Blog
Un blog creato da cile54 il 09/01/2007

RACCONTI & OPINIONI

Pagine di Lavoro, Salute, Politica, Cultura, Relazioni sociali - a cura di franco cilenti

 
 

www.lavoroesalute.org

Chi è interessato a scrivere e distribuire la rivìsta nel suo posto di lavoro, o pubblicare una propria edizione territoriale di Lavoro e Salute, sriva a info@lavoroesalute.org

Distribuito gratuitamente da 33 anni. A cura di operatori e operatrici della sanità. Finanziato dai promotori con il contributo dei lettori.

Tutti i numeri in pdf

www.lavoroesalute.org

 

LA RIVISTA NAZIONALE

www.medicinademocratica.org

MEDICINA DEMOCRATICA

movimento di lotta per la salute

 TUTTO IL CONGRESSO SU

www.medicinademocratica.org

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

MAPPA LETTORI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

chiarasanyTromba.D.ariaCoralie.fransciana62mocciaroscile54amorino11Terzo_Blog.Giusbirikinagc81gallianvittoriovrmoschettiere62PaoloBrexrenato2007nomadi50lucre611
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Cgil ôLo sciopero genera...Come da sempre neanche i... »

Spett.le redazione LavoroeSalute. Riceviamo, dall'Osservatorio per la sicurezza sul lavoro, e volentieri pubblichiamo

Post n°4168 pubblicato il 25 Dicembre 2010 da cile54

Gentilissimi colleghi,

inviamo in allegato il monitoraggio delle morti bianche dei primi undici mesi del 2010. Si tratta di una mappatura dettagliata per settore, cause, per regione, provincia, fasce d’età e nazionalità.

E la prima istantanea è piuttosto sconfortante: sono infatti quasi 500 le morti bianche rilevate in tutta la penisola. Lombardia, Veneto e Campania sempre sul podio. Bolzano è la provincia più colpita per numero di vittime, insieme a Roma, Brescia, Napoli e Milano. Vibo Valentia, invece, guida la classifica provinciale per incidenza di decessi sulla popolazione lavorativa; e il Trentino Alto Adige, invece, guida quella regionale. Agricoltura ed edilizia i settori protagonisti della tragedia. Gli stranieri sono il 10 per cento delle vittime. E a morire è chi ha più esperienza.

Augurandomi che il materiale possa trovare pubblicazione, Vi ringrazio e Vi auguro buon lavoro.

Annamaria Bacchin

 

QUASI 500 MORTI BIANCHE IN UNDICI MESI

LOMBARDIA, VENETO E CAMPANIA SEMPRE SUL PODIO. BOLZANO LA PROVINCIA PIÙ COLPITA PER NUMERO DI VITTIME, INSIEME A ROMA, BRESCIA, NAPOLI E MILANO. VIBO VALENTIA INVECE GUIDA LA CLASSIFICA PROVINCIALE PER INCIDENZA DI DECESSI SULLA POPOLAZIONE LAVORATIVA E IL TRENTINO ALTO ADIGE, INVECE, GUIDA QUELLA REGIONALE. L’AGRICOLTURA E L’EDILIZIA ANCORA TRAGICAMENTE PROTAGONISTE DEL BILANCIO. GLI STRANIERI SONO IL 10 PER CENTO DELLE VITTIME. A MORIRE È CHI HA PIÙ ESPERIENZA.

“Per quasi cinquecento famiglie nel nostro Paese questo non sarà un Natale da festeggiare, ma solo una triste occasione per ricordare e piangere un proprio caro scomparso tragicamente al lavoro. Sono 484, infatti, le persone che nei primi undici mesi del 2010 hanno perso la vita. Da Nord a Sud della Penisola l’emergenza non conosce confini e miete vittime quotidianamente: almeno una al giorno; più di 9 alla settimana”.

Sul finire dell’anno, il Presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre, Mauro Rossato, propone una delle più sconfortanti immagini delle morti bianche in Italia. Ed è sempre la Lombardia ad indossare la maglia nera con 68 decessi, seguita dal Veneto (51) e dalla Campania (43). Ma vicine al podio della morte sono anche la Puglia (41), e la Sicilia con il Lazio (35).

E’ però il Trentino Alto Adige la regione in cui viene registrato l’indice di incidenza più elevato delle morti sul totale della popolazione lavorativa (62,2 contro una media nazionale di 25,2. Seguono: Calabria (37,5) e Abruzzo (36,4). La provincia più colpita è Bolzano con 20 decessi, mentre Roma è seconda con 17 morti bianche. Al terzo posto Brescia e Napoli (16). Oltre dieci vittime vengono registrate anche a Milano (14), a Foggia (13), a Padova e Bari (11).

Questo per ciò che riguarda i valori assoluti. Sul fronte, invece, dell’incidenza sulla popolazione lavorativa è Vibo Valentia a condurre le fila provinciali con un indice pari a 84, 5. Completa il podio il Nordest con Bolzano (84,3) e Belluno (78,9). Quarta è Matera (76,7) e quinta Chieti (71,3). Indicatori decisamente più virtuosi in tal senso vengono rilevati nelle grandi province: Roma (10), Napoli (20), Milano (7,9), Palermo(25,2), Genova (16, 5), Firenze (11, 6), Bologna (11,3), e a Torino si rileva addirittura un indice di incidenza pari a 2,1.

L’agricoltura continua a detenere il primato delle morti sul lavoro con il 36,4 per cento delle vittime. Ma non è da meno l’edilizia dove si rileva il 27,9 per cento dei decessi. A distanza si trovano i valori di trasporti, magazzinaggi e comunicazioni (6,2 per cento), così come i settori del commercio e delle attività artigianali insieme a produzione, distribuzione e manutenzione energia elettrica, acqua e gas (5,2 per cento).

VEGA ENGINEERING

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO

Informazioni per la stampa

Ufficio Stampa : Dott.ssa Annamaria Bacchin

Tel 0413969013 - bacchin@vegaengineering.com

Web site: www.vegaengineering.com

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

L'informazione dipendente, dai fatti

Nel Paese della bugia la verità è una malattia

(Gianni Rodari)

 

SI IUS SOLI

 

 

www.controlacrisi.org

notizie, conflitti, lotte......in tempo reale

--------------------------

www.osservatoriorepressione.info

 

 

G8 GENOVA 2011/ UN LIBRO ILLUSTRATO, MAURO BIANI

Diaz. La vignetta è nel mio libro “Chi semina racconta, sussidiario di resistenza sociale“.

Più di 240 pagine e 250 vignette e illustrazioni/storie per raccontare (dal 2005 al 2012) com’è che siamo finiti così.

> andate in fondo alla pagina linkata e acquistatelo on line.

 

Giorgiana Masi

Roma, 12 maggio 1977

omicidio di Stato

DARE CORPO ALLE ICONE