Chi ci salverà?

Post n°1814 pubblicato il 13 Agosto 2022 da ormalibera
 

A sentire la tv e a guardarsi intorno stiamo andando incontro alla catastrofe senza batter ciglio. Va be', se era questo che l'umanità voleva, va bene. 


Ma dobbiamo starcene zitti (vedi censura sui social) e buoni mentre ce ne andiamo al macello?
Forse. Forse dovrei starmene zitta e buona anch'io. Ma non ci riesco.

Io vorrei saltare fuori da questa mandria impazzita, questo gregge che viene spinto verso il macello.

Ci penso e ripenso, cosa e come posso fare?

Trovare l'energia dentro me stessa, quella positiva. 
Condividere sui social il mio pensiero.
E scrivere. Nella mia natura c'è sempre stata la spinta allo scrivere.

Mi fa sentire ancora partecipe di questo mondo. Poco importa chi leggerà quello che scrivo, l'importante che lo abbia messo in vetrina, che sia disponibile a chi lo vuole.

Mi sono inventata una nuova serie "Whithout editing" ovvero senza editing, tutta farina del mio sacco, errori, incongruenze comprese.
Ne ho letti tanti di libri con errori, all'inizio saltavo dalla sedia, poi ho cominciato ad apprezzarli. Sono originali, alcuni davvero ottimi. E così ora non solo sono orgogliosa di essere una "Whithout editing" ma mi scopro desiderosa di leggerne, ma trovo difficoltà a trovarli su amazon.

E allora vi chiedo, ne conoscete? me ne consigliate? mi fate la cortesia di segnalarmeli? Non quelli che già in formato kindle costano decine di euro. No quelli un editing ce l'hanno di sicuro.
I nuovi scrittori, quelli puri e liberi.

E poi, vi mostro il mio ultimo scritto, per adesso solo in kindle lo sto preparando per il cartaceo. Ogni scarrafone è bello a mamma sua. 



DESTRA O SINISTRA di [maria barberio]

NON è un libro che tratta di politica,


Whithout editing. Al lettore il piacere di trovare gli errori. Isabella, aggredita dal compagno, fugge di casa, incinta e ignara di chi sia il padre. L'incontro fortuito con il vecchio Stelvio la conduce su una nuova strada che, tra ansie e paure, la traghetterà dall'inferno al paradiso, dall'odio all'amore, dalla violenza alla serenità, Comprendendo che nulla accade per caso, e che le scelte sono ancora nelle nostre mani.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

estinzione non estinzione

Post n°1813 pubblicato il 27 Luglio 2022 da ormalibera
 

Siamo già nella fase critica. Chi non se ne rende conto vive da un'altra parte.


Ormai il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti, e andrà sempre peggio, non perché io sia pessimista ma lo dicono da decenni i veri esperti.

Ci meritiamo l'estinzione? A volte penso di sì. Ma. Il mio "ma" ce lo devo mettere. Perché un ma c'è.

Su di un foglio bianco non dobbiamo dimenticare il puntino nero, e nemmeno il puntino bianco sul foglio nero.

Io mi sento quel puntino. E non sono da sola, ci sono tanti che sono e si sentono un puntino che nulla può contro il colore dominante. Ma se siamo qui, se siamo venuti in questo tempo spazio, un motivo c'è. Se siamo rimasti lucidi vuol dire che abbiamo un compito da portare avanti.

Allora non ammettiamo la resa, creiamo il mondo nuovo attraverso noi stessi. E poi unendoci per ripartire. 
Ripartire con la conoscenza acquisita e costruire una realtà di equilibrio, di rispetto per la vita e la bellezza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Siamo alla frutta? NO, all'umido

Post n°1812 pubblicato il 17 Luglio 2022 da ormalibera
 

La mia bella disperazione me la sono già vissuta quando avevo presagito i tempi che ora sono arrivati. Ho creato io questo universo? Oppure l'ho solo visto da lontano?

Questa è una domanda che mi pongo da molto tempo.

Siamo noi a creare la nostra realtà? Così come facciamo nei sogni, li creiamo e poi ci ficchiamo dentro per viverli. Non ho alcuna certezza. Di certo non credo più alla casualità, a un fattore x, a una fatalità.

Disperazione e sconforto i sentimenti naturali che sorgono davanti a questa apocalisse. Ovviamente dare la colpa al drago, dimaio, ue, poteri oscuri viene spontaneo, ma è un tranello. La colpa ricade su ciascun individuo. Ciascuno, nessuno escluso.

Sono le scelte del singolo a fare la realtà, la differenza fra il bene e il male.

Vi ricordate la favoletta dei tre porcellini?
Bene, se costruisci una casa (noi) non solida il male entrerà fin troppo facilmente.

Chinando la testa davanti a chi calpesta i diritti umani, ti toglie la libertà e poi te ne elargisce un pezzettino facendoti credere a una magnanima concessione, si diventa servi del male, e suo strumento.

Portare la mascherina camminando da soli in strada con 40° all'ombra, o in bici, o in auto da soli, non è certo sinonimo di cervello libero e pensante. Li vedo con questi occhi, ogni giorno. 

Da questo inferno ne usciremo, sarà la spinta a creare una nuova realtà. Liberarci dai poteri inumani, dal denaro creato dal nulla, da condizionamento mediatico, dalla irresponsabilità.

Nulla accade per caso, tutto ci serve per scalare la montagna, per fare esperienza.

Non siamo soli, non è possibile essere soli, possiamo solo illuderci di essere soli.

Se siamo stati capaci di creare l'oscurità possiamo farlo anche con la luce. Penso sia giunto il tempo di creare la luce.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Marmolada

Post n°1811 pubblicato il 05 Luglio 2022 da ormalibera
 

Questa tragedia dovrebbe far riflettere tutti, o quasi. I dormienti diranno che è colpa di qualcuno che non ha avvisato gli alpinisti, gli escursionisti. Mentre i risvegliati sanno che è colpa del cambiamento climatico.


Il cambiamento climatico è colpa dell'uomo. Un virus diventato l'essere vivente più distruttivo mai comparso sul pianeta.

Ciascun vivente ne è personalmente responsabile. Scaricare la colpa su qualcuno, in genere i politici, non ha senso per chi è consapevole della realtà.
Perché come draghistan non poteva costringere 60 milioni di italiani a fare una cosa sperimentale, così nessun politico ci può costringere a..... distruggere il mondo, se non siamo noi stessi a farlo.

Ieri non ho permesso alla rabbia, allo sconforto di prendere il sopravvento.

Ieri ho pensato che siamo in un mondo duale, chi lo nega non è di questo universo.
Dualità vuol dire bianco e nero, caldo e freddo. Bene e male. Creazione e distruzione.

Allora, se da millenni noi umani abbiamo creato morte, distruzione, paura, violenza, guerre, terrore e siamo finalmente giunti all'apice, oltre c'è solo un baratro mortale. 

Allora, perché non ci mettiamo a creare l'opposto? Vita, creazione, serenità, rispetto, pace, sicurezza, benessere?

Non verrà una divinità a farlo, non lo faranno i politici ormai privi di anima, non un filantropo, non un santo. Non verrà nessuno, a fare quello che tocca a noi.

Ciascuno di noi deve iniziare a creare l'opposto di quello che stiamo vedendo fuori di noi, ma prima deve crearlo dentro sé stesso. E poi si potrà specchiare fuori.

Siamo noi i creatori della nostra realtà, che ci piaccia o no, questa è la verità. Non tacciatemi di presunzione, questa è la mia personale esperienza. 

Lo so che l'energia prodotta da male e dolore è potente, che se ne diventa dipendenti, ma sta a noi, adesso, disintossicarci.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

avevamo il paradiso

Post n°1810 pubblicato il 17 Giugno 2022 da ormalibera
 

Avevamo il paradiso e lo abbiamo distrutto, avevamo l'umanità e ce ne siamo liberati. Abbiamo fatto tutto da soli, siamo stati bravi?


Davanti a noi l'inferno mai comparso sulla terra. Il male più feroce mai conosciuto dall'umanità. E noi ci siamo dentro. C'è chi si è arreso ed è passato dalla parte dei demoni, e chi ancora continua a gridare che il re è nudo.

Non mi fermo sulla politica che ormai è chiaro ha progettato il nostro inferno a tavolino e ora lo costruisce intorno a noi e dentro di noi.

Parlo di quella femmina (no donna, no madre) che ha ucciso la figlioletta di 5 anni in modo barbaro e anche premeditato. Ora cercano la semi infermità mentale per mandarla subito libera. Buonismo? No, solo l'oscurità che agisce impunemente.

I miei figli sono stati le ali che mi hanno prima insegnato a volare e poi permesso di volare. Ho dato così poco e spesso male per ricevere tanto e meraviglioso.

Avevamo tutto per creare il paradiso, tutto per diventare gli esseri viventi più meravigliosi del pianeta, invece (la maggioranza) ha preferito distruggere il paradiso e liberarsi della propria umanità.

La maggioranza, ma non tutti. Ci sono ancora persone sane, che lavorano per creare il paradiso e scelgono di restare umane.

Sogni lucidi, sogni estremamente reali. E stamattina torno a soffermarmi su di essi. Creiamo in tempo reale ed entriamo nella nostra creazione dimenticando di esserne i creatori
E se fosse così anche con la realtà?

Se così fosse, perché non ci impegniamo a creare il paradiso? In un mondo duale è doveroso, dopo aver creato tanto male e sofferenza, torniamo a creare il bene, il sano, l'equilibrio.
Come?
Cercandolo dentro noi stessi. Ricostruiamo il paradiso dentro di noi. Amandoci, ragionando con la nostra testa, ipotizzando gli effetti delle nostre azioni. E togliendo ogni autorità al potere. Si può anche obbedire ma senza riconoscere alcuna autorità al carnefice che ci sta massacrando.

Possiamo farlo. Facciamolo. Se non noi, chi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

ormaliberasurfinia60elyravLavoro_Rinoamici.futuroiericassetta2QuartoProvvisorioalf.cosmosANIMAdigattaNERAallegri.frVenere_o8rinok2acer.250Alex71a1il_tempo_che_verra
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 129
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.