Ultime visite al Blog

rikibisDj_2008desiodgl0Dovere_di_viverepasseggero511idnimronganacolucilutesmelodiadinotemary.dark35eloisa1952stefanol1961tobias_shuffle
 

CON LA BAMBOLA DI PEZZA TRA LE MANI MI FERMO D'INNANZI AL NULLA CHE AVVOLGE l'ANIMA, DA LONTANO MI OSSERVO SCRUTARE LA NEBBIA DEL SILENZIO.

CERCO LA PORTA DELLA VITA

Pat.


 

>

 

 

NON PORRE GEOGRAFIE

TRA TE E IL MARE,

NON ESISTONO CONFINI

ALL' ANIMA CHE 

S' ALZA  IN  VOLO,

MOLTE  PAROLE

SILENZIOSE CORRONO

NELL' ANDARE E

TORNARE DI ONDE CHE

TUTTO RIPORTANO

DENTRO NOTE CHE 

VIVONO NEL

VOLO DI UN

GABBIANO.

( scrikk )

 

 

Ultimi commenti

un ricordo
Inviato da: idnim
il 13/06/2020 alle 18:14
 
Ciao Pat! :)
Inviato da: Dovere_di_vivere
il 24/06/2017 alle 01:25
 
... cosi è... ci sono eventi che non si possono controllare...
Inviato da: idnim
il 28/11/2015 alle 18:27
 
Non necessita di alcun commento... penetra, invade, lacera....
Inviato da: coluci
il 29/09/2015 alle 08:29
 
Grazie, contraccambio.
Inviato da: idnim
il 05/04/2015 alle 18:44
 
 

 
Creato da: idnim il 17/03/2008
parole in poesia e musica

 

 
« ......................PA.............................. »

......................PATRIZIA..............

Post n°322 pubblicato il 06 Agosto 2012 da idnim

 

 

 

 

Ferma ti prego questo mondo

fammi scendere e portami con te, 

attorcigliata ai suoi

artigli soffocanti, 

cado dentro

il suo folle vortice,

le angosce di oggi

raggiungono

il mio non più essere.

Vago dentro e fuori dalla realtà

ignorandone il dentro

 cercando il tuo viso che

 la morte mi  ha rubato

lasciando dietro  sè

dolore e vuoto.

Fammi scendere 

da questa ormai inutile vita,

portami dove tu sei.

 

.........................................................................................................................................

 

Camminando all' indietro

affondo la mia vita

sulle orme della tua,

ripercorro il nostro noi

esiliandomi nel silenzio

del nostro andare,

mi lascio avvolgere

dal dolore 

indossando i nostri anni,

persa nel tuo ricordo

inizio il mio cammino verso te

per dare un senso alla tua morte.

 

 

Ci sono eventi che non possiamo fermare, nel dolore immenso ci perdiamo e il buio 

avvolge la nostra anima, il pianto dilaga silenzioso in noi quando, alzando il  viso

al cielo scrutando l'infinito cerchiamo un volto.

Non un addio, solo un ciao con la certezza che un giorno ci ritroveremo.

.......scrikkiolina....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/mindi/trackback.php?msg=11490937

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
coluci
coluci il 06/08/12 alle 18:08 via WEB
Tristezza, impotenza, angoscia, sguardo ferito sulla vita… “folle vortice” che trascina oltre l’inutilità della vita chi della vita è innamorato. La poesia è lo spazio più contraddittorio dell’animo umano: si invoca la morte perché la vita senza morte non ha senso, si invoca l’immortalità perché il tempo perde senso senza mortalità. Il tempo, a passo di gambero, torna là dove “affondo la mia vita”, il ricordo. Non sono gli eventi, il tempo a cambiarci: è il nostro animo a stupirsi di ciò che è già scritto, a trasformarci in tempo o non tempo, in morte o vita. Versi che scrutano l’inscrutabile e l’inscrutabile è fuori da ogni logica, vola nel mistero dell’incomprensibile e il poeta ne è sofferto testimone. Pat, un caro saluto di stima. Luciano
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

IL  BRUKO ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTISTICA MI HA DONATO QUESTI DUE

DONI SPECIALI,GRAZIE ALESSANDRA ,UN ABBRACCIO E UN SORRISO A TE CON

AFFETTO E AMICIZIA...PATTI

 

 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom