Creato da JungleDavide il 19/12/2007
Riflessioni di un ragazzo sulla vita, sulla società, sulla musica...

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
avv.Barbatelligabrivaleady.1989gaetano6000defalcolory1973lorenamelislucamontinarorv500ferrari_giorgio.gfoldangeloemanueledamico69bartolozzifaling.granatagiovannial.pappalardo68mingus.store
 

Ultimi commenti

 
Quante volte ci ho pensato su, Il mio mondo sta cadendo...
Inviato da: marta
il 06/12/2011 alle 17:09
 
Se hai tempo da buttare vallo sprecare in altri luoghi,...
Inviato da: Sara
il 27/05/2009 alle 22:23
 
ma che simpatica! sei solo 1 cafona, come ti permetti a...
Inviato da: lellis
il 04/05/2009 alle 14:56
 
ed a me chi mi scopa?
Inviato da: romina
il 30/03/2009 alle 20:06
 
uè davide non mi ero accorto di questo articolo! scusa ma...
Inviato da: Anonimo
il 12/01/2009 alle 12:27
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 

 

 
« IO E VALENTINO ROSSI...DOLCE MALINCONIA...COMPA... »

CONCORSO "OGGI PARLO IO": IL TRADIMENTO NELLA COPPIA

Post n°41 pubblicato il 09 Marzo 2008 da JungleDavide

CIAO RAGAZZI, COME PROMESSO PUBBLICO IL TEMA PER IL CONCORSO "OGGI PARLO IO" DOVE SI  POTEVA ESPRIMERE LA PROPRIA OPINIONE SUL TRADIMENTO NELLA COPPIA. QUELLO CHE TROVERETE QUI SOTTO E' L'ARTICOLO SCRITTO DA SILVIA CHE CI HA DESCRITTO LA SUA ESPERIENZA PERSONALE.

GRAZIE SILVIA PER AVER PARTECIPATO E COME HO DETTO ALLA NOSTRA SARA IL MESE SCORSO...RICORDA CHE PER TUTTA LA SETTIMANA LA RUBRICA E' LA TUA...PRENDI IN MANO LA SITUAZIONE!!!!

CIAO A TUTTI

DAVIDE SCARABELLI

IL TRADIMENTO NELLA COPPIA

In questo articolo voglio parlarvi di una storia realmente accaduta, una storia accaduta ad una ragazza forse un po’ troppo infantile per questo mondo spesso così brutale, che sembra trascinare via chiunque tenga nel proprio carattere un filo di ingenuità. Quella ragazza sono io.
Due anni fa conobbi un tipo. Era maggio, la stagione in cui il caldo inizia a farsi sentire ma la sera ci vuole ancora una giacchetta. Federico era moro e con i capelli medio-lunghi, niente di speciale, certo, però il suo fisico asciutto e un po’ anemico e quelle spalle così amabilmente squadrate fecero subito breccia nel cuore di quella povera ragazzina che ero. Venne da me in un locale di Tuscania e fu subito gentile, dolce, accorto. Due settimane dopo passeggiavamo romanticamente, di sera, sulla spiaggia di Montalto di Castro, con la luna ad illuminarci e il buio a coccolarci. Da allora iniziò una bella storia d’amore: nonostante fossimo di due paesi differenti eravamo comunque abbastanza vicini, e potevamo vederci spesso. Ogni istante era occasione di effusioni e dolci baci… le sue parole sembrava così sincere che se avessi potuto mi sarei tolta il cuore e gliel’avrei donato su un piatto d’argento.
Poi un giorno mia sorella mi disse di averlo notato in un locale di Viterbo insieme ad una ragazza bionda. Non le diedi peso, non volli crederci… ma presto anche alcune mie compagne di classe mi vennero a riferire delle uscite di Fede con “la bionda”. Gi parlai con gli occhi pieni di lacrime e lui imbarazzatissimo confessò tutto, giurandomi però che lei era stata soltanto una storia passeggera e che nella sua vita c’era posto esclusivamente per me. Nonostante avessi il cuore in frantumi volli credergli e tutto iniziò come da capo: il sabato successivo lui mi portò delle rose bianche e iniziò ad essere sempre più carino e gentile con me. Dopo qualche settimana una mia amica mi venne a dire di averlo visto nuovamente con la bionda. Non potei, non volli crederci. Iniziai a divenire folle per lui. Approfittando degli istanti in cui andava al bagno o saliva a casa lasciando il telefono in macchina, iniziai a sbirciare di nascosto sul suo cellulare, e trovai i messaggi dell’altra, che si chiamava Chiara e che presumo fosse di Viterbo, dato che i due si incontravano sempre lì.
Iniziai a pensare che il problema fosse mio: mi tinsi i capelli di biondo, mi misi a dieta, cercai di fare e di essere tutto ciò che voleva lui. Finalmente, dopo qualche tempo, trovai un messaggio di Chiara che riportava press’appoco queste parole: “Ho capito che è finita. Forse hai ragione, è inutile continuare”. Piena di gioia iniziai a sentirmi trionfante di aver di nuovo il mio Federico tutto per me, solo per me. Credevo che finalmente avesse imparato ad amarmi. Invece un bel giorno lui mi manda un messaggio e mi dice: “Sto con un’altra da 3 settimane. Ti lascio. Stammi bene”. L’altra stavolta era castana ed era di Tuscanica come lui…
Insomma cari amici, ciò che ho capito da questa brutta esperienza è che il proverbio “il lupo perde il pelo ma non il vizio” è quantomai veritiero. Fidatevi: una persona che vi ama sul serio non vi tradirebbe mai e poi mai, come io non sarei mai stata infedele nei confronti di Federico. Il vero amore è quello che non si lascia cadere in esibizionismi, gesti eclatanti e falsità; il vero amore è fatto di semplici gesti e piccole dolcezze, che tutte insieme formano un quadro splendido e soffice. Il tradimento e l’amore non vanno d’accordo; chi ama non tradisce. 

Silvia

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/laparolaadavide/trackback.php?msg=4254837

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 13:03 via WEB
Cara Silvia, secondo me,scusa se te lo dico, sei stata solo una credulona! Ma come si fa a non capire quando le cose sono cosi chiare!? la verità è che tante persone come te preferiscono sapere di non essere importanti per lui ma sperare di diventarlo piuttosto che prendere la situazione con maturità e decidere di lasciare stare certi stronzi!!!!!! A volte mi viene da pensare che quando accadono queste cose ve lo meritate perchè quando invece trovate chi vi vuole bene e potrebbe farvi felici non lo cagate nemmeno...forse è proprio cosi, vi sta bene!!!!!!!!!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 15:21 via WEB
verissimissimissimissimissimissimo! quando si beccano certi stronzi (O STRONZE!!!!!) inutile rimanerci sotto, sapete anche in cuor vostro che non contate niente x loro... perciò mandateceli in mediatamente a quel... posto là!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 15:26 via WEB
MA QUALE INFANTILE!!!! (slang maiuscolo = urlato, tengo a sottolinearlo). Sei stata soltanto stupida, scusa se te lo dico! Il tuo non è stato affetto verso di lui bensì mancanza di affetto! Volevi a tutti i costi un fidanzato e perciò hai fatto di tutto e chiuso gli occhi pur di averlo! Cavolo ne conosco a decine di ragazze come te, siete tutte uguali! Ma cavolo, a che serve avere un ragazzo? A niente! La cosa importante è avere un amore! E l'amore non sid eve smaniare x averlo, si deve aspettare tranquillamente e nel mentre vivere la propria vita! Invece no, tutte voi a pensare sempre a "voglio il ragazzo", "facciamo un mese", "san valentino"... se vi si chiedesse di avere un fidanzato ma di tenerlo nascosto dal mondo vi mettereste a piangere! Sapete cosa significa la parola AMORE? Non si deve smaniare per avere unr agazzo, si deve soltanto aspettare che il proprio cuore venga inondato di amore... ossia che il proprio amore trovi nel modo più naturale und estinatario... il giustod estinatario... PERCHE' CI SI INNAMORA SOLTANTO UNA VOLTA NELLA VITA! VIVA L'AMORE!!! Ciao a Davide, sei grande amico, e ovviamente ad Elena.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 19:45 via WEB
ciao anche a te... bè però le vostre critiche sono molto forti,credo che Silvia sia giovanissima e che certi sbagli si compiono perchè non si ama abbastanza se stessi e si cerca nell'altro la felicità... vedi Silvia tu devi prima trovare il bello della tua vita, la forza del tuo baricentro, diciamo il profumo della tua anima e poi se è il tuo destino vedrai che l'uomo giusto arriverà... se lo trovo ti copio un bellissimo brano zen... ma sono però daccordo con il commento sopra che l'importante nella vita è nutrire un amore vero nel cuore... non ottenere x forza una persona... quello è possesso e superficialità... scusa spero non ti offenda, te lo dica perchè tu sia al riparo da questo tuo atteggiamento che ti porterà se non lo analizzi e superi a una vita di continua ricerca dell'uomo giusto... ricordati che c'è una forza infinita che sei proprio TU!!!! Elena
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/03/08 alle 10:44 via WEB
giusto! giustissimo!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 15:27 via WEB
Il tuo non è stato amore, vero amore intendo, ma soltanto infatuazione, e sai perchè? Perchè se ami davvero una persona non arrivi a criticarla nemmeno se ti fa l'offesa peggiore del mondo. e soprattutto perchè se ami davvero vuoi soltanto che lui stia bene.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/03/08 alle 19:35 via WEB
è vero che chi ama non tradisce, ma è anche vero che tu non eri innamorata silvia, si vede lontano un miglio da come parli! hai visto solo il romanticismo della cosa e hai lottato per non perdere quel romanticismo della prima serata... hai provato a camuffare il problema e non a superarlo... devi crescere
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 12/03/08 alle 19:32 via WEB
mi sa il problema di una ragazzina.... ma che avevi gli occhi foderati di prosciutto o sei stupidina? mi aggiungo all'appello: cresci
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/03/08 alle 13:22 via WEB
CIAO RAGAZZI, SOLO DUE COSETTE...SECONDO ME SILVIA HA SICURAMENTE UNA GIOVANE ETA' MA QUEL "CRESCI" CREDO POTREMMO RIFERIRLO A OGNUNO DI NOI PER QUALSIASI ASPETTO DELLA VITA...IN FONDO C'E' SEMPRE DA "CRESCERE", E TRA L'ALTRO PENSO CHE QUESTE SIANO SOLO LE STORIE CHE TUTTI ABBIAMO AFFRONTATO IN AMORE...CHI NON HA MAI FATTO LA PARTE DEL "TAPPETINO"? QUINDI NON SIAMO TROPPO DURI CON SILVIA...CHE IN FONDO HA SOLO VISSUTO UNA STORIA CON L'INGENUITA' DELLA RAGAZZA CHE OVVIAMENTE CRESCE AD OGNI SUA ESPERIENZA...MA RIPETO GLI SBAGLI DI SILVIA SONO I SBAGLI DI TUTTI NOI...ANZI LEGGENDO TRA LE RIGHE POSSO AFFERMARE CHE SIA PIU' MATURA DI QUANTO TRASPARE...PERCHE' LEI HA RACCONTATO DEI FATTI ABBASTANZA CHIARI E NETTI METTENDO CREDO ANCHE IN CONTO LA POSSIBILITA' DI ESSERE RICONOSCIUTA...E IO CREDO CHE CHI NON HA PAURA DI ESSERE GIUDICATA O DI METTERE IN MOSTRA LE SUE DEBOLEZZE, IN REALTA' SIGNIFICA CHE HA GIA CAPITO TANTE COSE DELLA VITA E CHE HA UNA SUA MATURITA' E PERSONALITA' GIA ABBASTANZA IMPORTANTE IN CONFRONTO A TANTI SUOI COETANEI CHE NON PERDONO OCCASIONE PER CERCARE DI ESSERE CIO' CHE IN REALTA' NON SONO...LA SINCERITA' E' QUASI SEMPRE UN SINONIMO DI MATURITA', PER CUI SECONDO ME..SILVIA TU SEI STATA BRAVA :-) ANZI BRAVISSIMA. UN SALUTO A TUTTI DAVIDE
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/03/08 alle 14:00 via WEB
dai stavo x scrivere quasi la stessa cosa.-))))) ero tornata x scrivere quel brno zen che avevo trovato x Silvia e per rassicurarla un po' visto le ulteriori critiche... ecco quello che è accaduto a te cara Silvia accadde anche a me con il mio primo ragazzo che scoprii dopo anni che aveva molte altre mentre il avendo solo 17anni potevo uscire solo un paio d'ore nel pomeriggio ed ero ignara di tutto.. appena lo seppi però me ne andai ... ultimamente anche se ho molti più anni di te sono stata tradita di nuovo e me ne sono accorta dopo che tutti gli amici comuni sapevano... contrariamente a te non ero innamorata e non voglio sicuramente confrontare il mio dolore con il tuo.. ma diciamo sono rimasta veramente male x l'atteggiamento di chi ci circondava che non mi hanno detto nulla... ora x me è stato facile perdonare e rimanere in buoni contatti ma la ferita brucia uguale anche solo x affetto e rispetto umano... io di mio non ho mai tradito perchè lo ritengo la massima offesa che si può fare ad un'altra persona... in fondo il tradimento è la pena maggiormente punita in ogni ambito sociale... nell'arma , per la patria.. addirittura per le famiglie mafiose :-)... ma ora nelle coppie sembra quasi un'abitudine, non x tutti ma x molti... e ci si giustifica molto con vecchie scuse.. x me è solo che in quel momento mettiamo i nostri bisogni prima del rispetto verso l'altra persona... ma vedi Silvia il tradimento è brutto e fa male a tutti l'importante però ti ripeto è avere un baricentro forte nella nostra anima che ci permetta di non cedere a compromessi con l'altro quando questo ci fà del male.... cerca di amare più te stessa... questo non ti impedirà di soffrire o di non essere più tradita ma ti farà alzare la testa contenta di te e soprattutto di guardare all'altro cmq con amore e con rispetto potrai dirgli addio senza rancori... per te soprattutto... un abbraccio, Elena
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/03/08 alle 14:07 via WEB
...poi l'altro giorno pensavo in preghiera a Giuda e San Pietro.... entrambi tradirono Gesù... ma Giuda nel pentirsi non credette alla forza del perdono che viene dall'Amore e si uccise... e allora IL TRADIMENTO HA UCCISO L'AMORE... ma San Pietro nel pentirsi guardò verso Gesù e piangendo chiese perdono... perdono per il rinnegamento ma con piena fede nell'Amore... e San Pietro divenne la Pietra su cui Dio costruisce la Sua Famiglia... cioè tuuti possiamo sbagliare.. a tutti può accadere di tradire o far tradire ma l'importante e rialzarsi guardando verso il Vero Amore e non cadere più forti di noi stessi e della fede nell'Amore... Elena
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/03/08 alle 14:39 via WEB
mi stavo scollegando dimenticandomi del brano zen x Silvia... buona gioranata! Elena ... Non dipendi dagli altri e non rendi gli altri dipendenti da te. Allora si tratta sempre di amicizia, di amichevolezza. Non diventa mai un legame un bisogno, ma sempre un essere in contatto. Dialoghi, condividi, ma non crei una dipendenza. E se vedi che è venuto il momento di separarsi, perché i vostri sentieri si separano a un crocevia, di' addio all'altro, con profonda gratitudine per tutto ciò che è stato per te, per tutte le gioie e i bellissimi momenti che avete condiviso. Senza tristezza, senza dolore, vi separate, semplicemente. In questo modo si crea l'essenza di amici veri, maturi, vicendevolmente a loro agio, naturali. Nel loro rapporto non esiste alcuna pressione, alcun bisogno, alcun desiderio di cambiare l'altro in qualcosa di diverso. Nel passaggio, potresti accorgerti di non essere più interessato alla vasta sequela di tragedie e romanticherie che coinvolgono le altre persone. Non è una perdita, é la nascita di una qualità più elevata, più amorevole, frutto della pienezza dell'esperienza. È la nascita di un amore veramente incondizionato, privo di aspettative e di pretese. Quando poi rimani solo, non è che sei solo, è che ti senti isolato ed esiste un'incredibile differenza tra l'essere soli e il sentirsi isolati. Quando ti senti isolato, pensi all'altro, ne senti la mancanza: si tratta di una condizione negativa. Hai la sensazione che le cose andrebbero meglio, se l'altro fosse presente . Sarebbe meglio se l'altro fosse presente, ma l'altro non c'è. Sentirsi isolati è frutto dell'assenza dell'altro. La solitudine è la presenza di se stessi: è un fenomeno estremamente positivo. È una presenza, una presenza che straripa. Sei così carico di presenza che puoi colmarne l'intero universo, e quindi non hai bisogno di nessuno. Quando accanto a noi non c'è la persona che vorremmo, possiamo o sentirci soli, oppure godere la libertà che la solitudine porta con sé. Quando non troviamo alcun sostegno tra gli altri per le verità che percepiamo profondamente dentro di noi, possiamo sentirci isolati e amareggiati, oppure celebrare il fatto che la nostra visione è salda a sufficienza da sopravvivere al potentissimo bisogno umano di essere approvati. Se in questo momento ti stai confrontando con una situazione simile, sii consapevole di come scegli di vedere la tua "solitudine" e assumiti la responsabilità per la scelta che hai fatto. Uno dei contributi più significativi di Gautama Buddha alla vita spirituale dell'umanità è stato quello di ribadire ai suoi discepoli: "Sii una luce per te stesso". In fin dei conti, ognuno di noi deve sviluppare dentro di sé la capacità di farsi la propria strada attraverso l'ignoto, anche senza alcun compagno. Osho The Discipline of Transcendence
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 15/03/08 alle 13:20 via WEB
sentite non facciamo gli ipocriti questa ha agito in modo infantile punto! deve crescere! se stiamo tutti a giustifarla nonc rescerà mai e sarà sempre fregata nella vita! Ma cavolo non lo capite che dirgli "cresci" non è essere cattivi con lei ma è essere buoni? Dirle dic rescere significa dirle di aprire di più gli occhi e che quando una persona la sta così palesemente prendendo in giro va solo che mandata a quel paese, è l'unica cosa da fare! Magari a me tanti avessero detto "cresci"! Invece tutti a giustificarmi... ricordate che la giustificazione aiuta soltanto a rimanere bambini! Io potevo evitarmi tante sofferenze se chi mi stava vicino anzichè dirmi "hai fatto bene" "che brava" ecc... mi avesse detto "sei stupida!"
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 16/03/08 alle 12:38 via WEB
ciao cara, sono Elena... nessuno ha messo in dubbio la tua buona fede e siamo daccordo che c'è un problema da risolvere non solo in Silvia ma in tutti noi. Dirci "cresci!!!" o "sei stupida" è un modo per scuotere la persona ma di solito non ha l'effetto sperato:-) cioè puntare il dito verso lo "sbaglio" porta solo a far chiudere di più quella persona, magari a farla sentire indignata o offesa ma non la fà realmente pensare e crescere. E' un po' quello che accade con i genitori e con Dio che vorrebbero vederci grandi, maturi e giusti:-) se intervengono nei nostri errori con durezza e giudizio, anche se a fin di bene, otterranno facilmente un allontanamento... se invece lo stesso concetto viene espresso con dialogo e scambio, con complicità, allora si entra in vera comunione con l'altro e le nostre intenzioni hanno buon esito! non intendo usare "buonismo ipocrita" ma un consiglio amorevole e non di critica. Nel tuo caso se un amico ti fosse stato accanto cercando di aprirti gli occhi con fermezza ma in modo complice e amichevole ti avrebbe aiutato molto di più che un "sei stupida!". le offese portano solo altre offese. Ogni volta che vediamo lo sbaglio altrui dovremmo ricordarci che ognuno di noi cade ripetutamente nella vita e frase mitica :"GUARDA UN UOMO DALLA'ALTO IN BASSO SOLO QUANDO TI PIEGHERAI X RIALZARLO" non deve essere solo u modo di dire ma una di quelle forze che squarcia questi orribili muri che ci dividono, che ci impediscono di aiutarci riparandoci nel nostro convincimento di essere giusti e perfetti... io predico molto perchè si vede che Qualcuno vuole così ma se hai letto le mie testimonianze su mio padre, sulle mie storie sentimentali, io sono più misera di molti e ho sbagliato migliaia di volte... ma che mi criticava e giudicava mi ha solo affossato... chi mi ha amato e ha sprecato tempo x risollevarmi mi ha veramente aiutata! Ehi poi non rimpiangere i tuoi sbagli, vedi ora con l'esperienza della tua sofferenza passata puoi consigliare e aiutare che ci passa ora:-) e poi diciamoci la verità, i rapporti umani, le relazioni, i sentimenti, sono un campo difficilissimo su cui avventuraci... e se ne potrebbe parlare e parlare e trovarci a vicenda mille difetti reciproci ma , almeno ilmio intento sui blog e su internet in genere è uno scambio costruttivo e sincero senza criticarci a vicenda ... approfitto x augurare a tutti una buona settimana Santa e una serena e meravigliosa Pasqua del Signore e dei vostri cuori... ci si risente dopo pasquetta:-) o meglio il lunedì dell'Angelo:-) Elena
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 16/03/08 alle 14:03 via WEB
non sono per niente d'accordo con te. le sgridate servono, se no nel mondo ci sarebbero sotlanto viziati che continuano a sbagliare
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 16/03/08 alle 14:35 via WEB
...ecco io penso che la sgridata non serve a nulla se non c'è dialogo maturo... e c'è troppa amarezza e giudizio in certi commenti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/03/08 alle 09:30 via WEB
buona pasqua!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.