Catelli di Ludwig II  (2 e 3 Giugno 2008)

Post n°4 pubblicato il 04 Giugno 2008 da madmazz

Lunghezza 288 km Morbegno-Chiavenna-St Moritz-Zernez-Landeck-Fussen/Neuschwaistein

Sono passati due mesi dal viaggio ma adesso è agosto, fa caldo e non ho niente da fare quindi vedro di raccontare quello che mi ricordo

Partenza alle 8.30 di Domenica 1 Giugno, NOOO!!! Assicurazione dimenticata a casa, tornare indietro, partenza alle 9.00 pioverà? le nuvole non promettevano bene ma non fregava niente a nessuno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ENGADINA

Post n°3 pubblicato il 25 Aprile 2008 da madmazz

Lunghezza 195 km (pochi), percorso:Morbegno-Chiavenna-Passo Maloja-SanktMoritz-Passo Bernina-Tirano-Morbegno

Il giro è bello, non come la prima volta,non come la seconda e nemmeno come le terza..... stavolta è stato ancora meglio perchè se l'anno scorso nello stesso giorno avevamo trovato una bella e calda giornata, quest'anno il tempo non è stato lo stesso, fortunatamente no...

Tralasciando il riscaldamento fino alla dogana di Villa di Chiavenna (Castasegna per chi arriva dalla Svizzera) e dopo l'obbligatorio pieno al fungo (chi passa da quelle parti sa a cosa mi riferisco)

Le strade svizzere sono come sempre perfette.

Il sole è caldo ma le nuvole non mancano e guardando in alto si capisce che in cima qualcosa si muove, ma è inutile pensarci, sono da 5 minuti in Svizzera e piove,scappo veloce l'acqua mi ha solo sfiorato e inizio la salita verso il Passo Maloja, fa freschino ma niente di eccezionale ci fermiamo un attimo solo il tempo di ammirare il paesaggio con la neve e chiederci perchè siamo senza macchina fotografica e ripartiamo(non sono solo).

Passiamo Sankt Moritz le nuvole sono sempre più vicine chissa che nebbia sul Bernina... invecenon troviamo la nebbia... troviamo la NEVE,quella fine fine ghiacciata che inizia a cadere appena dopo Diavolezza ci accompagna fino in cima al Passo e  va via solo dopo la Dogana che porta al Passo della Forcola

Il punto  è questo: non c'e' cosa più entusiasmante che passare in moto,soli,tra muri di 3 metri di ghiaccio,sotto una nevicata, rischiando di perdere le mani per il freddo... è una cosa che vista intelevisione o su un giornale non rende l'idea bisogna provarla è una bella avventura va vissuta e ricordata...

Del resto non mi sembra che ci sia niente da ricordare,tranne che ho visto dentro un concessionario Ducati di Sondrio(SBK) il nuovo Mostro 696 Bello Bello Bello

Stay safe... alla prossima


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Giro del lago d' Iseo

Post n°2 pubblicato il 30 Marzo 2008 da madmazz
Foto di madmazz

Lunghezza 340 km, percorso Partenza:Morbegno-Aprica-Edolo-Darfo-Iseo-Lovere-Clusone-Bergamo-Lecco-Arrivo Morbegno


Partenza ore 10 del mattino,dopo esserci preparati, il mostro il mio navigatore/copilota ed io ci mettiamo in viaggio per quello che deve essere il primo vero giro per inaugurare la stagione motociclistica di casa mia le uscite verso lecco non vengono considerati giri servono solo per ripulire gli ingranaggi della moto (il primo test peroò risale al 17 febbraio che freddo!!!)

Non esco troppo convinto perchè visto che dobbiamo raggiungere i 1200 mt del Passo dell' Aprica non vorrei che facesse troppo freddo invece dopo alcuni minuti mi convinco che non è per niente freddo, dopo circa 35 km a Tresenda imbocco la strada che porta al' Aprica e nonostante l'abbia fatta tante volte in macchina devo dire che non mi ero accorto che fosse così piena di buche,comunque raggiungiamo il primo obbiettivo e facciamo una veloce colazione nel primo bar che vediamo (ladri!!!),intanto  da un termometro fuori da un negozio vediamo che la temperatura è di 9°.

Ripartiamo verso Darfo -passando per Edolo-dove ci fermiamo nel Centro Commerciale Adamello per cambiare i liquidi e ripartiamo subito,il lago si sta avvicinando, Iseo è nel mirino...

Eccoci dopo più di due ore di viaggio siamo arrivati a Iseo. il lago non sembra così piccolo come si potrebbe pensare osservando una cartina, non c'e' vento ma alcune barchette (3) sono in mezzo al lago.

Iseo è un bel paese,molto più bello di certi altri che ho visto in altre zone,finalmente ci fermiamo per mangiare e fare una vera sosta,troviamo un piccolo bar davanti all'imbarcadero e mangiamo due piadine(neanche tanto buone) a un prezzo onesto

Una cosa ho notato però: la quantità di persone che sono li per mettersi in mostra, (e non parlo dei motociclisti, chi va su due ruote per esibirsi usa il lungolago di Lecco è noto) per l' amor di Dio lo farei anche io se avessi una Ferrari o una Jaguar,magari non tornerei nemmeno a casa

diventerei nomade solo per mettere in mostra la mia macchina.  Ma la cosa che mi fa pensare è la quantità di uomini,ripeto uomini, che cercano in tutti i modi di rimanere attaccati ai loro vent'anni quando non solo li hanno superati,magari doppiati,sicuramente triplati,forse non si ricordano nemmeno più di averli avuti vent'anni... ho capito mantenersi giovani ma anche mantenere la dignità non è male.

Ripartiamo verso Lovere adesso comincia il ritorno,balle la seconda parte della strada del lago,scavata nella roccia a strapiombo sull'acqua,bella anche la galleria con alla fine il secco tornante che, per chi non è impegnato alla guida(divertendosi) offre uno sguardo piacevole sul lago...bellisimo poi il cementificio risalente alle precedenti glaciazioni rimasto sulla riva del lagodopo il ritiro dei ghiacci (io voglio pensare così,un umano non  avrebbe permesso quello scempio)

Da Lovere passiamo a Clusone e attraversiamo la Val Seriana,proprio bella dopo di questo eccoci a Bergamo, adesso le strade belle sono finite,ci saranno solo statali,prima fino a Lecco poi da Lecco prenderemo la super fino a Colico,ormai cominciano a farsi sentire i primi fastidi e fare il lungo lago non mi sembra il caso, alle velocità di crociera tra 130e 150km/h in un lampo siamo a Colico ormai manca poco a casa sono quasi le sei e dopo otto ore e un bel giro possiamo dire di esserci divertiti,e di avere capito che siamo pronti al prossimo viaggio sia noi che il mio mostro ciao a tutti!!!

Ci rivediamo per il racconto del viaggio a Erto


Madmazz Donato & Sara

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

IL MIO MOSTRO

Post n°1 pubblicato il 26 Marzo 2008 da madmazz
Foto di madmazz

Ciao a tutti vi faccio vedere una foto del mio mostro,chiunque possieda una moto mi puo contattare per scambiare opinioni su moto, viaggi e molto altro ancora (non e' necesario che riguardi le due ruote) tanto io sono un tuttologo: so poco di tutto

Quello sulla sella sono io

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

serj1412metrlorpassericomyroclecuper85djpissymadmazzk82i77
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom