Creato da ambroseb il 12/10/2007

Il Lampione

"far lume a chi brancola nelle tenebre"

 

 

« Televisione, proroghe, regaliArtemisia Gentileschi »

Contro il razzismo

Post n°26 pubblicato il 07 Dicembre 2007 da ambroseb
 

Aderisco con vero piacere all’invito rivoltomi da lafatadelmare a scrivere un post contro le forme di razzismo che stanno investendo il nord Italia.
Dopo il sindaco di Caravaggio, altri 42 comuni ad amministrazione leghista della provincia di Bergamo hanno firmato in contemporanea alle 12 di oggi una circolare per vietare le nozze tra un cittadino italiano e un extracomunitario sprovvisto di permesso di soggiorno, e una ordinanza che impone un reddito minimo agli extracomunitari per ottenere la residenza, come aveva fatto il sindaco di Cittadella.
Inutile sottolineare la stupidità, la rozzezza e la grande mancanza di civiltà che caratterizza questi loschi figuri che, purtroppo per noi, hanno l’onere di amministrare alcuni comuni. Ritengo che la “cultura” piccolo-borghese che caratterizza queste decisioni, oltre che da mancanza di civiltà, sia altresì dovuta alla scelta populistica di assecondare le paure di una fetta della popolazione locale. Governare significa anche riuscire a far convivere le persone a prescindere da razze, religioni, colore della pelle.
I nostri padri costituenti lo scolpirono a chiare lettere nella Costituzione Italiana dopo aver vissuto l’orrore del fascismo, lo scandalo delle leggi razziali imposteci dal folle dittatore tedesco. “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. Su queste parole quei 43 sindaci hanno giurato prima di assumere l’ingrato compito di decidere dei destini e delle vite di alcune decine di migliaia di esseri umani, a prescindere dalla loro etnia.
Almeno è da salutare positivamente la modifica che il Senato ha approvato ieri al decreto in materia di allontanamento dal territorio nazionale per esigenze di pubblica sicurezza. E’ stata infatti introdotta una norma che punisce con la reclusione fino a tre anni chiunque, incita a commettere o commette atti di discriminazione di cui all'articolo 13, n.1, del trattato di Amsterdam (discriminazione basata sul sesso, la razza o l'origine etnica, la religione o le convinzioni personali, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali).

Se uno facesse a tutti gli uomini una proposta invitandoli a scegliere le usanze migliori di tutte, dopo aver ben considerato ognuno sceglierebbe le proprie: a tal punto ciascuno è convinto che le sue proprie usanze sono di gran lunga le migliori.
(Erodoto, storico greco, 450 a.C.)

Meno é intelligente il bianco, più gli sembra che sia stupido il negro.
(André Gide)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/lampione/trackback.php?msg=3719044

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
lafatadelmare
lafatadelmare il 07/12/07 alle 12:38 via WEB
La tua intelligenza invece è viva e confortante...ti abbraccio...
 
 
ambroseb
ambroseb il 07/12/07 alle 12:47 via WEB
Complimenti ancora per l'iniziativa. A presto
 
semprepazza
semprepazza il 07/12/07 alle 22:06 via WEB
Anche se le leggi razziali di hitleiana memoria rispondevano a situazioni politiche e scopi del tutto differenti e ben più agghiaccianti, la lettura di queste notizie ci richiama per forza quei provvedimenti. Ed oggi non c'è nessun dittatore con velleità imperialistiche nè in Italia, nè nel resto d'Europa. Ancora una volta mi viene da pensare che le persone che eleggiamo affinchè abbiano cura del territorio a vari livelli, siano prive di qualsiasi preparazione e competenza, anche elementare, per ciò a cui sono preposte. Del resto, chi insegna ai governanti a governare? Non è come insegnare agli asini a ragliare, quella è una dote naturale. I sindaci sono presi dal panico ed incalzati dall'elettorato che chiede soluzioni ai problemi. Poichè non sanno risolverli e qualche decisione devono pur dimostrare di saperla prendere, scelgono la via più breve e più semplice: la negazione ed il divieto. Troppo impegnativo, troppo faticoso, troppo a lungo termine pensare di creare i presupposti per un'integrazione reale ed una convivenza decorosa e rispettosa quando la gente preme e quando si moltiplicano gli episodi di non rispetto delle nostre leggi da parte di immigrati stranieri. E' il panico che si diffonde e contagia la gente comune ma anche chi occupa posti di responsabilità e di qualche potere. Quei sindaci sono persone ignoranti e beote, che non vedono al di là del loro naso: potranno tamponare momentaneamente qualche falla ma il flusso migratorio mondiale è ormai una realtà inarrestabile: non è vietando alcune cose che si affronta il problema; semmai facendo in modo che la LEGALITA' venga rispettata, da tutti, potenziando i controlli e creando, se serve, strutture di appoggio e sostegno all'Ordine. Ma mi sembra persino inutile parlare dal momento che proprio noi non abbiamo ancora, a distanza di generazioni e generazioni, debellato la nostra mafia locale e se penso che la settimana scorsa il capo dei Vigili Urbani di Roma è stato beccato a parcheggiare con il tagliando privilegiato per l'handicap...
 
 
ambroseb
ambroseb il 09/12/07 alle 13:20 via WEB
Analisi di una lucidità disarmante! Come ottimamente tu cogli è necessario "creare i presupposti per un'integrazione reale ed una convivenza decorosa e rispettosa". Per fare ciò dobbiamo capire che sono necessari non solo norme ma anche un nuovo approccio culturale. Occorre sia considerare l'immigrato come una persona con gli stessi diritti e doveri dei cittadini italiani sia punire con altretanta fermezza chi delinque. E' un processo lungo, che richiede una sedimentazione culturale nella nostra società. Ma è condizione essenziale di un nuovo assetto della pacifica convivenza che i nuovi cambiamenti del mondo ci impongono.
 
bil37
bil37 il 09/12/07 alle 11:45 via WEB
Tema molto impegnativo, quello del razzismo. Mi associo al tuo appello, nonostante ritenga che il problema dell'immigrazione non sia di facile soluzione. Come conciliare l'integrazione con la sicurezza? Certamente questo è un compito non facile per la politica. Ciao e a presto!
 
 
ambroseb
ambroseb il 09/12/07 alle 13:23 via WEB
Occorre tempo e la partecipazione di tutta la società e non solo della classe dirigente di questo paese. L'Italia ha dentro di sè le potenzialità per evolversi in tal senso. Consentire ad esse di emergere è compito tanto difficile quanto necessario da parte della politica.
 
   
lafatadelmare
lafatadelmare il 09/12/07 alle 15:54 via WEB
Quanta saggezza nei tuoi pochi anni, mi lasci sempre sbalordita...ciao ambro...
 
     
ambroseb
ambroseb il 09/12/07 alle 17:19 via WEB
Grazie!
 
makavelika
makavelika il 09/12/07 alle 19:42 via WEB
Non vorrei sembrare razzista (di fondo non lo sono per nulla) ma non mi puoi citare un articolo della Costituzione che parla di diritti dei CITTADINI e pretendere di estendere tali diritti anche ai non cittadini. Altro discorso è quello dei diritti umani, ma in questo caso non ravvedo sostanziali violazioni della legge italiana e/o internazionale. Io sono una delle poche che è rimasta legata al concetto storico di razzismo ed in questa faccenda, mi spiace, ma non lo ravvedo.
 
 
ambroseb
ambroseb il 09/12/07 alle 20:07 via WEB
In tutti i paesi civili gli stranieri hanno quasi gli stessi diritti dei cittadini. Con i dovuti adattamenti ed i relativi oneri. La cultura dell'integrazione è la scommessa del futuro! Molti paesi (la Francia ad esempio) ci hanno insegnato che è possibile integrare gente che proviene da altri stati. Se parlassimo di come integrare gli stranieri dovremmo affrontare il problema di come consentire agli immigrati privi del permesso di soggiorno, di sposarsi rispettando alcune regole ed evitando matrimoni di comodo. Negare tout court la possibilità di matrimonio per queste persone mi sembra incivile; sottolinearne l'adozione di provvedimenti amministrativi (addirittura contemporaneamente da parte di 43 sindaci tutti appartenenti ad un partito razista) un gesto xenofobo. Puniamo i delinquenti siano essi italiani o stranieri ma non colpevolizziamo chi viene in Italia per bisogno e addirittura a fare lavori che i nostri connazionali ormai detestano. Siamo stati per secoli un popolo di emigranti. Tanti nostri padri sono riusciti a raggiungere un certo livello di benessere anche perché certi paesi ci hanno trattato un po' meglio di noi oggi ci comportiamo con queste persone.
 
   
makavelika
makavelika il 09/12/07 alle 20:36 via WEB
La cultura dell'integrazione presuppone l'accettazione da parte dell'ospite delle regole che vigono nel Paese che lo ospita. Non confondiamo una richiesta di legalità con razzismo, era questo che sottolineavo. Non dobbiamo costruire un sistema sociale ad uso e consumo delle altre culture ma della nostra. La richiesta del permesso di soggiorno al fine di stipulare un contratto, che sia matrimoniale o per la compra-vendita di un immobile o un'attività commerciale, non mi sembra un gesto xenofobo, ma una semplice applicazione della legge.
 
     
ambroseb
ambroseb il 10/12/07 alle 12:04 via WEB
L'utilizzo del matrimonio, atto di fondamentale importanza per la vita delle persone, potrebbe essere utilizzato come elemento giuridico per ottenere il permesso di soggiorno. Altro discorso sono i contratti di natura patrimoniale, magari su quelli il discorso è molto più ampio e una normativa restrittiva appare auspicabile. Sulle regole, appare evidente che debbano essere accettate dallo straniero. Ma il problema qui posto è relativo al cambiamento delle norme oggi vigenti che pare non abiano prodotto i frutti sperati.
 
violette51
violette51 il 10/12/07 alle 10:09 via WEB
argomenti che dovrebbero essere superati da un pezzo.purtroppo...nn è cosi...ciao vio
 
 
ambroseb
ambroseb il 10/12/07 alle 12:06 via WEB
Purtroppo la cultura dell'integrazione è problema sociale prima ancora che politico. La sua sedimentazione nella società richiede tempo, oltre che la creazione delle condizioni essenziali perché essa si insedi nella coscienza collettiva.
 
sirenatropicale76
sirenatropicale76 il 10/12/07 alle 10:32 via WEB
razzismo? lo trovi in qualsiasi comportamento umano, poi nn parliamo di ogni genere di discriminazione.tutto questo è colpa degli stereotipi della società di merda in cui viviamo. bacini caro
 
 
ambroseb
ambroseb il 10/12/07 alle 12:07 via WEB
Allora proviamo dal basso ad eliminare ogni forma di discriminazione. Non sarà facile ma vale la pena farlo...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
MariaLampion88 il 11/08/14 alle 11:07 via WEB
very nice blog in this rent a car - benvenuti su questo commento riguardo la vostra idea per creare punti di autonoleggio e affiliazione di nuovi punti,se avete idee nuove e volete scriverci sul noleggio: Affiliazione autonoleggio grazie a presto
 
sexydamilleeunanotte
sexydamilleeunanotte il 10/09/16 alle 11:36 via WEB
ho letto molto volentieri questo articolo.Ciao da

Artecreo

 
minarossi82
minarossi82 il 11/11/16 alle 20:51 via WEB
articolo molto piacevole da leggere. complimenti da

Artecreo

 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sara il 18/08/17 alle 19:01 via WEB
Commento ad episodio di razzismo di rimini (uno dei tanti purtroppo): Di fronte ad un episodio così grave secondo me tutti si dovrebbero indignare, a prescindere dalle idee politiche ; che una donna rivolga parole così brutali ad un' altra donna incinta e che voglia distruggere il piccolo nel suo grembo è disumano, aberrante. Auguri affettuosi alla mammina...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

NOVITà EDITORIALI

Consigli di lettura

Prossimamente in Libreria

 

EVENTI A FERRARA

Kilombo

 

IL DIZIONARIO DEL DIAVOLO

apostata
Dicesi di una sanguisuga che, penetra sotto il guscio di una tartaruga, scopre che l'animale è morto da tempo e ritiene conveniente interessarsi a una tartaruga più giovane.
appetito
Un istinto saggiamente fornito dalla Provvidenza per risolvere i conflitti sociali.
applauso
L'eco di un luogo comune.
arbitrato
Rimedio patentato da usarsi quando i rapporti internazionali si surriscaldano, in sostituzione dell'antiquato sistema di versar sangue. Ne consegue che il partito sconfitto ha due o tre nazioni da odiare invece di una, con grandi vantaggi per la pace nel mondo.
architetto
Persona che disegna un progetto della vostra casa e progetta disegni sul vostro denaro.
arcivescovo
Dignitario ecclesiastico che batte in santità di un punto il semplice vescovo.
ardore
Qualità che contraddistingue una passione amorosa priva di adeguata conoscenza del suo oggetto. 

 

LA RECHERCHE DE LA VéRITé BY MARCEL PROUST

La nostra personalità sociale è una creazione del pensiero altrui.

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ambroseb
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 49
Prov: PA
 

MSN

biscottaio@hotmail.it

 

LETTURE IN CORSO

 

LETTURE IN PROGRAMMA

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rm.francescoa.scalas3andy78hvincenzogiordanoepicureo62ciro.eggerdesmodrome2019misskaty77maria.pariggianolucafantini1966mihailovtudor.itusagetpuman83psicheee10F.trifone
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Commento ad episodio di razzismo di rimini (uno dei tanti...
Inviato da: sara
il 18/08/2017 alle 19:01
 
ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: anna.loverde881
il 21/04/2017 alle 22:37
 
articolo molto piacevole da leggere. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 20:51
 
ho letto molto volentieri questo articolo.Ciao da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 11:36
 
very nice blog in this rent a car - benvenuti su questo...
Inviato da: MariaLampion88
il 11/08/2014 alle 11:07
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 

VISITE

 

VATHEL, PIACEVOLE SCOPERTA

 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963