Creato da mohamed21 il 01/03/2007

Il Limes

117 d.c.

 

 

« Precipitevolissimevolmente (17)Precipitevolissimevolmente (21) »

Precipitevolissimevolmente (20)

Post n°354 pubblicato il 22 Marzo 2015 da mohamed21


(Lo "spingere" e il "tirare")

 

Okkio che alcune porte dei bar sono trasparenti e non sempre si comprende il tutto. Il "tirare" può diventare lo "spingere" ed è possibile che a volte si rimanga chiusi dentro e si sia costretti ad ordinare un secondo cappuccino senza schiuma.
Il "tirare" la porta è il "tirare" ma a seconda della luce e della trasparenza del vetro della stessa può divenire lo "spingere". L'avviso è affisso alla porta, è vero, sta lì fermo e addirittura si dice che esso autonomamente non si muova. Si dice, san Tommaso, si dice...
A piazza della Repubblica tutte queste cose io le ho viste e tutte queste cose le ho anche annotate per bene uscendo da un bar. Ho però fatto una grossa gaffe (o gaf) proprio tra lo "spingere" ed il "tirare" la porta di quel bar. Per giustificarmi agli occhi del barista che in quel momento mi stava osservando, ho addirittura fatto finta che in realtà io non volessi uscire dal bar ma che, anzi, desiderassi tornare indietro per ordinare un fantastico ed idilliaco secondo cappuccino senza schiuma. E lui ci ha creduto, monatto di un barista, vergogna !

Comunque, è necessario che io trovi una soluzione il prima possibile e tenga testa a tutti questi subdoli episodi di specchi e di giochi da bar. Mentre sto scrivendo io sono ancora dentro quel bar e la soluzione per uscire da qui potrebbe, forse io penso, essere quella di tirare la sua maledetta porta ma contemporaneamente portarsi in avanti con il corpo come se la stessi per spingere. In questo modo avrò la possibilità di capire all'istante se era il caso di "spingere" o se era il caso di "tirare" e quindi di adeguarmi di conseguenza. Oh mio Signore, oh mio signore, io ti ringrazio dal profondo del mio cuore di peccatore timorato. Oggi è domenica e del problema dello "spingere" e "tirare" le porte grazie a Dio ne sono finalmente venuto fuori. Ora pago il secondo cappuccino e mi dirigo dritto e fiero alla porta di uscita di codesto bar (tirare?). Questa volta non ci potranno essere sorprese e per fortuna mia mi risparmierò la tortura di bere un terzo cappuccino bollito e senza schiuma.

Grazie Signore.

 

Elio Adriano (o il fu Mohamed)

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mohamed21cassetta2maresogno67esmeralda.carinioscardellestellelatortaimperfettachiarasanyanima.distrattamaceronialogicomauriziocamagnalacky.procinosolicino1moseserussi