Messaggi di Maggio 2020

prove tecniche di dittatura?

Post n°1664 pubblicato il 30 Maggio 2020 da ormalibera
 

Con orrore ho letto che ad Arezzo il sindaco ha costretto un cittadino che si rifiutava di fare il tampone Covid  a farlo con un TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio) lo si fa con i pazzi furiosi, ma proprio quando sono agli estremi.


Alcuni grideranno che ha fatto bene. Ma se per fermare il virus è richiesta la riduzione in schiavitù, la riduzione in oggetto l'essere umano privandolo non solo della libertà, che è stata tolta di getto a milioni di esseri umani, ma anche della più elementare forma di rispetto. Allora io grido che è meglio il virus.

Vivere in un modo dove non esiste più la dignità, la libertà, il rispetto dell'essere umano non è più vivere. 

A quale costo dobbiamo pagare una briciola di vita? una miserabile vita? visto che milioni di italiani non hanno da mangiare? E sono alla disperazione?

Attaccarci alla miseria che ci hanno elargito con grande magnanimità anime oscure, non servirà a salvarci.

Ricordiamoci una frase famosa di Winston Churchill "Potevano scegliere fra il disonore e la guerra. Hanno scelto il disonore e avranno la guerra."

Noi scegliamo di vivere una vita da sottomessi e senza diritti per morire ugualmente (di fame o di violenza)?

Restiamo svegli, ci stanno togliendo tutto, ma proprio tutto. Cosa resterà alla fine? larve umane (quelle che riusciranno a sopravvivere). Covid è innocente.




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

piccola riflessione

Post n°1663 pubblicato il 25 Maggio 2020 da ormalibera
 

Oggi me ne stavo in campagna a estirpare le erbe infestanti, ve n'è una specie che sembra abbia voluto impossessarsi di tutti gli spazi non coltivati e distruggere tutte le altre erbe selvatiche.


Ho pensato che anche l'uomo è diventato una terribile erba infestante. Abbiamo invaso tutto il pianeta e non come ospiti pacifici, abbiamo e stiamo sterminando ogni forma di vita.

Ho pensato che Dio ci ha dato la Terra ma non certo per distruggerla.

E poi ho pensato a una barzelletta. Dovrebbe far ridere ma può anche far piangere.

Dio chiama il suo angelo preferito e gli chiede: 
"Come faccio a distruggere la Terra? c'è uno scoiattolo blu che proprio non mi piace."
L'angelo risponde: "Signore penso che dovresti metterci l'uomo. Hai visto che bel lavoro ha fatto su Marte? Non credo che farà un lavoro peggiore di quello. E poi c'è un vantaggio."
"Quale?" chiede il Signore.
"Che alla fine ci liberiamo pure di lui, non solo dello scoiattolo blu. Si autoestinguerebbe insieme a tutto il resto".

Solo per dire di quanto siamo distruttivi. E il pensiero che abitavano Marte e che lo abbiamo ridotto al Pianeta Rosso, ogni tanto mi viene. E ora ci stiamo provando con la Terra. 
Peggio dell'essere umano è difficile trovarlo. Anche se, volendo, è capace di fare il meglio del meglio del meglio. Per adesso stiamo facendo il peggio del peggio del peggio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

meglio un giorno da leone o cento da pecora?

Post n°1662 pubblicato il 21 Maggio 2020 da ormalibera
 

Mi sono chiesta tante volte, ma senza crederci veramente, se, dovendo scegliere, avrei scelto un giorno da leone o quei cento da pecora.


Ho sempre preferito quello accomodante, quello che rifugge dai litigi e le discussioni, che ha dirla tutta è da pecora.

Ma non più. Sarà che ho già vissuto la mia vita? Sarà che il mondo è davvero cambiato da quando avevo vent'anni? Non lo so.

Ma oggi comportarsi da pecora vuol dire uccidere l'umanità che è dentro di noi.
Vuol dire diventare zombi, automi, robot. Perdere l'umanità che ci ha portati sin qui.

Hanno distribuito un biscottino avvelenato e preferiamo sbocconcellare quello che non sazierà mai la nostra fame.

Oggi milioni non hanno neppure quel biscottino ammuffito da mettere sotto i denti.

Avere il proprio deretano al calduccio o, quantomeno, non al gelo, non significa niente.

Il 14 luglio 1789 in Francia molti avevano il deretano al calduccio e poi se lo ritrovarono al gelo. Questo è il rischio che tutti corrono, anche quelli nelle torri d'avorio.

Io cosa sceglierei, oggi? Un giorno da leone. Perché aver raggiunto una certa età mi ha portato a non avere più nulla da perdere, ma tutto da guadagnare e se non per me per i miei figli, e i figli di tutte le persone oneste e rimaste ancora umane.

Hanno violentato donne di oltre 80 anni, ucciso inermi vecchietti centenari, credo che a questo mondo nessuno è al sicuro dal Signor Male. Non siamo in una società civile degna di questo nome.

Forse sarebbe ora di cambiarla

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

una precisazione

Post n°1661 pubblicato il 17 Maggio 2020 da ormalibera
 

Devo precisare che le mie due pubblicazioni sono in formato kindle, spero di riuscire a farne anche il formato cartaceo.


Io ormai divoro i libri su kindle come mai in vita mia mi sono potuta permettere. Spendere pochi euro e senza spreco di carta mi spinge ad acquistare anche quelli che poi non finisco di leggere, e senza sentirmi in colpa.

Ma quando un libro mi piace, allora il cartaceo diventa una necessità, almeno per me.

E se dovesse piacere a qualcuno? Allora mi sto dando da fare a trasformarlo anche come pubblicazione cartacea, la procedura è un po' diversa e mi ci vuole un po' più di tempo per imparare.

Ma sappiamo tutti che è facile quello che sappiamo fare, difficilissimo quello che non abbiamo mai fatto.

Una sfida che mi elettrizza. 

Superare i propri limiti è sempre una vittoria. 

Un sorriso

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ogni cammino inizia con il primo passo, questo è il secondo

Post n°1660 pubblicato il 16 Maggio 2020 da ormalibera
 

Scegliere non sempre è facile. Immettersi nella folla di coloro che scrivono è davvero ardua impresa. 


Ma se non metti il primo passo non vai da nessuna parte.

Adesso ho messo il mio secondo passo. 
Questo:
Sotto la stessa Luna: romanzo di [Maria Barberio]


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

QuartoProvvisorioormaliberamotodipendente_52ninograg1e_d_e_l_w_e_i_s_svirgola_dfchiedididario66surfinia60s.dinautadolcesettembre.1ditantestelleshadow_15124hfukrlgianor1il_tempo_che_verra
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 123
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.