Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« L'estate anche d'inver...Coronavirus, la prima vi... »

Coronavirus, paura infondata: fa più morti l’influenza classica

Post n°2083 pubblicato il 24 Febbraio 2020 da massimocoppa
 

CORONAVIRUS, PAURA INFONDATA: FA PIU’ MORTI L’INFLUENZA CLASSICA

Voglio spendere due parole per quello che, ormai, sta diventando il dilagare in Italia della psicosi da Coronavirus.
Il problema esiste, indubbiamente, ma, come per tutte le cose, l’irrazionalità non ci aiuterà a risolverlo: potrà, anzi, solo peggiorare la situazione. Già si vedono scene apocalittiche: supermercati assaltati, invocazioni di quarantene a mitra spianati, richieste di erezione di muri e via discorrendo.
Credo che, innanzitutto, si debba mantenere la calma e fidarsi delle indicazioni delle autorità sanitarie: ci sono dei sistemi e delle pratiche igieniche per contenere la diffusione del contagio, che non sto qui a ripetere.
Però, soprattutto, vorrei riportare tutta la discussione alla sua reale dimensione. Indubbiamente per colpa dell’atteggiamento inizialmente poco trasparente delle autorità cinesi, e poi per i meccanismi spettacolari dell’informazione attuale (al netto dei deliri sui social), alla vicenda si sta dedicando uno spazio eccessivo e drammatizzante. Il Coronavirus è pericoloso, sicuramente, ma non si capisce perché ci spaventi così tanto, vista la relativa diffusione e mortalità dello stesso, specie se confrontata con altre epidemie.
Mi spiego meglio.
I dati ufficiali ad ieri, 23 febbraio, ci dicono che, nel mondo, abbiamo 79mila casi di persone contagiate, con 2618 morti, quasi tutti in Cina. In Italia abbiamo 132 contagiati e tre morti, diventati sei nelle ultime ore. Quasi tutti i deceduti erano anziani in precarie condizioni di salute o, comunque, persone afflitte da altre gravi patologie.
Ebbene: ogni anno, nel mondo, la “cara”, banale, vecchia influenza provoca oltre 600mila morti, direi in una olimpica indifferenza generale. Non ne parliamo, poi, delle epidemie storiche di influenza: la famigerata “spagnola”, del 1918-1920, causò 100 milioni di morti. Se poi vogliamo riferirci alla peste nera del Medio Evo, questa dimezzò la popolazione europea!
Cosa voglio dire? Che la questione Coronavirus deve essere enormemente ridimensionata, perché non è quell’Armageddon che qualcuno vuole spacciare. Non è arrivata la fine della razza umana, assolutamente.
Peraltro anche le statistiche parlano chiaro: su 100 persone contagiate, 80 sviluppano sintomi molto lievi o nessuno, 15 si ammalano più seriamente e solo 5 diventano gravi. La mortalità è del 2 o 3 per cento. Inoltre, come detto, generalmente soccombono persone che hanno già grossi problemi di salute ed hanno un
età assai avanzata.
Dunque, non perdiamo la testa e non abbandoniamoci a sentimenti di disperazione e ad atteggiamenti irrazionali, perché non ci sono i presupposti. Ascoltiamo gli scienziati, una volta tanto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/massimocoppa/trackback.php?msg=14809538

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
lascrivana
lascrivana il 24/02/20 alle 12:30 via WEB
Cercare di ridimensionare la psicosi, e pubblicando più metodi di prevenzione. Questa volta, il virus Wuhan non è resistente al calore e verrà ucciso a una temperatura di 26-27 gradi. Pertanto, bere più acqua calda. Puoi dire ai tuoi amici e parenti di bere più acqua calda per prevenirla. Vai sotto il sole. Di recente ha fatto freddo e anche bere acqua calda è molto comodo. Non è una cura ed è un bene per il corpo. Bere acqua calda è efficace per tutti i virus. Cerca di non bere ghiaccio, ricorda! I consigli del medico sul coronavirus: 1. È di dimensioni piuttosto grandi (la cella ha un diametro di circa 400-500nm), quindi qualsiasi maschera normale (non solo la funzione N95) dovrebbe essere in grado di filtrarla. Tuttavia, quando qualcuno che è infetto starnutisce di fronte a te, ci vorranno ben 3 metri (circa 10 piedi) prima che cada a terra e non sia più in volo. 2. Quando il virus cade sulla superficie del metallo, vivrà per almeno 12 ore. Quindi ricorda se entri in contatto con qualsiasi superficie metallica, lavati accuratamente le mani con sapone. 3. Il virus può rimanere attivo sul tessuto per 6-12 ore. Il normale detersivo per il bucato dovrebbe uccidere il virus. Per l'abbigliamento invernale che non richiede il lavaggio quotidiano, puoi metterlo sotto il sole per uccidere il virus. Informazioni sui sintomi della polmonite causata da Coronavirus: 1. In primo luogo infetterà la gola, quindi la gola avrà la sensazione di mal di gola secca che durerà da 3 a 4 giorni 2. Quindi il virus si fonderà nel liquido nasale e gocciolerà nella trachea ed entrerà nei polmoni, causando la polmonite. Questo processo richiederà da 5 a 6 giorni. 3. Con la polmonite, arriva la febbre alta e difficoltà respiratorie. La congestione nasale non è come quella normale. Ti sentirai affogare nell'acqua. È importante rivolgersi immediatamente al medico se si ha questa sensazione. A proposito di prevenzione: 1. Il modo più comune per essere infettati è toccare le cose in pubblico, quindi è necessario lavarsi le mani frequentemente. Il virus può vivere sulle tue mani solo per 5-10 minuti, ma possono succedere molte cose in quei 5-10 minuti (puoi strofinarti gli occhi o scegliere il naso inconsapevolmente). 2. Oltre a lavarti spesso le mani, puoi fare i gargarismi con Betadine Mal di gola per eliminare o ridurre al minimo i germi mentre sono ancora in gola (prima di gocciolare fino ai polmoni). Fate molta attenzione e bevete molta acqua.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 24/02/20 alle 13:29 via WEB
dove hai preso questo "decalogo"? In alcuni punti mi sembra un po' da fake news
(Rispondi)
 
 
 
lascrivana
lascrivana il 24/02/20 alle 21:49 via WEB
Ormai le notizie si recuperano su internet. Questa sembra racchiudere informazioni rassicuranti. E ora abbiamo bisogno di difenderci dal virus dell'ansia.
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:29 via WEB
soprattutto su Internet bisogna ancor più vagliare la serietà delle fonti. Comunque, sicuramente l'ansia è la cosa che fa più danni
(Rispondi)
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 24/02/20 alle 12:35 via WEB
L'idea è che dietro questo allarmismo ci sia qualcosa di ben più grave.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 24/02/20 alle 13:29 via WEB
cioè?
(Rispondi)
 
 
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 24/02/20 alle 19:38 via WEB
Nel senso che quando si sviluppa una cosi forte esposizione mediatica solitamente passano inosservati provvedimenti, decreti legge e quant'altro ma sempre di porcherie senz'altro.
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:30 via WEB
strumenti di "distrazione" di massa, sono stati giustamente denominati... :-)
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 24/02/20 alle 12:47 via WEB
Amuchina e il resto scompare.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 24/02/20 alle 13:29 via WEB
be', ma non la possiamo mica bere!
(Rispondi)
 
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 24/02/20 alle 19:40 via WEB
Ho provato ha farmi uno spritz con l'amuchina ma non mi piace , preferisco il prosecco che dopo la prima bottiglia diventa terapeutico per qualsiasi virus.
(Rispondi)
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:31 via WEB
se è per questo i super-alcolici sono ancora più efficaci: un cognacchino, un whisketto, per dire...
(Rispondi)
 
qmr
qmr il 24/02/20 alle 12:55 via WEB
Non so chi possa avere interesse a fomentare questa psicosi collettiva e la caccia agli untori. Molto più razionale è seguire le vie della normale profilassi come consigliato dal Ministero della Salute
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 24/02/20 alle 13:30 via WEB
e direi!
(Rispondi)
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 24/02/20 alle 17:46 via WEB
Il problema a livello scientifico è dato dall'affidabilità dei dati pervenuti dalla Cina circa incidenza e mortalità perchè è possibile che vengano filtrati dal regime: per questo motivo rispetto all'influenza o ad altre patologie l'incertezza è maggiore. L'Italia ha gli occhi dell'OMS puntati addosso in quanto, sfortunatamente, è il primo "focolaio occidentale" che può fornire dati attendibili sullo sviluppo della patologia. Certo, non significa che bisogna cedere alla psicosi, ma è dovere attuare dei comportamenti preventivi ed essere cauti nei limiti del buonsenso.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 24/02/20 alle 17:55 via WEB
ma sì, sempre con buonsenso! Poco fa ho appreso che qui da me i supermercati sono appena stati svuotati completamente! La gente ha fatto la corsa agli accaparramenti: ma sta venendo una malattia, non la carestia! E che cavolo, siamo proprio dei cretini! E non c'è ancora neanche un malato al Sud: figuriamoci che dovrà succedere ancora!
(Rispondi)
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 24/02/20 alle 19:01 via WEB
Io seguo solo quanto viene detto dal Ministero della Salute e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Certo, non bisogna prenderla troppo alla leggera, visto che si tratta di un virus nuovo per cui non abbiamo nemmeno gli anticorpi, ma il panico (accompagnato da atti razzisti contro la comunità cinese) che sta dilagando in Italia mi spaventa. Che senso ha svuotare i supermercati? Manco fossimo sull'orlo di una guerra nucleare! Senza contare i soliti complottisti, per i quali è sempre colpa della criccademoplutocraticagiudaicomassonica, guidata da Soros e dalle multinazionali farmaceutiche.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:33 via WEB
ma anche la maggior parte delle influenze che gira ogni anno è un virus nuovo, tant'è vero che i vaccini hanno un'efficacia molto relativa... Poi, figuriamoci, in queste circostanze le ricostruzioni fantastiche abbondano. Del resto quale importanza può avere, per certa gente (tipo quelli che ritengono che i vaccini fanno diventare scemi), quanto afferma uno scienziato? Per loro la scienza non vale niente
(Rispondi)
 
maresogno67
maresogno67 il 24/02/20 alle 22:30 via WEB
internet in questo caso è una bomba pandemica!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:33 via WEB
alle volte mi viene da pensare che fanno bene, certe dittature, a bloccare innanzitutto Internet di fronte a qualche problema sociale
(Rispondi)
 
 
 
maresogno67
maresogno67 il 26/02/20 alle 21:50 via WEB
sta diventando la pancia delle disperazioni umane
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 27/02/20 alle 11:08 via WEB
Internet è una fogna, questa è la verità
(Rispondi) (Vedi gli altri 1 commenti )
 
 
 
 
maresogno67
maresogno67 il 01/03/20 alle 21:10 via WEB
e dobbiamo farcene una ragione!
(Rispondi)
 
sblog
sblog il 25/02/20 alle 07:55 via WEB
La cosa che più mi sta impressionando in questi giorni è quanto velocemente si propaghino gli atteggiamenti irrazionali, in generale, senza bisogno neanche del contatto fisico ormai (basta lo smartphone). Forse è sempre così, e forse è per questo che ci si occupa di divulgazione con razionalità non ottiene il successo che meriterebbe. Forse il nuovo "carico emotivo", oggettivamente impattante su tutte le menti, sta solo mettendo in luce quali siano i limiti della stragrande maggioranza delle persone, limiti che sono gli stessi che producono danni nelle urne, per dire, quando basta un bravo comunicatore via social a spingere le masse verso un qualunque folle programma elettorale. Vabbuò, ti saluto, che qua oggi è tempo di lasagne, tu lo sai...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 08:35 via WEB
è un'analisi sostanzialmente corretta (ahimè): è il vecchio problema denunciato da Eco, e cioè che oggi, con i social, anche i vaneggiamenti di un cretino hanno una platea potenzialmente enorme
(Rispondi)
 
paperino61to
paperino61to il 25/02/20 alle 10:40 via WEB
Ciao Massimo infatti concordo con il tuo post, a questo punto la domanda sorge spontanea: a chi giova tutto questo panico? Qui da me, chiusa l'università, scuole ( dal nido ai licei). Va bene preoccuparsi e prendere giustamente precauzioni ma insomma non esagerare...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 10:58 via WEB
direi anch'io, ma vedo che la gente non accetta inviti al ragionamento
(Rispondi)
 
Cherrysl
Cherrysl il 25/02/20 alle 12:25 via WEB
Ciao Massimo. Sono d accordo con te su tutta la linea e mi fa piacere vedere che sempre più persone rifiutano allarmismi e panico da contagio.Per quanto riguarda le restrizioni nelle zone a rischio trovo assurdo che fin da subito sia stato chiesto alla popolazione di chiudersi in casa alimentando il fenomeno dell'assalto ai supermercati per fare scorte. Giusto chiudere scuole uffici pubblici e luoghi chiusi come discoteche cinema biblioteche ecc. Le attività commerciali no. Penso siano più rischiosi semmai per es gli ambulatori di medicina di base e si dovrebbe garantire un sistema di richiesta di prescrizioni da casa e consegna a domicilio.Avrei qualcosa da dire anche sul divieto di libera circolazione da un paese all'altro e sistemi di blocchi stradali da parte di forze dell'ordine. Molto inquietante
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 12:42 via WEB
la prima vittima sembra essere proprio il buonsenso
(Rispondi)
 
elyrav
elyrav il 25/02/20 alle 12:38 via WEB
Concordo con te ... al 1000%
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 25/02/20 alle 12:42 via WEB
:-)
(Rispondi)
 
bimbayoko
bimbayoko il 26/02/20 alle 23:52 via WEB
Tra le tante cose di questi giorni m'ha fatta sorridere l'ordinanza di Ischia di respingere turisti veneti e lombardi :-)))
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 27/02/20 alle 11:07 via WEB
surrealismo istituzionale
(Rispondi)
 
simona_77rm
simona_77rm il 27/02/20 alle 12:45 via WEB
Il momento non è facile. Che fare? Seguiamo le direttive degli scienziati e delle autorità sanitarie: igiene continua, mascherina quando è il caso, evitare contatti ravvicinati nei luoghi affollati e ...speriamo che arrivi il caldo (purificatore?) ...ma soprattutto i sospirati vaccini. ^ ^
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 27/02/20 alle 13:09 via WEB
ma soprattutto non perdiamo la testa
(Rispondi)
 
bimbayoko
bimbayoko il 23/04/20 alle 07:42 via WEB
Non è vero che sono morti solo anziani con pluripatologie pregresse(nel frattempo) ma anche baldi giovani...Non è una polemica la miasma ben chiaro, però non sono completamente d'accordo.
(Rispondi)
 
bimbayoko
bimbayoko il 23/04/20 alle 07:43 via WEB
Non è vero che sono morti solo anziani con pluripatologie pregresse(nel frattempo) ma anche baldi giovani...Non è una polemica la mia ma ben chiaro, però non sono completamente d'accordo. Chiedo venia per gli errori da tastiera
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 23/04/20 alle 20:33 via WEB
eh, ma certo! se commenti un post due mesi dopo che è stato scritto, è facile fargli le pulci! Quando l'ho scritto la situazione era diversa e non lo dicevo io che erano a rischio certe categorie più di altre, ma gli scienziati
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.