Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

«  AGRIGENTO : "Nuove opinioni" »

Siamo famosi !!!

Post n°753 pubblicato il 31 Luglio 2008 da vocedimegaride
 

trasmesso da Mauro Caiano
da un blog in rete ...
Azzardo pro Contrada, il poker in rete del gruppo salvadore e la scomparsa dei fatti
- di Benny Calasanzio
domenica 3 agosto 2008.
Quest'anno niente vacanze. Saremo chiamati ad un'azione di sorveglianza e controllo anche sotto la canicola d'agosto. Quel che è peggio è che se non lo facciamo noi, nessuno ci sostituisce.
C'è in questi giorni una Italia, una Sicilia completamente narcotizzata sotto l'offensiva della famiglia Contrada, una evoluzione di quella "Addams" in cui il saggio Contrada riveste i panni di Zio Fester, colui che accendeva le lampadine con la bocca.
Un silenzio che arriva assordante anche da parte di alcuni siciliani da cui non te lo saresti mai aspettato. Tornando alla nostra "mission", bisogna stare con gli occhi aperti in vista del dibattimento di ottobre sulla revisione del processo al traditore dello Stato Contrada, e soprattutto che lo stesso Contrada non ottenga di essere spostato a Palermo per scontare lì i domiciliari, tra i "vecchi amici".
Queste azioni costituzionalmente garantitite però non si svolgono con correttezza e secondo legge. Nessuno vieta a Contrada di chiedere quello che ha chiesto, né la revisione del processo né tutte le altre baggianate. Può farlo. Quello che non si può fare è disinformare deliberatamente la gente sulla reale situazione. Ora, non so se ci sia gente pagata per creare confusione, per diffondere menzogne, ma di certo questo gruppo di lavoro ad hoc esiste.
Prova ne sono le decine si blog e siti che ignorando i fatti continuano a proclamare innocente colui che è stato condannato solamente "anche" per le accuse di molteplici pentiti. Legno Storto, Comitato Pro Contrada, La verità su Bruno Contrada (un ossimoro) e tanti altri punti di "informazione" stanno martellando l'opinione pubblica narcotizzata con un mare di menzogne, ma soprattutto puntando in maniera becera su un punto: la salute di Contrada, la compassione, la pietà cristiana, del quale, ultimo portatore, è stato il figlio Guido, che continua ad insistere sulla salute del padre (sacrosanto tutelarla) ignorando i restanti macigni giudiziari.
Un gioco squallido che mira ad intenerire quella gente che poco sa, che pensa "ma si, ma lascetelo morire in casa quel pover uomo", nonostante il Tribunale della Libertà lo ritenga ancora pericoloso. Per caso Emiliano Morrone, direttore de "La Voce di Fiore", ha scoperto qualche elemento di questo apparato di disinformazione.
Alla pubblicazione di Morrone di alcuni articoli a difesa di Salvatore Borsellino e contro la beatificazione di Contrada, il suo sito è stato bersagliato da decine di commenti favore del traditore che insultavano poi Dalla Chiesa e la famiglia del dottor Borsellino perchè avevano approfittato dei loro lutti per fare carriera.
Una delle "arruolate", tale Marina Salvadore, nella foga si fa scappare di avere domicilio legale proprio presso lo studio dell'"Avvocato del diavolo", Giuseppe Lipera, coofondatore di un parito voluto da Leoluca Bagarella. Qualcuno deve delle spiegazioni.
Naturalmente, quando abbiamo invitato tutti gli scrittori delle calunnie a rispondere a delle circostanze specifiche che inchiodano Contrada, silenzio tombale.
Capite a che lavoraccio ci costringono questi disinformatori? Detto questo, è di questi giorni la notizia che Salvatore Borsellino, ha depositato una querela contro Tonino Vaccarino, pregiudicato per traffici di droga, considerato vicino alla cosca trapanese di Messina Denaro, e infine ex sindaco di Castelvetrano.
Il pregiudicato ha espresso alcuni giudizi calunniosi nei confronti del fratello di Salvatore, Paolo. "Ha affibbiato a mio fratello attitudini ad anomalie procedurali che non gli erano proprie e ha condito il suo racconto con fatti del tutto inventati e ragionevolmente utilizzati solo per lanciare sibillini messaggi.
Secondo quanto sostiene Vaccarino, mio fratello anzichè muoversi secondo le prescrizioni del codice di rito, avrebbe informalmente e surrettiziamente fatto da consulente della difesa, peraltro di una persona che egli stesso si era adoperato a far arrestare. Peggio ancora sarebbe, peraltro, se i consigli sotto banco alla difesa dell'indagato si riferissero a un procedimento del quale Paolo Borsellino non fosse stato titolare".
La vicenda raccontata nei minimi particolari è disponibile qui, ma in realtà abbiamo l'impressione che la querela di Salvatore arrivi per prevenire possibile venti di revisione addirittura del Maxiprocesso. Cosa si può fare di fronte a tutto ciò, i cosiddetti "civili" cosa devono fare per fare fronte comune contro questi eventi disastrosi? La risposta arriva da un giovane sardo, Matteo B., che mi ha scritto una mail sconsolata, che al suo interno ha però una risposta:
In tutti questi mesi spesso e volentieri ho trasmesso ai miei amici, familiari, docenti e colleghi all'Università le vostre lettere e i vostri articoli, nella speranza di informare quante più persone possibile su quanto è successo e quanto ancora succede. Ho trasmesso tutto questo nei due soli modi che ho a disposizione, a voce e tramite la mail e ho visto che tante persone, lentamente ma inesorabilmente, si stanno svegliando, stanno capendo che tutto questo incubo assurdo un giorno finirà. 30 luglio 2008"

A prescindere, come diceva Totò, che mi tocca commentare messaggi datati 3 agosto … quindi con la palla di vetro leggo il futuro e commento da contemporaneo … la prefazione è già tutta un programma … se si asserisce il falso nella data …. Figuratevi il resto.
Bene, dopo la premessa vado a commentare sul nostro blog quanto scritto e non sull'altro perché non sarei pubblicato... ma dove regna la DEMOCRAZIA questo è ovviamente tollerabile.
Partirei subito con la contestazione del nostro silenzio, ovvero la mancata risposta ad alcune affermazione degli intellettuali contro il Dott. Bruno Contrada. La faccia tosta nell'affermare il falso in una certa categoria politica è ben nota ma non credevo si potesse arrivare a tanto scrivendo menzogne su menzogne. Le nostre argomentazioni, regolarmente inviate a riscontrare la faziosità, la malafede e spesso la disinformazione sono state regolarmente CENSURATE e non pubblicate.
Poiché ho rilevato che il nostro blog, aperto a chiunque, è seguito anche da chi non concorda con le nostre idee, vorrei qui documentare la malafede altrui alla mia affermazione:
"Probabilmente Lei fa informazione sul Suo blog a senso unico ... citando ovviamente il "MESSIA" travaglio ... secondo me i nomi da fare sono, per citarne solo tra quelli mensionati, dalla chiesa e borsellino ... che ora campano alle nostre spalle e con CONGRUO stipendio da parlamentari ... Nello stesso tempo, citando le Sue solite fonti di informazione, omette di citare quanto dichiarato dal PRESIDENTE EMERITO DELLA REPUBBLICA "FRANCESCO COSSIGA" ... ma d'altronde è più che giusto ... la parola di un pentito vale più di quella del Capo della Polizia "PREFETTO PARISI" ... e per non andare per le lunghe ... il VERBO di travaglio annulla quanto esposto dal NOSTRO PRESIDENTE COSSIGA ...questo per Voi è PURO GIORNALISMO ... se tanto mi da tanto ... farebbero bene a sciogliere quelle aggregazioni, costituite molto speso da GENTE che non distingue il congiuntivo dal condizionale, e che si chiamano ORDINE DEI GIORNALISTI e quant'altro ... Mauro Caiano"
il giornalista regista risponde:
"Il suo tentativo di deviare dall'argomento principale è palese. Secondo, Travaglio scrive sui fatti, ma a lei non importa di Travaglio né di altri. La sua finalità è di involgarire la discussione. Usa Travaglio come pretesto. Scrive che Dalla Chiesa e Borsellino sono parlamentari, quando non è vero ed è pacificamente verificabile andando sul sito della Camera e del Senato. I lettori di "la Voce di Fiore" sono molto attenti e informati. Mi chiedo dove voglia arrivare. La avverto, se vuole scrivere qualcosa su queste pagine, lo faccia con buon senso e nel rispetto di tutti. In caso contrario, ricorrerò democraticamente alla censura. Non è democratico, infatti, lasciare che qualcuno vada fuori canone. Anche per rispetto degli altri lettori.
Cordiali saluti, signor Caiano - e.m."
ovviamente obietto:
"dove sono le risposte alle mie affermazioni?". Incalzo con una descrizione abbastanza dettagliata della carriera politica dei sigg. Dalla Chiesa e Rita Borsellino:
Tanto per sua conoscenza - Da Wikipedia, l'enciclopedia libera:
Nando Dalla Chiesa. L'impegno politico cominciò nel 1992, anno in cui venne eletto deputato tra le file della Rete, movimento fondato da lui stesso con Diego Novelli e soprattutto Leoluca Orlando e Claudio Fava. Successivamente nel 1996 ricevette un nuovo mandato parlamentare alla Camera come indipendente per i Verdi. Senatore nel 2001 per La Margherita, per la quale è stato anche coordinatore per la città di Milano, nel 2006 non si è candidato. Dal 18 maggio del 2006 fino all'aprile 2008 ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di sottosegretario all'Università e alla Ricerca con delega all'AFAM. Ora è vicino al movimento Italia dei Valori di Di Pietro.
Rita Borsellino
Alla fine del 2005 si è intensificato il suo impegno politico accettando la proposta, veicolata dalla coalizione di centrosinistra nonostante le idee politiche del fratello, simpatizzante del Movimento Sociale Italiano, di candidarsi alla presidenza della Regione Siciliana nelle amministrative della primavera 2006. La sua candidatura è stata sancita dallo svolgimento di elezioni primarie (il 4 dicembre), nelle quali la Borsellino ha ottenuto il 66,9% dei consensi superando il suo contendente Ferdinando Latteri, rettore dell'Università di Catania.
La candidatura della Borsellino è stata sostenuta, in origine, soprattutto dai partiti "minori" di centro-sinistra (SDI, Rifondazione, Verdi, Pdci, Italia dei Valori ed altri), cui si unirono presto i Democratici di Sinistra. Sul fronte opposto era schierata la Margherita con Ferdinando Latteri. È stata designata, dunque, a sfidare il governatore siciliano uscente, Salvatore Cuffaro, candidato della Casa delle Libertà.
I risultati dello spoglio la vedono raggiungere il 41,63% dei consensi contro il 53,08% del presidente uscente che viene quindi rieletto. Il risultato anche se sancisce una sconfitta risulterà tutt'altro che deludente considerando che il suo avversario 5 anni prima aveva vinto con il 59,1% e il centrosinistra si era fermato al 36,6%. Infine le preferenze per la candidata Borsellino risulteranno superiori alla somma dei voti per i partiti della sua lista, al contrario dell'avversario.
Alle elezioni politiche del 2008 (13 e 14 aprile), Rita Borsellino è stata in corsa come capolista della Sinistra Arcobaleno per le regionali siciliane in tandem con Anna Finocchiaro del Partito Democratico. La Borsellino ha corso anche come capolista nella circoscrizione Emilia-Romagna e Lombardia per il Senato della Repubblica nelle liste della Sinistra Arcobaleno.
Con ciò penso di aver chiuso con questo blog - Saluti - Mauro Caiano
P.S.: non avevo risposto alla sua affermazione sul "tentativo di deviare dall'argomento" ... i fatti da me enunciati si riferiscono a persone che hanno scelto come hobby l'ingiuria contro un SERVITORE dello Stato che, guarda caso, non ha fondi in Svizzera, case lussuose, barche a mare e possedimenti all'estero ( da accertamenti effettuati dalla Polizia su ben 735 banche italiane ed estere ) pertanto anche questa considerazione mi porta a pensare che il Dott. Contrada avrebbe agito, in concorso esterno con la mafia, per mera simpatia a favore dei sigg. mafiosi: siamo alla FANTASCIENZA!
Nessuna risposta ... il mio saluto definitivo è stato già presentato e pertanto da stasera possono scrivere anche che la luna è quadrata ... Il soviet impone ... loro agiscono ... ma il Soviet non c'è più e non se ne sono accorti ed a Cuba Fidel si è dato alle liberalizzazioni
Mauro Caiano

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lavocedimegaride/trackback.php?msg=5170632

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 31/07/08 alle 02:00 via WEB
Pensare che 'sti ragazzetti vanno in giro con le bandiere arcobaleno, fanno le fiaccolate contro l'omertà e la mafia...eppoi sono così indottrinati e cattivi...mi vengono i brividi. M. Pellicanò
 
 
vocedimegaride
vocedimegaride il 31/07/08 alle 11:33 via WEB
Illustre lettore, stia in guardia: lei ha postato questo suo commento nelle ore notturne ed è passibile di "scomuniSTIca" in quanto tra le tante originali accuse mosse alla sottoscritta c'è pure quella relativa al mio messaggiare nelle ore notturne (causa bioritmo) nelle ore in cui i "ragazzetti" com'ella li definisce fanno la nanna e non possono vigilare, per cui non avrei rispettato l'ordine del "coprifuoco" e... chissà, ora... a quale corte marziale sarò segnalata! Sto tremando di pauraaa...ah...ah...ah! marina salvadore
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 31/07/08 alle 12:33 via WEB
E invece io credo che Pellicano' ha fatto bene a richiamare un tratto caratteristico che anche io ho notato in loro : la Cattiveria.
Una cattiveria mascherata a malapena dal cinico e freddo argomentare le proprie tesi "basate sui fatti" Antonio Ambrosino
 
     
kuskus0
kuskus0 il 31/07/08 alle 17:44 via WEB
Indegna la risposta data al figlio di Bruno Contrada. Dal suo tono si capiscono molte cose. Mi fa orrore che questi siano i giornalisti del futuro; quale eredità morale trasmetteranno e propaleranno se sono nascono già malati di parzialità, acrimoniosi, e zoppicano perchè per loro la verità a le giustizia camminano su una gamba sola. Le "protesi" che oppongono sono ridicole. anzi..patetiche. Più che orrore certe persone mi fanno pena perchè CREDONO e S'ILLUDONO di ragionare liberamente mentre la logica resta come "Madama Dorè" al centro di un girotondo costrittivo fatto da quei pochi neuroni vaganti nell'encefalo. Agnesina Pozzi
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 31/07/08 alle 20:52 via WEB
I bambocci ci stan facendo un sacco di pubblicità! Stiamo surclassando in popolarità persino il celebre Marco Travaglio! Peccato che noi non sfruttiamo economicamente l'onda, essendo VOLONTARI che gratuitamente prestano la propria opera. Datato 5 agosto, poichè i bambocci sono avanti "anni luce" rispetto a noi "retrogradi", è il QUINTO EDITORIALE in prima pagina che ci dedicano ad appena quattro giorni dallo "scambio culturale" in rete. Il titolo del gossip "fresco di stampa" è il seguente : "Affinità elettive. Trascorsi dell’avvocato Giuseppe Lipera, difensore di Contrada e in rapporto professionale con la giornalista Marina Salvadore - di Benny Calasanzio"...vi risparmiamo la lettura del testo, poichè è, quanto i precedenti, scuola di "alto giornalismo" a noialtri, umili scribacchini, incomprensibile! "la superstar del momento" Marina Salvadore
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 31/07/08 alle 21:03 via WEB
Eppure basta leggere l'incipit del cosiddetto editoriale di Benny Calasanzio qui riportato, per comprendere lo spessore morale del gruppetto: ..." Quest'anno niente vacanze. Saremo chiamati ad un'azione di sorveglianza e controllo anche sotto la canicola d'agosto. Quel che è peggio è che se non lo facciamo noi, nessuno ci sostituisce."... Praticamente, i giovincelli unti del crisma sono convinti che in estate tutto e chiunque vadano in ferie: i giornali, le emergenze sociali, le forze dell'ordine, il potere, la storia, il crimine, la politica... Poveretti, che pena! Possibile che i loro augusti referenti non li abbiano omaggiati di un misero computer portatile, col quale si può comunicare pure dal cesso di un camping o di un centro sociale? Che ne dite, facciamo una colletta e glielo regaliamo noi? M. Pellicanò
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 11:16 via WEB
Ciao a Tutti. Vi invio il mio primo intervento su quel sito " Voce di " ecc. Nelle due risposte ho sapendo e volendo capire detto esplicitamente le nostre certezze. Ma ciò evidentemente non è stato sufficiente. Collezionate. Collezionate. Al colmo: Bruno Contrada sta querelando Salvatore Borsellino 28 luglio 2008, di Domenico Di Renzo " Senza Barriere"- Onlus " Ho letto l’ intervento de sig: Aldo PECORA, ed ho trovato mio malgrado, un uso errato delle parole, dei concetti e delle giustificazioni, ( pezze d’ appoggio), dovuto alla povertà d’informazione. L’amicizia profferita verso il fratello del giudice Borsellino, a cui tutti ci inchiniamo, il giudice Paolo Borsellino, ovviamente, ha fatto dimenticare che non si deve emettere minacce . giudizi, verso chi non si conosce ampiamente, verso chi non può rispondere, non può difendersi .Sarebbe maramaldesco. In uno stato di diritto, chiunque offeso, può reagire e Contrada ne ha facoltà. Quanto alle mani grondanti di sangue, direttamente od indirettamente, nemmeno gli atti processuali ne fanno riferimento. Prove schiaccianti e quali. Quelle di un pugno di confidenti e pentiti, che prezzolati e pagati dallo stato, da noi tutti, hanno relato, re(ga)lato ai giudici, dopo che erano stati imprigionati dallo stesso Contrada. Relata, regalata, assunti ad assioma perfetto dai giudici, che talvolta hanno dimenticato di farne oggetto di verifica. Come non sono state assunte a discolpa, per chissà quale oscuro teorema, le dichiarazioni di circa duecento funzionari, tra loro anche alti funzionari, a favore di Bruno Contrada. Un lungo processo in cui hanno parlato anche i morti.Ecco, perchè bisogna che ci sia sempre collegamento tra i cinque sensi , snza dimenticare il cervello. Siamo convinti che le parole hanno un peso e che esse, talvolta cadono con un tonfo sepolcrale. Chi si assume il ruolo di educatore, deve sapere ciò, come anche l’informazione. Contrada rimane agli arresti e forse quelli domiciliari, sono ancora più rigidi del carcere di S.Maria Capua Vetere, anzi con lui è allo stesso regime costrittorio la sorella Anna ed Ida. Lo stato per noi di " Senza Barriere" è uno stato di diritto, giusto, mai vendicativo. Umano. Preferiamo poi sommamente l’ululato dei lupi al pianto delle iene, al belato delle pecore, al clamore degli sciacalli. "
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 02:09 via WEB
Comme se dice? Pure 'e pullece teneno 'a tosse! Carminuccio
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 22:34 via WEB
Tergiversando sui snistri......Mi chiedo che tipo di agganci hanno il sig bassolino e la sig.ra iervolino se il governo berlusconi non li manda a casa (dopo i danni fatti).IL VOLERE DEL POPOLO NON CONTA?.Attendo commenti e risposte. P.S.: x quanto riguarda “voce di fiore”,lasciateli cuocere nel loro brodo (come i polipi)…IL LORO CERVELLO...SE L'HANNO, E'STATO LAVATO.......CON OMINO BIANCO…CHE PIU' BIANCO NON C'E'.LASCIATELI PERDERE,CON LORO E' TEMPO SPRECATO. A LAVARE LA TESTA ALL'ASINO SI PERDE LA CRUSCA ED IL SAPONE.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 22:37 via WEB
ho dimenticato di firmare il messaggio precedente, scusate. ENNIO SALVADORE
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 22:42 via WEB
ULTERIORE COMMENTO...Signora o Signorina G.G. ABBIA IL CORAGGIO DI FIRMARE LE SUE ESTERNAZIONI... O HA PAURA DELLE SUE AFFERMAZIONI? ENNIO SALVADORE, a dispozione!
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/08/08 alle 19:46 via WEB
Signor Salvadore, le rispondo nonostante il mio “Definitivamente” sul blog di “ La Voce di Fiore”. Lei, servendosi di altra terminologia, mi ha posto la stessa domanda della Marina Salvadore (non ho idea se tra voi c’è o meno qualche grado di parentela), con la quale credo di essere giunta a una conclusione… la invito a leggere con attenzione lo scambio d’opinioni contenuto nei post a “La Voce di Fiore” qualora fosse tanto interessato a conoscere il pensiero di una lettrice qualunque, meravigliandomi del fatto che, a scarto di giorni, mi sia stato riproposto identico interrogativo. Riguardo alla vicenda Contrada, non mi sembra ci siano novità o risvolti rilevanti…su questo blog (mi riferisco ai commenti) ho letto solo cattiverie, offese gratuite e ironia sarcastica; personalmente mi song scassata veramente o cazz ( voglia ricredersi la signora Salvadore sul “pizzi e merletti” che mi attribuì qualche giorno fa) di leggere parole che non permettono di raggiungere obiettivi concreti e tangibili o almeno, risultati di soluzione iterativa, seppur inesatta. In quanto al suo “a disposizione” la ringrazio, ma non credo nella vita mi servirà mai la sua disponibilità. Con leggera cordialità…definitiva, G.G.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/08/08 alle 21:20 via WEB
Mi compiaccio,...LEI E'MOLTO CIVILE.....SI VERGIGNI.E.S.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/08/08 alle 23:37 via WEB
dato il linguaggio penso di aver riconosciuto la persona ... secondo me trattasi di giuseppine (Peppina) 'a Galuppina ... batte nella zona di S. Giovanni a Teduccio ... ho avuto modo di conoscerLa in un servizio sulle "Donnine" della zona. Mauro Caiano
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 01:18 via WEB
E' vero che chi persiste nell'anonimato non merita rispetto ma più efficace è ignorare del tutto chi non ha il coraggio delle proprie "idee". M. Pellicanò
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 03:47 via WEB
Ecco svelata la sua attività notturna...complimenti Signor Caiano, del resto c'era da immaginarlo! Al prossimo incontro...con maggiore e fiera brillantezza!G.G.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 16:55 via WEB
Che sorpresa, Caiano, il suo commento, stanotte al ritorno dal mio peregrinar vampiresco. Le ho risposto a caldo, interpretando solo l’Nsimo attacco inutile e gratuito a me (in realtà Nsimo – 1 poiché l’Nsimo è quello della Salvadore di oggi: vedasi “volgarissime villanelle”. Noto che si è ravveduta rispetto ai “pizzi e merletti” che mi spillettò addosso qualche giorno fa.). Poi sono, di nuovo, uscita di casa…non avevo sonno ma bisogno di riflettere riguardo a personali episodi di vita, malgrado tutto, un pensierino a lei e al suo commento l’ho rivolto. Non rabbia…amarezza. In quel momento lei per me non era il Caiano regista ne il Caiano sostenitore di Contrada...era, semplicemente, il Caiano uomo: un uomo che da della “poco di buono” ad una donna solo perché non condivide il suo pensiero e quello della sua “setta”; un uomo che spara in rete il nome di una “povera donna del mestiere” senza porsi il minimo problema nel dare indicazioni descrittive riguardo al suo “luogo di lavoro”; un uomo che, non avendo a disposizione argomentazioni nuove, ha cercato riparo nel suo intrinseco maschilismo irrispettoso. Spero lei non abbia una figlia, Signor Caiano…chissà che stato d’animo vivrebbe se qualcuno si rivolgesse a sua figlia con le stesse “elegantissime offese” con cui lei si è rivolto a me?!? Ora non più amarezza…pietà. Pietà per un uomo che giammai, nessuna Donna potrebbe desiderare come padre.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 16:59 via WEB
...per dimenticanza al post di cui sopra: G.G.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 17:12 via WEB
Signora o signorina G.G. mi spiace per il suo narcisismo ma volevo ribadirle di ignorarla da tempo e di non averla mai più menzionata dall'ultimo nostro scambio nell'altro blog. A proposito delle "villanelle", richiamate nell'odierno motteggio con il suo direttore, vorrei segnalare che non trattasi di "cafoncelle" tout-court, intese quali persone fisiche ma delle antenate della canzone napoletana: villanelle e moresche, di tempra volgare quando onomatopeiche ed un po' meno quando villanelle amorose. Se poi soffre del complesso di persecuzione, non è un MIO problema! marina salvadore
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 18:09 via WEB
Ribadisco: sono una lettrice, non faccio informazione, non ne sono capace. Lascio il compito, invece, a chi capace lo è. Non mi dica, pertanto, "il suo direttore"...mi dica "il direttore di La Voce di Fiore". Quanto alla persecuzione non la soffro e non la pratico, ergo, la saluto con cordiale vivacità e mi dissolvo. G.G.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 22:05 via WEB
...come i due carabinieri: uno legge e l'altro scrive! Eh no! Troppo facile, omertosa G.G. Carminuccio
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 03/08/08 alle 17:31 via WEB
G.G. probabilmente su questo blog ha trovato lo zucchero ... ha detto più volte che aveva chiuso con noi, non prima di aver profferito "personalmente mi song scassata veramente o cazz". Detto linguaggio l'ho ravvisato tra le brave "donnine" a cui ho dedicato un servizio televisivo. Guarda caso tra esse "Geppina 'a Galuppina" ovvero un'altra G.G. P.S.: Ha notato come siamo democratici NOI che pubblichiamo TUTTO e non censuriamo nulla ... è tutto frutto di una "forma mentis" diversa da quella che frequenta abitualmente. Saluti, spero definitivi Mauro Caiano
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/08/08 alle 22:52 via WEB
ENNIO SALVADORE, A NAPOLI L'ANTIMAFIA E' LATITANTE, NON ESISTE; ECCO PERCHE' IL BASSOLINO E' FUORI E IL CONTRADA E' DENTRO! NOI SIAMO PROPRIO UN ALTRO MONDO. I SINISTRI CI GOVERNANO DA SEMPRE E CI GOVERNERANNO IN ETERNO...EPPOI, SI SCIACQUANO LA BOCCA CON LA CAMORRA, IL LORO PARAFULMINI, IL LORO BRACCIO ARMATO! CARMINUCCIO
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/08/08 alle 01:18 via WEB
Carminuccio, condivido la seconda parte del suo messaggio e non la prima se per antimafia lei intende, come me, quella ch'è per buona parte responsabile delle morti di Falcone e Borsellino e del calvario di Contrada. Sono un immigrato calabrese a Napoli da molti anni, adoro Napoli ed i napoletani, qui ho studiato, mi sono laureato e svolgo la mia libera professione, qui ho messo su famiglia e conosco perfettamente il tessuto sociale e la classe dirigente. Sono del parere che certe emergenze sempre uguali che si rinnovano in ogni stagione siano strumentali ai politici locali non tanto ai camorristi che si spartiscono solo le briciole dei vari finanziamenti magari partecipando a gare d'appalto. A pensare male, come si dice, si fa male ma si azzecca sempre... eppoi, mai nessun politico si è sentito in dovere di giustificarsi o quantomeno di illuminarci sui tanti scandali napoletani. Oggigiorno, è sempre più difficile assicurare alla giustizia un camorrista, un mafioso, perchè non sono più riconoscibili, individuabili nel retroterra culturale di basso lignaggio: oggi, il mafioso è un "colletto bianco", un manager, un bocconiano, uno che s'intende di computer, di internet, di Legge e di Medicina, di Affari, di Banche e di Impresa...di Politica, anche se il mafioso è poco interessato alla politica ma solo alla speculazione... Troppi misteri napoletani, facilmente attribuibili al popolino scostumato e alla tradizionale figura del guappo, del malavitoso endemico o del camorrista, rivelano dettagli di strategie colte, non rapportabili al volgo e la fantapolitica si afferma aggressivamente perchè "Ca' nisciuno è fesso!"... ed ha ragione Megaride quando, in un datato servizio televisivo, dice che il caso Contrada offende l'intelligenza media degli italiani, perchè il caso Contrada ed il caso Bassolino ci vengono costantemente proposti come sceneggiate alla Mario Merola o come quadri dei cantastorie del Teatro dei Pupi, mistificando l'autentico operato del regista e del puparo anonimi ma geniali. L'antimafia, per quel che ne sappiamo, avvolta com'è in una nube di mistero e nei luoghi comuni della cosiddetta intelligence, non è fine a se stessa: è un blocco di cioccolato puro sulla cui etichetta, per far piacere alle disposizioni UE, c'è scritto "surrogato"; è come il divieto di fumo di sigaretta che consente, invece, il fumo della canna, per intenderci. Spiace anche a me che dei volenterosi ragazzi di Calabria siano manovrati come panzer, come candidati manciuriani, nelle trincee dell'antimafia speculativa, dedita al potere e solo a quello. Mi piange il cuore ma il fenomeno non lo si può arrestare: eserciti di indottrinati cadranno come birilli sul campo della smargiassa e falsa lotta sociale, per gli interessi di pochi che s'ingozzano e se ne strafottono del destino di queste fresche energie. Non possiamo fare niente per riordinare le idee e le false ideologie. M. Pellicanò
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/08/08 alle 01:55 via WEB
Eh no, Pellicanò, io non ci sto! Basta fare il sociologo buonista! Tu dici: "Spiace anche a me che dei volenterosi ragazzi di Calabria siano manovrati come panzer, come candidati manciuriani, nelle trincee dell'antimafia speculativa, dedita al potere e solo a quello."...NO! Sono adulti e vaccinati, hanno potere di opzione e tendenze personali, aspirano essi stessi al Gotha dell'intellighentia nazionale, disposti pure a farselo mettere a quel servizio dai loro celebri MAESTRI per salire nei ranghi. Sono perfidi, arrampicatori sociali, arrivisti. Si nascondono dietro un distintivo. Non sanno nemmeno scrivere e si pavoneggiano nell'editoria alla stregua di Grandi INtellettuali ed opinionisti! No, non ho pietà di questi "furbetti del quartierino". Posso tranquillamente ignorarli e vorrei che si smettesse di dargli tutta questa importanza, parlandone o sparlandone, perchè non meritano il clamore delle folle! Anzi, ti dirò, mi sono pure rotta di sentirli nominare. Claudia
 
     
vocedimegaride
vocedimegaride il 02/08/08 alle 02:09 via WEB
Parole sante, Claudia! MARINA SALVADORE
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 04/08/08 alle 09:43 via WEB
NON CONDIVIDO,IL CONTINUO DIBATTITO CON QUELLI DI FIORE.LASCIATE CHE SCRIVANO,MA NON RISPONDETE PIU'.NON VALE LA PENA.DARESTE LORO IL MOTIVO X APPARIRE,E SOLO QUESTO DI CUI SI BEANO.PR IL RESTO.........................
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 04/08/08 alle 18:48 via WEB
C'è qualcosa di nuovo nell'aria. Le associazioni, quelle altamente politicizzate, adesso fanno fatica a non confessare che i precedenti governi, le foraggiavano ampiamente. Parlo dell'antimafia militante, mentre da sempre giacciono dimenticate quelle delle vittime del terrorismo. Rimane non pubblicizzato, il fatto che, dopo le rivelazionio di Carlos, molte delle stragi fasciste, sono da rivedere e da rifare i processi. La magistratura, quella magistratura, annaspa. Forse......L'opinione pubblica, si interroga anche sulla selva di finanziamenti pubblici, per permettere A quelli come Franco Piperno di tenere convegni nelle università. I terroristi, erano brava gente, si dice. Boh. E chi ci crede più. Un saluto pieno di speranza. Mimmo Di Renzo
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: