Creato da mohamed21 il 01/03/2007

Il Limes

117 d.c.

 

 

« Precipitevolissimevolmente (9)Precipitevolissimevolmente (11) »

Precipitevolissimevolmente (10)

Post n°342 pubblicato il 18 Luglio 2014 da mohamed21

(Il freddo di Ciciliano)


Io ed il freddo di Ciciliano non riusciamo ad arrivare ad un compromesso ragionevole. Nella vita riesco sempre a destreggiarmi, il buon viso e cattivo gioco è la mia specialità, ed in alcuni frangenti riesco sempre a dare il meglio di me. Io credo nei rapporti di buon vicinato perché amo profondamente recitare le menzogne più assurde con il viso più angelico della terra. Io sono stronzo e divertente allo stesso tempo. Ciò di cui non riesco a venire a capo, però, è la dialettica che ho intavolato da tempo con il freddo di Ciciliano. Lo scorso ventuno dicembre (che giorno ragazzi !) vi è stata un'incomprensione e purtroppo è volata una qualche inusuale parola di troppo. Quell'episodio, che certamente è stato di natura spiacevole e del quale non ho alcuna remora ad ammettere l'accaduto e a prendermi le mie responsabilità, il "freddo di Ciciliano" non lo ha assolutamente dimenticato e me lo sta purtroppo facendo pagare a caro prezzo. Al mio buongiorno mattiniero egli risponde sempre con "ghiaccio". Ho la sensazione ormai che non ci sia nulla da fare e fino al ventuno marzo prossimo credo che costui non si calmerà. Il freddo di Ciciliano è molto rigido, poco divertente e stronzo allo stesso tempo. Questa mattina ho riprovato di nuovo e per l'ennesima volta a chiarire ed egli, al mio "Buongiorno", ha puntualmente risposto di "ghiaccio".
Salve !
"Ghiaccio"
Come sta, signor caballero..... ?!
"Ghiaccio"


I nostri rapporti si stanno irrimediabilmente raffreddando e non so più cosa fare per recuperare l'antica fiducia. Un giorno ho addirittura pensato di cospargermi di sale ma poi per fortuna ho desistito. Un'altra volta invece ho pensato di dargli un caloroso abbraccio, ma anche in quell'occasione non ho avuto il coraggio di farlo e all'ultimo mi sono fermato. Ad oggi sono passate diverse settimane ormai e mi sono, irrimediabilmente, stufato anch'io. Credo che attenderò sereno e tranquillo fino al prossimo ventuno marzo in silenzio. Come il mio grande amico coreano da domani sera mi siederò lungo le rive del fiume Aniene ed attenderò che il cadavere del vile nemico mi passi di fronte lentamente. E in questa lunga attesa, carissimi seguaci, non farò altro che ascoltare tutte le mattine ad alto volume il nostro prode Pavarotti.

"O Sole mio", sta in fronte a te, rive dell'Aniene, Ciciliano e il vile caballero.

 


Mohamed

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mohamed21cassetta2maresogno67esmeralda.carinioscardellestellelatortaimperfettachiarasanyanima.distrattamaceronialogicomauriziocamagnalacky.procinosolicino1moseserussi