Creato da JungleDavide il 19/12/2007
Riflessioni di un ragazzo sulla vita, sulla società, sulla musica...

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
avv.Barbatelligabrivaleady.1989gaetano6000defalcolory1973lorenamelislucamontinarorv500ferrari_giorgio.gfoldangeloemanueledamico69bartolozzifaling.granatagiovannial.pappalardo68mingus.store
 

Ultimi commenti

 
Quante volte ci ho pensato su, Il mio mondo sta cadendo...
Inviato da: marta
il 06/12/2011 alle 17:09
 
Se hai tempo da buttare vallo sprecare in altri luoghi,...
Inviato da: Sara
il 27/05/2009 alle 22:23
 
ma che simpatica! sei solo 1 cafona, come ti permetti a...
Inviato da: lellis
il 04/05/2009 alle 14:56
 
ed a me chi mi scopa?
Inviato da: romina
il 30/03/2009 alle 20:06
 
uè davide non mi ero accorto di questo articolo! scusa ma...
Inviato da: Anonimo
il 12/01/2009 alle 12:27
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 

 

 
« DOLCE MALINCONIA...COMPA..."MI CONSENTA"...CARO SILVIO »

ABORTO = OMICIDIO?

Post n°48 pubblicato il 09 Aprile 2008 da JungleDavide

Spesso mi capita di trovarmi a parlare con persone di età e cultura diverse intorno ad argomenti di natura più o meno sociale e finire per “bloccarci” sempre su un forte diverbio umano che è “la libertà”…

Cos’è veramente la libertà, fino a dove è realmente libertà?  E tanti altri quesiti circondano questa nostra necessità/ricerca/desiderio/utopia …..

Angelo Comastri , vescovo che tenne i ritiri spirituali di Giovanni Paolo II, ha scritto un libro sul tema “Non uccidete la libertà” denunciando le false maschere di libertà che vengono messe all’opportunismo, all’egoismo, al voler fare come ci pare non rispettando se stessi e il prossimo ….

Ma parlare in modo così astratto della libertà porta a discussioni un po’ astratte, spesso impersonali, allora pensavo di ‘concretizzarlo’ calandolo in varie realtà sociali …

Quale x prima?

Bè oggi stavo scrivendo qualcosa per presentare un primo articolo a Davide e avevo scelto di affrontare uno dei temi più scottanti: “l’aborto” …

… x caso proprio oggi il Papa ha parlato di aborto e divorzio; pur ribadendo che restano "colpe gravi", il Papa teologo ha raccomandato che nei confronti di chi se ne macchia, la Chiesa sappia "accostarsi con amore e delicatezza, con premura e attenzione materna".

Io sono perfettamente d’accordo, vi spiego …

Sono contraria all’aborto perché x me è un omicidio e vedo la legge 194 come una legalizzazione ad uccidere il proprio figlio … proprio nel momento in cui è nel posto più sicuro e pieno d’amore che conosceremo, sotto il cuore della mamma … nel ventre della persona che ci amerà più di tutti …

Ma poi mi rendo conto che senza quella legge le donne che decidono di abortire sarebbero costrette a farlo clandestinamente e in condizioni igieniche e di sicurezza pericolosissime …

… allora forse il problema dovrebbe essere affrontato nel cuore di quelle donne; perché una decisione del genere? Perché non ripensarci?

… bè c’è chi risponderebbe “per la malformazione del feto”, “perché frutto di stupro”, “perché non ho soldi per mantenerlo”… mi sono trovata spesso a tener compagnia a queste file di ragazze un attimo prima che entrassero in sala operatoria, sia per volontariato sia perché nella mia famiglia e tra le mie amicizie ci sono stati casi di aborto, e forse un 10% dei casi corrispondeva a quelli da me elencati … x il resto il bambino era uno sbaglio, capitava nel momento sbagliato …. e noi SIAMO LIBERI DI DISFARCENE perché LA VITA è LA NOSTRA E NE FACCIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO …

E qui nasce il diverbio sulla libertà: “Siamo veramente liberi di uccidere un bimbo perché disabile, un bimbo che ha la “colpa” di non rispettare i nostri tempi?”

“La vita è veramente NOSTRA? O è un dono?”

Sono però perfettamente d’accordo con Benedetto XVI quando guarda e ci indica queste persone come fratelli da amare e consolare, perché spesso, forse sempre, queste scelte le pagheranno nel cuore le donne che le hanno affrontate ….

Una ragazza a me vicinissima abortì più di dieci anni fa … quando uscì dal Sandro Pertini io piangevo e mi disse “andiamo a casa”… Non ne parlò più … Qualche sera fà eravamo davanti al lettino di suo figlio di un anno, lo guardava innamorata … poi in un momento ho visto la morte sul suo viso e piangendo mi ha chiesto : “ma io ho ucciso un bambino così? mio figlio …”

…. l’ho abbracciata e le ho detto che nel suo pentimento Dio la perdona ma ora lei doveva perdonare se stessa …

… magari non era la cosa più giusta da dire ma mi è venuta spontanea in quel momento così delicato che però segnava l’inizio di un cammino di guarigione interiore per questa mamma …

Credo che tutti sbagliamo, e tutti abbiamo bisogno di Amore, e non di giudizio, per rinascere dai nostri errori …

Voi cosa ne pensate dell’aborto e avete esperienze in merito?

Elena

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: