Creato da laurabrowns il 06/07/2006

me...

Ci guadagno-disse la volpe il colore del grano

Gatti grassi II Stampa artistica
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Cantico dei cantici 3

"Sul mio letto durante
le notti ho cercato
colui che la mia anima ha amato.
Lo cercai, ma non lo trovai.
Lasciami levare, ti prego,
e andare in giro per la città;
nelle strade e nelle pubbliche piazze
lasciami cercare colui che
la mia anima ha amato.
Lo cercai, ma non lo trovai.
Le guardie che facevano
la ronda nella città mi trovarono:
'Avete visto colui che
la mia anima ha amato?'
Le avevo appena oltrepassate
che trovai colui che la mia anima ha amato.
L'afferrai, e non lo lasciavo andare,
finché l'ebbi introdotto
 nella casa di mia madre
e nella stanza interna di colei che era stata incinta di me.
Vi ho posto sotto giuramento,
o figlie di Gerusalemme,
per le gazzelle o per le cerve del campo,
di non cercar di svegliare
né di destare [in me] l'amore
finché esso non vi sia incline"

- Salomone

 

TAG

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

 

« Messaggio #157bivio »

...........

Post n°158 pubblicato il 10 Settembre 2008 da laurabrowns

 

Alice incontra il Gatto: Alice:``Mi vuoi dire quale strada devo fare per uscire

di qui?''``Dipende in gran parte da dove vuoi andare…'' rispose il Gatto.

“Oh non importa dove” disse Alice

“ Allora importa poco sapere quale strada prenderai” - soggiunse il Gatto.

“...purchè giunga in qualche parte” - riprese Alice come per spiegarsi

meglio.

“Oh certo che vi giungerai!” - disse il Gatto, “non hai che da camminare”

Alice incontra il Bruco: “Chi sei?” disse il Bruco.

Non era un bel principio di conversazione.Alice rispose con qualche timidezza:

“Davvero non te lo saprei dire ora. So dirti chi fossi, quando mi son levata

questa mattina, ma da allora credo di essere stata cambiata parecchie volte.”

“ Che cosa mi racconti”? - disse austeramente il Bruco. – “Spiegati meglio.”

“Temo di non potermi spiegare” disse Alice, “perchè non sono più quella

di prima, come vedi.

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/laurabrowns/trackback.php?msg=5398610

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
xtigrotta
xtigrotta il 11/09/08 alle 19:44 via WEB
ciao complimenti x il tuo blog se ti fa piacere ti metto nei miei blog amici. ciaoooo
 
 
laurabrowns
laurabrowns il 12/09/08 alle 10:40 via WEB
il piacere è reciproco!:-) ti inserisco anke io...:-)
 
ali_dicarta
ali_dicarta il 19/09/08 alle 13:32 via WEB
ci sono scritti per bambini che conservano lezioni per i grandi. un sorriso
 
Auroras77
Auroras77 il 22/09/08 alle 21:19 via WEB
le esperienze ci cambiano..e questo a volte è positivo altre no..però ci formano e ci rendono unici..baci ...mi manki zok
 
Auroras77
Auroras77 il 11/10/08 alle 16:01 via WEB
ci sentiamo sempre meno e nn so come prosegue il tuo cammino..di sicuro il mio sta cambiando sembra in positivo...ma la vite è imprevedibile..si vedrà a presto ..baci
 
Auroras77
Auroras77 il 31/12/08 alle 16:11 via WEB
Tanti auguri di buon anno cara...mangia molte lenticchie per fare + soldi possibile ..e magari me ne dai due a me...e sopra ogni cosa di auguro di vero cuore che quest'anno sia pieno di cose belle..tanti auguroni
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

laurabrownstomas2013Auroras77mayk10senzanima_ioreny.filaria.franzaSirStephen.61gabrilella3zell815annalisa196ner.oneSULTASgin_88romanticalove
 
Amanti con mazzo di fiori Stampa artistica di Marc Chagall
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Nella mia giovinezza ho navigato
lungo le coste dalmate. Isolotti
a fior d’onda emergevano, ove raro
un uccello sostava intento a prede,
coperti d’alghe, scivolosi, al sole
belli come smeraldi. Quando l’alta
marea e la notte li annullava, vele
sottovento sbandavano più al largo,
per fuggirne l’insidia. Oggi il mio regno
è quella terra di nessuno. Il porto
accende ad altri i suoi lumi; me al largo
sospinge ancora il non domato spirito,
e della vita il doloroso amore.

"Ulisse" U. Saba