Creato da seforsemaipiu il 12/03/2012

L'INGANNO

dove la fantasia non potrà mai arrivare

 

 

« trecinque »

quattro

Post n°4 pubblicato il 18 Marzo 2012 da seforsemaipiu

 

Come sempre la cena, qualche parola col padre fino a quando il sonno non lo coglieva sulla sedia, la cucina da sistemare e poi a letto. Flora non si sarebbe dovuta alzare presto l’indomani. Lei non andava più a scuola. L’epilessia era troppo invadente, le crisi frequenti le toglievano le forze, la strappavano al quel poco di spensieratezza che le era rimasta. Perdeva conoscenza e cadeva a terra, gli occhi si rovesciavano all’indietro e seguivano convulsioni e spasmi. Il viso contratto, braccia e gambe si muovevano in modo scoordinato in tutte le direzioni col rischio che si procurasse ferite in tutto il corpo. Passata la crisi seguiva un breve periodo di coma e incoscienza. Al suo risveglio non ricordava nulla. Con gli anni sarebbe riuscita a sentirle arrivare, quel piccolo lasso di tempo che intercorreva tra lo stato di veglia e l’assenza l’avrebbe riconosciuto. Così quando le capitava di avere tra le braccia il nipote lo stringeva più forte per paura di farlo cadere… ma ciò sarebbe comunque avvenuto se qualcuno non fosse stato pronto ad afferrarlo, era raro che venisse lasciata sola, soprattutto in presenza di bambini. Il padre lavorava tutto il giorno e si raccomandava a Irma che avesse cura di lei, che la seguisse, che cercasse di esserle sempre accanto, e quando Irma era al lavoro, Flora veniva affidata alla nonna di Nicola. Passava molte ore lì e quando lui tornava dalla scuola e lei le stava accanto mentre studiava… o tentava di farlo. Nicola viveva con la madre, la sorella Anna e la nonna, il padre era morto quando loro erano piccoli, così quel ristretto nucleo di persone era divenuto sempre più affiatato. Avevano accolto Flora come una figlia e lei si sentiva protetta e amata. Arrivò fine ottobre, Nicola compì diciassette anni. Amalia, la madre gli organizzò una festa. Amici, dolci preparati in casa dalla nonna, un nuovo giradischi e Flora vestita d’azzurro come i suoi occhi a risplendere come nessuno più di lei. Ormai più di un anno insieme. L’amore cresceva e si nutriva di una forza unica, un sentimento pulito e naturale che li spingeva a fare progetti, ad immaginarsi una casa tutta loro, ma bisognava avere pazienza, la maggiore età arrivava a vent’un anni. Un pomeriggio la nonna di Nicola ricamava un centrotavola comodamente adagiata sulla sua poltrona nel raccolto salottino dedicato alla lettura, Anna gironzolava nel grande appartamento e si divertiva a scivolare su un cuscino, nel lungo corridoio. Nicola la chiamò. “ Ascolta bene, ora devi stare attenta che la nonna non si alzi dalla poltrona e venga verso camera mia. Se lo fa, tu corri subito da noi e gridi al lupo al lupo! “ Anna sorrise sorniona. “ E tu cosa mi dai?” rispose pronta. I suoi otto anni non corrispondevano anagraficamente a una bambina di quell’età. Rimase impettita e con l’aria furba in attesa di una risposta. “ Domani se esegui bene l’incarico quando andiamo al cinema ti compro tutto quello che vuoi”: Lei si illuminò. “ Anche i gelatini di panna ricoperti di cioccolato?” “ Sì sì anche quelli due scatole, ma ora mettiti di guardia intesi?!” Anna si mise sull’attenti come un soldatino e fece il saluto militare prima di prendere la ricorsa per fare un’altra scivolata. Nicola socchiuse un po’ la porta, guardò Flora in controluce che distratta cercava tra la sua collezione di dischi. Ne scelse uno, lo fece scivolare dalla custodia di carta, cercò il lato giusto e posizionò la puntina sul vinile. La musica partì, si girò e incrociò gli occhi di Nicola. Non ci volle molto, si abbracciarono sulle note della loro canzone e si mossero lenti, lui carezzandole dolcemente la schiena, lei tenendo i pollici nei passanti dei pantaloni.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/linganno/trackback.php?msg=11160760

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
TerraVentoFire
TerraVentoFire il 19/03/12 alle 07:03 via WEB
..... riesci a togliere il fiuato leggendoti... :-)
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:37 via WEB
...sei di parte! ^_*
 
fatastrega2
fatastrega2 il 19/03/12 alle 10:04 via WEB
Dolce e melodioso questo pezzo di racconto amica mia...felice inizio di settimana;)Angela
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:38 via WEB
Grazie Angela...un abbraccio a te!^_^
 
coloridivita
coloridivita il 19/03/12 alle 21:58 via WEB
Povera piccola Flora, la sua malattia la tormenta, fortunatamente Nicola l'ama e le dā l'affetto di cui ha tanto bisogno! Che bella questa storia ma avverto un pō di tristezza in questa fanciulla tanto delicata, chissā se Flora sarā davvero felice... un bacio
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:40 via WEB
Non ti svelo niente...ma come sempre gli occhi del tuo cuore vedono lontano. Un bacione^_^
 
fabpat72
fabpat72 il 19/03/12 alle 22:17 via WEB
Auguri a tutti i papā del mondo, buona serata ^___^ ciaooo
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:41 via WEB
Certo auguri a tutti i papā...ai loro grandi cuori e al loro amore profondo. Un abbraccio ^_^
 
olivia010
olivia010 il 20/03/12 alle 09:15 via WEB
bellissime parole...Oly
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:41 via WEB
Grazie tesoro...
 
fatastrega2
fatastrega2 il 20/03/12 alle 12:12 via WEB
Un saluto;)Angela
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:41 via WEB
Ciao Fata...^_^
 
ironwoman63
ironwoman63 il 20/03/12 alle 14:12 via WEB
un bel racconto.... ti seguiro' se mi invii l'invito ai tuoi post! buona giornata e grazie del tuo passaggio al mio blog.Lulu'
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 20/03/12 alle 21:43 via WEB
Ti ringrazio, mi farā piacere averti tra le mie pagine. Devo capire come fare per mandarti l'invito ai post ^_* Un sorriso^_^
 
virgola_df
virgola_df il 21/03/12 alle 02:25 via WEB
E non esistettero che loro e quella dolce melodia che prendeva pelle e cuore!
Notte notte amica mia, due passi in riva al mare a respirarne il respiro prima di dormire e sognare ancora nuove albe e colori!
virgola
 
fatastrega2
fatastrega2 il 21/03/12 alle 11:43 via WEB
I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli...felice inizio di primavera cara;)Angela
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

AREA PERSONALE

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MistralswingFuroreNero.Xcate.700unica_elfaolivia010Dolcenick73azzurro2000pranocchia56virgola_dfaquasystempsicologiaforensevaleria.gasparinDIAMANTE.ARCOBALENOLADY_KIKKAcasalinga_spensierat
 

ULTIMI COMMENTI