Creato da: metal.creature il 24/10/2004

Metallium
 
     
Posto dove HEAVY METAL è la parola d'ordine

Solo l'amministratore può inviare MMS ed SMS su questo blog!


   
   Messaggio N° 11 10/01/2005    
 

Post N° 11

La storia del Doom Metal

 

Dagli albori dei Black Sabbath al Death/Doom – Metal dei My Dying Bride dei giorni nostri – Una visione storica completa del nostro amato genere.

 

Le prime bands doom degli anni settanta…

 

La maggior parte delle persone sono d’accordo che i Black Sabbath siano tra le più influenti bands di tutto l’heavy metal in generale, e il Doom-Metal non fa eccezione.

I loro primi album “Black Sabbath”, “Paranoid”, “Master of Reality”, “Vol. 4”, “Sabbath Bloody Sabbath”, e “Sabotage” sono tutti senza dubbio, masterpiece, e senza di loro il Doom-Metal (o qualsivoglia metal in generale) non esisterebbe.

 

Mentre i Black Sabbath erano davvero ben avviati dalla loro epoca, e come esponenti del genere, non potendo esserlo senza i loro contemporanei (Pentagram, Blue Cheer, Black Widow). Alcuni dei primissimi prototipi del Doom-Metal erano infatti canzoni di fine anni sessanta e inizi anni settanta che, mentre non completamente doomy, contenevano innumerevoli grandi riff che forgiavano il sound del Doom-Metal degli anni successivi. Molte canzoni includono “Inna Gadda Da Vida” degli Iron Butterfly.

 

I Pentagram – uno dei principali contemporanei dei Black Sabbath – possono essere valutati come uno delle prime bands Doom in giro, spesso intrecciandosi con la band la Bedemon, forse una delle migliori label del loro stile musicale conosciuto come “ Proto Doom”. I Black Sabbath hanno un enorme impatto sul loro sound ma focalizzavano più sul lato doomy di questo stile. Così creando alcuni dei primi dischi Doom- Metal!

 

Gli anni ottanta….

 

Gli anni ottanta presero con loro le prime fedeli act Doom-Metal. Questa era l’era in cui le bands come i Def Leppard, Warrant, e Bon Jovi venivano da band maschili e professandosi “heavy metal”, e dove thrash/speed e death metal band dominavano la scena metal.

 

La stampa applicava loro anche il termine “heavy metal”  in un modo cattivo di etichettare delle bande che vestivano con spandex attillati e capelli lunghi. Gli anni ottanta erano anche conosciuti per il fine periodo del New Wave of British Heavy Metal, un altro stile semi veloce del metal. Cosi in un’era dove la velocità  era il fattore prominente nella musica estrema, le Doom-Metal act  dove erano grandemente in soprannumero, ma questa è l’era dove il Doom-Metal era un nome che si è per lo più creato e sviluppato da sé.

 

Una band anni ottanta che hanno fatto grande il Doom erano i Trouble. Originariamente di Chicago, questa band facevano del lento, trascinante heavy metal, di chiara influenza dei Black Sabbath. Dovuta ai credi cristiani della band e l’effetto sui loro testi inizialmente caddero sotto la label White-metal.

 

I Saint Vitus, un’altra delle prime band doom, avevano forse la più grande influenza sul panorama Doom- metal (insieme ai Candlemass). Il loro primo lavoro era per la SST Gren Ginn dalla label dei Black Flaged era per lo più rappresentato da Wino che acquistò più fama più in là con i maggiori semi-doom The Obsessed . Wino divenne una delle figure più leggendarie del Doom Metal a pieno titolo. Dai suoi esordi con The Obsessed, passando per i Saint Vitus, e riformando i The Obsessed, divenne una delle figure più prominenti e influenti nella scena Doom-metal. Ora frequenta la scena stoner con la sua band attuale, gli Spirit Caravan.

Nel 1986, la band svedese Candlemass  pubblicò l’album “Epicus Doomicus Metallicus”, una pietra miliaria nel primo Doom-Metal. Una volta chiamati “la band più pesante del mondo” ripresero ciò che i Black Sabbath lasciarono nel 1976. Il materiale su “Epicus Doomicus Metallicus” era nello stesso stile dei vecchi Black Sabbath (con Ozzy) ma con influenze contemporanee. I migliori anni dei Candlemass erano quelli con il vocalist Messiah Marcolin, un uomo con una voce eccezionalmente profonda, e pulita,. Per le nuove case discografiche il Cd “AS It Is, AS It was: The Best Of Candlemass” (Music For Nations, 1994) dà una buona visione dei loro lavori.

Un altro pioniere del doom verso la fine degli anni ottanta era la band di Lee Dorrian i Cathedral. Quando Lee lasciò i Napalm Death nel 1989 nessuno si aspettò un tale volta faccia. Si Oppose alla musica ultra-veloce dei Napalm Death, la prima uscita dei Cathedral era ultra lenta, doom super-pesante nella sua forma più pura. Prova album del tipo “In Memorium” e “Forest Of Equilibrium”.

Gli ultimi lavori dei Cathedral sono più rock anni settanta e le atmosfere doom si sono lentamente affievolite.

 

Una label che era molto importante a questa prima generazione di Doom – Metal, ed era principalmente attiva durante la tardissima fine degli anni ottanta alla metà dei novanta, era la Hellhound Label. Questa label firmò un gran contratto di act Doom-metal dei quali sound più tardi divenne conosciuta come la “hellhound sound”, formando industrialmente una pulita fondazione per le future Doom-metal acts che venivano su bands come The Obsessed and Count Raven  pubblicarono molti dischi per questa label.

 

Gli anni novanta…

 

I primi anni novanta annunciarono un cambio nel panorama Doom – Metal.  Avendo preso la torcia del metal con il Death Metal a metà degli anni ottanta, il Doom – Metal si godette un revival. Nuove bands emersero che cercavano un mix tra l’originale Doom – Metal e il Death- Metal. I primi pionieri come i Winter con la loro release “Into Darkness” nel 1990 e Thergothon con il loro brillante demo “Fhragn – nagh Yog – Sothoth” nel 1991 penetrarono gli originali confini del Doom – Metal tradizionale  e formate le fondamenta  del Doom-Metal dei giorni nostri. Lasciateci tuttavia non dimenticare una band i Disembowelment.

 

Bands come Winter, Thergothon e Disembowelment non potevano acquisire il successo di band dell’ultima ora avrebbero con questo nuovo stile. Tre bands dall’Inghilterra, le quali condivisero la stessa label, la Peaceville, spinsero per il genere Death/Doom al livello a cui stà oggi; I Paradise Lost essendo i primi con la loro release di “Lost Paradise” nel 1990 (Che aveva sempre una forte influenza death-metal). Con “Gothic” nel 1991 essi tuttavia impostarono quasi da soli lo standard del moderno doom.

 

I compagni di label My Dying Bride ebbero successo nell’aprire i cancelli per le innumerevoli nuove band Doom-Metal. La loro prima release ufficiale per Peaceville, “Symphonaire Infernus Et Spera Empyrium”, nel 1991 ha mostrato già che questa band era destinata alla grandezza e con il loro second full lenght “Turn Loose the Swans” nel 1993 impostarono il loro status di più grande Doom-Metal band moderna. Un’altra influenza di questa nuova forma di Doom-Metal  era la terza band della Peaceville chiamata Anatema. Nonostante sia una delle “grandi tre” rimasero i più piccoli e meno influenti.

 

Altrettanto meritevole di menzionamento è che all’inizio degli anni novanta, una band chiamata Earth (no, non i Black Sabbath con il loro nome originale) crearono alcuni dei più pesanti musiche di influenza sabbathiana. Questa band divenne un enorme influenza sul cosiddetto “Drone Doom” una forma estrema del Doom-Metal.

Non possiamo non notare l’ascesa di uno strano bambino all’interno della famiglia Doom, Sludge Doom; molto pesante, deprimente sound Doom Metal che forse manca la tristezza e le  emozioni del Doom ma riempie ciò di pura oscenità e rabbia. Naturalmente anche l’assonanza con l’insegnamento dei Black Sabbath.

 

A metà strada degli anni novanta il bisogno di sperimentazione insito nel genere metal ha preso in pieno il genere Doom. Band come The 3rd and the Mortal crearono un tipo di Doom atmosferico con album come Tears Laid in Earth ed erano una delle prime metal bands ad avere una cantante a tempo pieno. In seguito al risveglio dei Thergothon, acts più lente ed estreme del normale Death/Doom iniziarono anche ad emergere come Funeral, Skepticism ed Esoteric. Il “morbo” della sperimentazione giuda i molti diversi generi di Doom-Metal che conosciamo oggi. E non dimenticandoci che c’è un’intera schiera di vecchie e nuove bands che suonano sempre l’originale stile del Doom degli anni ottanta.

 

Dovendo a questa raffica di sperimentazione, il confine tra generi sbiaditi e vari grandi giganti del Doom – Metal mossi dal sound li hanno aiutati a creare, dando all’intero genere Doom-Metal un input creativo del quale non abbiamo ancora visto la fine. Il nuovo millennio ha già provato a fare  del 2001 ,uno dei migliori anni dell’heavy Doom sin dai primi anni novanta. Ciò promette molto per il futuro…

Beh, un pò lunghino questo reportage, ma ne vale la pena leggerlo. :-)

 



 Commenti: 10
 
Inviato da metal.creature @ 22:10:15

 
  Inviato da sweetbizkit il 10/01/2005 @ 23:08 via WEB
ciao! in quanto pikkola metallara in erba come mi piace definirmi...vabbè vengo subito al sodo senza giri di parole:) davvero interessante il tuo blog..lo metterò tra i miei preferiti se nn ti dispiace;)
 (Rispondi)
 
    Inviato da metal.creature il 11/01/2005 @ 07:57 via WEB
    E mi chiedi anche il permesso? Sono contento che ti piaccia, sorella!!! m/
  Inviato da EagleFlyFree il 11/01/2005 @ 10:41 via WEB
Ciao m.c. E' proprio vero che una promessa e' una promessa. Purtroppo ora non ho il tempo di leggerlo tutto, la mattinata sembra rovente, ma piu tardi lo faccio, e poi ti so dire. Un saluto!
 (Rispondi)
  Inviato da EagleFlyFree il 11/01/2005 @ 19:06 via WEB
Oh, finalmente sono riuscito a leggermelo bene. Ben fatto, dettagliato, e ammetto che alcuni dei gruppi citati non li conoscevo proprio. Vedro' di riparare alle lacune. Comunque oramai il vecchio, vero doom non c'e' piu. E io mi tengo stretti Epicus Doomicus Metallicus e Nightfall.....
 (Rispondi)
 
    Inviato da metal.creature il 11/01/2005 @ 20:02 via WEB
    Punti di vista.... tra l'altro, lo hai detto anche tu, rispondendomi al tuo blog:sei un tradizionalista del genere!! Non mi meraviglia la tua risposta, eheh
  Inviato da tarabaar il 12/01/2005 @ 14:33 via WEB
Ho letto e riletto il tuo "reportage". Per me vale la pena il doppio. Mi piace anche il finale propositivo per il futuro del doom. Come EagleFlyFree anche io non conoscevo alcuni dei nomi da te citati, ed essendo la cosa per me latamente vergognosa colmerò le mie indegne lacune per tornare più informata di prima. Al momento mi complimento con te per la puntualità dell'esposizione. Saluti.
 (Rispondi)
 
    Inviato da metal.creature il 12/01/2005 @ 21:01 via WEB
    Hail,Sister!!!
  Inviato da EnthroneTheDarkness il 25/01/2005 @ 02:43 via WEB
Ottimo lavoro, peccato che non vi sia menzione per una grande band e un grande artista della nostra penisola, ovvero i primi DeathSS, quelli con Paul Chain [c'è una raccolta di lavori dagli albori della band del 77 fino all'84] senza contare i lavori soliti del grande Paul che portano i nomi di Park Of Reason e Alkhaest. Passando a cose più moderne, sempre in ambito italico vi consiglio Thunderstorm e Doomsword per il frangente più epico del doom, Abysmal Grief per quello + esoterico e ritualistico e Forgotten Tomb, un misto fra i black depressivo, il doom e il death metal. Onore & Gloria
 (Rispondi)
 
    Inviato da metal.creature il 26/01/2005 @ 08:06 via WEB
    Enthrone, ho tradotto la storia del doom metal da un sito dedicato a questo genere cosidetto "di nicchia", e se non l'hanno menzionato quelle bands che fra l'altro conosco (dei Thunderstorm ho anche degli mp3), non è colpa mia. Grazie per la segnalazione!! ;-)
  Inviato da EnthroneTheDarkness il 27/01/2005 @ 01:37 via WEB
ma figurati! non era una critica, anzi, era una piccola puntualizzazione, anche perchè io sono fissato con il metal italiano, quindi ce lo metto ovunque quando merita :P
 (Rispondi)
 
Dicembre 2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31  
 Into the Pit
 
  Di Metallo e Birra
 MENU
 
Home di questo blog
Invia a preferiti
Segnalazione abusi
 ULTIME VISITE
 
   bettygalanti
 metal.creature
 mauafel
 sweet_heart88
 fabiuus
 pazzaserialkiller666
 cartuzze
 Sky_Eagle
 ninoilfioraio_2011
 fernandez1983
 solemar_72
 maximilian_2010
 sempreanna
 binco91
 tork_williams