Creato da mikimiki05 il 09/09/2010

una storia vera

come un libro aperto dalle pagine rovinate , parlerò di me nel bene ,nel male. Di tutto ciò che è stato ,e di tutto ciò che sarà..della mia vita,sogni speranze delusioni ed altro. A chiunque sia , sia il benvenuto..MENTEPSICOSI..

GOA,GOA.....


MusicPlaylistRingtones
Create a playlist at MixPod.com
 

FACEBOOK

 
 

TUNNEL MENTEPSICOSI GREEN

mentepsicosi

 

TUNNEL MENTEPSICOSI

tunnel mentepcosi

 

AREA PERSONALE

 

MENTPCOSI TELA

tunnel mentepcosi

 

PENZIERO MENTEPSICOSI

                                   La bellezza colpisce l'occhio

                                             ma sono i meriti

                                                       che        

                                         conquistano un cuore

MIKI-MI            MENTEPSICOSI

 

NATURA DALL'UOMO PROIBITA!!

natura proibita

 

PENZIERI DI MOMENTI

                                            Ci sono dei momenti in cui

                     si dovrebbe essere tristi per se stessi

                      per 1000 motivi, tutti diversi tra loro.

                   Oggi ero triste......ma no per me stesso,

               ero triste per i 1000 motivi che mi hanno perso.

                   MIKI-MI                              MENTEPSICOSI

                            

 

BLUE MENTEPSICOSI TUNNEL

tunnel mentepcosi

 

                                 La saggezza non viene

                                  da se, e non la si riceve.

                           La sagezza bisogna scoprirla

                    percorrendo un tragitto che nessuno

                                      può fare per noi.

                      Un tragitto che non si può evitare,

                                  il tragitto della vita.

                      Il tragitto che col tempo ti porta

             all'autentica visuale di tutti gli avvenimenti.

MIKI-MI           MENTEPSICOSI 

 

TUNNEL T

 

TUNNEL LIVE MENTEPSCOSI

tunnel mentepcosi

 

flovers

 

 

la perdita per l'unione N 10

Post n°18 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da mikimiki05

Il 5 di giugno del 1981, compio il mio quarto anno di vita....Per me come tutti i bimbi è un giorno particolare mi sento felice quasi orgoglioso per aver raggiunto il traguardo dei 4 anni ( mi sentivo un ometto ). L'età mi permetteva, che non mi pesasse più di tanto la condizione della realtà. Ma essa mi faceva intuire il disaggio che gravava sulla mia vita quotidiana e sulla vita di dei miei cari...A parte che mi si teneva nascosta la verità. La verità di quel periodo era che la condizione fisica e vitale di mia nonna ( madre di mia madre ), si aggravavano in modo sempre più irrimiediabile. Ricordo nitidamente la tristezza è  l'aria pesante che si respirava. In particolare ricordo un occasione che mia nonna stette male e vomito nel lavabo, dove io mi avvicinai incuriosito per capire per vedere, e mia nonna ( mamma di mia mamma ) esortò lei ( mia mamma ) ad allontanarmi da li. In quei momenti intuivo profondamente il disaggio, ma la dolcezza che ricevevo da lei ( mia madre ) da mio zio ( fratello di mia madre ), e da mia nonna ( madre di mia madre ), in un attimo distoglievano la mia attenzione dalla frustazione di quel periodo. Da li a poco mia nonna veniva ricoverata, all'ospedale Civico ben fratelli di palermo al reparto chirurgia. Non ricordo se fu operata o no, so che mia nonna praticamente non usci viva da quel reparto. All'epoca il reparto di chirurgia non era suddiviso in stanze come oggi, era composta da enormi cameroni con i letti messi in fila in entrambi i lati ( come i casermoni militari ). Ricordo che si andava a far visita alla nonna ( madre di mia madre ), in particolare ricordo che davanti l'ingresso del reparto c'erano degli alberi d'arancio e la struttura rispecchiava in modo nitido la sofferenza in esso contenuta, dandomi delle senzazioni di disaggio di cui tutt'oggi non riuscirei a spiegare. chirurgia civico palermoDopo ricordo che quando salivamo al reparto, in quei enormi cameroni.... Nitido il ricordo di mia nonna straiata in quel letto ,la sua sofferenza, la sua consapevolezza non ostante i figli tentavano in vano di nasconderle la verità , lei era cosapevole ( si dice che quando la vita arrivi al suo crepuscolo, la persona ne abbia consapevolezza ) lei lo sentiva..... Ricordo quel letto troppo alto per me, non mi permetteva di vederla, non permetteva lei di vedere me. Dunque la soluzione era che lei (mia madre ) o i parenti ( fratelli o altri ) mi sollevavano per pormi sul letto in modo tale che io e mia nonna potessimo abbracciarci. Mia nonna era consapevole che quelle erano le ultime volte che avrebbe avuto occasione di stringermi a se, io non ero consapevole di questo...ma riuscivo quasi ad intuirlo in quanto i suoi abbracci, carezze e baci, erano sempre più deboli ( perdeva ogni giorno sempre più le sue forze vitali ).Quella estate non inizio mai. Mi dissero che quando i dottori dichiarano che non c'era più nulla da fare per lei, consigliando hai figli di riportarla a casa ed attendere con rassegnazione e coraggio la fine del suo cammino in questo mondo, a mia nonna scesero lungo il solco del suo viso delle lacrime, che oggi io interpreto come consepevolezza e rassegnazione. Posti dinanzi alla realtà della vita con enorme sofferenza, la riportarono a casa stringendosi attorno a lei fino a quando il destino lo avesse concesso. In tutto questo passarono 2/3 mesi ,( l'estate ) il giorno 8 di settembre del 1981 mia nonna ( madre di mia madre ) pose fine al suo cammino su questo mondo, raggiunse il marito, mio nonno ( padre di mia madre ) ricongiunzione riunendosi a quell'uomo che amava tanto per l'eterno. In quei giorni tutta la famiglia era riunita facendosi forza, coraggio, e rassegnazione, tra pianti inarrestabili, cedimenti psicologici, e cedimenti fisici ( svenimenti ). La sofferenza dominava incontrastata in quei giorni lunghi anzi interminabili. Oggi immagino mio nonno e mia nonna di nuovo insieme per l'eternità, proprio come nell'immagine che ho scelto. Ricordo i 3 giorni di veglia per mia nonna ,c'era tutta la famiglia al completo tranne lui (mio padre ) che era in galera.... Indelebili come vernice nella mia mente tutti e tre i giorni. In particolare ricordo che con mia zia e mia cuggina che all'epoca aveva la mia stessa età, cogliemmo dei fiori di gelsomino in una piccola cesta di paglia ,per poi cospargerli sul corpo di mia nonna ( madre di mia mamma ). Dopo ricordo che quando fu messa la copertura in zinzo per essere saldata, tra pianti strazzianti io vidi per l'ultima volta mia nonna, ricordo il suo viso. durante i tre giorni di veglia io e i miei cuggini all'epoca tutti bimbi giocavamo nel balcone al lupo nero...... Di quei momenti ,di quel periodo concludo ricordando come fosse accaduto ieri , il momento che mia nonna fu posta nel posto ad essa assegnata all'interno del lucolo a terra del cimitero Rotoli di Palermo realizzato hai piedi del monte ,ma abbastanza alto che da li si vede un paesaggio magnifico del mare e della costa ( mia nonna espresse il desiderio di un posto da dove si vedesse il mare ). Il destino mi aveva privato di un altra persona ( mia nonna ), di cui amore, cure, ed affetto nei confronti miei e di lei ( mia mamma ) erano unici ed essenziali......   

MIKI-MI......la mia storia, una storia vera........MENTEPSICOSI........

 
 
 

riflessione di questi giorni

Post n°17 pubblicato il 16 Dicembre 2010 da mikimiki05

In questi giorni di festività natalizie, le mie brame si soffermano alle evoluzioni geoclimatiche di questi ultimi tempi che si verificano nel nostro pianeta sopratutto in Italia. Questi eventi naturali attraggono la mia attenzione molto più del periodo festivo che stiamo attraverssando,( il natale ) che personalmente non mi coinvolge minimamente ( i motivi li capirete, li rivelerò in futuro ) Nel mondo come in Italia si sentono cronache riguardanti calamità naturali, e stravolgimenti climatici ( per tantissima gente non è festa ). Tutte queste informazioni, non vengono percepite nel loro significato tragico ma sopratutto scentifico dalle persone mondiali. Ci si sofferma a compatire la traggedia che in quelle aree del mondo accadono e chi le popola, l'ignoranza, l'incapacità o il rifiuto di capire, sono la vera traggedia......Io credo fermamente nella scienza ,e nel confronto degli eventi passati ,presenti per poter capire o cercare di capire come potrebbero essere i futuri....Si sentono tante storie fantasiose di come sarà,  dettate da leggende ed antiche profezzie del tipo l'apocalisse biblica angeli demoni ed altro. Poi ci sono previsioni storiche molto sorprendenti, tipo i maja ed altre civiltà a cui la scienza da importanza e li studia, in quanto essi non sono altro che racconti di ciò che fù ( un pò come un archivio storico degli eventi che anno interessato l'intero pianeta più volte, dunque reali e ripetitivi ). Questi eventi hanno caratterizzato nuovi scenari materiali, evoluzioni ed estinzioni di specie viventi, e l'indroduzione di altre specie viventi....Mi chiedo quanti italiani si siano soffermati a riflettere sulla questione e ad osservare gli eventi, i cambiamenti, e a confrontarli tra loro. Mi chiedo in  quanti hanno osservato l'Italia? Abruzzo, Molise..terremoti. Calabria, Liguria, Toscana, Sicilia, frane, smottamenti. Sicilia, Isole Oile , eruzioni più frequenti e prolungate. Campania da qualche anno si registra un aumento delle attività magmatiche nei condotti principali sotterranei del Vesuvio. Veneto ( Venezia ) sempre più esposta ad inondazioni più frequenti, ampie e più alte........Unendo tutti questi eventi che accadono e sono accaduti, ho l'impressione che l'Italia si stia appiattendo le colline franano sempre più a valle ( diventtando a loro volta valli ), e le valli diventano paludi. Mi da l'impressione di un lento inesorabile sprofondamento...( il cambiamento ). E voi vi siete mai soffermati a riflettere ??

MIKI-MI             MENTEPSCOSI...........                     .        

 
 
 

stravolgimento della vita famigliare N 9

Post n°16 pubblicato il 01 Dicembre 2010 da mikimiki05

5 giugno 1980, per me iniziava il terzo anno, del cammino di vita in questo mondo. Era la primavera, l'estate era alle porte, le giornate erano lunghe e profumavano della dolce fragranza calda dell'estate. Le rondini a centinaia in un continuo cinguettare dall'alba al tramonto, rienpivano le giornate di rumore. A volte si sentivano di notte e la mattina presto, in quanto nidificavano all'interno dei cassettoni delle serrande. Mi dava una rondini senzazione di curiosità mista a fascino, sentirli comunicare tra loro ( cantare,cinguettare ).Osservarli nei loro giochi geometrici in volo di grande precisione, con improvisi cambi continui di direzioni.... Ma nella vita quotidiana della mia famiglia, era pieno inverno....( liti, famiglia distrutta, lutto ). Ricordo che quell'estate si andò a campeggiare, suppongo che si cercasse uno stacco all'enorme sofferenza di quel periodo. Se non ricordo male la località era nei pressi i San Vito lo capo ( TP ), facemmo una sosta vicino ad un albero di carrubba, raccogliendone un pò......Quel periodo di campeggio fu caratterizzato dal mare aggitato e qualche giorno di pioggia, fortunatamente non fù per tutto il campeggio...Quando il tempo era bello, il mare, ed il posto erano uno spettacolo. Tutto questo splendore non riusciva ad alleviare la sofferenza della perdita di mio nonno ( papà di mia mamma ), sopratutti nell'anima di mia nonna (madre di mia madre ). Rivedendo una foto dell'epoca, vistosa la sofferenza mentale e fisica di mia nonna in quella foto. Lei, era....in balia del destino, non aveva perso la voglia di vivere ,ma molta della sua forza vitalela. Per sua fortuna molti figli ad amarla ed accudirla, poi tutti i nipotini che lei amava. Lei ( mia nonna ) stava male anche fisicamente, tanto che quella estate fu troppo breve, o troppo veloce. Finita l'estate, lei ( mia madre ) con l'aiuto della sua famiglia sopratutti sua madre, portarono avanti per vie legali la separazione definitiva di quella giovane coppia seppellendo ciò che era stata una famiglia. Le cose non cambiarono incontri e scontri tra lui ( mio padre )e i fratelli e parenti di lei ( mia madre ). Finito il 1980 e iniziato 1981 le cose cambiarono si ma in peggio....Lui ( mio padre ) viene arrestato per l'ennesima volta, doveva scontare i definitivi nel carcere dell' Ucciardone di Palermo, dovra scontare 5 anni circa.................. Per la felicità dei familiari e parenti di lei ( mia madre ), in quanto non lo avessero avuto più tra i piedi. Ricordo che fui portato una volta in tribunale mentre lui ( mio padre ) veniva processato e condannato Non so per quale motivo fù condannato, tanto meno il perchè io fui condotto in quel posto. Ricordo chiaramente che piangevo cosi tanto che mi mancava l'aria, avevo paura di lui ( mio padre ), e di quel posto....Di lui ( mio padre ) perchè mi fu descritto come un uomo orribile, cattivo. Quel luogo con i polizziotti in fondo andavano a confermare  racconti che mi furono fatti...Ricordo chiaramente le manette antiche quelle con i bulloni e i dadi che le stringevano, da quella volta lo rividi un'altra sola volta. Lei ( mia madre ) con una grande forza accompagnata alla pari da una grande fragilità, si faceva coraggio ad andare avanti sicura che i suoi fratelli le stavano vicino, accudendo lei ed il suo bambino ( io ). I giorni per me trascorrevano quasi spenzierati grazie alla giovane età, ma capivo e cominciavo a notare le differenze tra me e gli altri bimbi ( i cuggini ) ed era triste...molto triste. Il tempo passava in una quotidianietà sempre più triste perchè capivo sempre più, e poi c'era quell'istinto ribbelle che chiedeva di conoscere la strada, ma era ancora presto...Intanto le condizioni fisiche di mia nonna ( la madre di lei ), si aggravarono sempre più. Nel mese di giugno del 1981, il giorno 5 , entrai effettivamente nel quarto anno di vita.....

MIKI-MI.....................la mia storia una storia vera  MENTEPSICOSI.................

 
 
 

riflessioni di un argomento....

Post n°15 pubblicato il 18 Novembre 2010 da mikimiki05

 

La notte scorsa in una chat chiamata picciotti fuori,

 conversavo con una ragazza di 22 anni...

.SICANA come me. Lei dichiara di scrivere.

Di preciso mi informa che è l'autrice di un libro,

e di poesie...Io la contattai in quanto

mi trasmise belle senzazioni ..sapete di cosa parlo ?

di quelle senzazioni che si hanno a pelle che ti inducono

 a voler conoscere,accettare, o no una persona, o altro

....Si parlava della durezza della vita

dell'inflessibilità del quotidiano, ed altro ancora.

Lei ed altri mi dice che hanno intenzione di

andare al NORD al continente in cerca della stabilità

 professionale ed economica...Intanto dal NORD mi

giungono tristi notizie di crisi di precarietà....

Questo mi fa sospirare l'anima, mi fa

penzare alla mia / nostra SICILIA terra del sole

di fatica tristezza e dolore.

 ma anche terra di amore, passione, cultura...

( la casa del sole ).La trinacria...

significa terra delle tre gambe, e la testa

..perchè nel 10.000 AC essa al mondo si presentava cosi.a terra da trinacria

Poi si inalzzarono le acque del mar Mediterraneo

di 150 metri circa le tre gambe non ci sono più,

 oggi rimane emersa dalle acque la parte centrale

 ( la testa )che è ben raffigurata nella bandiera

 della SICILIA trinackriù Oggi sono

del parere che bisogna rimanere in SICILIA

non andare via come ho fatto io...

Bisogna costruire e realizzarsi, evolversi

 in SICILIA, non altrove. Questo è uno

dei motivi per cui la terra delle eterne leggende

rimane indietro bisogna resistere, restare per un

 futuro prosfero della terra nostra,

la terra dei SICANI come me

( ma le porte sono aperte a tutti )per un unico scopo

 che ci tenga tutti uniti. casa.. Anche io conduco

una realtà dura, ma sono ritornato in SICILIA perchè

e qui che mi voglio evolvere..NA TERRA MIA / nostra.

 Per questo invito tutti i SICANI

a non andare via DA TERRA NOSCIA...

MIKI-MI MENTEPSICOSI....                        

 
 
 

la disfatta della famiglia N 8

Post n°14 pubblicato il 11 Novembre 2010 da mikimiki05

Era il mese di febraio del 1980, un mese molto duro per tutti. Con il trasferimento da casa nostra, ( la mia prima casa ) a casa di mia nonna  ( la madre di lei, e la mia seconda casa ), lasciando lui  ( mio padre ) da solo in casa, con l'incalzo dei parenti ( i suoi fratelli ed altri ) lei ( mia madre ) decretò la fine della nostra famiglia. Dal quel momento la mia famiglia era lei ( mia mamma ) e la sua famiglia ( fratelli , parenti ). Il cinque febraio del 1980 il padre di lei pose fine al suo lento cammino in questo mondo, lui soffriva di asma i dottori gli vietarono di fumare ma i vizzi son vizzi. Lui uomo tutto d'un pezzo, con la mentalità dell'epoca ignorò le imposizioni dei dottori ( li riteneva ciarlatani ), e fini' con avere una crisi che gli fece ingogliare la lingua, mori soffocato da se stesso. Finendo di sconvolgere la vita di tutti, la vita di lei (mia madre ), una giovane donna audiolesa con un pargolo tra le braccia in cui riversava tutte le sue speranze per il futuro, e da quel pargolo che raccoglieva stimoli e forze per alleviare la sua silenziosa sofferenza, e trarre nuovi stimoli per il futuro, inconsapevoli entrambi ( io e lei ) che il futuro o destino che sia avrebbe abbatuto una per una tutte quelle speranze, tutti i sogni. Di mio nonno il padre di lei non ho ricordi ( pultroppo ). La vita va avanti tra lutto, liti, separazioni definitive per vie legali. Lui ( mio padre ) intanto si abbandonò totalmente alla sua cultura, la cultura dura e selvaggia della strada. Usciva quando si alzava tanto non lavorava, andava con gli amici a guadagnarsi da vivere con la leggi della strada ( la triminalità ), era alle dipendenze dei suoi compari di fedi nuziali amici, le famiglie alto locate palermitane ( i mafiosi ) oggi i scappati. La sua vita era rapine, armi , onore........ La famiglia di lei (mia madre ) gente semplice, umile, lavoratori, che rischiavano inconsapevolmente il peggio ( lui aveva potere di uccidere se lo voleva ). Negli anni 80 nella citta di Palermo incominciava l'ascesa dei corleonesi, era guerra tra le famiglie, la gente muoriva per strada quotidianamente tutti erano in pericolo di vita, anche chi non c'entrava niente erano gli anni di piombo. Bastava trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, e la vita valeva un semplice proiettole.In quel periodo c'era il terrore terrore sia a casa che fuori casa. Intanto io avevo solo due anni, nel mese di giugno ne avrei compiuti tre ma intanto incominciavo a focalizzare la realtà. Ricordo che abitavamo al sesto piano di quell'immobile aquisito illegalmente, ricordo lunghe ore sul balcone guardando la strada, e la citta di Palermo vista dall' alto. 

MIKI-MI la mia storia ,una storia vera in  MENTEPSICOSI...........                                                                                 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mimivitaleveronesetizianoadamantio4marilena.saglimbenepenetrante5roose732mimifdeanty_rosa89ereveveforgennysereeena86Cleo412sognatrice.romanticamargherita.iommi
 

TUNNEL MENTEPSICOSI GREEN

mentepsicosi

 
 

TUNNEL MENTEPSICOSI

tunnel mentepcosi

 

RICORDI

                                            NOSTALGICO:

                                             IL RICORDO,

                            DELLE GIORNATE DI PIOGGIA

                         CHE DALLA MONTAGNA DAVANO  

                               VITA AD UNO SPETTACOLO

                  DI COLORI , PROFUMI, SUONI, E RUMORI.

                                              RICORDO!!!!

                    ATTIMI DI LIBERTà PER LA MENTE.....

                      ATTIMI  DI GIOIA PER L'ANIMA . 

                                  MIKI-MI.. "MENTEPSICOSI"                                        

 

TUNNEL LIVE MENTEPSCOSI

tunnel mentepcosi

 

CONFIDARSI,SIGNIFICA

                                         confidarsi è natura,

                         accogliere le cofidenze cosi

                    come ci vengono fatte è cultura.

                        Mantenerne la riservatezza

                               è, rispetto ed amicizia.

          MIKI-MI                       MENTEPSICOSI

 

TUNNEL T

 

MENTEPSICOSI PENZIERO 1

                                 Semplicemente sciocco è colui

                               che svela il proprio privato                                     

altrui, chiedendogli

                        di non farne parola con

                                             NESSUNO

     MIKI-MI      

 MENTEPSICOSI                 

 

TUNNEL MENTEPSICOSI GREEN

mentepsicosi

 

MusicPlaylistView Profile
Create a playlist at MixPod.com
 

MENTPCOSI TELA

tunnel mentepcosi

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

STRANEZZE,OTTICHE....

ORO FINTO

 

DISTORSIONI DEL BRAMARE

psichedelik t.m

 

QUALE FORMA, E QUALE COLORE HANNO LE TUE BRAME??

immagini.......

 

AREA PERSONALE