
tis kardia mmu su nifto ti ppena.

Larilò larilò lallerò, larilò larilò llà llà......

Evò panta ss'esena penseo
jati 'sena, fsichi mmu 'gapò
ce pu pao, pu sirno, pu steo s
ti kkardìa panta sena vastò

Larilò larilò lallerò, larilò larilò llà llà......

Kali nifta se finno ce pao
plaia 'su ti vo pirda prikò
ma pu pao, pu sirno pu steo
sti kkardia panta sena vastò.

Larilò larilò lallerò, larilò larilò llà llà......
 

 

COME FARLA IMPAZZIRE A LETTO CON GLI ORIGAMI

Post n°52 pubblicato il 16 Gennaio 2008 da DueEttariDiCielo
 
Foto di DueEttariDiCielo

Bombardati da continui stimoli sessuali, sembra che ormai si sappia tutto, sembra che tutto sia stato provato, vissuto. E il letto ci appare noioso. Ma se Sex and the city ci ha insegnato qualcosa, è che le donne sono insoddisfatte e commentano tra loro la poca fantasia delle nostre prestazioni.
Ecco allora per tutti gli uomini stanchi dei soliti amplessi da pillola blu, un nuovo successo editoriale che svelerà i segreti di un'arte orientale al servizio dell'alcova. Ed. Paoline

 
 
 

Sugli amori impossibili

Post n°51 pubblicato il 12 Settembre 2007 da DueEttariDiCielo

E'da un po' che ci incontravamo. Più che altro, di sfuggita, quando si apriva il portone, o scendendo dalla macchina..sguardi distratti, spesso stanchi. Molte volte arrabbiati. Poi pian piano nascono i commenti, quasi insinuandosi tra i pensieri sulla lista della spesa e quel paziente che non risponde alla terapia..ma da quanto tempo è qui? Com'è che non ci ho mai fatto caso prima, ed ora la ritrovo ogni volta davanti a me, negli orari più improponibili, quasi fosse lì ad aspettarmi?

E poi è iniziato un bellissimo gioco di sguardi, di avvicinamenti, quasi casuali. Ma io sapevo che non c'era casualità, che il desiderio, neanche tanto recondito, era di toccarla, sfiorarla...

Ed una sera, complice il brio di uno scirocco estivo o un bicchiere di vinello di troppo, ho osato. E si è lasciata carezzare. A lungo, sinuosa, quasi lasciva..

Il problema è che sono allergico ai gatti.

 
 
 

Lo zen e la salerno-reggio calabria

Post n°50 pubblicato il 21 Giugno 2007 da DueEttariDiCielo
 
Foto di DueEttariDiCielo

Se avete sempre pensato che la Salerno-Reggio Calabria fosse un’alta opera ingegneristica, questo è il libro che fa per voi. Vi svelerà come in realtà questa “grande opera” sia un progetto metafisico. I nostri politici illuminati, i nostri uomini in nero, ma di un nero di classe, hanno pensato di insegnare alle masse meridionali l’arte della pazienza e della riflessione. Comprenderete così come un viaggio nell’A3 sia ancor prima un viaggio nell’anima, nel subcosciente, nell’incosciente. In appendice, le testimonianze di decine di persone che hanno raggiunto il nirvana tra Vibo e Mileto o tra Bagnara e Scilla. Indispensabile, se continuate a chiedervi perché ci siano tratti a corsia unica anche quando non si intravedono lavori,e per riscoprire il bonzo che è in voi. Ed.Adelphi

 
 
 

Post N° 49

Post n°49 pubblicato il 11 Aprile 2007 da DueEttariDiCielo
Foto di DueEttariDiCielo

 
 
 

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 27 Marzo 2007 da DueEttariDiCielo
Foto di DueEttariDiCielo

Scary world theory_ lali puna

Ascolto suoni che mi riportano ad altri odori.. le chiamerei  deviazioni di viaggio .

Di ritorno..  ad occhi chiusi sotto i portici. il mio albero senza tappeto giallo.

Bologna diversa.  Bologna che cambia. Bologna che tace.

Ma Bologna è sempre bologna.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: DueEttariDiCielo
Data di creazione: 29/12/2006
 

CHI SIAMO

'ngiula, un’ettaro (*) di cielo.
Io, ad esempio, non ho tutta questa poesia. Non riesco a fissare su pellicola quello scorcio che tanto mi ha colpito, non so tradurre in balletto l’ultimo album dei Veils, non so rubare alberi come se fosse un esproprio proletario. Per essere, non so nemmeno usare archicad © . Non so lamentarmi di un mal di gola come se avessi un dolore talamico. Non ho un’improbabile frangetta e non mi rivedo nella bambina che da grande anche lei vuole essere ispirata. Non ho smarrito un anello in un prato, chè anelli non ne ho mai avuti. Non parlo un inglese tutto mio, non costruisco filmati se non per consumo personale. Ad esempio, il mio sguardo è normale mentre il suo è troppo bello. Però soffro di meno la ritenzione idrica.
(*) l'apostrofo non è da considerarsi un refuso


Luigio, un ettaro di cielo
Non è perché lui parla con quel linguaggio strano dobbiamo farlo tutti….io ad esempio, a volte non lo capisco, dice di parlare semplicemente italiano, ma spesso dubito di qualche parola e anche mimma è d’accordo con me..per non parlare degli accenti , li metterebbe ovunque. Però…non avrò mai la sua forza, quella che infonde negli altri,quella che ti resta dentro e ricorderai sempre, certamente non farò mai un filmato su Frida che originariamente doveva parlare di artrite reumatoide, ma lui SI SA divaga, si perde..come quella volta a Parigi…si sa, non avrò mai tutte le sue penne e non sarò mai piena di tramonti, di pietre, di racconti speciali e speziati e di mensole….e che dire degli occhi da bimbo..in fondo è anche così “un po' fragile ma così intenso con quel suo odore di fumo denso di tabacco e vino e anche d'incenso..”..però non ho i suoi piedi immagine..per fortuna
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

walkiepolstegiuve1svevixchiararos.cosiela84settimastanzac.cascavillamassimo1707scottodiciccariellojimmy812lucy290sk8passionlisablu_2010killingamedarmave
 

ULTIMI COMMENTI

Anni fa lessi "sono allergico a tutte le rose che non...
Inviato da: brividosognante
il 29/06/2008 alle 23:49
 
un problema....
Inviato da: sinemoiaquai
il 22/10/2007 alle 12:24
 
che tristezza...parlare solo perchè si ha la bocca...nel...
Inviato da: sexything69
il 19/04/2007 alle 15:03
 
ciao...rispondi al mio ultimo post. ti aspetto
Inviato da: diddlina9289
il 17/03/2007 alle 14:19
 
alle volte il "ti voglio bene" non serve dirlo...
Inviato da: bast_dent
il 17/02/2007 alle 12:40
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom