Creato da kayfakayfa il 10/01/2006

LA VOCE DI KAYFA

IL BLOG DI ENZO GIARRITIELLO

 

 

« POZZUOLI, CITTADINI POST...PDL, PARTITO AD PERSONAM »

DOPO 28 KM SCOPRIRSI DEVOTI ALLA MADONNA DI POMPEI

Post n°1331 pubblicato il 26 Novembre 2012 da kayfakayfa
 
Tag: RUNNER

 

Pur non essendo devoto alla Madonna di Pompei, né tanto meno cattolico praticante, quando ieri mattina, dopo 27,300 km, ho tagliato il traguardo della XIX edizione della Napoli - Pompei, lo sguardo s’è subito posato sulla facciata del santuario di Pompei a due passi dall’arrivo quasi a voler istintivamente ringraziare la Madonna per avermi concesso la possibilità di realizzare quella personale impresa.

So bene che a molti sembrerà un’esagerazione, molto probabilmente una vanteria, il paragone di cui mi sto servendo eppure, malgrado in passato mi fossi già cimentato nelle mezze maratone, chi corre sa bene la differenza cha passa tra una gara di 21,097 km, qual è appunto la mezza maratona, e una di 28 km.

Quei circa 6 chilometri di differenza non sono affatto un’inezia.

Per assimilarli  nelle gambe in maniera da percorrere la distanza a un ritmo dignitoso, diciamo 6 minuti a km, con l’obiettivo di chiuderla entro le due ore e mezza, per chi come me corre essenzialmente per stare bene e trascorrere qualche ora in compagnia di persone con cui  condividere la propria passione, occorrono comunque allenamenti mirati, uniti a un’alimentazione sana e a uno stile di vita sobrio.

Non nutrendo affatto ambizioni di santità, potete dunque ben comprendere la fatica che mi è costata allenarmi seriamente per correre  la Napoli – Pompei con l’obiettivo di chiuderla decorosamente, sia come tempo che fisicamente.

Per quasi un mese e mezzo, tre volte alla settimana, nei giorni feriali, la sera in compagnia di Gennaro correvamo 10/13 km includendo anche degli allunghi in scioltezza, mentre la domenica con gli amici di Pozzuoli un mese prima della gara ho corso 25 km, distanza per me fino e allora impensabile, la settimana successiva altri 22 e 15 in surplace una settimana prima dell'evento.

Unitamente ai carichi di allenamento, per un mese e mezzo la mia alimentazione ha subito un drastico quanto benefico cambiamento di abitudini: ho sostituito il quotidiano cornetto al bar con una sostanziosa colazione fatta a casa con fette biscottate integrali sopra cui spalmavo miele o composta di frutta: yogurt magro in cui versavo un paio di cucchiai di fiocchi di avena; caffè d'orzo e succhi di frutta. Il tutto condito dalla piacevole compagnia di moglie felicissima di inziare la giornata in quel modo intimo.

Senza contare la tanta frutta e verdura, cotta e cruda, che consumavo a pranzo e a cena che con una santa pazienza la mia dolce metà mi faceva sempre trovare a tavola o nel gavettino aziendale. Ovviamente ho anche abolito dalla tavola l'alcool, per quanto beva al massimo un bicchiere di vino al giorno a pranzo o a cena,  e le bevande gassate. 

Essendo una buona forchetta ammetto che ho faticato, e non poco, a resistere alle tentazioni della gola, ma quando ieri in tarda mattinata ho tagliato il traguardo nell’inatteso tempo di 2h, 33’, 56” ho esultato nemmeno avessi vinto le olimpiadi dato che, nella migliore delle ipotesi, speravo di giungere all’arrivo non prima di 2h e 45minuti.

L’essere riuscito ad andare al di là delle più rosee previsioni della vigilia mi porta a considerare nel mio piccolo universo d’uomo un’impresa non da poco il tempo e il modo (malgrado lo sforzo, all’arrivo non ero affatto sfatto) in cui ho chiuso la corsa.

Smaltito l’entusiasmo per il buon risultato, a mente fredda nasce il rammarico per le molte defiance organizzative, soprattutto nel tratto tra Torre del Greco e Torre Annunziata dove abbiamo praticamente corso nel traffico cittadino rischiando più volte il rischio di essere investiti dalle auto che ci mandavano a quel paese con il tacito assenso dei vigili urbani ( a Torre Annunziata, in risposta alle nostre lamentale per i tanti veicoli in transito, una vigilessa ci ha urlato “non fatela più sta gara di merda"), nonostante fossimo scortati da una nutrita staffetta di ciclisti del servizio d’ordine.

Ma quello che davvero non si può perdonare all’organizzazione è la mancanza d’acqua al rifornimento del 15 km: se in generale per l’essere umano l’acqua è vita, per un runner lo è ancora di più.

Giungere al banchetto del rifornimento e sentirsi rispondere dall’addetta "mi dispiace, l’acqua è finita" è stata davvero una mazzata micidiale.

Fortunatamente lo spirito di solidarietà che si instaura in maniera naturale tra gli sportivi ha fatto sì che i più fortunati che erano riusciti a afferrare al volo le ultime bottigliette disponibili, anziché gettarle dopo qualche sorso per sciacquarsi la bocca, le facessero girare tra gli altri tanto che una bottiglietta ha dissetato mediamente 6/7 atleti.

La stessa scena s’è ripetuta al 20 km ed è quanto dire…

Meno male che un anziano spettatore, subito dopo Leopardi, ha avuto la brillante idea di munirsi di una bottiglia d’acqua da 2 litri offrendola ai podisti perché si dissetassero: quell’uomo non saprà mai quante benedizioni sono state rivolte a dio in suo favore e della sua famiglia.

E che dire dell'assoluta mancanza di bagni chimici alla partenza in Piazza del Plebiscito che ha costretto molti atleti ad acquattarsi dietro ai muri o ai colonnati della piazza, trasformandola loro malgrado in un orinatoio pubblico,  mentre le donne ricorrevano alle toilette dei pochi bar aperti a quell'ora, per svuotare la vescica?

Chiunque è pratico di sport sa bene quanto la tensione nervosa solleciti la diuresi costringendo gli atleti a sentire l'esigenza di liberarsi pochi minuti prima dell'inizio di una competizione...

Per una manifestazione giunta alla XIX edizione queste sbavature sono inammissibili!

Ora forse ho capito perché, una volta giunto al traguardo, ho rivolto istintivamente lo sguardo al Santuario ringraziando la Madonna per aver completato la gara!

 

Commenti al Post:
Nessun commento
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Abbandonare Tara
- pensieri nel vento
- Il diario di Nancy
- sciolta e naturale
- Per non dimenticare
- il posto di miluria
- Arte...e dintorni
- dagherrotipi
- C'era una volta...
- passaggi silenziosi
- le ali nella testa
- Grapewine
- FAVOLE E INCUBI
- critica distruttiva
- GallociCova
- estinzione
- Starbucks coffee
- L'angolo di Jane
- In Esistente
- Comunicare
- Writer
- Chiedo asilo.....
- antonia nella notte
- Quaderno a righe
- come le nuvole
- Contro corrente
- Scherzo o Follia?
- La dama della notte
- MARCO PICCOLO
- Fotoraccontare
- epochč...
- considerazioni
- ESSERE E APPARIRE
- Oniricamente
- prova ad afferrarmi
- Nessuno....come te
- confusione
- io...Anima Fragile.
- evalunaebasta
- La MiA gIoStRa
- ...spiragli
- CORREVA L' ANNO...
- LE PAROLE
- SPETTA CHE ARRIVO
- (RiGiTaN's)
- esco fuori
- ....bisogni
- La Mia Arte
- pEaCe!!!
- Ginevra...
- Like A Wave
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Amare...
- Sale del mondo....
- Praticamente Io
- Imperfezioni
- Mise en abyme
- Due Destini
- manidicartone
- acqua
- BRILLARE!!!!!
- Osservazioni
- XXI secolo?
- justificando.it gag comiche
- Di palo in frasca...
- montagneverdi...
- Verit&agrave;... Piero Calzona
- osservatorio politic
- Geopolitica-ndo
- Lanticonformista
- Riforme e Progresso
- LAVOROeSALUTEnews
- Ikaros
- ETICA &amp; MEDIA
- Canto lamore...
- Pino
- MY OWN TIME
- Tatuaggi dellanima
- cos&igrave;..semplicemente
- Acc&ograve;modati
- Il Doppio
- arthemisia_g
- senza.peli
- marquez
- Cittadino del mondo
- Quanta curiosit&agrave;...
- entronellantro
- iL MonDo @ MoDo Mio
- LOST PARADISE Venere
- Frammenti di...
- La vita come viene
- Mondo Alla Rovescia
- Pietro Sergi
- StellaDanzante
- Polimnia
- e un giorno
- Parole A Caso
- tuttiscrittori
- Dissacrante
- Artisti per passione
 
Citazioni nei Blog Amici: 62
 

ULTIME VISITE AL BLOG

kayfakayfamassimo.sbandernoYuliviibiancodisera2008Cherryslsurfinia60maps.14max542011e.cagnazzioranginellagipsy.mmAnnaabbFLORESDEUSTADantoniocalivi
 

ULTIMI COMMENTI

Sė!
Inviato da: kayfakayfa
il 15/08/2020 alle 07:26
 
Una rivisitazione personale del Vangelo?
Inviato da: Mr.Loto
il 13/08/2020 alle 16:40
 
Grazie per il commento
Inviato da: kayfakayfa
il 13/06/2020 alle 06:59
 
Non č la specie pių forte o la pių intelligente a...
Inviato da: cassetta2
il 12/06/2020 alle 10:44
 
Grazie, sono contento che ti sia piaciuto. Un saluto
Inviato da: kayfakayfa
il 22/05/2020 alle 11:12
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom