Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« Le Regioni fanno 50 anni...La vittoria del “NO” e’ ... »

Amoroso + Boombadash e la diffusione del virus

Post n°2094 pubblicato il 19 Agosto 2020 da massimocoppa
 

AMOROSO + BOOMDABASH E LA DIFFUSIONE
DEL VIRUS

Siamo stati tutti giovani, o lo siamo ancora, per cui non me la sento di buttare troppo la croce addosso ai ragazzi che si stanno assembrando allegramente in spiaggia, in discoteca, nei party, negli apericena, negli eventi eccetera eccetera, anche se c’è una bella differenza tra essere giovani ed essere irresponsabili.

Ma i virologi ci stanno dicendo che se il Covid-19 sta rialzando la testa, e si sta nuovamente diffondendo in maniera veloce, questo accade anche perché troppi ragazzi si alitano in faccia con olimpica indifferenza, si mescolano, si mischiano, si “promiscuano” un po’ troppo.

Come spesso accade, però, in certi comportamenti hanno una grande responsabilità quelli che un tempo venivano chiamati i “cattivi maestri”.

Nella hit dell’estate canora 2020 firmata da Alessandra Amoroso e dai Boomdabash, “Karaoke”, doppio disco di platino (è notizia di ieri) e 55 milioni di visualizzazioni su Youtube (55 milioni!), il testo presta il fianco a doverose critiche.

È evidente che fa riferimento alla fine del lockdown, inneggiando alla spensieratezza, al mischiarsi, a fare tutto quello di cui si ha voglia e che era proibito. Ma il fatto, purtroppo, è che la situazione non è così: vigono ancora moltissimi divieti, per cui inneggiare alla libertà totale è una vera e propria istigazione: un atteggiamento che ha facile presa, anche perché viene da idoli dello spettacolo.

La canzoncina è di quelle facili, di sicura presa, con un motivetto accattivante: molto carina, di quelle proprio per l’estate e che, l’anno prossimo, sarà dimenticata e sostituita da un’altra.

Però il testo è molto discutibile, e vediamo perché.

Uno dei Boomdabash esordisce così: “Voglio l’aria di mare / Il sole sulla faccia / Tornerò a cantare sotto il suo balcone quando lei si affaccia”. È un evidente riferimento alla fine del lockdown, delle chiusure in casa.

E ancora: “Tu abbracciami forte per tutte le volte che non hai potuto ieri”. Ci si mischia di nuovo, e passi: sono una coppia, lo farebbero comunque.

Poi arriva la Amoroso, ammiccante ed allusiva, a rincarare la dose: “Voglia di ballare un reggae in spiaggia / Voglia di riaverti qui tra le mie braccia / In una piazza piena / Per fare tutto quello che non si poteva”.

Non c’è bisogno di analisi del testo, mi pare. La Amoroso dice chiaramente che desidera stare in un carnaio, uno sull’altro, a ballare e fare “tutto quello che non si poteva”. Ma, in realtà, non si potrebbe nemmeno adesso.

Sono veramente sorpreso che nessuno abbia notato questa cosa. È un’aperta istigazione all’inosservanza di tutte le norme antivirus, nazionali e locali. Per tacere del video: cantanti e ballerini non rispettano la distanza interpersonale e non hanno la mascherina: mi chiedo come abbiano avuto il permesso di girare la clip in queste condizioni, visto che le fiction e i film sono fermi da mesi proprio perché impossibile garantire la sicurezza degli attori.

Da questo punto di vista ammiro moltissimo ed ho molto rivalutato Elettra Lamborghini: la sua hit estiva con Giusy Ferreri, “La Isla”, è musicalmente di minore impatto rispetto a “Karaoke” (ed infatti ha totalizzato “solo” 12 milioni di visualizzazioni su Youtube), e finora la Lamborghini ha puntato molto sulla fisicità, piuttosto che sulla bravura artistica. Ma questa ragazza, qualche giorno fa, venendo contro i propri interessi (anche perché adesso è il suo momento, che dovrebbe sfruttare), ha deciso di sospendere concerti e comparsate estive, perché si è responsabilmente e coscienziosamente resa conto che la gente accorsa alle sue performance non rispettava le misure di sicurezza.

Brava Elettra!

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Rispondi al commento:
maresogno67
maresogno67 il 25/08/20 alle 10:52 via WEB
Analisi giusta la tua. Ma credo che in questo periodo in cui tutti mettono in discussione tutto, per prima cosa sono saltati tutti i rapporti sociali ed è di questo che dobbiamo veramente avere grande paura, perché nessuno di noi è fatto per rimanere da solo. ciao, gi
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: