Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« L'errore di un corriere...Virus: il nuovo, definit... »

Torna Letta, moriremo democristiani...

TORNA LETTA, MORIREMO DEMOCRISTIANI...
Se volevamo una prova che la sinistra, in Italia, è morta e sepolta, l’abbiamo avuta proprio con l’acclamazione di Enrico Letta alla segreteria del PD.
Berlusconi può stare tranquillo: i comunisti non esistono più. Esistono solo, tutt’al più, democristiani di sinistra, che è come dire essere più a destra dei laburisti o dei socialisti, i quali sono a loro volta dei comunisti molto annacquati e che, comunque, da noi non sono mai esistiti o non esistono più.
Nel suo discorso d’insediamento Letta ha detto chiaramente che la ricetta per tornare al potere, vincendo le elezioni, è quella dei tempi di Romano Prodi. Quindi, è un Ulivo, un rassemblement di formazioni relativamente di sinistra. È una Margherita, una Quercia più light e via discorrendo in paragoni botanici.
Romano Prodi, infatti, non è mai stato comunista e, anzi era democristiano; Nino Andreatta, un nume tutelare sia di Letta che di Prodi, era democristiano; addirittura, secondo il nuovo segretario del PD, bisogna recuperare Renzi (che l’ha fatto fuori!) il quale, a sua volta, veniva dal Partito Popolare.
Di ex comunisti, o diessini, neanche l’ombra. Non fanno parte del pantheon di Letta, il quale ha cominciato la sua carriera politica nella Democrazia Cristiana.
Per carità, va tutto bene. A tutto ci si abitua, è proprio vero. Solo che, correttamente, dovremmo chiamare le cose col proprio nome: dire che il PD rappresenta la sinistra mi sembra una sciocchezza ideologica.
La sinistra, in Italia, non esiste più: neanche socialista, neanche laburista. È l’eterno ritorno della DC, sotto mentite spoglie.
A nulla mi è servito transitare dall’estrema destra all’estrema sinistra pur di non essere un forchettone baciapile; morire democristiano era l’incubo dei miei anni giovanili; è diventata la certezza della mia maturità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: