Creato da: Fanny_Wilmot il 01/02/2015
(appunto il dis-appunto)

 

 

Onori

Post n°762 pubblicato il 16 Gennaio 2020 da Fanny_Wilmot
 

"A volte, ha detto, si divertiva a pescare nei bassifondi di Internet, dove i lettori esprimevano le loro opinioni sui propri acquisti letterari più o meno come avrebbero potuto valutare i risultati di un detersivo. Ciò che aveva appreso, analizzando tali opinioni, era che il rispetto della letteratura era di facciata, e la gente non si faceva scrupolo a maltrattarla. Era divertente, in un certo senso, veder attribuire a Dante una sola stella su cinque e descrivere la Divina Commedia come "pura merda", ma per una persona sensibile poteva essere deprimente, finché non ti ricordavi che Dante, come tutti i grandi scrittori, traeva la sua visione da una profondissima comprensione della natura umana e sapeva badare a se stesso. Era una posizione di debolezza, a suo avviso, vedere nella letteratura qualcosa di fragile che andava difeso, come facevano molti suoi colleghi e contemporanei".

tratto da Onori di Rachel Cusk

Farebbe la differenza poter impedire agli ignoranti di classificare Dante con una sola stella, ma poiché questo non è possibile, lasciamo grugnire i porci - per me gli ignoranti sono tali- ridendoci su. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso