**TEST**
Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

morena1943madda290uomoemotomonellaccio19studiolardoswift24prolocoserdianababrunoelitariamelfifaxgirolamo.sulliolgiatacolorisaegiu0cinzia_coghipersicomarco07mariomancino.m
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 13/02/2020

IL MIO "CONTO" LIBERO

Post n°3475 pubblicato il 13 Febbraio 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

"In un mondo che cambia ogni dì, il mio conto libero sei tu...". Parafrasando il grande Lucio, ammetto di trovarmi difronte ad una novità che non conoscevo: gentilezza, garbo e cavalleria, non si sposano con il femminismo esasperato. Apprendo che molti ristoranti stellati, quindi di gran classe, in caso di coppia che segga per consumare i pasti nel locale viene trattata, in particolar modo la donna, con molta attenzione: ovvero riceve il menù di cortesia. Azz! Significa che la donna leggerà l'elenco delle pietanze, dei vini e di ogni offerta consigliata dallo chef (stellato), senza i prezzi segnati al lato come sia consuetudine dei locali pubblici. In Italia alcuni ristoranti famosi hanno istituito il "menù per le signore", non tutti ancora poiché alcuni argomentano questa soluzione audace e azzardata in modo diverso: "Da me si viene per mangiare bene, quindi non mostro il menù con i prezzi" o anche: "A che serve esibire un menù senza prezzi, quando sono obbligato a mostrare la lista con i prezzi all'esterno?", oppure: "Sono ben altri i modi per essere cortesi e gentili, accompagnare la donna al posto e tirare leggermente indietro la sedia per farla accomodare, è già un bel gesto cavalleresco!". Come leggete, non c'è comunione d'intenti, ognuno si regola a modo suo, ma siamo agli inizi di questa iniziativa; intanto si vorrà notare e comprendere perché alle donne niente prezzo? Passare in tal modo il menù è imbarazzante, una donna potrebbe anche sentirsi disuguale all'uomo. Intanto ci si regola consegnando il menù/listino a chi abbia prenotato: nel caso della coppia è quasi sempre l'uomo che procede e quindi la donna lo accompagna e resta la beneficiaria del pasto "offerto" da lui. Ma le donne, generalizzando e visto che sono nel pieno della loro lotta per l'eguaglianza di genere, potrebbero non accettare questo modo che le relegherebbe al ruolo di "comparse" e quindi non alla pari con il maschio. Qui, proprio su questo punto si sta avviando la discussione: perché non potrebbe capitare una situazione dove si passi tacitamente al saldo del conto "alla romana"? Ovvero, metà per uno? Tra l'altro: non sempre una coppia siede per un pasto e tra loro vi sia del tenero. Potrebbero essere in affari, potrebbero essere solo amici, quindi perché mortificare la donna con un conto dove non potrebbe dire la sua per il prezzo non segnato? E se al tavolo sedessero due donne? E tra loro che rapporto ci sarebbe? Insomma, tutto verrebbe demandato al maitre o al cameriere: da buon psicologi dovrebbero capire che rapporti intercorrono tra i due che seggono al tavolo. Troppi dubbi, troppe situazioni incerte e imbarazzanti e spesso, oggi come oggi, una femminista incallita e decisa, non è poi così difficile incrociarla. Concludendo, mi rendo conto che vi stia sottoponendo una situazione che non sempre riguarda me e altri come me: grandi ristoranti stellati "da mo' ave" che non ne frequento, altri posti certamente sì: trattorie, pizzerie e altri di buon livello sono alla portata e quindi quello che conta per noi e per gli amici, sono le conoscenze, sono le amicizie con i proprietari: noi ci andiamo per mangiare (ottimo e abbondante) e per pagare il giusto, quindi a prescindere dalla cavalleria, dalla finezza e dal garbo, chi si permetterebbe mai di passare il conto ad una delle nostre signore? Una volta ci abbiamo provato per scherzo e poco ci è mancato che le minacce ricevute dalle gentili signore, non fossero messe in pratica al rientro a casa, mentre si andava...a letto! Le vigliacche sanno come mettersi d'accordo! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso