Creato da lealidipandora il 20/04/2010
Associazione Culturale
 

 

Aspettando Giovanni

Post n°240 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Comunicato con preghiera di diffusione

 

Le Ali di Pandora

presentano

 

Aspettando Giovanni

Spettacolo esito del Laboratorio Teatro Partecipato “Sguardi di periferia”

 

Sabato 25 Maggio 2019 ore 20, Auditorium Chiesa San Giovanni Battista

Via Novara – Lecce.

Ingresso libero

 

“Aspettando Giovanni” è il titolo dello spettacolo che si terrà sabato 25 maggio 2019 nell’Auditorium della Chiesa San Giovanni Battista a Lecce in via Novara. Sul palco si alterneranno Maria Carrapa, Francesco Casaburi, Giorgina Elia, Gabriella Luperto, Vera Vaglio Massa, Miriam Minerba, Lucia Paladini, Patrizia Sticchi, Gabriella Taurisano – diretti dall’attrice e regista Chiara D’Ostuni che ha condotto il Laboratorio di teatro partecipato “Sguardi di periferia” organizzato dall’associazione Le Ali di Pandora nell’ambito del progetto “Km 0. Mai più 167” al quale hanno partecipato attivamente gli stessi attori. Aiuto regia Marilù Calsolaro. Sipario alle ore 20 con ingresso libero.

I testi di “Aspettando Giovanni” sono infatti il frutto di un processo di scrittura scenica collettiva a cui hanno partecipato attivamente tutti i componenti del gruppo. Il punto di partenza è stata la riflessione sul concetto di periferia, sulla storia della zona 167 anche grazie al contributo del materiale di ricerca concesso dall’associazione Le Ali di Pandora.

L’obiettivo è stato quello di sviluppare un nuovo modo di intendere la periferia che è parte integrante della mappa cittadina, che non è cornice ma è anch’essa centro, rete di relazioni umane e di luoghi dove lo scambio di storie, pensieri e proposte ha il potere di far rinascere gli spazi.

Il lavoro è confluito in un intenso processo di lavoro sulle proprie periferie esistenziali, su quelle zone della nostra mente che meno conosciamo. Zone d’ombra dove preferiamo segregare tutto ciò che di noi non accettiamo. Attraverso le dinamiche sviluppate durante il laboratorio i partecipanti hanno potuto riscoprire l’importanza di andare nelle proprie periferie, di prendersi il tempo per esplorarle e comprenderle. Passeggiando metaforicamente dentro questo spazio ai margini, centro e periferia si sono riscoperte come parti di un’unica entità.

Aspettando Giovanni è la storia di un gruppo di abitanti del quartiere 167 di Lecce, eternamente schiavi delle loro personali attese, che si intrattengono in conversazioni di speranza e di sconforto mentre aspettano che un tale Giovanni tenga fede all’appuntamento.

Giovanni è l’attesa di qualcosa che non c’è, è la mancanza, la vita che gira eternamente in tondo, il desiderio, il sogno chiuso nel cassetto, la voglia di rivalsa, il ricordo, il tempo che scivola via, la sposa che aspetta davanti ad un altare immaginario.

L’attesa di questi personaggi è pulsione al movimento e allo stesso tempo immobilità, la testa che vola via lontano e i piedi che restano ancorati al terreno. Aspettare è la loro condizione di vita, il vuoto dei giorni che trascorrono sempre uguali è colmato in maniera illusoria con conversazioni, elaborazioni di presunte soluzioni che non portano ad una conclusione.

Tutto gira costantemente in tondo, le parole e le immagini di questo spettacolo costringono a fare i conti con quel totale smarrimento in cui spesso precipitiamo e nel quale ci riconosciamo. Eppure, nonostante tutto, continuiamo a desiderare e a sperare.

 

Regia e drammaturgia Chiara D’Ostuni

Aiuto regia Marilù Calsolaro

Di e con Maria Carrapa, Francesco Casaburi, Giorgina Elia, Gabriella Luperto,

Vera Vaglio Massa, Miriam Minerba, Lucia Paladini, Patrizia Sticchi, Gabriella Taurisano.

 

Il progetto Km 0. Mai più 167” – La storia Le tre porzioni del quartiere Stadio: San Sabino, San Giovanni Battista, San Massimiliano Kolbe

 

 

Il progetto “Km 0. Mai più 167” si propone di dare identità agli abitanti.  La nostra associazione da anni ha portato il Centro nella periferia con eventi culturali e insistendo sui laboratori all’interno dello spazio a noi assegnato dal Comune di Lecce cercando di colmare la diffidenza da parte dei nostri concittadini mostrando nella sua vera realtà detta periferia: ricca di verde, di piste ciclabili, di parchi, con ampi parcheggi e affatto pericolosa. è un passo in avanti verso

Dal 2017 abbiamo dato vita ad un gruppo di studio e di ricerca che si è occupato di ricostruire la storia del Quartiere San Giovanni Battista dando voce agli abitanti, grazie anche alla disponibilità del Parroco Don Gerardo Ippolito che ci ha permesso di consultare gli archivi fotografici della parrocchia e metterci in contatto con gli abitanti, così abbiamo potuto stilare una breve storia del Quartiere e realizzare un Video.

Nel 2018 la nostra associazione ha dato vita al laboratorio di teatro Partecipato con Chiara D’Ostuni, regista e drammaturga, si è convenuto che Sguardi di Periferia fosse un coronamento al progetto, “Aspettando Giovanni” è il risultato.

 

Ingresso libero

Info: Tel. 339.5607242

email lealidipandora@libero.it – https://www.facebook.com/leali.dipandora

 

 

 
 
 

“Salento Café Noir”

Post n°239 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

5 maggio Lecce Porta Napoli saletta Letteraria “Mino Carbone” libreria Adriatica, presentazione“Salento Café Noir” Stefano Cambò in collaborazzione con Il Raggio Verde. In sottofondo il jazz di Davide Benegiamo alla chitarra e Luca Nicolì all’armonica. -

Per una sera, la libreria Adriatica si trasformerà nel Salento Café Noir, luogo emblematico per lo scrittore Nando il personaggio nato dalla penna di Stefano Cambò che, dopo il successo del suo primo noir "Cyrano tra delitti e misteri", presenta al pubblico tre nuove indagini per il Nando e il Commissario Bortone nel libro intitolato appunto "Salento Café Noir".
L'incontro in programma domenica 5 maggio alle ore 19 vedrà dialogare lo scrittore salentino con il giornalista e scrittore Raffaele Polo.

Vi sveliamo in anteprima qualcosa a proposito del nuovo romanzo. Nel primo caso, I guerrieri della notte, i due protagonisti se la vedranno con il killer dei clochards, un assassino seriale che avvelena le povere persone che vivono per strada.
Nel secondo, Odysseus, il Nando dovrà invece scoprire l’identità nascosta di un artista che raffigura sui muri sbiaditi gli episodi legati al poema di Omero.
Nell’ultimo, Il caso Wagner, l’omicidio di un professore universitario dentro le mura della sua casa fa riaffiorare ricordi ed emozioni legate al passato dei due protagonisti. E mentre la soluzione sembra essere connessa alla famosa “Cavalcata delle Valchirie”, ideata dal grande compositore tedesco, una donna misteriosa irrompe sulla scena...

 

 
 
 

I primi dieci anni

Post n°238 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

23 marzo- Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe-Festeggiamo i primi 10 anni performances- Musica intrattenimento

 

Le Ali Di Pandora
sabato 23 marzo alle ore 19,00
Via San Massimiliano Kolbe Lecce

Sono liete di invitarvi a festeggiare il decennale dalla fondazione
Sono graditi biglietti di auguri poetici

In occasione del decennale dalla fondazione della nostra Associazione Le Ali di Pandora sabato 23 marzo alle ore 19,00 saremo liete di accogliere amici e simpatizzanti che negli anni ci sono stati vicini collaborando o soltanto seguendo le nostre attività.
Dieci anni sono un bel traguardo abbiamo cercato di dare voce anche a chi non veniva ascoltato.
Tra visioni e parole abbiamo accolto le diverse espressioni delle arti prendendo per mano i più fragili. Vi aspettiamo con le mani e le braccia aperte e se vorrete donarci un bigletto di auguri poetico saremo pronte ad ascoltarVi e conservarlo nel nostro scrigno della memoria.

 

 
 
 

Strappi di memoria

Post n°237 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

27 gennaio- V.co dei Sotterranei - Fondazione Palmieri-Auschwitz Strappi di Memoria- percorso storico in collaborazione con Il Raggio Verde ed - performance Laboratorio scrittura Le ali di Pandora

Doppio evento in occasione della Giornata della Memoria a Lecce, nella Fondazione Palmieri Vico dei Sotterranei.
Si inizia con la presentazione del romanzo "Suzanne" di lara Savoia edito da Il Raggio Verde. Dialogheranno con l'autrice Ambra Biscuso ed Enzo de Giorgi che firma l'immagine in copertina. Al gruppo L'Officina della Parola il compito di dar voce ad alcuni passi tratti dal libro.
A seguire, alle ore 20 alcuni giovani interpreti ricorderanno i bambini di Terezin, il ghetto nazista tristemente famoso per essere stato utilizzato dai nazisti per girare un video propagandistico per far credere al mondo che fosse un luogo di benessere e non invece un oscuro centro di morte e di orrore.
La manifestazione alla quale si è voluto dare il nome di "Strappi di memoria" ribadendo il concetto che giova sempre ricordare si concluderà con la videoproiezione di Auschwitz 1945-2015
reportage fotografico di Ines Facchin e Roberto Scialanga, montato da Sara Di Caprio ed editato da Il Raggio Verde nel 2015.Le foto sono finite in un e-book Auschwitz Ieri Oggi Remoto Presente con i testi di Giovanni Bruno, Ada Donno, Ines Facchin, Antonietta Fulvio, Maurizio Nocera, Roberto Scialanga pubblicato nel 2017 in occasione del trentesimo anniversario della morte di Primo Levi

 

 
 
 

Tranquilla

Post n°236 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

20 gennaio - V.co dei Sotterranei - Fondazione Palmieri presentazioni di “Tranquilla” il romanzo di Pamela Spinelli Letture a cura dell’Officina della Parola “Le Ali di Pandora”.

ontinua con successo il tour di presentazioni di “Tranquilla” il romanzo di Pamela Spinelli, edito da Il Raggio Verde, che sarà a Lecce ospite della Fondazione Palmieri il 20 gennaio.
Dialogherà con l’autrice la giornalista Valeria Coi
Sarà presente l’artista Nuria Arezzi che firma l'immagine di copertina.
Letture a cura dell’Officina della Parola “Le Ali di Pandora”.
Si inizia alle 18, vi aspettiamo (ingresso libero)

Fondazione Palmieri
Lecce | Vico dei Sotterranei

 

 
 
 

tombolata farlocca

Post n°235 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

13 gennaio- Lecce Via San Massimiliano Kolbe- Centro Polifunzionale Kolbe- Tombolata farlocca- raccolta fondi a favore del Centro Ilma

Lunedì Lab. Teatro partecipato, Lunedì Meditazione; Martedì lab. Pittura; mercoledì lab. Scrittura di flusso; giovedì lab Pittura; venerdì gruppo di studio Mai più 167

 

 
 
 

C’era una volta un Re seduto sul sofà che chiesa alla sua Serva raccontami una storia e la storia cominci

Post n°234 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora

20 dicembre- Lecce Accademia Belle Arti- performance- C’era una volta un Re seduto sul sofà che chiesa alla sua Serva raccontami una storia e la storia cominciò….TESTI Di: Ambra Biscuso, Daniela Cecere, Barbara Del Piano, Giorgina Elia, Michela Maffei, Gabriella Taurisano

 
 
 

LABORATORIO ESPERENZIALE

Post n°233 pubblicato il 21 Maggio 2019 da lealidipandora

14 Dicembre Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe-LABORATORIO ESPERENZIALE DI SEGNI ZODIACALI E TISANE,OFFICINA ALCHEMICA SU OLEITI E PIANETI GOVERNATORI con Loredana Ragosta, e Rosanna Toraldo

 

 
 
 

"Diversità è Ricchezza"

Post n°232 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

2 dicembre- Arnesano - Palazzo Marchesale - la Giornata internazionale della disabilità. Ma per noi non è solo una data. Da alcuni anni è nata la manifestazione

 

Diversità è Ricchezza.

