« Messaggio #29Cassazione spagnola asso... »

Chi e' più terrorista tra TRICHET e BIN LADEN?!

Post n°30 pubblicato il 11 Luglio 2008 da il_primo_solista

Recentemente la Banca centrale europea tramite il suo presidente Jean-Claude Trichet ha deciso per una nuova stretta monetaria portando i tassi di riferimento da 4% al 4,25%, questo sui i nostri conti porterà un aggravio di circa 10 miliardi di Euro ma per gli inutili euroburacrati questo non conta. Cosa volete che gliene importi del costo sociale ed economico che si sta prospettando, se questo inutile,  anzi demenziale inasprimento penalizzerà ulteriormente le nostre imprese e  peserà  sulle tasche dei cittadini, l'importante è che i rigidi parametri di Maastricht vengano rispettati.

 Il dato di inflazione della zona euro è uscito al 4%, un mezzo shock e il doppio di quello che la BCE ha come obiettivo per cui si sino sentiti in dovere di alzare i tassi ma sbagliano, non abbiamo un inflazione anni '70 perchè allora la domanda dei consumatori cresceva e questo è l'ingrediente indispensabile perchè esploda l'inflazione.


Trenta anni fa :
a) i consumatori non erano indebitati,
b) chiedevano aumenti salariali tramite i sindacati
c) esistevano meccanismi di indicizzazione degli stipendi tipo scala mobile,
d) i governi avevano poco o niente debito per cui spendevano, assumevano, davano aumenti senza problemi
e) si svalutava la lira di continuo
f) c'era meno concorrenza internazionale per le imprese

per cui alla fine in seguito ad un balzo del petrolio e ad una politica monetaria facile si creò la "spirale prezzi-salari" che si rincorrevano e l'inflazione esplose fino al 15% quasi ovunque nel mondo

Oggi non vedi proprio salire gli stipendi,  e poi c'è l'immigrazione e delocalizzazione, gli stipendi non sono indicizzati, le famiglie hanno debiti, lo stato è indebitato al limite massimo, ha vincoli europei e spende ancora ma con difficoltà e infine hai più concorrenza per i beni importati con la globalizzazone e l'euro che impedisce di svalutare

perchè i prezzi salgano ovunque non basta che aumentino i costi dell'energia, le bollette, le tasse e le materie prime, se i consumatori riducono i consumi in corrispondenza a questi aumenti di costi l'inflazione più di tanto non sale

La sensazione di inflazione però è reale secondo me da tempo anche per un motivo strutturale, perchè tantissime piccole cose che una volta non costavano niente oggi lo stato fa in modo che costino o costino 5 volte tanto a causa di una serie infinita di piccole "regole" che dissanguano piano piano senza che te ne accorgi

Questo è un aspetto "micro-economico" che nessun economista si degna di notare perchè non è quantificabile e gli economisti parlano solo di quello che appare nelle statistiche e nei dati finanziari, le cose reali che stanno sotto le statistiche sfuggono in molti casi

Una volta tagliando e revisione dell'auto erano ogni sette oggi ogni due anni, mandavi il bimbo all'asilo con il pranzo da casa per risparmiare, oggi è vietato dargli anche una merenda, una volta le multe erano di 20mila lire, oggi di 140 o 180 euro, se devi ristrutturare qualunque cosa o anche far ispezionare una caldaia rischi di pagare 100 o 200 euro dove una volta lo facevi quando ti ricordavi, se hai figli piccoli ad un anno devi comprare un seggiolino obbligatorio e a due anni un altro, qualunque cosa tu faccia in casa tua richiede certificati che costano perchè se cambi destinazione o cambi qualunque cosa occorre rivolgersi al geometria che ti faccia la domanda in comune e devi pagarlo... se non sentissi affanno nel scrivere queste cose potrei andare avanti quasi all'infinito ad elencare le cose che ora lo stato impone di pagare che prima costavano niente o poco o che erano facoltative e specialmente poi alle imprese e lavoratori autonomi... Questo però è un processo lento e graduale inarrestabile che si manifesta solo in parte nelle statistiche ed è però percepito indirettamente alla fine da tutti, ma alzare i tassi di interesse anche qui non serve.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Commenti al Post:
stuntman2
stuntman2 il 11/07/08 alle 20:52 via WEB
Beh... grazie al cielo e semi-dissanguandoci, siamo riusciti a saldare il mutuo. Per i miei gusti,a tasso variabile, era già salito troppo! Per la revisione dell'auto (vecchia di cinque anni) ho pagato 60 euro.Me l'hanno tenuta la bellezza di una ventina di minuti (sic).La revisione della caldaia, la facciamo TASSATIVAMENTE ogni anno. Ogni due c'è da fare il controllo approfondito!!!!!!!!!! Abbiamo dovuto spendere fior di quattrini per mettere l'impianto elettrico a norma. Acqua,gas, corrente elettrica, spazzatura, tassa di possasso auto e TV...ICI (per fortuna tolta dai piedi), qualche visita specialistica di controllo....Insomma ci stanno rendendo la vita DURISSIMA! Speriamo almeno, prima o poi, di fare una bella vincita al lotto, così risolveremo qualche problemuccio... Ciao, buon week end.
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 12/07/08 alle 14:41 via WEB
Non dimentichiamoci della benzina, quando inventarono quella verde forse sapevano che al verde ci avrebbero lasciato. E' vero che in gran parte la colpa è dei satrapi arabi o dittatori vari, ma è anche vero che su ogni centesimo lo stato è capace di incassarne 10 ma di euro...era una battuta ma a dire la verità mi sembrava persino realistica. Se io fossi Tremonti farei pagare tutto ai comunisti, già, loro godono a pagare le tasse ( parola di Padoa Schioppa ) anzi se le diminuisci si incazzano pure ;-). Ciao
(Rispondi)
 
 
stuntman2
stuntman2 il 21/07/08 alle 12:37 via WEB
Ho comperato una macchina diesel per risparmiare qualche cosa in carburante... per questa ragione, l'auto l'ho pagata di più. Ora il gasolio costa come la benzina... in sostanza: cornuto e mazziato!!Visto che i comunisti godono a pagare le tasse, sarebbe utile non fare troppi regali alle coop rosse...Ciao ;)
(Rispondi)
 
 
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 23/07/08 alle 14:53 via WEB
Ma come, la Coop sei tu ;-).. ma gli incassi sono i loro. Ciao
(Rispondi)
guardameglio
guardameglio il 16/07/08 alle 13:00 via WEB
Rigiriamola come vogliamo ma siamo sempre lì con un Europa un pò troppo lontana dal voto della gente..ciao
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 17/07/08 alle 00:33 via WEB
Caro Franco, l'Europa trabocca sempre più di un invadente burocrazia, mentre hanno passato gli ultimi anni a masturbarsi sul riscaldamento globale, Guantanamo, la costituzione, gli sceicchi e dittatori arabi e i magnati ex-KGB russi hanno incassato il maggiore trasferimento di ricchezza della storia dell'umanità facendo aumentare del 500% in euro il petrolio e del 300% circa il gas naturale e tutto senza che nessuno si preoccupasse di tentare di porre un rimedio alla speculazione. Non sono soltanto lontani dalla gente sono totalmente inutili. Ciao
(Rispondi)
card.napellus
card.napellus il 16/07/08 alle 16:57 via WEB
La storia è curiosa: c'è un macro-stato composto di 25 nazioni, ha una moneta unica forte e stabile, ma ha 25 ministri delle finanze che rispondono a venticinque governi ciascuno con le sue necessità. L'Europa a mezzo ci distruggerà: o si termina questa transizione, o ci troveremo messi male. L'Italia come sempre è un caso esemplare: le istituzioni prevedono cose curiose, cui ci si deve sottomettere. Il controllo della caldaia è uno di questi, il collaudo-farsa dell'auto un altro. Sacche di economia che lavora in regime monopolistico, ordini e corporazioni che sono Stato nello Stato. Una scuola che è obbligatoria ma a tuo carico (libri, cancelleria, servizi, mensa, cassa comune per le spese) e un sistema di sostegno per chi ha dei figli che è quasi offensivo. Ciao.
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 17/07/08 alle 01:11 via WEB
Che poi non è vero che la gente non vuole l'Europa, è che la gente non vuole questo tipo di Europa; dove poteri fantasma decidono tutto, oltre le intenzioni e la volontà delle popolazioni. Hai perfettamente ragione nel dire ci troviamo di fronte ad una sorta di struttura monopolistica, hanno un continuo e impellente bisogno di denaro quindi instaurano regimi monopolisti con sovrapprezzi monopolistici. la gente, le masse che tirano tutti i giorni la carretta ci stanno solo rimettendo. Dagli anni 70 ad oggi siamo solo peggiorati, non era certo questa l'Europa che ci si aspettava. Ciao
(Rispondi)
 
 
card.napellus
card.napellus il 17/07/08 alle 14:51 via WEB
Pensare che in meno di venti anni i tedeschi si sono riuniti, con tutto quello che era successo, e siamo ancora a pensare cosa comporta il voto contrario di qualche migliaio di irlandesi... Ma non ci si può aspettare un uomo politico che abbia pochi scheletri nell'armadio ma due palle così? Non dico l'uomo forte, mi basta qualcuno che dia pane al pane e non sia immediatamente ricattabile................. La marca da bollo, le spese per la vidimazione dei registri, l'autentica di questo e di quello, le accise sulla benzina per l'alluvione di Firenza o per le colonie, mai tolte, le commissioni create per sopprimere gli enti inutili... meglio non pensarci. Ciao.
(Rispondi)
 
 
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 18/07/08 alle 01:20 via WEB
Non credo che esistano molti uomini simili almeno in questa parte del pianeta, e se esistessero la parte politica avversa troverebbe sempre il modo per diffondere notizie false e diffamatorie, e sappiamo quanto la diffamazione faccia parte soprattutto del patrimonio genetico della sinistra. Abbiamo quasi sempre dovuto accontentarci anzi, subire politici incapaci, e quelli li riconosci subito di solito si fanno scudo di ragioni morali o si fanno portatori della retorica statalista per poter fare uso della leva fiscale piuttosto che diminuire la spesa improduttiva con la quale mantengono la classe parassitaria da cui attingono voti. Chissa', con un forse grande quanto una casa uno di quegli uomini accennati all'inizio potrebbe essere Berlusconi...se pensanse un pò meno alla foca, ma come biasimarlo, di certo c'è chi non lo fa, l'altro giorno ho letto su un muro una scritta che diceva: "Silvio, l'Italia che lavora e scopa è con te", io preferisco la Garfagna ma comunque. Ciao
(Rispondi)
bammina
bammina il 22/12/08 alle 22:20 via WEB
Un piccolo pensiero per te con tanti auguri di ==> CLIKKA
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom