Creato da Rebuffa17 il 29/03/2012
Il blog sui prestiti e finanziamenti

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

tafurinicolaMCDEN620cara.callamoriconissimoatlantis_mensalvatore.devotodevilhearts0giannetto61alexflashmimmo.vit54valentina.degiovanniBulabula2occhiazzuri1979joe71.gprincipessinaanna
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Eventi Amsterdam

Post n°23 pubblicato il 24 Ottobre 2012 da Rebuffa17
 

Ad Amsterdam potrai partecipare a tantissimi eventi!

Partiamo dal Koninginnedag , il Giorno della Regina, che si tiene il 30 Aprile: per gli olandesi è solo una scusa per far festa due giorni di seguito, poiché i party cominciano la sera prima.

Tutta l’Olanda veste il colore reale, l’arancio e la gente va nelle strade e nelle piazze per fare festa. Amsterdam risulta essere la città più affollata, con più di 750.000 persone in party. Il Giorno della Regina è anche il giorno dei mercatini delle pulci, in cui gli olandesi svuotano soffitte e cantine per vendere tutto ciò che non gli serve più. Vondelpark è invece l’area dei bambini, con spettacoli e mercatini.

Il Giorno della Memoria ed il Giorno della Liberazione, il 4 e 5 Maggio, viene tenuta una cerimonia commemorativa al Monumento Nazionale in Piazza Dam. Nel Giorno della Liberazione, a partire dal pomeriggio, ci sono concerti e manifestazioni multiculturali gratuite a celebrazione della libertà. In serata, sempre a titolo gratuito, si tiene un concerto all’aperto sul fiume Amstel.

A giugno c’è l’Holland Festival, con spettacoli, musica, danza, opera, film e tutto ciò che è arte di qualità per questo festival che esiste dal 1947. Artisti nazionali e internazionali si esibiscono al Festival Centre, che diventa anche caffè all’aperto con presentazioni, dibattiti e feste.

Il Vondelpark Open Air Theater si tiene a luglio e agosto, con spettacoli, cabaret, concerti e danze che vanno in scena gratuitamente durante le giornate estive nel teatro all’aperto.

In agosto c’è il famoso Gay Pride che presenta diverse iniziative, dalle attività sportive, agli eventi culturali ai party. Il clue della manifestazione è sicuramente la Parata in barca sui canali, una sorta di carnevale molto fantasioso.

L’Uitmarkt si svolge in agosto e rappresenta l’apertura ufficiale della stagione culturale: centinaia di performance, concerti, spettacoli teatrali, workshop, tutti gratuiti!

Il Jordaan Festival invece è a settembre ed è un grande festival di strada che si svolge nel quartiere Jordaan: durante tutto l’arco della giornata ci sono spettacoli all’aperto, concerti, concorsi e mercatini.

La Museumnacht , ovvero la Notte dei Musei, si tiene in novembre e vede i musei aperti dalle 19:00 alle 2 di notte! Acquistando un biglietto unico si ha diritto all’entrata nei Musei coinvolti nella manifestazione. Oltre alla visita alle collezioni permanenti ed alle mostre temporanee, ogni Museo presenta un evento speciale; inoltre nel biglietto sono inclusi anche i trasporti da un Museo all’altro, che avvengono tramite tram, bus e battelli storici.

Ad Aprile si svolge il Weekend Nazionale dei Musei, dove i principali Musei d’Olanda sono visitabili gratuitamente.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I requisiti per i Prestiti personali

Post n°22 pubblicato il 24 Settembre 2012 da Rebuffa17
 

 

I Prestiti Personali sono dei finanziamenti che vengono erogati ai soggetti che ne avanzano richiesta da parte di una banca o istituto di credito, dietro la presentazione di adeguate garanzie volte ad assicurare il rimborso mensile delle rate.

Qualora si desiderasse accedere ai Prestiti Personali, occorre presentarsi alla propria banca o finanziaria mutui di carta d’identità e codice fiscale, una dichiarazione dell’attuale situazione reddituale e la propria busta paga o pensione. Sulla base di questi ultimi due requisiti, oltre al conteggio del trattamento di fine rapporto, la finanziaria valuterà insieme all’utente l’ammontare del finanziamento e la durata dello stesso.

Per quanto concerne l’ammontare della liquidità, i Prestiti Personali hanno una durata variabile tra un minimo di 1 a un massimo di 5 anni e le somme erogate possono variare tra i 1000 euro e i 30.000, salvo casi specifici per i quali vengono valutate le singole situazioni in sede di colloquio individuale.

I Prestiti Personali rientrano nei crediti al consumo e sono finanziamenti senza obbligo di destinazione, ovvero colui o colei che avanza la richiesta di accedere alla liquidità non è tenuto/a a fornire alcuna spiegazione alla finanziaria su come intende utilizzare il denaro.

Nel caso i cui si desiderasse accedere a Prestiti Personali ma non si fosse in possesso della busta paga o pensione, considerate valide garanzie, è possibile comunque entrare in possesso della liquidità dietro la presentazione di garanzie alternative. Tra le principali figurano la presenza di un fideiussore che funga da garante, oppure la presenza di un’immobile di proprietà da cui si ricavi un affitto mensile o sul quale applicare l’ipoteca.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Acquistare una macchina grazie ai prestiti auto

Post n°21 pubblicato il 18 Settembre 2012 da Rebuffa17
 

 

I Prestiti auto rappresentano vantaggiose soluzioni per coloro che desiderano comprare una macchina ma non hanno la liquidità sufficiente per effettuare l’acquisto. Sono sempre più numerose infatti le banche e istituti di credito che offrono Prestiti Auto a tassi vantaggiosi e con la possibilità di pagare l’importo con comode rate. Tali finanziamenti vengono praticati direttamente dalle concessionarie che si occupano della vendita dell’automobile: esse si occupano dell’avvio di tutte le pratiche burocratiche con la finanziaria, così che il soggetto possa entrare direttamente in possesso della vettura ripagando poi le rate nei tempi e modi concordati.

I Prestiti Auto prevedono una copertura a livello dei costi della macchina che può arrivare fino all’85% dell’intero valore, fino a coprire un tetto massimo di 30.000 euro nel caso in cui essa sia nuova; qualora invece la macchina fosse usata, verranno valutate le sue condizioni e l’ammontare dei chilometri.

Per quanto concerne i tassi di interesse e i piani di ammortamento, essi per i Prestiti Auto possono variare tra le diverse società: solitamente sono compresi tra un minimo di 6 e un massimo di 60 mesi, salvo la presenza di casi specifici che vengono discussi e concordati tra il soggetto e la finanziaria in sede di colloquio individuale.

Qualora si desiderasse accedere ai Prestiti Auto, il consiglio è quello di rivolgersi direttamente presso la propria banca o società finanziaria: consulenti qualificati e competenti potranno aiutarvi a trovare la soluzione più consona alle vostre esigenze e necessità, ascoltando le specifiche richieste e rispondendo a qualunque vostra richiesta di informazione.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Prestiti vitalizi

Post n°20 pubblicato il 10 Settembre 2012 da Rebuffa17
 

I Prestiti Vitalizi rientrano in una speciale tipologia di finanziamento che consiste in un mutuo ipotecario applicato da parte di una banca o società finanziaria a cui il soggetto si rivolge per ottenere la liquidità.

Per potere accedere ai Prestiti Vitalizi occorre essere in possesso di determinati requisiti: avere un’età superiore ai 65 anni e una casa di proprietà su cui è stata applicata l’ipoteca, la quale deve essere il luogo di residenza del soggetto e deve essere considerata facilmente commerciabile.

Il soggetto che avanza la richiesta di accedere ai Prestiti Vitalizi, una volta ottenuto il mutuo non dovrà pagare alla banca o società finanziaria le rate mensili solitamente previste nei tradizionali finanziamenti, in quanto gli interessi si capitalizzeranno aumentando la somma che occorre risarcire alla banca per l’estinzione del debito. Al momento della morte dell’individuo a cui è stato intestato il mutuo, gli eredi testamentari avranno la possibilità di pagare il debito secondo tre diverse modalità, nell’arco di un anno. Essi potranno procedere risarcendo alla banca o finanziaria la somma di denaro e conservare la proprietà, procedere con la vendita dell’immobile al fine di saldare il mutuo oppure lasciare la vendita dell’immobile in mano alla banca. Quest’ultima si occuperà di vendere all’asta la casa e otterrà la somma pari al debito contratto dal soggetto, rimborsando alla famiglia del defunto la differenza.

Se desiderate conoscere le diverse soluzioni di Prestiti Vitalizi per accedere a quella migliore per le vostre singole esigenze, non esitate a contattare la vostra banca o finanziaria di fiducia.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Prestiti pensionati

Post n°19 pubblicato il 10 Settembre 2012 da Rebuffa17
 

I Prestiti Pensionati sono una tipologia di finanziamento che viene erogato a coloro che sono in pensione e che desiderano accedere a una liquidità.

Tra le diverse tipologie di finanziamenti esistenti, i Prestiti Pensionati che vengono erogati in maggiore misura sono quelli di tipo personale, i quali consentono di accedere a somme che variano tra un minimo di 1000 sino a un massimo di 30.000 euro per un periodo compreso tra 1 e 5 anni. Essi rientrano nella categoria dei crediti al consumo e sono di tipo non finalizzato: colui o colei che richiede il finanziamento, pertanto, non è tenuto/a a fornire alcuna spiegazione su come vuole utilizzare la liquidità a lui erogata.

Per accedere ai Prestiti pensionati, il soggetto deve presentare alla banca o società finanziaria a cui si rivolge adeguate garanzie, volte ad assicurare a quest’ultima il rimborso mensile delle rate. Tra le principali garanzie figura il cedolino della pensione, al quale nella maggior parte dei casi vengono applicati strumenti come la cessione del quinto. Essa consiste in specifiche trattenute che vengono applicate sulla pensione del soggetto (pari a 1/5 dell’importo netto percepito mensilmente, ovvero il 20%) ad opera dell’ente previdenziale, il quale si occupa di versare direttamente la liquidità alla banca o finanziaria che ha erogato il finanziamento. La cessione del quinto dello stipendio, in taluni casi, rende necessaria l’applicazione di una speciale assicurazione sulla vita: qualora sopraggiungesse la morte improvvisa del soggetto ed egli non avesse ancora terminato di pagare il debito, sarà l’assicurazione ad occuparsi di versare l’importo rimanente alla banca o società finanziaria.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »