e si spengono le luci

Post n°30 pubblicato il 10 Gennaio 2015 da lascrivaniadiGiada
 

venerdi già sabato 9 gennaio, già 2015, ore 00'32

 

ho scritto e cancellato

ho riscritto, tagliato e incollato altrove

ora hanno tolto le lucine di Natale, la neve è stata poca, il sole è primaverile

ieri Salò era ancora illuminata, stelle proiettate e lucine viola

stasera tutto è buio, spariti alberelli sui balconi, sparita la neve finta sulle finestre

stasera la luna è velata, sta calando, anche Lei sembra non volerci più illuminare

e come ogni fine Natale, il nostro alberello è ancora acceso, lucine blu alla finestra

dovremmo tenerlo tutto l'anno, dovrebbero lasciare gli addobbi natalizi tutto l'anno

strade illuminate, case vive.

come nelle notti invernali quando il buio fa più paura

 

all'Inventario stiamo inventando, che quel che non seminiamo non mieteremo.

 

 sottofondo: il silenzio della mia sinusite

bozze dei nuovi menù vicino a me

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

alea in diretta

Post n°28 pubblicato il 13 Dicembre 2014 da lascrivaniadiGiada
 

Ore 22’47     sabato 13 dicembre 2014

 

È passata Santa Lucia stanotte, anche all’Inventario, spargendo caramelle un po’ ovunque.

Fuori ha ricominciato a piovere / so che dovrei scrivere “è ricominciato a piovere”, ma mi piace pensare che sia il cielo a piovere sulla terra, quindi sottintendo un'ulteriore follia linguistica: “il cielo piove”/

Alea e Elisabetta suonano, la stanza col camino acceso sa ancora più di casa e di inverno, voce femminile che racchiude gli ultimi anni in note gocciolanti.

Mi piace quest’atmosfera, mi fa venire voglia di scrivere.

Perché anche Alea canta le sue parole, e non solo le parole degli altri.

Questa milanese che si è incollata al camino acceso perché “a Milano i camini non esistono quasi più”, che ha sgranato gli occhioni come una bambina quando le ho portato le caramelle di Santa Lucia, che canta come se non potesse esprimersi altrimenti.

Ed Elisabetta, ai miei occhi timida nei suoi pantaloni bianchi e neri e la stretta di mano forte, che suona a fianco di Elea, complici. Mi aspetto che da un momento all’altro parta con un riff degli Iron Maiden.

Magari.

Altre parole dritte al cuore. Vado a nutrirmi un po’.

 

 

Sottofondo in diretta: Alea e Elisabetta /non arrenderti mai..../

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

metti un venerdì sera..

Venerdì 12 dicembre 2014 ore 01’23

 

Metti un venerdi sera, apertura alle sei, come al solito.

Metti una ragazza, passata un po’ di volte col moroso, che passa in solitudine, quasi timidamente, per lasciare la caparra per lo spiedo. Stiamo sistemando la spesa, nell’attesa chiede un pirlo.

Metti che lei sia una psicologa.

Metti poi che arrivi un nostro vecchio amico, che di lavoro è musicista, roba classica contemporanea complicata, che si mette al banco e ordina un pirlo.

Tra il soggetto 1 e il soggetto 2 c’è uno sgabello vuoto, e il piattino del soggetto 1 con le patatine.

Faccio per andare in cucina a preparare un altro piattino, quando Lei esordisce “ma lascia stare, condividiamo questo. Tanto devo andare”

Metti che poi arrivi un altro amico, che di lavoro fa il fotografo concettualista, che si siede al banco, nello sgabello accanto al musicista, e ordina un negroni.

Ecco.

Questi tre personaggi sputati fuori da uno spettacolo di Beckett sono stati la nostra compagnia al banco per più di tre ore. Discorsi che sfioravano l’assurdo e il pornografico.

Concetti profondi, della serie “ la casa è dove è il cuore”, accolta con applausi e strette di mano surreali.

Confessioni che mai il banco dovrà rivelare.

Riflessioni che solo al banco si possono concedere.

Il banco vince sempre, come un tempo.

Un milione di persone hanno riempito l’Inventario stasera, ma la perfezione del trittico caravaggesco di fronte a me ha riempito la mia anima di soddisfazione e stima.

Perché erano a casa. Casa nostra.

Assurda/ complicata/ incasinata/ surreale/ al limite/

Ma nostra, e ora anche loro.

 

Un po alla volta, vi aspettiamo tutti. Abbiamo un banco capiente. 

 

sottofondo: l'eco della stupenda performance dei Meidokesic e Linda

sulla scrivaniaRossa: un long island abbandonato da qualcuno che ha bevuto troppo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

colori e addizioni

Post n°26 pubblicato il 11 Dicembre 2014 da lascrivaniadiGiada
 

 

21’49 10 dicembre 2014

 

 

 

Oggi ho freddo e sono stanca.

Però ho finito il fantastico albero di Natale sulla colonna dell’Inventario, usando le cartine delle cialde del caffè, sottobicchieri della birra, cartigli di coca cola, veline di tessere 2014, palline dell’albero della nonna di Lillo.

 

Ascolto quello che dicono al banco e penso alla teoria dell’attrazione.

 

Sento parlare di lavoro che c’è, ma dove tutti ti trattano da schifo, senza rispetto, senza umanità.

 

Io da un paio di mesi faccio la mamma e tratto con uffici, artisti, gente.

 

Ma non posso che chiedermi, ascoltando i discorsi da banco, perchè si sia arrivati a questo punto.

 

Credo che prima dei diciotto anni di nostra figlia succederà qualcosa di irreparabile, qualcuno prima o poi alzerà la testa e dirà “basta”.

 

Dovrei farlo io, o tu che stai leggendo.

 

E perchè aspettiamo?

 

Io sto tentando di insegnare a mia figlia il rispetto e l’educazione, nel senso socratico del termine.

 

Sto tentando di cambiare me, di pensare, prima di essere scorbutica con l’ennesimo personaggio da fumetto che mi chiede perchè deve fare la tessera. T

ento di credere che ogni mio gesto, positivo o negativo, entra in circolo e continua a esistere, vaga e viaggia, ferisce o cura.

 

Ogni parola, ogni sentimento di odio o amore. Non si esaurisce una volta terminata la parola detta.

 

Pensate se tutto quello che proviamo fosse colorato.

 

Che colore uscirebbe dalla vostra bocca quando dite “Grazie”?

 

E che colore uscirebbe quando sgridate vostro figlio, che è stufo di fare le spese di Natale con voi?

 

 

 

Ieri mia figlia mi ha chiesto quanto fa sette più blu.

 

Io ho risposto “un unicorno di baci!”

 

Lei ha riso e mi è saltata al collo.

 

Sarebbe stato rosa.

 

 

 

 

 

Sottofondo: Zaz e qualcosa di francese

 

Sulla scrivaniaRossa: la locandina dei Meidokesic, che suonano venerdì.

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.....la bravabimba va a funghi

Post n°25 pubblicato il 04 Dicembre 2014 da lascrivaniadiGiada
 

il corso di cucina non è partito.

forse partirà mercoledì prossimo.

e come detto sopra sono stanca di fare la bravabimba.

si lamentano tutti che non c'è mai nulla da fare, si lamentano tutti che il mondo fa schifo, si lamentano tutti che non c'è collaborazione e non c'è comunione e la società va a scatafascio e che schifo e colpa dei politici e blablabla.

ok.

quando ti metto sotto il naso qualcosa da fare cosa fai?

annuisci entusiasta! uh che bella idea! sì sì ci voleva proprio! fantastico!

ma muovere il culo dal tuo divano di bambagia non è contemplato.

e che noia Brescia il venerdì sera, non c'è mai niente da fare, e se c'è qualcosa da fare devo pagare per entrare e da bere costa un sacco.

ok.

noi facciamo suonare, non abbiamo biglietto d'ingresso, la tessera (se non ce l'hai ancora) ti costa come un pacchetto di sigarette perchè la prima consumazione te la offriamo noi.

la birra costa 2 euro. un mojito fatto bene ne costa 5.

c'è il camino acceso.

e tu cosa fai? vai in un posto che ti fa schifo per poi scrivere su facebook che sei in un posto che ti fa schifo.

se ti avessi sotto mano avrei un posticino dove infilarti quel maledetto telefono che usi per esprimerti.

adesso ho pure portato da casa i giochi in scatola, c'è pure battaglia navale e scarabeo.

ma sentirsi a casa evidentemente non è più di moda.

 

sottofondo: gente che brinda e ride, che qualcuno che ama Casa c'è ancora.

sulla ScrivaniaROssa: le tessere 2015

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

bianconigliosblankshineI1_Co11ezionistaamorestranomattia.101max_6_66Led_61lascrivaniadiGiadafudinamiteblacinnarellaEulalie2DJ_Ponhziluboporestart.livePersa_nella_Rete
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e i membri possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom