Creato da maresogno67 il 25/11/2007

salsedine del sogno

i pensieri sanno nuotare nella libertà di un mare senza nome

 

 

« spezzatiprotesta »

giorno, mese, anno

Post n°3183 pubblicato il 01 Dicembre 2020 da maresogno67
 

Le date sono punti di riferimento per ognuno di noi, senza il bisogno di cadere nella retorica delle ricorrenze.

Le date ricordano anche i compleanni di persone che non ci sono più e allora rientri dentro la loro vita, i significati della loro presenza, i sorrisi spesso tirati da tanto altro che c’era dentro.

E allora sei qua senza festeggiare niente, con una data che ricorda.

 

cercando luce

cercando luce” questa foto appartiene a maresogno67

Commenti al Post:
alberto.gambineri
alberto.gambineri il 01/12/20 alle 23:26 via WEB
le date risvegliano ricordi; e con i ricordi ritornano alla mente luoghi, fatti, persone; il che non è altro che la nostra vita passata; chi ha ricoperto un ruolo nella nostra esistenza rimane immortale nei nostri pensieri; talvolta, è un'immagine sbiadita o non perfettamente messa a fuoco, che necessita di una vera e propria analisi del ricordo; spesso sollecita risposte che nel tempo non abbiamo saputo dare neppure a noi stessi; chi ha lasciato in noi un segno non lo ha mai fatto per caso; Ciao
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:14 via WEB
e il segno sono le rughe del tempo
 
il_tempo_che_verra
il_tempo_che_verra il 01/12/20 alle 23:33 via WEB
...e' una riflessione talmente intima questo post che...ci ho pensato un po prima di scrivere... ...forse non si festeggia nulla ma e' occasione per...ricordare...una sorta di "fedelta'" nel ricordo... Io evito di soffermarmi sulle date importanti di chi non c ' e' piu'...non e' che evito...cerco di evitare...diciamo cosi... nel cado di mia madre io non posso non pensare a lei il giorno del mio compleanno...da che ne ho memoria tutti gli anni mi raccontava il giorno della mia nascita...e quel giorno si...mi sembra mi manchi un pezzo.... che bel post...
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:14 via WEB
grazie
 
neopensionata
neopensionata il 02/12/20 alle 01:12 via WEB
Io festeggio date importanti che ricordo da sola...post che fa rivivere ricordi di un passato felice...
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:15 via WEB
interessante
 
massimocoppa
massimocoppa il 02/12/20 alle 11:40 via WEB
ti capisco benissimo
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:15 via WEB
grazie
 
Rotolandonelvento
Rotolandonelvento il 02/12/20 alle 11:48 via WEB
Non si festeggia, si onora. La candela accesa testimonia il bene che non muore mai e che neppure la morte può spegnere.. Una carezza..
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:16 via WEB
grazie, contraccambio, gi
 
QuartoProvvisorio
QuartoProvvisorio il 02/12/20 alle 21:48 via WEB
Non è affatto retorico, non è retorica, dire che soltanto l'amore può salvare dal dolore, l'amore vero vince e supera la morte. O almeno, io credo che ciò sia vero e reale. Certo, non è una passeggiata! Dolore, vuoto e morte ovviamente sono esperienze molto dure.
 
QuartoProvvisorio
QuartoProvvisorio il 02/12/20 alle 21:54 via WEB
Avanzare, un passo alla volta, per non tradire la vita con i nostri tentativi di eliminare d’un colpo solitudine e paura. Come accade al vecchio conte di Gloucester, nel Re Lear di Shakespeare: dopo essere stato rapito, torturato e accecato da un suo rivale politico, viene abbandonato per strada. Disperato, vuole togliersi la vita ma, ora che è cieco, non è capace neanche di questo. E così, mentre brancola sulla via, incontra un uomo e gli chiede di accompagnarlo sulla scogliera da cui vuole gettarsi. L’uomo, che lui non riconosce, è il figlio Edgar, vagabondo che il padre aveva esiliato dopo aver dato credito ai racconti calunniosi dell’altro figlio geloso di lui. Edgar, che non ha mai smesso di amare il padre, non si rivela, lo asseconda e finge (cosa sa inventare l’amore…) di portarlo su uno strapiombo che, in realtà, è solo una piccola roccia in mezzo a un prato. Il padre si lancia nel vuoto per porre fine al suo dolore… ma rimane illeso. Il figlio lo soccorre, fingendo di aver faticato per raggiungerlo e lo convince che è avvenuto un miracolo: nessuno sopravviverebbe a un simile «salto nel vuoto», se non ci fosse ancora qualcosa in serbo per lui, una vita davanti. L’uomo «sopra-vissuto» torna a credere: grazie all’amore del figlio muore l’io vecchio, quello disperato, e rinasce quello nuovo, quello amato.
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:17 via WEB
è il filo d'arianna nel labirinto dei ricordi
 
ditantestelle
ditantestelle il 02/12/20 alle 23:00 via WEB
Il ricordo. Quella luce che non si spegne mai.
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:17 via WEB
vero
 
surfinia60
surfinia60 il 03/12/20 alle 07:51 via WEB
Non ho molto feeling con le date e le ricorrenze. Ricordo persone, fatti e luoghi a seconda dell'umore o di qualche 'aggancio' mentale che me li risveglia, nel bene o nel male. Saluti
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:18 via WEB
anche questo è un modo di essere
 
virgola_df
virgola_df il 03/12/20 alle 20:49 via WEB
Le date sono impresse nella mente, come la danza di suoni, profumi e colori che l'accompagnano ...
Abbracci cari Gi e lieta sera.
virgola
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:18 via WEB
hai ragione. Contraccambio, gi
 
alba.estate2012
alba.estate2012 il 04/12/20 alle 07:29 via WEB
Più passa il tempo e più aumentano date da aggiungere ai miei ricordi; questa candela ha un significato importante. Buon venerdì, ciao, Anto(^:^)
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:18 via WEB
concordo, ciao, gi
 
ormalibera
ormalibera il 04/12/20 alle 08:47 via WEB
comprendo molto bene queste parole. Specialmente in questo triste anno.
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:19 via WEB
grazie
 
laura1953
laura1953 il 04/12/20 alle 11:36 via WEB
Eccomi Gianni, di nuovo qui per salutarti, non sono stata molto presente ultimamente, grazie dei tuoi messaggi nel mio blog, spero che tu è famiglia stiate bene ,io sto bene, ti auguro un sereno fine settimana ,un abbraccio di cuore..Laura Clicca
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:19 via WEB
bentrovata, grazie, gi
 
ninograg1
ninograg1 il 06/12/20 alle 18:09 via WEB
la nozione di tempo ce la siamo cucita addosso.... per nostra necessità di porre un limite a noi stessi.
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:20 via WEB
un limite che serve
 
twister007
twister007 il 06/12/20 alle 18:22 via WEB
Il tempo è una nozione che non esiste, ce lo siamo inventati noi, non è come lo spazio... quello si che esiste!! Einstein per fare contenti un poco tutti ha associato il tempo allo spazio e così abbiamo lo spazio tempo, per cui è inutile andare indietro e pensare che tale giorno hai fatto il compleanno, non serve a niente.
 
 
maresogno67
maresogno67 il 07/12/20 alle 19:20 via WEB
non credo sia un problema di "utilità" i ricordi non sono a comando
 
   
twister007
twister007 il 08/12/20 alle 18:56 via WEB
E nemmeno possono condizionarci a ricordare ciò che non vogliamo, Cmq io parlavo del tempo è una nozione inventata, forse anche per ricevere i regali!! se qualcuno invece di stabilire che un anno debba durare 12 mesi avrebbe avrebbe stabilito ogni 24 mesi un anno ci ritroveremmo tutti più giovani.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

SCRIVO

 

Siamo fatti per accettare e finiamo purtroppo per essere accettati. Vi ricordate cos'è l'accetta?

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 

VISITATORI ONLINE

page counter
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

free counters

 
Citazioni nei Blog Amici: 150
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom