Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

EremoDelCuoreThorn2022monellaccio19comunesenso11e_d_e_l_w_e_i_s_sun_uomonormale0Vasilissaskunkg1b9archgiannigiorgilicsi35peelyravMARGO129soltanto_unsognoriccardoacetosigino.paglia2007
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi di Dicembre 2021

PRONTO ALEXA? PASSAMI BABBO NATALE

Post n°4118 pubblicato il 03 Dicembre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

"Alexa, fammi parlare con Babbo Natale...Monellaccio sono...". Beh, direi che ci siamo ormai: la tecnologia, la digitalizzazione, non perdono tempo e oggi abbiamo la facoltà di parlare con Babbo Natale in persona per avere un contatto diretto e dare più credibilità alle nostre richieste: "Pronto Carle'...sei tu?". "Sono proprio io caro "Babbo" e dopo anni di silenzio,  sono a importunarti direttamente...senza sprecare carta, inchiostro e...fantasia". "Oh...Oh...Oh...non mi dire, sei proprio tu, quel gran bastardo che mangiava di tutto e di più, per poi lasciarmi una cena frugale composta da una mela e un paio di fichi secchi! Vergognati!". "Oh Babbo, se la mettiamo su questo piano, tu non sei stato da meno per quanto riguarda le mie letterine appassionate e sincere...sei rimasto fermo al Meccano nr.5, al trenino Rivarossi e alla colt 45 di Tex Willer...". "Perché mi dici questo, non ti ho sempre accontentato?". "Appunto...ai vecchi tempi quando ero un ragazzino, poi col tempo le cose sono cambiate, sono cresciuto in fretta e le mie richieste si sono adeguate ai tempi...". "Cosa vuoi dire? Non ti seguo...". "La verità è che la memoria ti difetta: erano i tempi in cui ti chiedevo di presentarmi le grandi dive del momento, quelle che mi facevano sognare, macché, mai una volta che mi accontentassi, te ne uscivi con le scatole dei LEGO, con la Kodak istantanea e con altre puttanate che sì mi piacevano, ma non mi facevano sognare come i personaggi dei film che seguivo: quelli americani con i miei idoli del tempo.".  "Dai Monellaccio... sempre a lamentarti, sempre insoddisfatto e mai a ringraziarmi! Perché è da oltre 60 anni che non mi scrivi più?". "Che domande fai Babbo? Lo sai benissimo che sono cresciuto, mi sono sposato e da allora lo hanno fatto i miei figli quando erano piccoli e tu, per punirmi, a loro hai dato sempre tutto quello che ti hanno chiesto. Mancava solo la luna e magari gliela avresti pure data!". "E certo caro mio, loro per cena non immagini nemmeno cosa mi lasciassero, non avevano mica il braccino corto che avevi tu!". "Ok, hai sempre ragione tu, ormai non credo ci terremo più in contatto, ringrazio Alexa che con le sue app ci ha consentito di chiacchierare un po': sono felice e ti saluto definitivamente. Il mio tempo è passato e forse ci vedremo lassù...se qualche volta passerai dall'inferno". "Ciao Carle'...non porre limiti alla provvidenza e stai sereno". 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNA QUESTIONE DI PRINCIPIO...O NO?

Post n°4117 pubblicato il 02 Dicembre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

Greta Beccaglia è la giornalista di una emittente toscana che alcuni giorni fa, dopo un incontro di calcio, mentre era in collegamento con lo studio centrale, ha ricevuto una pacca sul sedere da un tifoso di passaggio. Preciso subito che sono stato immediatamente dalla sua parte, ho visto più volte il filmato e non c'era discussione: un gesto di basso livello che andava subito stigmatizzato! Infatti tutti ne hanno parlato: la rete, i giornali, le tv, hanno scatenato un arrembaggio al caso. I più tosti e senza peli sulla lingua, hanno definito esagerato tutto l'accaduto: individuato il "manesco" tifoso e nonostante le scuse pubbliche e il pentimento per il gesto poco carino e offensivo, si è trovato dinanzi a una campagna denigratoria e poco elegante tanto da metterlo in difficoltà. La giornalista assolutamente non ci sta, si è sentita insultata gravemente e vuole giustizia per il proditorio attacco. Non accetta scuse e in più si è dovuta sorbire il commento del collega in studio che l'esortava a continuare il suo lavoro in diretta e a non tener conto dell'accaduto. Anche questo è stato ritenuto un insulto che l'uomo ha pagato con la sospensione dal lavoro. I maligni: "D'accordo hai preso una pacca sul culo, però non lo possiamo mica fucilare? Ha chiesto scusa e sarebbe anche il caso, data l'esigua portata del gesto, chiuderla qua e continuare la vita senza sceneggiate gratuite e finalizzate all'ampia pubblicità che il caso stia suscitando dappertutto". La ragazza è una stangona molto attraente e pare che stia cogliendo una ottima occasione per un salto di qualità. Una tv più importante e più allargata come platea di telespettatori? Del resto il suo profilo FB depone a favore dei maldicenti: foto, storie tanta altra roba da attizzare i pipparoli!  Se sono racchie e non sono bonazze, non le vogliono nell'ambito del calcio! Azzarola, allora siamo a questo punto: le colleghe sparse un po' ovunque nei vari studi televisivi o negli stadi, sono tutte, ma dico tutte, gnocche esondanti. Pertanto se questa è la regola dimostrata dai fatti, la Greta può ambire a qualcosa di meglio e magari tutto il caso è stato gonfiato ad hoc?  Io non ci credo, ma come sapete oggi il mondo va così...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCUSI QUANTO COSTA 'STA PISTOLA?

Post n°4116 pubblicato il 01 Dicembre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

In America comprano armi a volontà con la più semplice delle motivazioni: servono per difesa personale in casa o fuori. Tuttavia, se uno ammazza per difendersi da qualcuno, non fa notizia e passa sottotono. Se invece l'arma serve per fare una strage, per ammazzare "ad minchiam" in un qualunque posto, le cronache di tutto il mondo ne parlano! In Michigan, nella cittadina di Oxford Township, nel liceo un ragazzo di quindici anni ha compiuto una strage: tre morti e una decina di feriti, tra cui un prof. Intervenuta la polizia, immediatamente ha disarmato il giovane e lo ha arrestato. Le motivazioni non sono chiare, la pistola era del padre e quindi il solito bla...bla...bla...ormai consueto in questi casi. Restano i morti e i feriti: non sono i primi e non saranno gli ultimi! Orbene, questa America così democratica,  civile e avanti con i tempi, non è capace di sottrarsi dalla forte lobby dei produttori d'armi: né democratici, né repubblicani riescono a evitare questa tenaglia che li tiene per le palle. Un giro vorticoso di danaro che nemmeno i tanti morti e i tanti feriti nel lungo tempo, abbiano mai stoppato e/o evitato. Sperare nel popolo, magari coloro che nel tempo hanno pianto parenti e amici colpiti innocentemente, riescono a ribellarsi. Una croce pesante che non commuove nessuno e l'unica speranza è che qualche figlio o marito, moglie o parente di questi trafficanti legalizzati, sia un giorno colpito tanto dal dolore per la perdita di un suo caro, da indurlo a dichiarare: "Da domani mattina venderò patatine fritte!". 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso