Tag

 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

FACEBOOK

 
 
Creato da: Pytagoricum il 19/05/2008
Interrogativi senza risposta – sensazioni inspiegabili – realtà oltre ogni possibile comprensione

 

 
« La scomparsa dei dinosauriDISCORSO SULL'ANIMA »

LA TERRIBILE VERITA'

Post n°20 pubblicato il 22 Luglio 2008 da Pytagoricum
 


Una settimana fa ho appreso sul blog dell’amico Soul2007 la terribile verità di Gustavo Adolfo Rol da egli lasciata con la testimonianza della sua viva voce.
Assommando il suono della quinta musicale, alla luce verde e a forte calore si sarebbe scatenato qualcosa dall'effetto micidiale.
Suonando abitualmente il piano per passatempo, mi capita spesso di utilizzare le quinte per accompagnare pezzi improvvisati o suonati a orecchio, e poi a casa preferiamo il caldo al freddo, quindi  bastava che qualcosa di verde si aggiungesse ai suddetti elementi per trovarsi in una situazione imprevedibile.
La gentile risposta di Soul al mio commento è stata esauriente: Solo una particolare combinazione dei tre elementi dovrebbe scatenare la forza ancestrale simile alla Kundalini, ma al tempo stesso l’idea che cose così vicine alla nostra esistenza potessero creare fatti tanto terribili da sconvolgere la vita di un uomo notevole come Gustavo A. Rol martellava la mia mente alla ricerca di una qualche risposta.  Perché la quinta, il caldo, il verde.

Il discorso della Kundalini, energia serpentina, simbolicamente visualizzata come arrotolata alla colonna vertebrale, non riuscivo a combinarlo né con le tre valenze né con altri fattori che implicano l’equilibro e la contezza di un individuo che vive serenamente, ma percepivo che non fossero disconnessi senza però riuscirne a intuirne il senso.

Questa notte verso le tre mi sono svegliato in piena agitazione. Stavo sognando qualcosa di impreciso che non riguardava il mistero di Rol, ma all’improvviso mi è parso di vedere le cose nella loro chiarezza.

Il sistema limbico, o cervello rettile, è la parte più antica del nostro sistema encefalico ed è quella in cui risiedono gli istinti primordiali, piacere, paura, fame, istinto di sopravvivenza e istinto riproduttivo che governa la libido. Gli stimoli del sistema limbico si diffondono nell’organismo attraverso il midollo spinale al quale esso è collegata, e tramite tutti i vari gangli nervosi governa le principali funzioni fisiologiche involontarie. come battito cardiaco e flusso circolatorio, respirazione involontaria, apparato gastrointestinale, sistema endocrino ed esocrino, funzione riproduttiva etc. Gli impulsi del rettile limbico sono sempre vigili nella nostra mente, confinati nella loro antica tana dall’attività neurale logico-razionale dislocata con tutto il suo fitto intreccio sinaptico negli strati superiori della massa cerebrale. Le pulsioni limbiche sono quasi sempre sotto controllo, ma talvolta riescono a divincolarsi dal governo logico-razionale e allora si agisce d’istinto, commettendo spesso atti di cui poi (a mente lucida) ci dobbiamo pentire  o vergognare. Altre volte l’evasione del “serpente limbico” determina intensi stati di frustrazione o di elevata tensione, ma comunque sempre situazioni di disagio fisico e psicologico.

Forse il rettile limbico non è soltanto costituito da una serie di impulsi elettrici, che agendo sul nostro organismo creano delle reazioni a situazioni esterne, ma potrebbe consistere in un flusso energetico di tale attitudine da definirsi una  anima rettile dislocata in noi, che governa la fisiologia del nostro corpo annidata nella colonna vertebrale, suo prezioso involucro, ma riuscendo a inviare fino alla nostra mente i suoi messaggi tramite il midollo spinale, quando ragione e ponderatezza, che normalmente regolano l’equilibrio della nostra condotta positiva, cedono imprevedibilmente a forti esondazioni di furore, emotività, angoscia.


Il mistero di Gustavo A. Rol è come egli sia riuscito ad evocare l’anima rettile e dargli abbastanza forza da porla in duro conflitto con l’anima positiva.
La quinta musicale è una sonorità bifonica piuttosto essenziale ottenuta da un tono base e uno più alto di 5 semitoni normalmente poco utilizzata, ricorrente talvolta nelle corali di musica celtica, e in natura si trova nella voce di vari animali, quindi probabilmente diffusa in molti rettili del Cretaceo e forse anche nei nostri antichissimi progenitori.

La sonorità della quinta servirebbe allora per risvegliare, con uno specifico richiamo simbolico, l’anima rettile.

Il colore verde è il colore della natura e del suo risveglio, della sintesi clorofilliana, della vita vegetale, ma anche quello che molte specie animali usano per mimetizzarsi in essa, per sfuggire ai predatori o per meglio predare altri esseri, tra questi insetti ma anche rettili, come lucertole e ramarri che spesso vediamo sui prati.
Il colore verde, risveglia quindi l’antica identità rettile in noi mai estinta, la prima forma che il feto assume all’inizio dei primi tre mesi di vita embrionale, quando in tale periodo risale l’intero percorso evolutivo di centinaia di milioni di anni.

Il calore è la forma di energia più elementare e caotica, ma come  recita il secondo principio della termodinamica è il risultato diretto o indiretto di ogni trasformazione energetica e quindi fattore essenziale della vita.
Tutti i rettili, animali a sangue freddo, abbisognano di calore per attivare la loro circolazione sanguigna e assumere movimento, forza e aggressività. Tanto maggiore sarà il calore erogato e tanto più vigoroso sarà il rettile.
Ora non rimane che provare ad associare varie combinazioni delle tre valenze per sperimentare che cosa accade.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/misteriprofondi/trackback.php?msg=5120278

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
paralotti
paralotti il 22/07/08 alle 17:56 via WEB
Ciao Pyt:-) Grazie per aver risposto al mio post sul Sole/Gesù, penso che continuerò a scrivere su quell'argomento che ne dici? Per quanto riguarda la terribile verità... e poi perchè terribile? In fondo la verità è come un orizzonte, appena lo raggiungi se ne apre un'altro e poi un'altro ancora e così all'infinito:-) E veniamo al tuo di post...Forse Rol parla di amore tantrico? Gesù ne parlava a pochissimi dei suoi discepoli, forse 10 o 12 e chiedeva loro la massima discrezione su questo argomento. Faccio una premessa e spero di toccare l'argomento, altrimenti ti avrò rivelato alcune cose su Gesù, Maestro tantrico che pochi conoscono. Aveva studiato su questo argomento in Kashmir a fianco dello yogi-Avatar Babaji, che era stato suo istruttore in questo campo per più di un anno. Per Gesù era inconcepibile opporre come nemici, il corpo e lo spirito, diversamente da ciò che la Chiesa avrebbe cercato di inculcarci nei secoli a venire. Detto questo, il Maestro dopo aver condotto in uno stato di vacuità i presenti a Lui tanto cari, emetteva un suono, di solito costituito da due o tre sillabe,(potrebbe essere questa la quinta du cui parli?) i discepoli lo ripetevano dopo di lui, fino a che quella vibrazione risvegliava uno dei loro sensi. C'è da aggiungere che i discepoli non sapevamo mai quale senso veniva sollecitato, ma quando accadeva, l'evento aveva sempre proporzioni tali che anima e cuore ne venivano incredibilmente dilatati. Reagiva anche il corpo, ma mai nella direzione dell'animalità. Era tutto così sublime amico mio! Con questo insegnamento che si aggiungeva a complesse pratiche sulla respirazione, Gesù faceva in modo che i discepoli prendessero coscienza di come ogni funzione corporea e ogni senso fossero come una porta aperta su una sfera emanata da un aspetto della Divinità. Non è necessario precisare che questa pratica li conduceva rapidamente in un stato di profonda comunione con tutto ciò che avevano quotidianamente intorno. E che quel tutto fosse animato o no, poco importava, perchè essi sentivano progressivamente dal di dentro l'Onda di Vita circolare in ogni cosa, e si rendevano conto che era anche in loro! (Era questa la terribile verità amico mio?) Lo scopo cmq era quello di condurre i discepoli relativamente in fretta a una consapevolezza della sacralità dell'incarnazione e della Potenza infinitamente rispettabile di quel Fuoco di Ascensione di cui parli tu e che sonnecchia alla base di ogni corpo, e che come ben sai viene definito Kundalini! Aggiungi a tutto questo il colore verde... e forse abbiamo la risposta. Quando si ha la percezione del Kundalini, si riceve un insegnamento preciso circa la padronanza della forza sessuale e il suo orientamento... Come Gesù faceva intuire ai presenti, il corpo diventava allora un trampolino, e la pianta dei piedi toccava le stelle...! una verità magnifica amico mio:-)
(Rispondi)
 
 
Pytagoricum
Pytagoricum il 22/07/08 alle 18:29 via WEB
Caro Otto, I tuoi messaggi su Gesù sono di rara bellezza e ne scoprono aspetti sempre più sorprendenti tra quelli che tu definisci come omissis della Chiesa. Tornando a questo post... Il problema non é la Kundalini in sè, ma il suo lato oscuro... la Kundalini Sindrome, il terribile stato psicotico in cui Rol alla fine forse era caduto per una accidentale combinazione di elementi critici, che hanno messo casualmente in moto delle forze d'impatto ben differente alle attese. G.A.Rol era un attento sperimentatore esoterico, e spesso, tra tanti, qualche esperimento può fallire con esiti imprevedibili. Per me la cosa importante (spero!!) é stato di aver decodificato gli elementi simbolici rispetto a argomenti reali dimostrabili dalla scienza, anche se ora sorgono altri interrogativi riguardante l'anima (o le anime?) riferibile alle specifiche funzioni di determinate parti del corpo, invece di un unico Corpo Sottile immagine trascendente dell'essere umano cui appartiene. Buona serata :-)) Pyt
(Rispondi)
 
 
 
paralotti
paralotti il 22/07/08 alle 19:09 via WEB
Tu scrivi...Il problema non é la Kundalini in sè, ma il suo lato oscuro... la Kundalini Sindrome, il terribile stato psicotico in cui Rol alla fine forse era caduto per una accidentale combinazione di elementi critici, che hanno messo casualmente in moto delle forze d'impatto ben differente alle attese. G.A.Rol era un attento sperimentatore esoterico, e spesso, tra tanti, qualche esperimento può fallire con esiti imprevedibili. Pyt la tua apertura mentale e la tua totale assenza di pregiudizi e il cuore più aperto possibile ti fanno onore! Oggi come ai tempi di Gesù erano e siamo in pochi a poter guardare in modo sano la disciplina tantrica, come uno strumento che spinge la coscienza verso insospettabili orizzonti. Per quanto riguarda il lato oscuro della Kundalini c'è da aggiungere e come ho scritto nella precedente risposta che pochissimi discepoli poterono avvicinarsi a quell'insegnamento, tanto dal punto di vista metafisico che pratico. Devi sapere e forse il maestro Rol la un po' sottovalutata, che la via rivelata della pratica tantrica e quindi del risveglio della kundalini, è in realtà molto rigorosa, e non permette nessun passo falso! Rischiede innanzitutto una mente così concentrata, un cuore così scevro da impurità grossolane, e un rapporto così libero con il corpo che il pressapochismo non è ammesso. Se, percorrendola, non si è autentici al 100%, provvede lei stessa a bruciarci e a calcinarci! Forse è successo questo a Rol... Buona serata:-)
(Rispondi)
 
higjlander
higjlander il 22/07/08 alle 19:19 via WEB
ciao Pyt ti consiglio sull'argomento un libro che ho letto ambientato a Venezia: si chiama L'Enigma Vivaldi è un romanzo ..ma contiene molti spunti interessanti. Un saluto affettuoso.Ric
(Rispondi)
 
 
Pytagoricum
Pytagoricum il 22/07/08 alle 19:26 via WEB
Grazie Ric, per il tuo gradito commento e per l'interesante suggerimento del quale terrò debitamente conto. Un caro saluto :-)) Pyt
(Rispondi)
 
paralotti
paralotti il 22/07/08 alle 19:43 via WEB
Pyt ho una bella notizia da darti e poi una brutta:-( La brutta e che mi è morta la mia micia, dopo 14 anni che stavamo insieme, era tenerissima e mi ha lacerato il cuore la sua partenza per l'altra riva, pensa che ogni tanto mi sembra di vedere la sua ombra che veloce passa da una stanza all'altra della mia csa... mi mancherà tanto, ma so per certo che diventerà in futuro una bella persona:-) E veniamo alla bella notizia, venrdì sono stato ricoverato in day hospital e mi hanno tolto dopo un anno di continui interventi i 5 palloncini(Stent) che avevo nelle vie biliari, non puoi immaginare come mi sento bene:-) Ti abbraccio:-)
(Rispondi)
 
 
Pytagoricum
Pytagoricum il 22/07/08 alle 22:23 via WEB
Carissimo Otto, accetta le mie sentitissime condoglianze per la scomparsa della tua tenerissima micia. Anch'io amo i gatti e tre anni fa persi il mio dolcissimo micione razza Turco-Van dell'età di 11 anni, stroncato da improvvisa insufficienza renale acuta :-(( >> Sentivo che la tua assenza fosse dovuta a motivi di salute e sono molto felice che le cose siano andate molto bene. Speriamo che con l'aiuto Divino tu possa stare sempre sempre meglio e a lungo. Un abbraccio :-)) Pyt
(Rispondi)
 
Giles2004
Giles2004 il 27/07/08 alle 10:11 via WEB
ciao Pyt, un abbraccio domenicale :)
(Rispondi)
 
 
Pytagoricum
Pytagoricum il 27/07/08 alle 10:41 via WEB
Ciao Gilles... bentornato, grazie per la visita, contacambio abbraccio e buona domenica :-) Pyt
(Rispondi)
 
hengel0
hengel0 il 28/07/08 alle 11:34 via WEB
UN PESIERO PER APRIRE UNA SERENA SETTIMANA..ti aspetto nel mio blog..grazie di cuore .. dolce lunedì ..Hengel
(Rispondi)
 
 
Pytagoricum
Pytagoricum il 28/07/08 alle 22:34 via WEB
Grazie Hengel del tuo dolce pensiero, verrò senz'altro a trovarti. Dolcissima notte -)) Pyt
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Ultime visite al Blog

PytagoricumsilverdarthSilverdartsilviasestitomarmich2Mieleselvaticaalf.cosmoscarmenabbatiellogiannaminellojanette750eric65vITALIANOinATTESADIAMANTE.ARCOBALENOSeria_le_Lady
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e  le notizie  pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 

I miei link preferiti