Creato da ilcorrierediroma il 16/10/2012

Emozioni Vitali

Libero di Me

Messaggi del 04/02/2023

ipoteticamente..

Post n°2064 pubblicato il 04 Febbraio 2023 da ilcorrierediroma
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il francese è la lingua più bella.

Tutto ciò che potresti voler dire

suona automaticamente meglio

quando si parla in francese.

 

Una frase in inglese equivale

ad almeno due frasi in francese.

Tutto non è solo più lungo, ma anche più bello.

 

Il francese è la lingua che usiamo

per chiarire e illuminare il sentimento.

La sua delicatezza rivela

ciò che i bordi grezzi dell'inglese non fanno.

 

La lingua distrugge ciò che crea, è disumano,

rende impossibile la vera intimità,

ci separa più ferocemente

dell'edificio in pietra sbriciolato del muro di Berlino.

 

Ma nell'umile clemenza della lingua francese tutto è perdonato.

 

La politica è un discepolo del linguaggio.

I documenti legali formano una letteratura

all'interno della quale è possibile distruggere

la vita delle persone in un modo molto più concreto

di quanto i grandi poeti romantici avessero persino immaginato.

 

Ma ogni parola che si scrive ha conseguenze.

E non è un caso che così tante grandi opere

di letteratura e filosofia

siano state originariamente formulate in francese.

 

 

E quando l'Europa diventa il bagno di sangue più violento

che il millennio deve ancora sperimentare,

come sembra probabile entro i prossimi cento anni,

è ancora più probabile che l'epitaffio

per milioni di mutilati e morti sarà scritto

all'interno delle intonazioni e tonalità flessibili

dell'antica ma incalcolabile lingua francese.

 

Personalmente parlo, leggo o capisco il francese.

Sto parlando solo ipoteticamente..