Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

prolocoserdianamonellaccio19tianshimassimovillanowoodenshiplascrivanaJhon_Cnina.monamoure_d_e_l_w_e_i_s_sranocchia56iggycvadodicorsa11stefano.h3g2016VladVonGoru84
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 10/05/2019

DELLE "MANIGLIE" NE PARLIAMO DOPO

Post n°3214 pubblicato il 10 Maggio 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Dopo il post di ieri, colgo segnali che potrebbero avere sviluppi interessanti per quanto riguarda il marketing delle aziende e la campagna pubblicitaria relativa ai prodotti da mettere sul mercato. Ieri abbiamo parlato dei rossetti Gucci supportati da un chiaro messaggio mediatico: includere e puntare sulle imperfezioni di una donna. Pertanto il messaggio deve essere strutturato e confezionato tenendo conto di questi elementi fondamentali. La H&M pare che sia orientata a mantenere la stessa linea per quanto riguarda le "imperfezioni". Chiariamo bene il concetto: sappiamo che da sempre, chi deve servirsi di modelle o modelli per pubblicizzare i suoi prodotti, deve innanzi tutto puntare sulla bellezza dei modelli, sulla loro statuaria presenza e riconoscere i canoni plasmati dall'estetica. C'è stato poi la riscoperta e la corsa ai modelli "curvy", ovvero, specie per le donne una presentazione iconoclastica della persona comune: non sono tutte belle secondo standard prestabiliti, vi sono appunto anche donne con qualche kilo in più, con corpi non modellati alla perfezione, con imperfezioni visibili ma no determinanti, ecc.ecc. Ecco, allora vi fu questa scelta di far rappresentare alle donne "normali" gli articoli. Ci fu un periodo che tutte le interessate applaudivano per questa disponibilità: "Kakkio, avremmo diritto anche noi a qualche bella soddisfazione e a qualche taglia che vada un po' oltre l'immaginazione di chi vede solo donne perfette". Il tempo poi, ha indotto a mettere da parte queste scelte che forse hanno colpito all'inizio, ma dopo hanno scocciato i "puristi" della materia e si tornò all'antico. Infatti come spesso ci capita, in giro solo gnocche e gnocchi nelle pubblicità e fuori anche dai contesti commerciali. Allora H&M che non è poi nuova a queste virate improvvise, ha presentato la nuova campagna "Sweet Summer Escape", proponendo ragazze comuni, belle e senza trucchi e ritocchi. Un risultato che ancora una volta ha riscontrato il favore del grande pubblico e che non è dispiaciuto molto. Ragazze autentiche, niente eccessi in un senso o nell'altro e le proposte degli articoli hanno avuto successo. Orbene, secondo voi questa "imperfezione" femminile che torna alla ribalta, dovrebbe essere mantenuta nel tempo e quindi rimanere costantemente un target definitivo, oppure sarà ancora un vigoroso tentativo di spingere prodotti alla vendita e poi non parlarne più? I denti sono una imperfezione insopportabile (post di ieri) e le maniglie dell'amore no? Insomma, al diavolo l'estetica e guardiamoci per come siamo e no per come vorremmo essere!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso