**TEST**
Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19corradino55NoRiKo564mariateresa.savinonina.monamourprolocoserdianaambradistellepurtuttavia6divinacreatura59e_d_e_l_w_e_i_s_sSpiky03lascrivanasofya_malvio.pugliese
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« ATLETE CON GLI ATTRIBUTI...IL MIO "CONTO" LIBERO »

CIAO "BELLI CAPELLI"

Post n°3474 pubblicato il 12 Febbraio 2020 da monellaccio19
 

 

 

Dovete sapere che gli afroamericani sono spesso in difficoltà con i capelli. Averne tanti, gestirli correttamente e velocemente, è una iattura per molti di loro. Crespi, ruvidi, duri da comandare con pettini e spazzole particolari, specie i ragazzi non hanno vita facile per battersi contro cespugli fitti e inesplorati. Un giovane americano DeAndre Arnold, liceale del Texas, si accingeva a diplomarsi, quando è stata messa in discussione la sua pettinatura "dreadlocks" ovvero, una pettinatura composta da tantissimi nodi che scendono dal capo a treccine più o meno lunghe. Sono molto diffuse questa capigliature, se ne vedono in giro anche fuori dall'America. Ebbene, se il nostro giovanotto non avesse ricomposto la sua pettinatura (i dreads appunto) non sarebbe stato ammesso agli esami di diploma. Questo caso singolare, non solo ha movimentato l'opinione pubblica americana per il minaccioso ricatto, ma ha spinto un regista, Matthew A. Cherry, a girare un cartone animato molto bello: un breve filmato dove affronta il problema in termini molto semplici e toccanti. Una bimba con un tipico cespuglione in testa, deve uscire con il papà per andare dalla mamma che è fuori casa: ebbene, il dramma è farsi pettinare...dal papà! Pensate che ha partecipato agli Oscar e se ne aggiudicato uno per un "corto" apprezzato moltissimo dalla giuria. Desidero proporvelo, lo merita e sono certo che incontrerà il vostro favore e la vostra condivisione.

 

Questo video è premio Oscar 2020, una storia bellissima e pensate che DeAndre Arnold, è stato invitato la notte della consegna, per testimoniare la sua storia e il suo involontario suggerimento alla realizzazione del breve video. Intanto in America vige il "Crown Act" che è appunto la legge che difende le capigliature naturali e i vari stili per proteggerle e renderle appropriate per gli afroamericani. Il grande desiderio del regista è quello che non accada più ciò che abbia dovuto subire il liceale. Sarei d'accordo e accetterei il genere "dreadlocks" ma ad una condizione: che i nodi, come spesso avvenga, non si producano col lungo tempo e senza lavarsi mai i capelli. Infatti questo che vi ho riferito è un modo, ma ve ne sono altri e molto più puliti. Prima la pulizia e la bellezza dei capelli, poi divertitevi a fare le pettinature più strambe e originali. OK?








 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: