« il dolorele tabelline »

Liberi? siamo veramente liberi?

Post n°1773 pubblicato il 03 Ottobre 2021 da ormalibera
 

Anche a volerci illudere di essere liberi, il potere ci toglie anche questa illusione.


Oggi pensavo al perché della cistite. C'è sempre una ragione. Cistite=dolore. Dolore, perché?
Dovevo prendere l'oki, ma da solo non bastava, dovevo guarire la mente.

E così sono tornata al passato remoto, trapassato remoto. Bambina. Sono ritornate a galla le volte in cui gli adulti mi hanno ferita. Sembravano aver ricevuto ordini precisi: dovete impedirle di provare piacere.
Qualsiasi piacere.
E così è stato per tutta la mia vita. Attiravo chi mi avrebbe impedito di provare piacere.

Ho lottato, ma non si può lottare contro sé stessi, se non nella consapevolezza.

Collera, risentimento, odio per tali persone. Ma poi ho capito che erano solo esperienze che dovevo fare. Fino a che non comprendi, la lezione ti viene sempre riproposta.

Siamo davvero liberi di scegliere? scegliamo davvero e sempre nella consapevolezza? Temo di no.

Lo saremo solo quando avremo compreso le lezioni, le esperienze che abbiamo scelto di fare in questa realtà.
Prima impariamo, prima passiamo alla successiva.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/meridianarosa/trackback.php?msg=15619885

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
elyrav
elyrav il 04/10/21 alle 08:59 via WEB
Chissà se gli adulti fanno apposta o sono proprio crudeli inconsapevolmente. Penso però che ciò che sono è per come sono cresciuta, per le esperienze vissute e come le ho superate. Tutto sommato non vorrei essere diversa. Serena giornata
(Rispondi)
 
ormalibera
ormalibera il 07/10/21 alle 07:34 via WEB
idem. Me la sono presa con Dio, i genitori, la società, gli altri, il mondo intero per i miei guai. E ne ho vissuti senza risparmio alcuno. Ma per arrivare a comprendere che senza quelle esperienze non sarei quella che sono. E la conoscenza e consapevolezza di oggi non la cambierei per tutto l'oro e il potere del mondo. Un abbraccio
(Rispondi)
rinok2
rinok2 il 05/10/21 alle 09:08 via WEB
Il problema che mi pongo spesso è se tali lezioni ci servano per restare a galla o per elevarci.. Un saluto!
(Rispondi)
 
ormalibera
ormalibera il 07/10/21 alle 07:36 via WEB
Me lo sono chiesta anch'io, la risposta che ho trovato è sempre la stessa: dipende dall'uso che ne facciamo. Se hai una scala puoi usarla o no, puoi salire un gradino o due o cento. qui sta la scelta, la nostra libertà di decidere cosa vogliamo fare. Ovviamente il primo gradino è arrivare alla consapevolezza e all'amore per sé stessi. Senza queste due lanterne è quasi impossibile (mio pensiero, per mia esperienza) andare oltre. Un sorriso
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

Arianna1921ormaliberaelyravLavoro_Rinoamici.futuroieriQuartoProvvisoriomaresogno67alf.cosmosSkinpopcassetta2il_tempo_che_verraSemidiluceeamoreEremoDelCuoreCherryslalphabethaa
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 129
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.