Creato da Fanny_Wilmot il 01/02/2015

INSTABILITAS LOCI

(appunto il dis-appunto)

 

« Fiori di geloPasto nudo »

Meglio non essere mai nati

Post n°623 pubblicato il 06 Dicembre 2018 da Fanny_Wilmot
 

Negli ambienti filosoficamente illuminati circola questa domanda:"Quante persone dovrebbero esserci al mondo?". Il quesito non riguarda la salvaguardia dell'ambiente o della specie umana ma il fatto che, come scrive il filosofo David Benatar nel suo Meglio non essere mai nati, nascere è molto peggio che non nascere. Questo perché tutti gli esseri senzienti, anche gli animali, sono capaci di provare dolore e la sua presenza è sempre un male. Ovviamente il Nostro trova moralmente ammissibile il suicidio, posto che l'affetto o l'amore che l'aspirante suicida prova per amici e parenti dovrebbe indurlo a desistere.

Citando David Benatar:

"Non nego affatto che esista l'amore e neppure nego che i genitori amino i loro figli. Mi limito a sostenere che i benefici che genitori ricavano dal mettere al mondo figli che poi ameranno non supera gli enormi svantaggi che questi ultimi subiranno nel corso della loro esistenza. A mo' di chiarimento: se siamo disposti a riconoscere che a un sadico dia grande piacere infliggere dolore ad altre persone, non significa negare l'esistenza di quel piacere e aggiungerei subito che esso non giustifica affatto tale sofferenza".

A parziale consolazione di anime troppo sensibili valgano queste parole di Virginia Woolf:

"Dopotutto c'è un drammaturgo più grande di Shakespeare, di Ibsen o di Shaw. La natura".

In alto:  Missing Someone di Jorge Daniel Segura

 
 
 
Vai alla Home Page del blog