Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Una proposta CompraSudATTENZIONE! »

CRISTOFOBIA

Post n°150 pubblicato il 05 Febbraio 2007 da vocedimegaride
 

Appello a riconnettere civiltà e fede

di Marina Salvadore
immagine

Il mondo va avanti ma l’umanità regredisce. L’uomo è schacciato nell’ingranaggio dei due moti opposti… frullato… pastorizzato fino alla volatilizzazione tipica di un gas pestilenziale che uccide e non lascia tracce. Dio si fece Uomo attraverso la nascita in terra ed il sacrificio supremo del Messia. Oggi, il culto mondiale della Shoah, sancito e obbligato a chiunque addirittura da Leggi di Stato, sostituisce il culto di Cristo, così come Luigi Copertino nel suo recente articolo “Liturgia del nuovo culto mondiale?” definisce mirabilmente con questo pensiero  “Ora, l’esegesi talmudica della Scrittura, che, come si è detto, è priva della prospettiva cristologica, dopo la catastrofe della distruzione del tempio nell’anno 70, ha finito per rinnegare la fede in un messia personale per sostituirvi quella nel ruolo messianico del popolo ebreo che così è diventato, per il giudaismo post-biblico, il «messia collettivo» immagine
L’occidente può quindi liberamente mortificare e sbeffeggiare – e l’abbiamo visto in più occasioni – tanto il Cristianesimo quanto l’Islam poiché Il Messia ed il Profeta sono schiacciati dal “messia collettivo” del culto mondiale. E nel gioco sporco di coercizione al nuovo culto, che ci pare essere del tutto esente da spiritualità, poichè strumentale ad un potere politico-economico, non si è avuto riguardo di evitare, per sfondare i portoni più resistenti dell’opinione pubblica, di far fronteggiare  come sempiterni acerrimi nemici il Messia ed il Profeta, con la rigenerazione delle ceneri delle antiche crociate e delle ormai superate guerre di religione che – ci piace ricordarlo – proprio ai tempi delle “crociate” - quindi in epoca molto lontana - l’illuminato Federico II di Svevia, nel 1227, risolse in “crociere” senza spargimento di sangue con una visita di cortesia, piacevole e colta, e con un trattato. Invece di fare la guerra agli “infedeli”, egli avviò trattative con il sultano d'Egitto, al-Kamil, concludendo un accordo decennale
che prevedeva oltre la presenza dei cristiani a Gerusalemme, la reciproca conoscenza e tolleranza di usi e costumi, anche lo scambio culturale tra le due Civiltà; convivenza pacifica che solo nel Mezzogiorno d’Italia – quella macroregione che, ancora oggi, è insieme Europa e Medina – sublimò in un anelito, un afflato, un inno al Progresso ed alla Civiltà medesima. Oggi, purtroppo, la nostra civiltà non contempla più nemmeno una fotocopia venuta male del grande Federico ne’ uno statista che possa dirsi tale, difensore delle radici e delle tradizioni. La Chiesa di Pietro, quella delle Leggi, si è sostituita, affogandola, alla Chiesa di Cristo, ch’è quella dell’Amore e si trascina tra cattolici tiepidi praticanti, distratti, e cattolici integralisti e fondamentalisti, legati alle Leggi, non riuscendo a sottrarsi alla nuova persecuzione dei Cristiani che molto ricorda i tempi dell’imperatore Nerone, a giudicare dal sangue versato. Con l’Unità d’Italia la Chiesa subì la prima persecuzione dell’era moderna. Con il finto benessere degli anni ’60 del diciannovesimo secolo, laddove la totale assenza di tragedie belliche nazionali e la voglia di lasciarsi alle spalle gli orrori e le distruzioni di due guerre mondiali, la teoria del “sacrificio” utile all’”elevazione” fu sostituita dall’apostasia, dal culto del dio Danaro e del consumismo. Il permissivismo dilagante – ch’è ben diversa cosa dalla Libertà di opinione e di espressione – violando ogni etica, sprofondò un’intera civiltà nella trasgressione, nella depravazione, nella blasfemìa. Ringraziamo anche gli stilisti di moda, i nuovi profeti di Stato, che inguainavano, negli anni '70, pupattole sadomaso in neri cuoi borchiati impreziositi da crocifissi-gioiello da portare in bellavista su seni scoperti e parti intime, che divenne orrida tendenza, come nei rituali delle messe nere.  Quante cronache nere ci è toccato di dover leggere sui giornali, da decenni, circa l’affermarsi delle sette sataniche che ora attirano come mosche soprattutto gli adolescenti? Quanti status-symbol si sono sostituiti nello scorcio dell’ultimo secolo ai valori dell’identità e della personalità? Da quanto tempo l’Italia e l’Europa non producono più Cultura, Genialità, Umanità?… A proposito di una recente news su questo rotocalco che descriva l’assurdità di una Via Crucis di cristiani praticata nella loro proprietà privata e condannata come “reato di gruppo” dalla nostra magistratura, udite le proteste del vicinato, qualche lettore si sentì autorizzato a credere che si trattasse di una burla carnevalesca, nell’impossibilità emotiva di accettare quella bestemmia quale autentica realtà. Il Carnevale che era una libertà concessa dalla religione prima dei rigori che impone la Quaresima è tornato ad essere  giubilo di popolo sbeffeggiante, il momento in cui vige la più assoluta libertà e tutto diviene lecito – come dice l’enciclopedia, che sostituisce dalla Rivoluzione Francese il Vangelo – laddove “ogni gerarchia decade per lasciare spazio alle maschere, al riso, allo scherzo e alla materialità. Lo stesso mascherarsi rappresenta un modo attraverso il quale uscire dal quotidiano, disfarsi del proprio ruolo sociale, negare sé stessi per divenire altro” e, inorridirà senz’altro lo stesso lettore poc’anzi citato, leggendo di una notiziola “carnevalesca” cui è stata data scarsa diffusione, considerandola mera curiosità… laddove i nostri fratelli musulmani sarebbero invece dignitosamente insorti ... Dal sito www.korazym.org  , ove è stato possibile recuperare maggiori dettagli,  un articolo a firma Mattia Bianchi, del 1° febbraio u.s., con dovizia di particolari riferisce: “Jesus for Party -Un kit completo con immaginebarba, baffi, capelli e corona di spine - E nel Carnevale 2007 debutta la maschera di Gesù. L’idea arriva dalla Cina, grazie alla società milanese Witmann, mentre il distributore è veronese: la ditta Antonio De Megni, gestore della catena di negozi Dem, diffusi in tutto il Triveneto. Ed è proprio a Verona che la maschera ha scatenato le polemiche più accese, a partire da quella del vescovo, mons. Flavio Carraro, che si è detto umiliato come credente, dal momento che “il Cristo sofferente è un’immagine amata che invece viene sbeffeggiata”. “Mi sono venute le lacrime agli occhi – ha ammesso il presule - ho pensato al volto del mio papà anziano e malato. Bisogna rispettare i sentimenti religiosi del nostro popolo. Se vengono rispettati sono motivo di conciliazione fra le comunità, in caso contrario di contrapposizione. Quell’immagine fa parte della storia dell’arte e della poesia ed è grave sciuparla così”. Approfondendo, l'ulteriore vergogna legata all'assurdità è nelle parole dell'imprenditore De Megni cui si voleva sequestrare la scorta dei kit blasfemi... Udite udite: Il kit dello scandalo rinvenuto in vendita giorni fa nell'esercizio pubblico di un tabaccaio veronese è da considerare "fondo di magazzino", poichè l'originale maschera è stata distribuita in ogni suo esemplare per il Carnevale 2006... Nessuno ha denunciato la cosa, l'anno scorso. Laisser faire, laisser passair, secondo la bibbia del nuovo protestantesimo "liberale"!  Cosa aggiungere di più? Quali altri commenti sono possibili se le cronache truculente e volgari  di questi giorni sono il più valido commento alla nuova persecuzione in atto dei Cristiani?
immagine
E se proprio volete sperimentare il morboso masochismo che ci contraddistingue, laddove il godere nel soffrire è abietta consuetudine di “mistica sessuale” per disturbati psichici, corredo questo scritto di tutte le immagini sbeffeggianti Cristo, tratte dal medesimo sito, ma anche con l'intimo desiderio che qualche raro “Uomo”, responsabilmente Cristiano e Cattolico, civilmente combattente ed a posto con il cervello, sia pronto, con la tempra dei seguaci del Profeta, a chiedere rispetto per il nostro Messia, due volte crocifisso dai “suoi”! Da noi! La prima volta, per 30 denari; oggi, per euri 12,60, il prezzo del kit carnevalesco!

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lavocedimegaride/trackback.php?msg=2251904

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 06/02/07 alle 17:00 via WEB
Nel piccolo giorno dei sentieri Troverete il Poeta Con l’attrezzo del fontaniere Per una volta egli sarà l’operaio Che chiude la fontana del proprio cuore. Quante volte avete picchiato Antimo Ceparano? Ditemi crude memorie Avete mai osato Seppellire il cieco dolore Dello zoppo poeta? Chi chiudeva la notte Nel petto nero Delle sue paure? E’ vero! Morirò un giorno Quando la speranza Vestirà con l’abito Delle vedove argentine E accompagnerà il gioioso corteo L’esercito dei ninos soldati E dei dannati dal ricordo bruciato Quante volte avete deriso L’amore bambino Di Antimo Ceparano? E nessuno ha creduto Al cuore che tracciava un binario Di sangue invisibile sul vecchio giorno! Uscirò dal mio corpo Il giorno dell’addio Per bere dalle ferite Il miele dell’amara vita E forse danzerò… Perché di morte vive l’assetato E non si è felici da soli O nel momento presente Quando chi mangia ruba all’affamato E chi dorme nel proprio letto Non conosce il freddo dei cartoni E del ricco che gira per le stanze vuote La solitudine neppure! Hanno ridotto le nostre vite a cupi dolori Antimo Ceparano
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 06/02/07 alle 17:25 via WEB
Ciò che sbalordisce, Antimo, è che in centinaia hanno letto questo articolo di denuncia...ma nessuno, tranne te, ha trovato in se' l'energia della rabbia per esprimere la sua opinione, per dare la propria disponibilità alla reazione che dovrebbe essere spontanea. Il falso pudore è solo ignavia! Eppure Gesù Cristo aveva preannunciato che a chi si fosse vergognato di Lui in terra, sarebbe stata riservata la Sua vergogna di presentare costoro all'Altissimo!...niente da fare: la gente continua ad avere paura solo della Finanza e della Vecchiaia. Che nausea! la redazione
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 06/02/07 alle 19:02 via WEB
Per chi interessato ad approfondire la teoria del "messia collettivo" e le nuove strategie dell'imposizione del culto si segnala questo preoccupante comunicato dei palestinesi (tra i palestinesi vi sono musulmani e cristiani) al link http://www.medioriente.net/?q=palestina_la_moschea_di_al_aqsa_assediata_dalle_ruspe_israeliane
 
crocco57
crocco57 il 06/02/07 alle 22:37 via WEB
Bisogna avere il coraggio di dire che l'anticristo è il capitalismo: nella Bibbia c'è scritto che la bestia imponeva un segno sugli uomini che se ne fossero sprovvisti non potrebbero comprare ne vendere (apocalisse) la bestia il cui simulacro (la borsa )parlava ed operava prodigi... L'Umanità intera è attaccata da Babilonia la grande meretrice (U.S.A.) che raduna il proprio esercito dai quattro angoli della Terra...(sempre l'apocalisse). Leggete l'Apocalisse di San Giovanni e tutto vi sarà chiaro. per quanto riguarda la Palestina la colpa è dei capi palestinesi che spesso si sono arricchiti ed hanno pensato sempre ai cavoli loro...gli Arabi sono sempre divisi tra di loro: perchè? Egitto contro...Emirati Arabi alleati degli USA... Tunisi scimmiotta l'occidente...l'Algeria che tollera i massacri tra il suo stesso popolo...e chi più ne ha più ne metta... Io mi sono rotto il ca..volo ma sono sereno perchè Dio che è Grande ci dice attraverso la Bibbia che alla fine un Fuoco scenderà dal cielo (lo Spirito Santo) e brucerà il male...allora saranno stridore di denti...e ce ne sarà per tutti!!! crocco57
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese:



 

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963