Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

MARGO129monellaccio19graziella.arcuri2martellodgl13mariateresa.savinoelyravcassetta2simone.zarbskamarco3dgl9art.ufficioArianna1921Dott.FiccagliaSono44gattinfilax6.2occhi_digatta
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 11/05/2022

COLTI CON LE DITA NELLA MARMELLATA

Post n°4267 pubblicato il 11 Maggio 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

 

Alcuni giorni fa, tra il serio e il faceto, abbiamo discettato sulle password troppo scontate e ovvie e la necessità di non rischiare i nostri dati personali, proteggendoli opportunamente per evitare rischi. Se  funzionari e impiegati di INPS, MEF e Guardia di Finanza, vengono scoperti con i barattoli della marmellata aperti e le dita ben infilate nel vasetto, allora siamo alla condanna definitiva. I tre fanno comunella e mettono in moto un ingranaggio perfetto e invasivo per fare quattrini senza affannarsi. Così la banda si è procurata 126 mila dati personali scroccandoli ai loro rispettivi "data base", indi poscia, li hanno posti in vendita sul "mercato"  con prezzi che andavano dai 0,10  centesimi ai 10 euro. Roba da "mercato rionale": "Venghino signori Venghino che ce n'è per tutti". Domanda: e chi sarebbero i comparatori, i beneficiari? Società di consulenze, di investigazioni private, di recupero crediti, cioè quei gruppi che oggi grazie al web, intessono rapporti e creano fitte reti di nomi a cui rompere le scatole con mail di tutti i generi. Dalle vendite alle promozioni, dalle offerte speciali alle lettere di sollecito per pagamenti, dalle minacce velate di pseudo forze dell'ordine ai falsi tribunali ecc.ecc. una miriade di intrusioni per cercare di fare bottino. Legalmente o illegalmente poiché le offerte e le vendite, non sono reati; ma la prima domanda che ci facciamo quando leggiamo queste mail che hanno violato la nostra casella di posta elettronica è: "Ma come hanno fatto ad avere la mia e-mail?". Quindi, non stupiamoci più di nulla: le indagini su questo grosso giro, appena concluse, hanno portato all'identificazione di 16 persone che hanno eseguito i furti dai "data base" dei tre enti, nel periodo che va dal 2016 al 2017. Il reato che hanno portato alla luce gli inquirenti, meriterebbe di essere punito con severità visto che i tre imputati maggiori, sono creature in seno alle più importanti centrali di dati che vi siano in Italia: Inps, Mef e GdF. Bella cricca avevano formato i tre balordi: spero vengano puniti con 25 anni di fucilazione...a vita!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso