Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

lascrivanaambradistellelanzierioffchiedididario66mariateresa.savinom030949licsi35pesono_io2010monellaccio19NoRiKo564nasdaq76teresaroscignoettoregiandivinacreatura59
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« E LA FOGLIA DOVE LA METTO?LA MIA ROVINA? GLI UOMIN... »

..E IO TI CANCELLO!

Post n°3637 pubblicato il 04 Agosto 2020 da monellaccio19
 

 

 

Viviamo tutti di ricordi: è ineluttabile, è naturale, è normale che accada. Fino a quando il nostro cervello sarà in grado di lavorare con raziocinio e in buon forma neuronale, saremo sempre pronti a rinvangare ricordi della nostra vita belli e/o brutti che siano. La ricerca, ancora una volta, resta il fulcro di una società che intende stare al passo coi tempi munendosi del necessario bagaglio cognitivo, per mettere in pratica tutto ciò che possa essere scoperto e servire alla gente, al lavoro e alla vita di tutti coloro che verranno anche dopo nel tempo. Va avanti così da sempre e sul pianeta giorno dopo giorno, siamo a competere con grandi scoperte tecnologiche e digitali. Oggi sono a parlarvi di ciò che stia accadendo presso il Dipartimento di Psicologia di Bologna, distaccato a Cesena. L'equipe guidata da illustri professori, tra cui il docente di neuroscienze cognitive Giuseppe Pellegrino, sta lavorando con ottimi risultati su un progetto attraverso il quale sia possibile dividere la paura dal ricordo di ciò che l'abbia procurata. Quanti brutti ricordi spesso ci sovvengono e ci lasciano interdetti, facendoci rivivere i momenti drammatici che li abbiano causati? Sono tante le circostanze e più o meno tutti ci passiamo da questo "tunnel" che ci riporta alla mente i motivi, le cause, le ragioni che abbiano poi trascinato noi e altre persone, in un baratro che dopo essere stato vissuto tragicamente, cerchiamo disperatamente di dimenticare. Nonostante gli sforzi non sempre riusciamo e molti addirittura vivono in piena angoscia quei momenti anche per lungo tempo, non essendo capaci di superare quel coinvolgimento. Ebbene, lavorando su 84 persone, il team è riuscito a stimolare la massa cerebrale e a dividere appunto, paura e ricordo. Operando con scariche elettriche e indi poscia, passando alla stimolazione transcranica su una bobina posata sulla testa, creano un campo magnetico capace di modificare l'attività di alcune aeree cerebrali e la divisione è bella che praticata. Ovviamente tutto ciò avviene sotto l'egida attenta e premurosa di un comitato etico, onde procedere con correttezza e massimo impegno: interferire con la così detta "finestra di suscettibilità" non è certamente un gioco ludico. Su questo stanno lavorando e come potete ben comprendere siamo in un campo molto delicato e ricco di sorprese. Tra l'altro è bello sapere che le paure che ci assillano sono tante e riguardano il nostro vissuto che passa da situazioni molto tristi e drammatiche, a persone che per varie ragioni vorremo dimenticare totalmente: persone che ci hanno fatto male lasciandoci segni indelebili fisici e psichici; persone che hanno impegnato il nostro cuore per poi deluderci e mollarci in piena solitudine. Parlo ovviamente di amori, amorazzi e congiunzioni troppo legate e considerate salde e perpetue. Dimenticare un grande amore, non è facile e la speranza è dura a morire (specie per uno dei due). Concludo quindi sul grande interesse che desta codesta ricerca, siamo al futuro di domani mattina e perché non applicare il progetto a più campi, laddove ci sarebbe da eludere fatti e persone che purtroppo nella nostra vita, hanno lasciato un grande e incolmabile vuoto? Ecco, da domani mattina, volendo si potrà fare. Un momento, ma dove correte? Dove andate? Si fa per dire "domani mattina", è una frase fatta, di circostanza. State buoni se potete, intanto cominciate  a elencare tutto ciò che vorreste dimenticare per sempre. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/monellaccio19/trackback.php?msg=15051452

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
licsi35pe
licsi35pe il 04/08/20 alle 10:09 via WEB
Sarò pure una persona ignorante ma il mio cervello mi è caro così com'è. Scienziati occupino pure il loro tempo e denaro alla ricerca dell'oblio dei brutti ricordi...ma con tanti bisogni veri che tante persone lamentano...vabbè...non condivido. Buona giornata, Carlo, finalmente ha piovuto!! Un ciao sorridente
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 10:51 via WEB
Se posso permettermi: rispettabile e legittima la tua posizione, ma è possibile che nella tua lunga vita non abbia vissuto esperienze negative, avvenimenti non piacevoli e situazioni da dimenticare? Se non hai questi problemi,sono d'accordo con te; oppure la tua scelta, anche in presenza di situazioni e/o persone da dimenticare, non ti scompone più di tanto e quindi nessun intervento sarebbe utile. Ha piovuto da te? Beh.....forse pioverà anche da me, i presupposti ci sono tutti!!!! Buondì Licia.
(Rispondi)
 
 
 
licsi35pe
licsi35pe il 04/08/20 alle 17:40 via WEB
Caro Carlo...sarei una creatura surreale se non avessi passato pure io momenti tragici, da dimenticare. E' proprio questo , il dover dimenticare che in questi anni passati da sola, mi hanno reso attenta a lasciar fuori dalla porta, perdonando o perdonandomi da sola, certe responsabilità che cuocevano il ricordo non permettendomi la "resurrezione". Se mi capita di parlarne, è come vedessi la cosa da un altro pianeta. Ha piovuto, sì, e si respira che è una favola. Buona srata, Carlo, ciao!
(Rispondi)
 
 
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 18:13 via WEB
Rispetto molto la tua precisazione e mi taccio!!!!!!!! Da me minaccia...minaccia ma non accade nulla. Coperto i cielo ma non piove. Buona sera carissima.
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 04/08/20 alle 10:27 via WEB
Come dimenticare quando hanno squalificato Bugo e Morgan al festival di Sanremo ed Elettra Lamborghini ha detto 'NOOO ADESSO SONO ULTIMA'
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 11:00 via WEB
Vero non ci avevo pensato: ci sono a volte situazioni e avvenimenti così tragici e gravi che restano scolpiti nella memoria di ciascuno di noi. Troppo radicati e cancellarli definitivamente dai nostri ricordi, sarebbe quasi impossibile. A meno che il professor Pellegrino, d'accordo con il comitato etico, non proceda con una dozzina di scariche sui cervelli per spazzare i tre dell'Ave Maria che hai citato. Il problema è uno solo: scordarsi i tre e scordarsi persino la data di nascita personale, oltre a tutto il resto!!!!!!! Ciao Cass.
(Rispondi)
 
Spiky03
Spiky03 il 04/08/20 alle 12:52 via WEB

Dividere paura e ricordo. Operando con scariche elettriche?
No, dai!! Stiamo scherzando? Mi sembra di essere dentro un manicomio.
Io vivo ricordi drammatici come la perdita di persone care e mi sembra normale, anzi trovo giusto ricordare anche quel dolore. Non ho persone da dimenticare, non ho grandi amori da cancellare, anche perché penso che un amore finito è stato comunque un amore. E nessun amore merita di finire dentro una scarica elettrica.
Di persone che vogliono farci del male ne è pieno il mondo, però bisogna anche saperci difendere, alzarsi le maniche e andare avanti. Forse è indicata per le persone che hanno grossi problemi, di disturbi mentali persistenti, allora a questi serve una clinica per l'igiene mentale, ma nella normalità si cerca di superare quello che di negativo si presenta. Io la penso così, perché non mi va di andare a farmi friggere il cervello!
È tutto un equilibrio sopra la follia? Oppure... mah!!!
Buona giornata a te carissimo.

(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 17:56 via WEB
Immaginavo che la maggior parte di voi avrebbe abiurato il metodo. Ossia, le scariche elettriche vi avrebbero spaventato a morte. Ovviamente, pur di evitare il sistema molto "elettrizzante", paure e ricordi possono rimanere là dove sono e romperci gli zebedei. Scelta legittima e giustificata, sono situazioni serie e interventi molto sensibili e particolari. Resta comunque la presenza di un comitato etico che vigila e accerta gli interventi come sicuri e non pericolosi. Comunque anche la scelta di conservare ricordi e paure, è un atto cosciente e coraggioso. Buona sera mia cara Spiky.
(Rispondi)
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 04/08/20 alle 16:41 via WEB
Credo che ognuno d noi abbia la capacità di pigiare il tasto "delete" per una sorta di innato istinto di sopravvivenza.
Credo inoltre che il tempo stesso in questo caso sia un gran signore e ci dia una mano.
Credo anche però che certi ricordi pur dolorosi ci appartengano e non debbano essere dimenticati. Magari solo smussati.
Buon pomeriggio, Carlo :)
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 18:07 via WEB
Ci mancherebbe altro: queste sono situazioni che si gestiscono con molta cura e sensibilità. Certo, se una persona potesse liberarsi di ogni genere di ricordi pesanti che ancora sono ad opprimere la nostra memoria riportandoci alla mente cattive circostanze e/o persone che vorremmo dimenticare, non è male: un colpo di spugna... elettrica e via. Ma se tutto ciò non costituisce problemi e ansie terribili, allora ognuno proceda come meglio ritiene. Buona sera Elena.
(Rispondi)
 
ambradistelle
ambradistelle il 04/08/20 alle 17:50 via WEB
Ho la memoria selettiva, ricordo solo cose belle...le brutte le dimentico...buona serata Carlo! Smackkkkkkkkkkkk
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 18:14 via WEB
Che brave che siete......mi stupite!!!!! Buona sera Tina, smack!!!!
(Rispondi)
 
chiedididario66
chiedididario66 il 04/08/20 alle 18:44 via WEB
Questi scienziati pazzi, fanno solo danni. Non credere che si possono rimuovere brutti ricordi Sono peggio del dottor mengele.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 04/08/20 alle 19:10 via WEB
Innegabile che possa esserci qualche "problema", non è una passeggiata di salute. Vabbè, andrà a finire che provvederemo da soli e con i nostri modesti mezzi. Buona sera Dario.
(Rispondi)
 
volami_nel_cuore33
volami_nel_cuore33 il 04/08/20 alle 20:06 via WEB (Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 05/08/20 alle 08:51 via WEB
Vero, parole sante le tue. Tante paure che fanno parte della nostra vita e come tali, da tenere con le cose buone e belle nel nostro pesante fardello. Buona e dolce giornata mia cara Agnese.
(Rispondi)
 
mariateresa.savino
mariateresa.savino il 05/08/20 alle 13:33 via WEB
E' proprio nella Facoltà che frequenta il figlio di mio figlio...A me non dice proprio nulla ed anzi, se dovessi dire la mia, direi che non mi piace. Le manipolazioni del cervello umano, le ritengo sempre pericolose e, dimenticare le paure passate, potrebbe anche offrirci poco piacevoli incoscienze. Le paure sono anche buone ad evitare il male e sono normali, quando non siano esagerate o ossessive...Buon pranzo, Carlo.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 05/08/20 alle 17:21 via WEB
Sicuramente non parliamo di "passeggiate salutari", ovviamente, tutto questo proiettato nel futuro, aprirebbe scenari inimmaginabili. Ho citato le parure più ricorrenti e legate a ricordi più diffusi tra noi comuni mortali: persone e affetti, situazioni e avvenimenti che nel tempo possono costituire ansie e depressioni per chi non fosse capace di scrollarsele di dosso. Certo, è meglio non correre rischi e rimanere con i propri ricordi più o meno brutti, senza farsi manipolare il cervello. Buona sera Mariateresa.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.