Creato da lafarmaciadepoca il 13/10/2010

La farmacia d'epoca

Raccolta di scatole e flaconi di farmaci di ieri - di Giulia Bovone

 

« Quando una casa dolciari...Magnesia S. Pellegrino 125 buste »

Idrolitina Gazzoni

Post n°189 pubblicato il 27 Dicembre 2011 da lafarmaciadepoca
 

Diceva l’oste al vino,
tu mi diventi vecchio, ti voglio maritare con l’acqua del mio secchio!
rispose il vino all’oste,
fai le pubblicazioni, sposo l’Idrolitina del Cavalier Gazzoni!

 Con questa breve poesiola era pubblicizzata un’icona, un mostro sacro, tutto italiano: l’Idrolitina Gazzoni.

Questo prodotto, entrato nella case di milioni di italiani, risale al primo decennio del Novecento, quando in tutta la penisola infuriava la moda delle acque termali.
L’Idrolitina, infatti, nacque sulla scia di questa moda: le acque termali erano un investimento che sicuramente avrebbe reso alla casa produttrice, peccato che acquistare una fonte sorgiva costasse veramente parecchio, e per ammortizzare l’acquisto, era necessario vendere le bottiglie d’acqua a prezzi alti.

Che fare per ovviare al problema? Creare una miscela che arricchisse l’acqua del rubinetto di sali minerali, per renderla valida come un’acqua termale: proprio quello che fece il Cavalier Gazzoni.
L’Idrolitina era indicata in caso di gotta ed uricemia, due malattie piuttosto comuni all’epoca (e non solo!) in virtù della presenza di litio. In questo modo, chi ne soffriva e
non poteva permettersi un soggiorno alle terme, poteva usufruire di un' acqua
di buona qualità ad un prezzo ridotto.
Ma il vero successo del prodotto fu la versatilità: l'Idrolitina era una via di mezzo tra il farmaco per curare e quello per prevenire, che poteva essere assunto tranquillamente durante i pasti ed era facile da preparare.

Gazzoni, inoltre, per pubblicizzare al meglio l’efficacia del suo prodotto, decise di avvalersi di una personalità illustre dell’epoca. La sua scelta cadde su un professore della Facoltà di Farmacia di Bologna: Dioscoride Vitali, noto per i suoi studi sull’analisi dell’urina.

Ecco la foto della scatola:

Idrolitina

Come potete vedere, la scatola non è mia, ma del Sig. Nicola, un “avventuroso”collezionista di vecchie bottiglie di farmaci, che mi ha dato il permesso di pubblicare la foto della sua scatola dell’Idrolitina nel mio piccolo blog. Grazie mille.

Grazie per aver letto il post!

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lfde/trackback.php?msg=10925866

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Curiosa il 02/04/12 alle 08:20 via WEB
Ho una curiosita': in quale percentuale era presente il litio nell'idrolitina? Grazie
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 04/04/12 alle 15:13 via WEB
Purtroppo la scatola dell'Idrolitina Gazzoni non è mia, perciò non riesco ad essere più precisa. Ho condotto una rapida ricerca tra le scatole dei preparati per acqua da tavola dei primi del Novecento che possiedo e ho fatto una media tra i valori del litio. Ho ottenuto 0,011 gr litro e penso che anche l'Idrolitina avrebbe potuto aggirarsi intorno a quei valori. Se Lei sta conducendo una ricerca per qualche libro e non ha troppa fretta, posso provare a rintracciare il proprietario della scatola e chiedere direttamente a lui. Spero di esserLe stata d'aiuto. Cordiali saluti.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Curiosa il 05/04/12 alle 17:20 via WEB
Grazie per la risposta. Per ora la ricerca si fermerà ad una relazione sulla storia della pubblicità farmaceutica nella prima metà del Novecento. Ma se ho dati più certi, vorrei approfondire. Per caso ha qualche notizia dell'acqua Litial prodotta da Achille Banfi?
 
     
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 05/04/12 alle 18:20 via WEB
La Ditta Achille Banfi non è mai stata un'industria farmaceutica nel vero senso della parola, infatti si occupava solo di prodotti di bellezza come saponi, dentifrici e detersivi. L'Acqua Litial era una delle famose acque da tavola in busta, un po' come l'Idrolitina, o l'Idriz Carlo Erba, ma non è mai riuscita a competere con questi due "giganti" della minerale. Siccome le interessa l'aspetto pubblicitario le ricordo che i bozzetti pubblicitari dell'Acqua Litial erano stati disegnati da Gino Boccassile. Mi permetto di consigliarLe anche un indirizzo internet(http://www.lamoneta.it/topic/62300-gettone-pubblicitario/) in cui può trovare alcuni oggetti pubblicitari molto curiosi della Achille Banfi. Spero di esserLe stata utile. Cordiali saluti.
 
robbix
robbix il 07/07/12 alle 20:17 via WEB
Vorrei far notare che la grande popolarità dell'Idrolitina e prodotti analoghi (Idriz, Frizzina, Cristallina, Salitina ecc.) derivò non tanto dalle sue proprietà come "farmaco" quanto dal fatto che modificava il sapore dell'acqua del rubinetto rendendolo "frizzante" e più gradevole. La reazione fra il bicarbonato di sodio e l'acido tartarico (o citrico) contenuti nelle bustine sviluppava anidride carbonica (il gas "frizzante") e lasciava in soluzione un sale organico di sodio dalle blande proprietà antiacide in quanto funzionava da tampone di acidità.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
vittorio il 24/02/14 alle 11:19 via WEB
Achille Banfi, se sai qualcosa di più sarei veramente interessato....
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 13/03/14 alle 18:51 via WEB
Ciao Vittorio, mi scuso se non ho potuto risponderti prima, ma non riuscivo a trovare nulla di concreto su Achille Banfi o sulla sua azienda. Ora ho qualche certezza che magari potrebbe farti comodo: l'azienda ha operato dall'ultimo decennio dell'Ottocento, fino all'inizio degli anni Sessanta. Non è mai stata un'industria farmaceutica, in quanto era specializzata in prodotti per la casa (detersivo in polvere)e per l'igiene della persona (dentifrici e saponi), e circa il suo fondatore ho trovato tante date differenti, ma poco di certo. Se non sei di fretta, potrei riuscire a trovare qualcosa di più. Un saluto Giulia
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
vittorio il 24/05/14 alle 22:15 via WEB
Grazie Giulia, sei molto gentile, sicuro attendo quando hai notizie fammele sapere, attendo con ansia
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TO ALL NON ITALIAN SPEAKERS

Do you need help with your old chemist tins?
Do you want to know more about Italian pharmaceutical history?
Do you have informations about Italian medical history that you want to share with other people?
Feel free to email me! I speak English, French and Latin ( you don't know when an ancient Roman could show up), so not speaking Italian is no more a problem.

Welcome to La Farmacia d'Epoca!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

COLLABORAZIONI

Deliri Progressivi

 

Spazio Salute

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cicciobellosexySEMPLICE.E.DOLCEtrooppo01Felina_neramariaugustaicardiNOTAIOPOMARICIalventurellimariox2008hagureregina_della_pacegonzomangiorgiof6silvsalvhelki
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom