Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 172
 

Ultime visite al Blog

un_uomonormale0chiedididario66prolocoserdianalascrivanae_d_e_l_w_e_i_s_scassetta2mariateresa.savinomonellaccio19simona_77rmambradistellelicsi35pecarloreomeo0ReCassettaIIg1b9soltanto_unsogno
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 16/02/2021

LA GENTE SI..."LAMENTANO SEMPRE"

Post n°3823 pubblicato il 16 Febbraio 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Premetto che Draghi mi va bene e come spesso dico, "il meno peggio" è sempre la soluzione migliore. In fondo c'è da fare una considerazione semplicissima: se in dieci anni ci sono toccati alla Presidenza del Consiglio Ciampi, Monti e Draghi, personaggi che non sono stati votati dal popolo in legittime elezioni politiche, una ragione ci sarà, o no? Sono stati chiamati per risolvere crisi che i partiti tutti, non sono stati capaci di risolvere. Il popolo invoca elezioni per essere partecipativo e risolutivo democraticamente, ma è costretto a votare quei partiti e quei politici incapaci di fornire fiducia, opportunità risolutive e soluzioni pronte a garantire il buon governo del paese. Insomma, siamo capaci di invocare elezioni immediate per farci governare da chi le vincerà, ma non siamo in grado di comprendere che non è la padella che non funziona, ma è il manico!  Cattiva amministrazione,  casta,  privilegi e tutto il marciume generato da tanta insopportabile classe dirigente.  Ritengo che in un paese democratico sia il popolo sovrano che esprime scelte ed orientamenti, decide del suo destino e della sua condizione politica, sociale e civile. Poiché non pare che le cose vadano esattamente così e non volendo accusare nessuno in particolare, mi prendo la briga, per scherzare e sdrammatizzare (anche se non sarebbe proprio il caso, con l'aria che  tira), di proporvi aforismi e frasi celebri inerenti gli italiani. Lo faccio senza pretese, per giocare ed alleviare l'atmosfera pesante di questi giorni: siamo già ai bisticci e sono passati appena due/tre giorni dall' insediamento del governo. Rischiamo tra mercoledì e giovedì, la probabile caduta di Draghi davanti al senato e alla camera. Andremo a votare con la gioia di chi...non ha capito un kakkio sulla nostra situazione e sui nostri politici.

 

"In Italia, di legale per tutti, c'è solo l'ora: ed anche quella non per tutto l'anno!" (Stellario Panarello)

"L'Italia sarebbe un paese magnifico ...senza gli Italiani!"(G.Prezzolini)

"Secondo gli ultimi dati, il nostro paese confina un po' con il  terzo mondo e un po' con l'altro mondo!"  (Anonimo)

"Siamo un popolo di rivoluzionari ma vogliamo fare le barricate con i mobili degli altri!"  (E. Flaiano)

"Dobbiamo alzare la voce con gli americani: devono capire chi è che ubbidisce qua!"  (Altan)

"Un Italiano è latin lover, due italiani sono un casino, tre italiani fanno un partito!"  (B.Grillo)

"Se il muro di Berlino fosse stato costruito dagli italiani, sarebbe caduto naturalmente!"  (R. Benigni)

"L'Italia cambia così in fretta che non si è mai sicuri di aver pagato la tangente al tipo giusto!" (Altan).

"L'italiano è un popolo straordinario, mi piacerebbe tanto che fosse un popolo normale!"  (Altan)

"La crisi economica sta assumendo livelli preoccupanti: ieri ho incontrato un amico e gli offerto un caffè. Mi ha risposto che, se per me era lo stesso, preferiva che gli dessi...i soldi!"  (Mauroemme)


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso