Creato da Fanny_Wilmot il 01/02/2015
(appunto il disappunto)

Ultimi commenti

Com'č vero quello che scrivi...sarą per questo che non...
Inviato da: Fanny_Wilmot
il 12/05/2018 alle 16:30
 
Un post sulla 'solitudine' totalizza 22...
Inviato da: boezio62
il 12/05/2018 alle 01:01
 
Mais oui, bien sūr!
Inviato da: Fanny_Wilmot
il 06/05/2018 alle 09:47
 
Buonasera, signori! Carissima, il suo salotto pieno di...
Inviato da: nahan
il 06/05/2018 alle 02:34
 
Certe persone nascono con un carattere difficile, a volte...
Inviato da: Mr.Loto
il 05/05/2018 alle 13:26
 
 

 

« Anche voi, versi mieiPornocrazia »

Lą dove i morti non sono morti

Post n°558 pubblicato il 16 Aprile 2018 da Fanny_Wilmot
 

I Parigini sostengono che al Père-Lachaise i morti non sono morti. Probabilmente questo singolare modo di porsi nasce dal fatto che il cimitero, percorribile lungo stradine di pietra lunghe e strette, ospita tombe di pittori, scrittori, attori, francesi e non. Come a dire, l'eternità del genio sotto il grigio delle lapidi.

Che io sia attratta dai cimiteri non è un segreto e svariate volte, sognando di mete lontane, ho espresso il desiderio di visitare cimiteri monumentali.

Perché un cimitero? Perché è lì che va in scena lo spettacolo inverso della vita. La fascinazione addomesticata della morte.

 

"Perché ci attrae la fine delle cose? Perché nessuno canta l'aurora? Perché preferiamo l'Inferno al Paradiso? Perché non ci convince il lieto fine?"

J. L. Borges

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrą pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non puņ superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: