Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"

DAL 20 MAGGIO 2022 QUESTO BLOG
NON ACCETTA PIU' COMMENTI ED HA CANCELLATO LA LISTA AMICI.
SE VUOI SAPERE PERCHE', CLICCA
QUI.

 


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

Messaggi di Gennaio 2023

 

STANNO PER DIVENTARE GLI INDIANI IL POPOLO PIU’ NUMEROSO AL MONDO

Post n°2166 pubblicato il 18 Gennaio 2023 da massimocoppa
 

STANNO PER DIVENTARE GLI INDIANI IL POPOLO PIU’ NUMEROSO AL MONDO
Fra poco dovremo registrare un dato di fatto che avrà ripercussioni sulla vita dell’intero pianeta e, quindi, su tutti noi: la Cina sta per perdere il primato di Paese più popoloso al mondo.
Per decenni siamo cresciuti con il mito e l’incubo dei cinesi quale popolo più numeroso del pianeta: e che succederebbe se si aprissero definitivamente le frontiere di Pechino, e ti rendi conto del potere che ha questa nazione, e dove andremo a finire di questo passo e così via… Ebbene, secondo le stime degli istituti demografici internazionali il 14 aprile 2023, cioè fra qualche mese, l’India sorpasserà la Cina.
I cinesi crescevano dal 1961 ma poi, con la politica forzata del figlio unico, hanno cominciato a diminuire, seppur assai lentamente. L’anno scorso, per la prima volta appunto dal 1961, i cinesi si sono ridotti di numero. A fine 2022 erano 1.411.750.000. Ma l’India, al 14 aprile, avrà 1.425.775.850 cittadini, per cui supererà la Cina.
E se in Cina si continuerà a morire di Covid al passo attuale (si vocifera di cifre enormi ogni giorno), il sorpasso avverrà anche prima.
Ora, non solo sta dunque per cadere un luogo comune ormai consolidato e celebre, divenuto quasi proverbiale, come l’enorme quantità di cinesi in vita, ma stanno cadendo altre certezze che, in economia, sembravano ormai acquisite: si diceva cioè che troppa gente fa male al bilancio, al Paese ed anche al mondo in termini di peso sulle risorse. In realtà oggi dobbiamo prendere atto che gli analisti dicono che, anche a causa della diminuzione della popolazione, la Cina sta perdendo colpi in economia, ed andrà sempre peggio. In pratica, si ha voglia di dire che l’automazione è ormai un processo irreversibile nella produzione: la presenza fisica di braccia umane rimane sempre la prima necessità di un’economia.
Ma non ci avevano sempre detto che una popolazione troppo numerosa costituisce un problema? Più le bocche sono numerose e più è difficile sfamarle, o no?! A quanto pare, no: infatti in tutto il mondo occidentale gli Stati stanno cercando di invertire la denatalità, spingendo in tutti i modi le coppie a fare figli. Va bene, si dirà, ma questo perché nei Paesi sviluppati effettivamente la contrazione della popolazione sta diventando drammatica… Invece no: anche in Cina, incredibilmente, da anni si sta cercando di aumentare la natalità. La politica del figlio unico è consegnata al passato.
Un’altra conferma che una popolazione sterminata non è un problema per l’economia viene proprio dall’India: il popolo che fra qualche settimana sarà il più numeroso della terra dà vita ad un’economia la quale, attualmente, è la quinta del mondo!
Certo, qualcuno ci dovrebbe spiegare allora perché milioni di persone, in India, continuano a vivere ed a morire in strada… Ma di certo ci verrà detto, e sicuramente è vero, che questo è un problema di redistribuzione della ricchezza. Insomma, la torta è enorme, anche se molti non vi hanno accesso.

Non è possibile commentare questo post

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso