Le ravissement

de Lol V. Stein

 
immagine
 
"C'è un Sogno che ci sta sognando."
Diogene
 
immagine
 

"Sapevo che tu mi sognavi,
Perciò non potevo dormire."



Anna Achmatova

 

VALÉRY STEIN

"... Pensava a qualche cosa, a se stessa? le domandavano. Non capiva la domanda. Si sarebbe detto che andava avanti per forza d'inerzia e che l'infinità stanchezza di non riuscire a fermarsi non era concepibile; sembrava diventata un deserto dove una facoltà nomade l'avesse lanciata all'inseguimento interminabile di che? Non si sapeva. Essa non rispondeva.

 Della prostrazione di Lol, del suo abbattimento, della grande sua pena, avrebbe avuto ragione solo il tempo, dicevano... " ( p.18; idem )

 

DAL LIBRO QUI TRAGGO

immagine
"...Nella prostrazione di Lol si notarono in quel periodo, dicono, alcuni segni di sofferenza. Ma che significato ha la sofferenza senza oggetto?..." (p. 17;ed Feltrinelli )
 

TRATTO DAL LIBRO

" ...Poiché bisogna inventare gli anelli della catena che mancano alla storia di Lol V. Stein, mi sembra più giusto spianare il terreno, scavarlo, aprire tombe dove Lol fa la morte, che non innalzare montagne, costruire ostacoli, creare incidenti. E credo, conoscendo Lol, che avrebbe preferito vedermi rimediare in questo senso alla penuria di fatti della sua vita... " (p. 19; idem)

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

Post N° 53

Post n°53 pubblicato il 01 Agosto 2007 da Loliana

Oggi è il primo Agosto[punto]

Non è esattamente il fatto che sia il primo giorno di un mese che così tanto odio che mi preoccupa, ma mi suscita grande determinazione, perché è stato un punto che ho fissato fra me e me per la ripresa di studio dopo un mese di girovago assoluto e riposo a dismisura. Ho finito di dipingere la mia scrivania e il letto. Nessuno avrebbe creduto che il verde olive e la rossa opera potrebbero stare così tanto bene insieme. Ho 3 materie da studiare, e inoltre mi sto preparando per lo stage del primo settembre... perché scrivere tutto ciò per voi?...sinceramente non so nemmeno io, ma credo che dovrei creare la dimensione di un inizio, con le parole, e sento che non sarà facile, perché io, personalmente sono abituata ad avere obligazioni esterni per poter comminciare in metà estate a studiare come un elefante, e questa volta questa forza oggettiva non c'è... c'è la mia libera volontà e arbitraria scelta... e non vi nascondo che mi sto divertendo... sembro mettere a prova le mie stesse intenzioni... come se in me esistesse un'altra persona che riesce ad essere più "me" .

 
 
 

Post N° 52

Post n°52 pubblicato il 25 Luglio 2007 da Loliana


Forse, posso continuare con la faccia tosta, a sentire i sogni che mi suscita O., senza ammettere, che ho sbagliato, ma mi chiedo cosa può essere più umano dello sbaglio se non lo stesso sbaglio di non considerare uno sbaglio in quanto tale.
 Però non vi nascondo che sono amaregiata... So che non è questo il momento di fermarmi. Ho tante cose nella mente, tante idee, e di più, mi sento felice. Sento una specie di timore, Ho paura che tutto questo riesca a perdersi, a causa della forza di gravità. Parlo di quella forza che rende a volte le cose più stravaganti come se fossero "ovvie". Per cui, se tu ne soffri, sei una all'antica che non sa cosa è la crudeltà dell'amare al femminile, e non percepisce le più semplici confusioni "naturali" al maschile. Mi chiedo chi ha creato gli appellativi, perché bisogna declinare tutto ciò che all'umano nel suo insieme appartiene, ad un genere in particolare... e tutto da capo, commincio a ricordarmi delle persone che non hanno saputo avvalorare tante cose in me e negli altri, alle persone più che presuntuose che confondono le proprie debolezze con la mancanza di comprensione da parte gli altri. e Continuo a patire tutto ciò...
ancor più difficile è, fare conti con questo stato d'animo, mentre non c'è il sentimento della tristezza, ma un'insgnificante rabbia che non conclude il suo circolo vizioso quando una dose di autocoscienza ti salva dall'insonnia. Sento di essermi affidata alle mie capacità migliori, ricooscendo " per sbaglio" la presenza di qualcuno che ne vuole sapere qualcosa.
Col passare del tempo, mi convinco sempre di più, che sono veramente pochissime le persone che riescono a volerti bene. cioè  Volere il Bene a te. Non è una cosa semplice come invece siamo abituati a pensare.
Una volta una persone mi ha detto chi si vuol bene a qualcuno, quando non si riesce ancora ad amarla quella persona, cioè come un livello al di sotto dell'amore!
Ci rendiamo conto di certi significati? Certe categorie che non so da dove sono spuntate fuori...


Troppi lamenti... e mi è sfuggito di dirvi che sto passando un meraviglioso estate, malgrado mio, accompagnadomi dalla vicinanza di diverse persone care. Ma ormai so che non posso fare a meno di certi pensieri. è un pò Sindrome Ozio...

Un abbraccio a chi mi segue

 
 
 

Post N° 51

Post n°51 pubblicato il 11 Luglio 2007 da Loliana

mi mancano i momenti in cui riuscivo a scrivere ciò che sento in una forma poetica. Mi mancano le mie parole, forse la cosa che più mi manca, una speranza ancora irrisolta che progettava piano la ricongiunzione dei sapori aspri e ignoti di una vicinanza che sei stato tu primo a solleccitarmi, eppure sei stato capace di lasciarmi da sola, seppure sei rimasto al mio fianco con le tue forme illusorie. Avrei voluto solo una volta dirti delle parole attraverso cui ho vissuto i miei mesi di gioia. Non so perché sento che un'altra volta qualcosa sta per finire, per concludersi, non so cosa sia, ma non voglio che mi abbandoni.questa cosa, forse è un gocciolante sguardo da bambino, o forse l'immagine di quello che ci ha divisi.... E come potrò dire che tutto questo non è romantico ma vero, che tutto questo è la mia vita, e la mia vta stessa è una citazione.

 
 
 

Post N° 50

Post n°50 pubblicato il 04 Luglio 2007 da Loliana

Il paragone, frammentario, di un ritorno, con l'arrivo della consapevolezza della più aspra convinzione, che l'arte di interpretazione non coincide con la formazione cristalizzata delle idee, che seppure avendo inizio nella mente di una persona, tendono a fomentarsi nei cimenti di un architetto ideologico piuttosto chiuso e calpestato da quel timore infantile che prende corpo sotto una tempesta secolare ma non rumorosa che Feuerbach chiama il dogma. Salvatemi!!

p.s. da cosa escolamò Arkadij *
dalla noia rispondo io!

p.s. 2 scusate se sono incomprensibile, è il fiorire della creatività che mi soffoca!


* personaggio del romanzo "Padri e figli" di Turgenev

 
 
 

Post N° 49

Post n°49 pubblicato il 29 Giugno 2007 da Loliana

 so amici miei, che siete ormai lontani, ma il sapere non basta. So che ogni ultimo addio, ha trascinato con sé una parte di me, sparpagliandola in nulla, come la pioggia di una notte di estate, che in un istante, appare, e senza mai tracciare un segno porta con sé il sonno, come quella volta, che camminavamo senza sapere il perché, come quei momenti "veri" e "ingenui" che non ci sono più, come il tuo viso, che non riesco più a ricordrmi, o lo scorrere lento di una sequenza che non porta al compimento il movemento del tuo corpo, perso nella distanza che separa il piacere di averti e grido di un violino, so che è finita, per sempre, e non ritornerà più, so che è vissuta, la mia vita e la tua, nel sogno che separa l'irrealizzabile dal possibile. Allora non sapevo. lo sto capendo di più ora. e i minuti che trascorrono fra una frase e la sua prossima, su questa tastiera, e l'incertezza che accompagna l'identità di ogni parola, legandola continuamente, ad un momento perduto di felicità.... non so cosa mi aspetta. ma sono felice!

p.s. la prima volta che mi sono chiesta cosà farò se rimango sola è stato oggi! di solito una certa domanda la si viene a chiedersi nella età di decadimento fisico.... c'è qualcuno in me che ha passtao molti anni più di me!

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Loliana
Data di creazione: 23/12/2006
 
Ci sono fra i ricordi d'ogni uomo, cose che non si raccontano a tutti, ma appena agli amici. Ce ne sono altre che neanche agli amici si raccontano, ma appena a se stessi, e per di più sotto suggello di segreto. Ce ne sono, infine, altre ancora che persino a se stessi si ha paura di raccontare, e di tali ricordi ogni uomo, anche ammodo, ne mette insieme parecchi. (F. Dostoevskij )
 
Il linguaggio è una forma della ragione umana, con una sua logica interna della quale gli uomini non conoscono nulla. (C. Lévi-Strauss )
 
immagine



"Il dogma non è nient' altro che un esplicito divieto di pensare."

Ludwig Feuerbach
 

FACEBOOK

 
 
immagine
 

ULTIME VISITE AL BLOG

dicoccinellagioh87volafarfallina1991francy.boveunlimite0cercoilmiocentrostrong_passionnottealta78sidopaulnomore.norlessmatteopratisupremamentekalo.spanpanpikattiverie
 
Citazioni nei Blog Amici: 9