Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« Che soddisfazione, il go...Ho percepito la morte di... »

38 gradi in Siberia, Mosca mai sotto zero: il disastro si avvicina e le superpotenze fanno finta di niente

Post n°2091 pubblicato il 29 Giugno 2020 da massimocoppa
 

 

38 GRADI IN SIBERIA, MOSCA MAI SOTTO ZERO: IL DISASTRO SI AVVICINA E LE SUPERPOTENZE FANNO FINTA DI NIENTE

Adesso che, finalmente, il Coronavirus sta uscendo dall’orizzonte degli eventi, tornano altre notizie altrettanto gravi, se non di più, ma che avevamo rimosso in nome dell’emergenza.

“Notizia”, secondo una definizione che viene dalle scienze della comunicazione, è un rapporto su di un fatto. Quindi, i fatti esisterebbero a prescindere: ma solo in alcuni casi diventano notizie.

È sicuramente un fatto che stiamo distruggendo il nostro pianeta e, di conseguenza, danneggiando noi stessi. Ma, a causa del virus, per qualche mese non si è più tramutato in notizia.

Ieri la maggior parte dei quotidiani ha dedicato intere paginate al riscaldamento globale, finalmente e giustamente. E perché? Perché si sono accorte dell’ennesima, clamorosa deviazione delle temperature da quella che dovrebbe essere la norma e che, fino a qualche tempo fa, era la comune esperienza.

I nostri media hanno scoperto che l’inverno non c’è stato. E non solo in Italia, come ci siamo accorti tutti, ma nemmeno in Russia ed a ridosso del Circolo Polare Artico! Per meglio dire, a Mosca non si è mai scesi sotto lo zero, che è un fatto talmente mostruoso da mettere i brividi (anche se non di freddo)! Come se non bastasse, in Siberia (dico, in Siberia!), qualche giorno fa si è raggiunta la temperatura di… 38 gradi centigradi (38!). E va bene che l’estate esiste anche lì e nascono pure i fiori, ma 38 gradi è veramente pazzesco!

A marzo già si poteva fare il bagno nei fiumi e gli animali sono usciti dal letargo con largo, troppo, anticipo.

Il permafrost russo, quel misto di terra e ghiaccio che si riteneva eterno, si sta sciogliendo: questo mette in pericolo la staticità di installazioni ed intere città. Qualche settimana fa un enorme serbatoio di gasolio si è rovesciato ed ha scaricato in un fiume artico migliaia di tonnellate di carburante.

C’è assolutamente bisogno di una cabina di regia mondiale che prenda provvedimenti seri, duraturi e che valgano per tutti, perché i cambiamenti climatici ormai sono un fatto, non più un’opinione. Di cos’altro abbiamo bisogno per convincercene? Non bastava il Polo Nord che si scioglie in estate? Registriamo sempre nuovi record negativi, ma le superpotenze (come Stati Uniti, Cina e Russia) continuano a far finta di niente.

Ho paura che alla nostra generazione, o tutt’al più a quelle immediatamente successive (i nostri figli e nipoti, per intenderci), toccherà il discutibile privilegio di assistere ad un cambiamento epocale e strutturale del clima, una catastrofe ecologica che potrebbe anche comportare la fine della vita sulla terra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/massimocoppa/trackback.php?msg=15025907

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
simona_77rm
simona_77rm il 29/06/20 alle 14:59 via WEB
Il cambiamento del clima preoccupa e non poco!! Ma non è solo quello.... Tu avrai sentito la notizia che ieri che sul Mar Baltico si è registrato un improvviso innalzamento anomalo di valori di radioattività. Il satellite e internet hanno immediatamente localizzato l'origine: la RUSSIA. Ora si attendono spiegazioni... L'altra volta accadde una situazione simile e i russi parlarono di un lancio a piccola propulsione atomica, a scopo "squisitamente" scientifico e di ricerca. Preoccupazioni, a quanto pare, ne stanno arrivando da più parti... -_-
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 29/06/20 alle 15:01 via WEB
resta sempre un Paese opaco, c'è poco da fare
(Rispondi)
 
maresogno67
maresogno67 il 29/06/20 alle 19:32 via WEB
Ma tu pensi che ai nostri governanti nel mondo interessi qualcosa? No! Magari si immaginano nel loro "pensare particolare" un mondo come un'immensa aria condizionata. Scusami ma sono scettico su qualcosa che possa cambiare nel mondo, siamo destinati ad affogare consapevolmente!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 30/06/20 alle 10:38 via WEB
Trump è sicuramente tra questi: pensa di mettersi nel suo resort di Mar-a-lago in Florida e stare in una botte di ferro...
(Rispondi)
 
elyrav
elyrav il 30/06/20 alle 07:55 via WEB
Eh sì purtroppo l'essere umano non riesce a capire che così danneggia il mondo e se stesso. Non ha rispetto per le generazioni di adesso e quelle che verranno. E' orribile ma si crede superiore agli animali che non distruggono nulla. Serena giornata
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 30/06/20 alle 10:39 via WEB
Infatti! Siamo la razza più pericolosa che esista
(Rispondi)
 
 
 
elyrav
elyrav il 01/07/20 alle 08:10 via WEB
Altro che covid!!! :(
(Rispondi)
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 30/06/20 alle 13:26 via WEB
Egoisticamente parlando io sono morto 15 giorni fa... quindi mi risulta difficile condividere il tuo post!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 01/07/20 alle 11:51 via WEB
perché, che è successo 15 giorni fa?
(Rispondi)
 
 
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 01/07/20 alle 13:18 via WEB
Ho chiuso il blog, mia moglie mi ha chiesto la separazione e ho scoperto che in sessant'anni non ho capito una beata minchia di quello che ho fatto!
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 02/07/20 alle 10:37 via WEB
Santo Cielo, è vero! e perché mai hai chiuso il blog?!
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
 
maxforte60
maxforte60 il 06/07/20 alle 09:30 via WEB
L'ha chiuso perchè è fallito.... sua moglie ha letto i suoi post e ha chiesto la separazione!
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 06/07/20 alle 16:46 via WEB
davvero?!
(Rispondi)
 
paperino61to
paperino61to il 01/07/20 alle 09:12 via WEB
Non frega nulla ai Potenti, ma la colpa pensaci bene non è solo di chi dovrebbe governare, perchè chi governa lo mette il popolo. Quando la ragazzina svedese ha fatto scendere in piazza migliaia di ragazzi, la maggior parte dei genitori l'ha insultata, derisa, compreso quelli della carta stampata( specialmente di destra). Sta a noi dire Basta!1 Non è semplice certamente, ma non impossibile...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 01/07/20 alle 11:51 via WEB
che posso dire? hai ragione!
(Rispondi)
 
Cherrysl
Cherrysl il 01/07/20 alle 16:48 via WEB
A proposito del coronavirus :cosa sta succedendo nel mondo? Qui da noi ce lo siamo quasi dimenticato, ma in altri parti del mondo è ancora ben presente. Eppure siamo tornati a una quasi normalità e pensavo che un po' di aiuto ci fosse arrivato dal caldo oppure dal virus che di fatto ha perso forza...Ma allora siamo solo particolarmente fortunati? Per l'altro scottante problema, ribadisco quello che ho scritto anche sul post di Orma Libera che affronta questo tema. È facile anche per me arrivare a conclusioni catastrofiche. Cerco di essere ottimista pensando che ci si mette molto tempo a fare qualcosa di concreto e di tempo ne abbiamo perso, ma alla fine ci arriviamo. Per es. meno di dieci anni fa sembrava impensabile che davvero le industrie automobilistiche si riconvertissero per una seria produzione di auto elettriche. Eppure è successo. Oggi si sta facendo una seria battaglia alla plastica. Dovremo continuare a incentivare l 'uso di energia alternativa come l'eolica e solare. Più attenzione per i materiali inquinanti da produzione industriale dispersi nell'ambiente...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 02/07/20 alle 10:40 via WEB
In realtà, bisogna dirlo, in Italia siamo stati più bravi a contenerlo. Non in Lombardia, certamente, ma nel resto del Paese sì e specialmente al Sud, in un clamoroso rovesciamento di capacità... Ho una brutta notizia per te: le auto elettriche non sono questa gran soluzione. Poco tempo fa ho letto uno studio che dimostra che l'industria che c'è dietro le auto elettriche e i punti di rifornimento è tra le più inquinanti al mondo, per non parlare del problema delle batterie esauste... Anche sulla plastica abbiamo avuto un dietrofront da quando è scoppiato il virus: le località turistiche che l'avevano bandita l'hanno di nuovo autorizzata, perché è super-igienica...
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Mr.Loto il 01/07/20 alle 18:23 via WEB
Purtroppo, allo stato attuale delle cose, la situazione che si è innescata potrebbe essere addirittura irreversibile. È inutile sperare nel buonsenso di chi comanda a livello mondiale, quelli pensano solo e sempre al profitto e non si fermeranno fino a quando avranno modo di farlo. Un saluto
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 02/07/20 alle 10:41 via WEB
Temo che tu abbia ragione, che si sia oltrepassato già il punto di non ritorno e forse non da oggi...
(Rispondi)
 
Spiky03
Spiky03 il 03/07/20 alle 12:09 via WEB
Come ho sempre detto non meritiamo questo pianeta, non c'è mai stato rispetto e mai ci sarà. Chissà cosa gira nelle teste dei politicanti, forse oltre ai soldi per trarne vantaggi personali pensano che a loro il problema non tocca perché pensano di vivere su un'altro pianeta?
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 03/07/20 alle 16:41 via WEB
Davvero c'è da credere che pensino questo
(Rispondi)
 
alialiasmf
alialiasmf il 31/07/20 alle 16:08 via WEB
Il permafrost, se si scioglie, viene subito decomposto da batteri che producono un'enormità di CO2, in questo momento congelati, ma non per forza morti. A quel punto non si potrà fare più nulla.
(Rispondi)
 
bimbayoko
bimbayoko il 05/10/20 alle 14:05 via WEB
Siamo già al punto di non ritornati danni sono troppo estesi e nessuno si vuole impegnare seriamente per fare qualcosa, a cominciare dagli USA.Il disastro è già in atto.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.