Creato da LIBERODIPARLARE il 15/07/2012
cercare un'angolo di verità senza guinzaglio

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

giovanni.tassanomarlow17chiarasanycall.me.IshmaelElemento.Scostanteghionnamarcofaustina.spagnolciaobettinail_pabloLIBERODIPARLAREoscardellestelleLisa20141Irisblu55BLACKDIAMOND63elektraforliving1963
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

CHE SPERANZA DI RINNOVAMENTO CI RESTA

Post n°44 pubblicato il 28 Aprile 2013 da LIBERODIPARLARE
Foto di LIBERODIPARLARE

Lettera di un amico

Da chi ci governa non ho ancora sentito quello che realmente dovrebbe essere fatto per recuperare soldi dalla fine del mese e per tutti i mesi:societa' partecipate,ho letto che tre di loro portano al comune di Napoli un deficit di 1 miliardo,ne esistono piu'di 7500, stipendi milionari ai manager,il "propietario dell'ENEL" piu' di 4milioni all'anno,Mastrapasqua INPS piu' di un milione all'anno,ecc.ecc.mandare a casa chi stabilisce stipendi milionari:commessi di camera e senato,entrano con 9 mila euro,quelli che scrivono con i piccoli "pianoforti"gli stenografi 245 mila euro,possiamo permetterci 10 vicepresidenti,tra camera e senato, 9 mila euro in piu' al mese,non rammento quanti questori,anche loro a 9 mila euro al mese,pensioni da 30 40 50, ad libitum, a gente di 80 90 100 anni, ma che diavolo ci fanno? Io credo che se si cominciasse a pensare in questo modo a fare i tagli alla politica e a tutto il contorno, che e' quello che, tutto sommato, costa di piu', forse caveremmo un ragnetto piccolo piccolo dal buco. Non si puo' onestamente pensare che tutti quelli che sono nei palazzi della politica possano fare qualcosa, sono loro che hanno creato tutto questo,quindi non c'e' speranza sono veramente amareggiato,ciao.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

25 APRILE - IL SANGUE DEI VINTI

Post n°43 pubblicato il 25 Aprile 2013 da LIBERODIPARLARE
Foto di LIBERODIPARLARE

http://web.tiscali.it/RSI_ANALISI/fascistiammazzati.htm

25 aprile la festa della Liberazione, tanti fanfare e nemmeno un rimorso? credo di essere autorizzata a parlare, in quanto che mio padre lottò dietro le linee per la salvezza di molte persone ( lo Stato non gli dette la pensione perchè solo quelli che avevano fatto la Resistenza con le armi meritavano tale onore, premiando molti che presero le armi solo per salire sul carro vincente) rischiando ogni giorno e ogni notte. Il 25 aprile fù  oltre che una giornata di gioia, anche una giornata di grande lutto, molti furono i morti in quel periodo, troppe vittime di rancori o invidie, l'amico che credevi tale fino al giono prima pronto a spararti e le foibe e tanto altro in nome di una libertà che in quei gioni si chiamava vendetta. Ricordo le parole di furono i morti,"

In nome della libertà molte donne rasate a zero e portate al publico ludibrio, una gogna vergognosa peggiore del carcere. Ma nessuno se la prese con quelle donne che il giorno prima ancora indossavano la camicia nera urlando " Duce Duce" e il giorno della liberazione scesero in piazza con i foular rossi al collo.

il 25 aprile non fù solamente il giorno della Liberazione ma anche quello dei voltafaccia e dei tradimenti, vennero puniti molti perchè dichiaratamente fascisti, e premiati molti fascisti che si diachiararono partigiani, basterebbe tornare indietro con la memoria per trovare tra questi molti volti noti oggi nella politica italiana.

Mio nonno da sempre Socialista usava dire " non devi temere le idee, devi temere il fanatismo, ci sono persone cattive tra di noi e ce ne sono di molto cattive anche tra di loro" e in quei giorni la cattiveria umana raggiunse vette a cui non vogliamo più assistere.

il 25 aprile pare sia una prerogativa dei comunisti, la storia qui viene distorta perchè se ci fossero stati solo loro( i cui capi ,molti, erano all'estero,) forse non sarebbe finita il 25, vanno ricordati anche i Cattolici, i comuni pittadini e i militari che fuggiti si erano uniti ai ribelli.

 Quante bandiere rosse, e quelle bianche? Io non giustifico i fascisti, ma non giustifico nemmeno le violenze, le uccisioni dei vincitori. le regioni più sfacciatamente fasciste furono quelle che diventarono più rosse e questo scusate ma non me lo spiego. Possibile che tutte le masse inneggianti al Duce fossero tutte anime ribelli che aspettavano solo la liberazione?

Basta leggere il libro di Pansa " Il sangue dei vinti" per rendersi conto che forse oltre ad inneggiare alla lotta partigiana bisognerebbe fare un mea culpa. la lista dei fascisti, buoni e cattivi, trucidati è lunghissima, e quando un popolo si uccide in nome di qual si voglia cosa è sempre deprecabile.

Il signore disse porgi l'altra guancia, ma se è vero che i fascisti non furono un'esempio di bontà è certo che i partigiani scesero al loro livello e forse lo superarono.

Credo che sarebbe più giusto e più condiviso il 25 aprile se invece di rappresentare la liberazione fosse dichiarao " Festa della fine della guerra civile" perchè tale è stato quell'orrendo periodo e le migliaia di famiglie che ne furono colpite  forse piangono morti che non dovevano morire.

La storia ci racconta che da sempre i vincitori non si sono mai comportati in modo civile, i liberatori del 25 aprile non si comportarono in modo diverso, queste pagine terribili fanno aprte della nostra Storia e che ci piaccia o no non vanno taciute ne cancellate

sanguedeivinti.blogspot.it

 

Che questo giorno di commemorazione sia monito per il futuro, meglio una politica criticabile in democrazia che una guerra fratricida in nome della libertà

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SIAMO AL PAPOCCHIO

Post n°42 pubblicato il 24 Aprile 2013 da LIBERODIPARLARE
Foto di LIBERODIPARLARE

Già con l'elezione, anzi rielizione, di Napolitano  la metà degli italiani non si è sentita soddisfatta, per lo meno ricordando i commenti precedenti alle elezioni. Vanno dicendo" Era l'unica soluzione possibile"ma sono ciance , siamo in tanti a non crederlo. Come è stato trovato l'accordo su Napolitano sarebbe stato possibile anche per un altro nome, la giustificazione può essere solamente che, le rose ( di nomi) avevano troppe spine.

Allora è possibile che tra circa la metà dei parlamentari non ci sia stato un nome condivisibile? certo che no, perchè le rose presentate erano ben distribuiti nomi che o erano troppo legati alla prima repubblica ( vedi Amato che di danni ne aveva già fatti abbastanza) o troppo sfacciatamente di sinistra, o legati al governo Monti, da qui la soluzione finale  ( hahah che frase infelice)

NIENTE MI TOGLIE DALLA TESTA E CREDO NON SOLO A ME, CHE TUTTA STà MANFRINA è STATA FATTA PER ARRIVARE A QUESTA SOLUZIONE, la rielezione di Napolitano.

Ora passiamo al Governo, Il fatto che   nominato Letta, giovane capace ( MA) con lui la sinistra pur avendo solo 1/3 dei voti si accaparra tutto Camera Senato, Presidenza, del Consiglio, Presidenza della Repbblica, manca che si accaparrino anche i gabinetti( quelli veri non gli uffici) e siamo veramente alla frutta.

Grillo dice che è un golpettino, non chiamiamolo golpe ma certamanete un'occupazione spudorata del Parlamento italiano, con il beneplacido dietro le quinte del PDl, è quella che il PD ci stà imponendo. Non abbiamo il Re ma di certo abbiamo Mazzarino, questa situazione accontenterà 1 italiano su 3 e la chiamate democrazia?

Dalla base la Lega molti mal di pancia per il sostegno a Napolitano, anche perchè con le sinistre proprietarie di tutto il parlamento, la macroregione, o la secessione si allontana sempre più.

Ora arrivano i Ministri e se ne vedranno di belle, visto che Letta è uomo della Bilderberg, mi spaventano i nomi anche senza saperli. le Banche sono felici, la Borsa gioisce, speriamo che gli italiani NON PIANGANO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PRODI TROMBATO

Post n°41 pubblicato il 19 Aprile 2013 da LIBERODIPARLARE
Foto di LIBERODIPARLARE

l'UOMO CHE AVREBBE DIVISO L'iTALIA è STATO TROMBATO, E NON DAGLI AVVERSARI MA DAI SUOI.

Questa IV° votazione mi riconciglia un pò con il mondo, gli elettri del PD hanno trombato Prodi, e non con 5 o6 voti ma un centinaio. Fantastico, mezza Italia, anzi di più, festeggia la caduta dell'uomo che si è svenduta l'Italia, che ci ha portato il disastro Euro, stasera penso che molti brinderanno al risultato.

Domani si passa alla V° votazione, se il PD è intelligente cancella il nome di Prodi, altrimenti Bersani riesce ancora una volta ad essere vincente solo a parole, ma nella realtà ad essere un omino piccolo così.

Anche a Renzi non tocca sorte migliore, visto che Prodi era il suo candidato preferito, e la battaglia a questo punto dovrebbe avere un'altro andazzo.

Perchè non una figura istituzionale? Che sia al di sopra delle parti, che mantenga l'unità di questo paese, visto che fino ad ora abbiamo fatto una figura di merda, anche davanti al resto del mondo, perchè non scegliere una figura importante non perchè è di parte o piace, ma perchè rappresenti il popolo italiano. Un popolo che non è tutto di sinistra e fare una scelta unilaterale vuol dire dividere un paese e trascurare il fatto che sono tantissimi gli elettori che non votano PD, e che non si sentirebbero rappresentati.

Comunque sempre meglio chiunque piuttosto di Prodi, in fondo ci siamo sopportati Napolitano, e non per amore, sapremo sopportare anche un'altro Presidente, tanto gente come Pertini non la si trova più.

Domani si torna a votare, e credetemi mi sembra di stare a teatro in una commedia che non finisce mai,. Coraggio italiani siamo avvezzi ad essere governati da ge nte che di noi se ne frega, finchè dura buon per loro, ma non tirino troppo la corda, si potrebbe spezzare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TUTTI PER UNA DONNA AL COLLE

Post n°40 pubblicato il 19 Aprile 2013 da LIBERODIPARLARE
Foto di LIBERODIPARLARE

 

 

Una donna al colle sarebbe finarmente un'inversione di rotta di una politica obsoleta e inciuciata, se non altro perchè, a parte qualche faccia rosa o rossa , una donna al Colle dimostrerebbe una volontà reale per il cambiamento, e tra le donne con scheletri nell'armadio sono la minoranza

Siamo veramente alla frutta, se il Parlamento e i politici non sono riusciti a trovare un nome per il Colle, che sia condivisibile, pulito, al di sopra delle parti e che non abbia un passato di cui ogni italiano si vergognerebbe.

Grillo, l'uomo che urlava tutti a casa, ora vorrebbe  Rodotà (ex radicale, nel 79 eletto deputato come indipendente nelle liste del Partito Comunista Italiano, ex Commissioni Affari Costituzionali, ex Presidente Gruppo parlamentare della sinistra indipendente, e via di seguito) politico di vecchia data, sempre per essere coerenti.

Il PD vorrebbe Prodi (due volte Presidente del Consiglio inviso a buona parte del parlamento e a moltissimi Italiani) di lui ricordiamo, almeno chi non soffre di amnesia, uomo complice( lo dice la magistratura) di De Benedetti nel caso IRI. Uomo che aveva unico scopo svendere a De Benedetti i beni dell Stato con bandi truccati il quale rivendeva a caro prezzo i beni anche allo stesso stato oltre che a grupi stranieri. Rivendendo anche al 20% in più con guadagni pazzeschi a spese del cittadino. per 7 anni a capo dell'IRI scialacquò dearo pubblico elargendo incarichi miliardari alla Nomisma ( alla faccia del conflitto di interessi) l'Iri, con la cessione l'Alfa Romeo alla Fiat, si trovò dimezzato. le svendite di Romano Prodi a Gruppi della Sinistra attuò furti colossali a danno dello Stato. Svendette la SME a De Benedetti per soli 393 miliardi. la lista non finirebbe mai ma io lo definirei IMPRESENTABILE.

E Marini? il più cattocomunista del panrama politico.

Visto il panorama che ne pensano gli italiani? Ma in fondo a LORO non gli e ne frega niente del parere del popolo.

Non sarebbe ora di proporre l'Elezione deirtta dal Presidente?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso