Creato da seforsemaipiu il 12/03/2012

L'INGANNO

dove la fantasia non potrà mai arrivare

 

 

« diecidodici »

undici

Post n°11 pubblicato il 16 Aprile 2012 da seforsemaipiu

Attilio rientrò al lavoro dopo averla abbracciata alla stazione. Si era raccomandato ad un conoscente che viaggiava con lei, che non la perdesse d’occhio neppure un secondo e lo avvisasse subito nel caso si fosse sentita male, ma sapeva quanto questo non fosse sufficiente a restare tranquillo, quanto le sue attenzioni non fossero mai state abbastanza. Sentiva di avere in parte fallito con lei, percepiva qualcosa nell’aria, fiutava un odore, ne sentiva la presenza ma non riusciva a capire da dove venisse la sua inquietudine. Quando rientrò la sera, tutto sembrava tornato come una volta, quando i sorrisi non si sprecavano di certo, ma erano più leggeri. Irma aveva preparato la cena, apparecchiato con cura e la radio era accesa su un canale locale che trasmetteva solo musica. “ Ciao papà” Lo accolse la voce della figlia dalla cucina, mentre era intento a togliersi le scarpe nell’ingresso. “ Flora è arrivata, mi ha avvertito la vicina, hanno chiamato circa due ora fa, tutto bene.” L’uomo si limitò ad un sospiro profondo, si lavò le mani e si sedette a mangiare. Poco dopo arrivò anche Antonio e finirono la cena come se nulla fosse. “ Vuoi il caffè papà?” Domandò Irma gironzolandogli intorno. “ No, farò già fatica di mio a dormire stanotte”. La ragazza si irrigidì constatando che i suoi sforzi poco servivano a far rasserenare il padre. “ Su papà, non essere triste, starà bene con Lina, aveva solo bisogno di cambiare aria …”. “ La fai semplice tu”. Rispose serio. “ Sono sicuro che c’è dell’altro ma non lo saprò mai, vero Irma?” Disse guardandola con aria inquisitoria.

Flora e Lina erano davanti ad un piatto di lasagne fumanti appena sfornate. Flora mangiò senza entusiasmo, mentre la nipote le accarezzava i lunghi capelli, abbozzando una treccia incerta. Lina aveva la stessa percezione del padre guardandola, nell’arco di poco tempo, la sorella sembrava cambiata, fiutava ma non sapeva dove guardare. I giorni passavano lenti per Flora, se fosse possibile, si sentiva ancora più sola. Lina usciva presto la mattina, portava i bambini all’asilo e restava al lavoro fino alle sette di sera. Giorgio, il cognato, rientrava solo tre sere alla settimana. Non usciva quasi mai, non conosceva nessuno e a parte un giradischi sul quale mettere il suo disco, non aveva nulla da fare. Si rendeva utile facendo i mestieri di casa, e la sera inventava fiabe per i nipoti che la ascoltavano rapiti fino a quando non crollavano dal sonno. “Flora, la signorina Giulia, quella che ha il negozio di parrucchiera dice se vuoi andare qualche ora a lavorare da lei… ti paga sai? E poi sarebbe un occasione per conoscere qualcuno, per uscire un po’, che ne dici?”  “ Dico che non mi interessa” Rispose fredda. “ Ma insomma, non puoi stare tutto il giorno a casa, possibile che non tu non abbia qualche ambizione? La rimproverò. “ Se hai già deciso che devo andare dalla signorina Giulia, perché me lo chiedi?” . “ Sì ho deciso Flora, per il tuo bene. Domattina prima di andare al lavoro le dirò che inizi con la nuova settimana, quattro ore la mattina, vedrai che ne sarai contenta”. Contenta era una parola grossa ma forse era un inizio e lei sapeva che da qualche parte avrebbe dovuto iniziare. E per qualche settimana le sembrò quasi bello uscire la mattina insieme a Lina e i nipoti, salutarli all’angolo della via per svoltare e percorre ancora poche decine di metri, prima di entrare in un mondo scintillante e profumato. Le donne che venivano a farsi i capelli erano simpatiche e parlavano di tutto, figli, mariti, amanti, sesso, cucina. Giulia sapeva tutto di tutti, le ascoltava pazientemente, dava loro consigli, raccontava barzellette e aveva un parola buona per ogni cliente. Le sembrava una donna moderna e intelligente, la persona giusta con la quale liberarsi delle sue angosce. Fu sul punto di raccontarle di aspettare un bambino, quando entrò l’ennesima signora con le lacrime agli occhi. “ Giulia cara, sapessi che disgrazia mi è capitata!”. Si accomodò al lavaggio e fu Flora a raccoglierne la disperazione. La signora mugugnava qualcosa di indecifrabile tra i singhiozzi sommessi, mentre lei le massaggiava la cute con cura, la sciacquò e le avvolse un asciugamano sui capelli. Ora davanti allo specchio, mentre Giulia la preparava alla piega, si liberò del suo tormento come un fiume in piena. “ Anna, Annina, la mia Annina… aspetta un bambino da quel disgraziato del suo fidanzato, capisci Giulia che cosa mi è successo!?” Disse con aria contrita, poi continuò il suo delirio. “ Ora tu dimmi una povera madre cosa deve fare di fronte ad una cosa simile… siamo rovinate, lei ha solo diciassette anni, deve finire il liceo classico, lui lo scientifico, tra poco la pancia si vedrà, lo sapranno tutti capisci tutti!!! Dio che disonore…che tragedia quando lo saprà mio marito!”.  Flora aspettò la risposta di Giulia, sicura che la donna avesse pronta qualche frase ad effetto e qualche saggio consiglio. Ma Giulia si limitò a scuotere la testa in segno di disapprovazione e si lasciò scappare un lamento, aggregandosi alla calamità imminente. “ Mi dispiace Signora Anselmi, mi creda sono costernata, certe cose sono così disdicevoli… ma di quanti mesi è… ha pensato all’aborto prima che sia troppo tardi?”. Flora inorridì, lascio cadere le forbici che stava porgendo a Giulia. La donna si voltò e la rimproverò. “ Stupida! Ma lo sai che sono forbici di precisione? Sai quanto costano? Te le dovrò detrarre dallo stipendio…sicuramente ora saranno scardinate e non mi servirebbero nemmeno per potarci i fiori!”. Poi tornò a rivolgersi alla cliente avvilita. “ Non so’ dove abbiano la testa le ragazze di oggi, tutte stordite”.

La mattina dopo Flora non si presentò al negozio, finse di andarci ancora per una settimana, forse avrebbe finto per chissà quanto tempo ancora, se un giorno invece mentre girava per la città non avesse avuto un malore e venne portata in ospedale in stato di incoscienza. Lina fu avvertita subito e così venne a sapere dal suo bambino.      

“ Sua sorella è incinta di quasi sei mesi signora, non posso essere più preciso ma l’utero è molto ingrossato. Il feto è posizionato molto internamente, dipende dalla costituzione della ragazza, può succedere che fino al settimo mese non sia evidente, ma ciò non significa che il bambino soffra o non sia tutto regolare”. Lina trasalì, possibile che lei stessa avendo avuto due figli non si fosse accorta di nulla? Flora era seduta sul letto, pronta per lasciare l’ospedale,  teneva gli occhi bassi come se questo potesse nascondere ciò che ora non era più solo un suo segreto. Il medico la dimise raccomandando assoluto riposo. “ Ci rivediamo tra quindici giorni signorina”. Lina la prese per mano e la tenne stretta fino a casa, le sembrava impossibile potesse aspettare un figlio, cercò di guardarla negli occhi ma Flora non alzò la testa fino davanti alla porta di casa, quando senza tono disse alla sorella. “ Lo tengo questo bambino”. “ Certo che lo teniamo tesoro”.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/linganno/trackback.php?msg=11237549

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
pgmma
pgmma il 16/04/12 alle 20:36 via WEB
Anche se non pratica del lago, la moglie decide di uscire in barca. Accende il motore e si spinge ad una piccola distanza: spegne, butta l'ancora, e si mette a leggere il suo libro. Arriva una Guardia Forestale in barca. Si avvicina e le dice: "Buongiorno Signora. Cosa sta facendo?" "Sto leggendo un libro" risponde lei (pensando "non è forse ovvio?!?"). "Lei si trova in una Zona di Pesca Vietata," le dice la guardia "Mi dispiace, agente, ma non sto pescando. Sto leggendo". "Sì, ma ha tutta l'attrezzatura. Per quanto ne so potrebbe cominciare in qualsiasi momento. Devo portarla con me e fare rapporto". "Se lo fa, agente, dovrò denunciarla per molestia sessuale" dice la donna. "Ma se non l'ho nemmeno toccata!" dice la Guardia Forestale "Questo è vero, ma possiede tutta l'attrezzatura. Per quanto ne so potrebbe cominciare in qualsiasi momento." "Le auguro buona giornata signora" e la guardia se ne va.
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 16/04/12 alle 22:00 via WEB
Diffice liberarsi di certa attrezzatura...! Grazie molto carina, un sorriso!^_^
 
coloridivita
coloridivita il 16/04/12 alle 22:24 via WEB
che differenza tra la signore ela sorella di Flora! meno male che la nostra piccola donna è circondata da persone ragionevoli che la sostengono nel suo sogno di avere questo figlio! un bacio, bellissima la nostra Flora
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 22/04/12 alle 19:37 via WEB
Troppa gente viveva con la paura del giudizio altrui...a discapito dei propri sogni. Avviene ancora oggi...che tristezza! Ciao Anto, un bacione^_^
 
fatastrega2
fatastrega2 il 17/04/12 alle 09:49 via WEB
Che tristezza questa ragazza ma che coraggio nel tenere il suo bambino è una donna ormai...andiamo avanti cara;)buongiorno;)Angela
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 22/04/12 alle 19:38 via WEB
Ha avuto una vita difficile...quando ho conosciuto la sua storia mi si è stretto il cuore... Un abbraccio Angela!^_^
 
olivia010
olivia010 il 18/04/12 alle 08:39 via WEB
davvero una donna coraggiosa..Un bacio Oly
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 22/04/12 alle 19:39 via WEB
Spesso manca il coraggio...se non si è supportati da qualcosa o qualcuno. Un sorriso Oly^_^
 
virgola_df
virgola_df il 18/04/12 alle 21:25 via WEB
Ancora nello scrivere ti sei lasciata andare e ancora con parole pregne di te sei riuscita ad incantarmi ...
Serena sera amica mia!
T'abbraccio!
virgola
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 22/04/12 alle 19:40 via WEB
Grazie Virgola... è la mia storia...sto imparando a conoscermi attraverso di essa...se riesco a lasciarmi andare, respiro. Un abbraccio forte^_^
 
coloridivita
coloridivita il 18/04/12 alle 21:33 via WEB
Chissà la mia Flora cosa farà, aspetto di leggere altro! ;) Un bacio
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:43 via WEB
e io ti aspetto tra le mie righe, sempre con tanta gioia! Un bacione a te^_^
 
fatastrega2
fatastrega2 il 19/04/12 alle 12:39 via WEB
Cara felicissimo giorno;)Angela
 
animaxxxx
animaxxxx il 19/04/12 alle 18:38 via WEB
Qualcosa si muove, fuori e dentro di lei. Speriamo che la sorella riesca a darle quel calore di cui ha tanto bisogno. Scrivi presto.......... baci :)
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:44 via WEB
Ciao...grazie sempre attenta...un abbraccio grande!^_^
 
animavagante6
animavagante6 il 19/04/12 alle 23:37 via WEB
Tu mi emozioni.
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:45 via WEB
...tu sei nel mio cuore...^_^
 
fatastrega2
fatastrega2 il 20/04/12 alle 10:57 via WEB
Aspetto il proseguo....buona giornata;)Angela
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:45 via WEB
Arriva presto Angela!!!^_^
 
atavicorespiro
atavicorespiro il 20/04/12 alle 16:30 via WEB
Quanta ipocrisia, allora come oggi. Aspetto di sapere il resto! Un grande bacio :)
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:46 via WEB
per quella non c'è epoca, ne tempo...allora come oggi ne siamo circondati! Un bacione a te^_^
 
calgianluca
calgianluca il 21/04/12 alle 14:18 via WEB
Ciaoooo Cindyli, quanto tempo ! Che bello averti rincontrato :D Se non sbaglio hai creato un ambiente completamente nuovo e altrettanto splendido. Al momento non sono molto attivo nel blog ma presto tornerò a trovarti con più assiduità. Un abbraccio grande da Forlì. Ciao e a presto.
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:47 via WEB
Eccoti!!! Che bello caro Luca, felice di ritrovarti, ti aspetto quando vuoi...sono qui! Un bacione^_^
 
virgola_df
virgola_df il 21/04/12 alle 16:52 via WEB
Buon fine settimana, Momi cara!
Un saluto e un sorriso!
virgola
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:48 via WEB
Altrettanto a te Virgola mia! Un sorriso grande come il tuo mare ^_^
 
coloridivita
coloridivita il 22/04/12 alle 11:13 via WEB
Un bacio e dolce domenica cara Momi! ^_^
 
 
seforsemaipiu
seforsemaipiu il 24/04/12 alle 16:48 via WEB
Bacio preso! Sopravvissuta alla domenica! Grazie tesoro, un bacio^_^
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

AREA PERSONALE

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MistralswingFuroreNero.Xcate.700unica_elfaolivia010Dolcenick73azzurro2000pranocchia56virgola_dfaquasystempsicologiaforensevaleria.gasparinDIAMANTE.ARCOBALENOLADY_KIKKAcasalinga_spensierat
 

ULTIMI COMMENTI