Nel levigatissimo mondo degli uguali la disabilità è ricchezza

 

2 dicembre ore 17.00

Palazzo Marchesale

Largo Palazzo Marchesale Arnesano

 

Staffetta Letteraria | Chiamata Alle Arti

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità 3 dicembre

 

coordina Raffaele Polo

 

programma

 

ore 17.00 Un addio è un infinito fantasma

ore 17.15 Introduzione di Raffaele Polo e Antonietta Fulvio

ore 17.30 Performance “E se eri tu così? Eh? E ridi, ridi” con Ambra Biscuso, Tiziana Buccarella, Daniela Cecere, Barbara Del Piano, Giorgina Elia, Michela Maffei, Gabriella Taurisano

ore 17.45 La SLA con gli occhi di un figlio. Intervento di Giuseppe Zippo

ore 18.00 Interventi e testimonianze del gruppo Le Pecore Nere. Con Michela Del Tinto, Donatella La Rocca, Maria Martemucci, Maurizio Martina, Teo Mollaian, Introduce Ambra Biscuso

ore 19.00 Staffetta Letteraria aperta al pubblico

I più piccoli saranno intrattenuti dai Clown dell'Associazione CUORE E MANI APERTE

 

 
 
 

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Post n°231 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

25 novembre. Lecce P.zzza Sant'Oronzo-  Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.  Comune di Lecce

Domenica 25 novembre ricorre la diciannovesima Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la giornata raccoglie iniziative di quanti si oppongono alla discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna.

A Lecce l'assessore alle Pari Opportunità e Diritti Civili Silvia Miglietta, in collaborazione con una rete di associazioni, sindacati e forum ha organizzato un presidio in Piazza Sant'Oronzo a partire dalle 16.30. La piazza sarà animata per tutto il pomeriggio dai contributi e dalle performance del Forum delle Giornaliste del Mediterraneo - Mediterranean Women Journalists, Federcasalinghe, Cgil Lecce, CISL, Uil LecceAnde Lecce, Donne del Sud, Soroptimist International Club di Lecce, ItaliaLe Ali Di PandoraRotaract Club Lecce, CIF, Rete per la città (Lecce Città PubblicaUna BUONA storia per LecceIDEA per LECCETeatro KorejaCentro Studi Osservatorio Donna - Univ. del SalentoLeA- Liberamente e ApertamenteAgedo LecceArcigay Salento La Terra di Oz, Ass. Michel Fokine-Balletto di Puglia, Coordinamento donne SPI CGIL LECCEUnicel LecceArci Lecce e Gus – gruppo umana solidarietà, Alveare LeccePiù Europa Gruppo Salento, Coldiretti Donne Impresa Lecce, Casa Delle Donne LecceAssociazione Antigone Puglia.

 

 
 
 

“A III 118”

Post n°230 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

11 novembre - Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe- “A III 118” Centenario Armistizio Prima Guerra Mondiale 1918/2018 Interventi Michela Maffei, giornalista

Sara Di Caprio, storica dell'Arte, Officina della Parola- Installazioni di Angelica Centonze, Aida Dzhafarova, Carmina Antonia Falcione, Stefania Martino, Mina Natali, Alberto Renisi

 

L'Associazione socio artistico culturale Le Ali di Pandora, domenica 11 novembre 2018 alle ore 17,30 presso il Centro Polifunzionale Kolbe Via San Massimiliano Kolbe a Lecce, invita all'evento “A III 118”Centenario Armistizio Prima Guerra Mondiale 1918/2018. 
Il titolo dell'evento “A III 118” prende il nome dalla targa della Rolls Royce asburgica dove trovarono la morte l’Arciduca Francesco Ferdinando, insieme alla moglie, a Sarajevo, l'episodio fu la scintilla che scatenò la Grande Guerra, con il suo carico di milioni di vite spezzate. In molti nella sigla “A III 118” hanno letto la data dell’armistizio: “Armistice” (A) del giorno 11 (II) novembre (I1) 1918 (18). 
“A III 118” è un incontro per ricordare gli eventi storici che caratterizzarono la Grande Guerra, convinte che per guardare al futuro sia necessario guardare al passato.
Alle ore 11 del giorno 11 novembre 1918 in prossimità di Compiegne in Francia, all’interno di un vagone ferroviario, viene firmato dall’Impero tedesco e le potenze Alleate l’armistizio che mette ufficialmente fine ai combattimenti della Prima Guerra Mondiale che hanno insanguinato l’Europa.
La Grande Guerra vide un'intera generazione spazzata via e la maggioranza delle vittime erano “terroni”: contadini poveri, braccianti, piccoli artigiani, quasi per metà analfabeti, giovani di vent'anni e anche meno “carne da cannone” scrive Lorenzo Del Boca nel suo libro “Il Sangue dei Terroni”. 
Ci soffermeremo sulla figura delle donne e al loro contributo per l'esito della Grande Guerra, divennero protagoniste sostituendo gli uomini nel campo del lavoro: nelle fabbriche, nei campi, nell’industria bellica, furono crocerossine, medici, telegrafiste, dattilografe, macchiniste e poliziotte. Per la prima volta furono membro attivo dell'economia e questo contribuì a modificare il loro ruolo nella società e a dare la spinta decisiva al processo di emancipazione femminile. 
Di questo parleremo con la giornalista Michela Maffei, quindi si viaggerà con Sara Di Caprio nel mondo dell'arte, che in quegli anni vide una vera rivoluzione, un intermezzo poetico/letterario dell'Officina della Parola testimonierà come i grandi poeti hanno vissuto in prima persona la Prima Guerra Mondiale. La conclusione è affidata al pubblico che leggerà poesie o brevi passaggi inerenti alla Grande Guerra.
Sotto la curatela di Lucy Ghionna un gruppo di artisti: Angelica Centonze, Carmina Antonia Falcione, Stefania Martino, Mina Natali, Alberto Renisi, Aida Dzhafarova, daranno vita a Visioni d'Arte. “Le installazioni pensate per l'evento A111118 - spiega la Ghionna - si sono sviluppate sulla voglia di mandare un messaggio: "la guerra è sempre guerra". Sono passati cento anni ma la morte e la disperazione provocata dalla guerra è forte oggi come allora. Gli artisti invitati ad esprimersi sono: Aida Dzhafarova con i palloncini rosso sangue forma un percorso di rinascita; Carmina Antonia Falcione che ha costruito un tappeto di cartucce già sparate pieno di terra e fiori, pronte per produrre vita; Stefania Martino ha costruito un mondo pieno di omini pronti a sfuggire - costruire ciò che si è distrutto; Mina Natali ricorda le PENNE MOZZE dei giovani alpini morti, costruendo un arazzo di cellofan; il lavoro di Renisi e Centonze si concentra sulla drammaticità della guerra, i segni convenzionali rielaborati e rimanipolati.

 
 
 

laboratorio la casa del melograno

Post n°229 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora

21 ottobre Lecce Chiesa San Giovanni Via Novara Laboratorio su La fiaba con i bambini

 

 
 
 

(167) Sguardi di periferia

Post n°228 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

1 ottobre Lecce – Centro sociale Via Matera - laboratorio di  Teatro partecipato a cura di Chiara D'Ostuni,

(167) Sguardi di periferia

Laboratorio Teatro Partecipato


L'associazione Le Ali di Pandora promuove un laboratorio, condotto dall'attrice e regista

Chiara D'Ostuni, che si pone l'obiettivo di dialogare con il territorio sul tema della periferia,

raccontandone i luoghi e le persone che vi abitano.


La parola periferia è ormai prigioniera dei luoghi comuni, sembra quasi svuotata del suo significato più autentico ed è proprio dalla convenzione diffusa di marginalità che bisogna ripartire per rovesciare il pregiudizio, rieducarsi a spostare lo sguardo, liberarsi dagli sterili schematismi e dare voce all'invisibile.

La vocazione di questo progetto è quella di promuovere un nuovo modo di intendere la periferia che è parte integrante della mappa cittadina, che non è cornice ma è anch'essa centro, rete di relazioni umane e di luoghi dove le idee si incontrano, dove lo scambio di storie, pensieri e proposte ha il potere di far rinascere gli spazi.

La tecnica del teatro partecipato consente ai cosiddetti “cittadini non-attori” di partecipare attivamente ad un percorso artistico e al contempo sociale, in cui il teatro non si limita ad essere rappresentazione della realtà ma diventa strumento attivo in grado di trasformarla.

Un laboratorio che nasce dalla comunità e va verso la comunità e che ha l'obiettivo di spostare l'attenzione dal centro verso il margine. A partire da questo concetto, il laboratorio si basa su un percorso di crescita personale che analizza proprio il movimento dal centro verso l'esterno e viceversa. La pratica del linguaggio teatrale sviluppa infatti la consapevolezza del proprio centro, del proprio essere e della propria energia per arrivare a proiettare fuori il proprio pensiero, veicolandolo attraverso il corpo e la parola.

Scopriremo i racconti della periferia. Ri-scriveremo insieme la storia delle strade, dei palazzi, delle scuole, delle chiese di quartiere e di tutti coloro che attraversano e hanno attraversato questi luoghi con il loro vissuto e le loro speranze. Inizieremo a capire il senso di quello che stiamo scrivendo traslandolo sulla scena e nel frattempo alleneremo il nostro corpo e la nostra voce a parlare e a comunicare al pubblico. Metteremo insieme tutti i pezzi e presenteremo la nostra storia, quella dei luoghi, quella delle persone, la storia di cui bisogna riappropiarsi per capire profondamente chi siamo.

Attraverso il modello del teatro partecipato metteremo da parte ogni individualismo a favore di un lavoro collettivo che ha l’obiettivo di ricreare un tessuto sociale della comunità e trasmetterne i valori sulla base della condivisione e della partecipazione.

 

 
 
 

Seminario Laboratoriale sulla felicità a cura dott.ssa Elisa Albano

Post n°227 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

25 settembre - Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe - Seminario Laboratoriale sulla felicità a cura dott.ssa Elisa Albano 

Martedì 25 Seminario Laboratoriale sulla felicità “Insegnami ad essere felice”. Il laboratorio ha la durata di 3 ore.. E’ un seminario laboratoriale propedeutico durante il quale si lavora quasi esclusivamente sui principali blocchi e condizionamenti che ci impediscono di vivere una vita più serena e fiduciosa, Al termine del seminario, i partecipanti saranno in grado di proseguire da soli per i 18 passi necessari per un percorso di piena rieducazione alla felicità, al buonumore, alle emozioni positive.
Potranno optare per un percorso breve guidato (solo 5 incontri) di gruppo; oppure individuale e personalizzato per ottimizzare i 5 passi principali. (adatto per chi ha tono basso dell’umore e visione pessimistica della vita, di se stesso e degli altri, per chi vuole acquisire strumenti per affrontare con maggiore serenità gli eventi quotidiani e ritrovare la gioia di vivere

 
 
 

Autodifesa Comunicativa a cura di Elisa Albano

Post n°226 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

18 settembre- Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe- Stage di Autodifesa Comunicativa  a cura di Elisa Albano

Martedì 18 Stage di Autodifesa Comunicativa, 4 ore piene di quasi esclusiva pratica, moltissimi momenti esperienziali per mettersi alla prova e scoprire che essere liberi e forti si può. Lo stage prevede non solo tecniche per difendersi dagli attacchi verbali ma anche e soprattutto un lavoro su se stessi, per liberare la propria forza interiore, sviluppare grinta e determinazione e neutralizzare, quindi, tutti quei nemici interni (i nostri bulli interiore) che ci impediscono di evolvere e vivere la vita che vorremmo. Il costo per le tre ore sarebbe di 25€ più vostra tessera. (adatto per chi vuole migliorare le proprie relazioni, chi vuole acquisire più sicurezza nel parlare in pubblico, chi vuole sviluppare sicurezza e grinta, chi vuole essere più vincente sul lavoro, chi vuole imparare tecniche per difendersi dalle pressioni psicologiche e gli attacchi verbali, sia in famiglia che in ambiente lavorativo

 

 
 
 

Impronte di Mario Calcagnile

Post n°225 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

16 settembre – Lecce- Fondazione palmieri- Vico dei Sotterranei- mostra Impronte di Mario Calcagnile

 

Si apre domenica 16 settembre alle ore 19,30 la mostra “Impronte” di Mario Calcagnile presso la Fondazione Palmieri, Vico dei Sotterranei - Lecce, sarà visitabile fino al 21 settembre dalle 17,30 alle 21.

Sebbene la qualità cromatica dei dipinti attinga all'essenza del Salento Calcagnile riprende il concetto dell'espressionismo inteso come carica energetica, coniugando minimalismo e astrattismo, da intendersi come distillato o sintesi sia del quotidiano che della percezione tattile della materia, quindi della realtà espressa. La predominanza dei rossi e del bianco, del pieno e del vuoto, il movimento dato dalle velature, riporta al mare che annega, al movimento migratorio al dramma delle guerre.

IMPRONTE è desiderio di un nuovo Rinascimento con al centro l'UOMO nei diversi accenti e sfumature. In questa kermesse d'arte usa le impronte sia delle mani che di tutto il corpo umano per lanciare il suo grido di denuncia contro la radicalizzazione di estremismi che portano ad un atteggiamento razzista, xenofobo, omofobo di cui sono ormai piene le cronache quotidiane. Antropocentrismo dunque così che l'uomo sia al centro dell'Universo in una ritrovata Humanitas e Pietas così anche l'inserimento delle scritte in braille sulle opere invitano all'inclusione.

Spiega l'Artista: “Oggi per una carta di identità devi lasciare le tue impronte, prendere le impronte è il “benvenuto” per i migranti, e l'impronta di una moneta è unico simbolo di potere, Attraverso le mani, con la sensibilità delle impronte, si può leggere e comunicare inoltre la cecità che toglie valore all'essere umano non è quella fisica ma quella morale.”.

De Montaigne scriveva: “Ogni uomo porta l'intera impronta della condizione umana”.

Le Impronte sono tracce di memoria, sono la Storia dei popoli, sono quello che hanno lasciato e quello che lasciamo.

Ambra Biscuso

 

MARIO CALCAGNILE

Di origine Pugliese (Italia) ha vissuto lungamente in Germania, Canada e Lombardia, dove è stato docente ordinario presso il Liceo Artistico di Bergamo.

Ha studiato presso il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti di Lecce, perfezionando poi la sua preparazione presso la Mc Gill University di Montreal (Canada).

Impegnato attivamente sin da giovanissimo partecipa alla vita artistica viaggiando molto ed esponendo le sue opere in diversi paesi.

Ha lavorato con artisti di fama quali Heinz Trokes, Emilio Vedova, Per Kirkeby, Bernadette Bour e altri.

Nel 1998 ha ristabilito la sua residenza nel Salento, in Puglia, ri-radicandosi in questo territorio.

Dal 2000 è impegnato, inoltre, nella organizzazione di eventi culturali, in particolare di Simposi Internazionali di Scultura e Pittura, coinvolgendo artisti di fama.

Ha creato, a Magliano, la bottega d’arte "Il Giardino dell’Angelo" dove produce opere ed oggetti d’arte, e offre ospitalità ad artisti di provenienza internazionale.

Interessandosi nella sua attività creativa e di scrittura nel 2014 ha fondato la CALCANGELI Edizioni.

Occupandosi di volontariato ha contribuito alla organizzazione e gestione di un laboratorio di arti con l'ex ospedale psichiatrico di Bergamo e collaborato al progetto Cuore Amico a Lecce.

Sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in Italia, Austria, Germania, Romania, Lusemburgo e Canada.

 

 

 
 
 

Coprifuoco

Post n°224 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

14 settembre- Lecce_ Parrocchia San Massimiliano Kolbe- presentazione del libro di Walter Cerfeda Coprifuoco"  con Raffaele Polo, Ambra Biscuso, Don Attilio Mesagne- Le ali di pandora, Il raggio Verde ed

Coprifuoco: la Primavera Araba l’Isis, i barconi e noi Eventi a Lecce

Religioni e Culture è l’incontro promosso dalla Parrocchia di San Massimiliano Kolbe di Lecce che venerdì 14 settembre, a partire dalle ore 20, ospita lo scrittore Walter Cerfedaautore del libro “Coprifuoco - la Primavera Araba l’Isis i barconi e noi, edito da Il Raggio Verde edizioni.
Dopo i saluti di don Antonio Murrone, sarà il giornalista Raffaele Polo a dialogare con l’autore.
Conclusioni affidate a don Attilio Mesagne, Ambra Biscuso, Hannan e Lina Carico. L’incontro è organizzato dall’associazione Le Ali di Pandora in collaborazione con la casa editrice Il Raggio Verde.
Ingresso libero
 
 
 

Atman

Post n°223 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

13 settembre Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe Presentazione Corsi di meditazione ed attività Atman

 
 
 

rIN@UGUR@NDO

Post n°222 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora
Foto di lealidipandora

 

22 giugno Lecce Via San Massimiliano Kolbe -Centro Polifunzionale Kolbe-rIN@UGUR@NDO- inaugurazione nuova sede


...siamo nate il 21 a primavera dell'anno 2009, ma non sapevamo
“che nascere folle, aprire le zolle potesse scatenar tempesta”

22 giugno 2018 ore 19.30
rIN@UGUR@NDO

Centro Polifunzionale Kolbe
Via San Massimiliano Kolbe - Lecce

 

L'Associazione Socio-Artistico-Culturale “Le Ali di Pandora” venerdì 22 giugno dalle ore 19,30 inaugura la nuova sede nel Centro Polifunzionale Kolbe in Via San Massimiliano Kolbe - Lecce alla presenza delle Autorità istituzionali e degli amici

Il Progetto della Trax Road, del Comune di Lecce, nacque con l'intento di creare sinergie attive e centrali nell'ambito dei quartieri della città considerati degradati, su questa linea la nostra Associazione si è sempre mossa, immaginando una città all'altezza delle sue bellezze culturali e del suo patrimonio di civiltà; dove ogni angolo della nostra splendida cittadina possa essere finalmente luogo di bellezza e cultura capace di creare attrattive culturali non solo per ciò che è conosciuto come centro; animare e vivere spazi alternativi, dunque, e portare il centro nelle periferie favorendo l’integrazione di persone socialmente deboli, limitando i rischi di emarginazione, insistendo sulla prevenzione di disagi sociali e personali.

Serate d’autore, di musica, di arte e di visioni per animare e vivere la periferia in una naturale aggregazione costruttiva.

Ricordando che con Omero si instaurò una scuola di poesia che è durata fino agli anni '40 dove erano ammessi solo analfabeti, che sta a significare che nessuno è troppo ignorante per potersi esprimere abbiamo creato il centro di lettura: “Pellucisape” convinti che la cultura genera sempre altra cultura e in questo momento di crisi il libro può diventare il passatempo per eccellenza per chi non può permettersi di meglio: non costa molto, tiene compagnia e apre al lettore un immaginario infinito. Il nostro obiettivo è facilitare l’accesso gratuito alla lettura: creare un posto che ha “la missione di mettere i libri indesiderati nelle mani di coloro che li desiderano”.

Tutti potranno entrare, scegliere un volume dagli scaffali,

Invitiamo chi vorràà raggiungerci a donare un tomo, scrivendo sulla prima pagina il proprio nome ed una frase, a garanzia del fatto che non vengano rivenduti.

Ringraziamo i bibliofili di ogni latitudine perché se non ci fossero loro: i raccoglitori di parole e di immagini, FAHRENHEIT 451 sarebbe una terribile realtà.

 
 
 

Il party delle parti

Post n°221 pubblicato il 26 Novembre 2018 da lealidipandora

 

 

24 marzo Lecce – Via Palmieri Conservatorio - Sant'Anna “Non Posso che sorridere di me stessa”

Il party delle parti” performance Officina Della Parola con: Ambra Biscuso, Tiziana Buccarella, Daniela Cecere, Barbara Del Piano, Dario Ferreri, Claudia Greco, Michela Maffei, Luca Nicolì. Abiti di Rima Krilù.

Io Ascolto” reading poetico/narrativo con: Chiara Armillis, Ambra Biscuso, Tiziana Buccarella, Barbara Del Piano, Michela Del Tinto, Laura Madonna, Krizia Murrone, Graziella Lupo Pendinelli. Intervento pittorico di Daniela Cecere.

 

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

chi siamo

L’associazione “Le Ali di Pandora”, nata il 21 marzo del 2009, svolge attività socio – artistico – culturale nel rispetto dei diritti della persona umana con particolare attenzione alle donne, ai giovani ed a tutti i soggetti deboli e discriminati attraverso la valorizzazione di tutti i fermenti sociali in tutte le sue espressioni: scienze, arti, cultura, religione, musica, teatro, moda, attività, sport, servizi, turismo, enogastronomia, in ogni campo dello scibile umano. Interesse dell'Associazione è di "agire" nei luoghi e sui luoghi quindi collabora con ciò che più stimola le operatrici culturali che l'hanno costituita e che da anni lavorano e producono eventi e situazioni "in motion".

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lealidipandorapuoidirloquiing.canalegasparebarbara20060miriteatroTorjaannibalebllscrittoreoccasionalelacky.procinoletizia_arcuripsyche.dgl0Terzo_Blog.GiusSky_Eaglemauriziocamagna
 

Ultimi commenti

Ottimo post. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 21:03
 
bello questo post. Buona giornata da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 11:39
 
Autonoleggio Alghero
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:29
 
testo e musica molto belli <a...
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:25
 
splendida opera!
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom