Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 173
 

Ultime visite al Blog

contini.mauriziosal46rosrl2009adelaide_genovesetonig2009ge0giio12max20007sten9llaraantan1966forma_mentissangela.vizzo68Palonyfoxylady630germano53.g
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 03/03/2021

NON C'ENTRA UN FICO...SECCO!

Post n°3838 pubblicato il 03 Marzo 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

Oggi mi va di sfiorare un argomento ecologico. Mi è saltato in mente un rewind, un pensiero alla genesi per risalire fino al peccato originale. Ma veramente Adamo e Eva erano sempre completamente nudi, oppure, secondo la solita retorica, indossavano la foglia di fico per coprire le parti intime? Non avevano quindi un guardaroba, ma un solo tipo di biancheria intima: ecologica, pratica e veloce. La foglia di fico resta il primo indumento indossato da un uomo e una donna, lo stereotipo per eccellenza: immaginate quante esperienze hanno vissuto i nostri primi antenati coprendo le loro parti intime solo con la classica foglia di fico. "Dai, facciamo l'amore, togliti la foglia...ti voglio nuda!". Oppure: "Faccio uno streap per te amore, ti va? E giù la foglia!". "Caro vieni a letto, ho voglia, non mi fare aspettare!", e il buon Adamo: "Mi spoglio e  arrivoooo!". Adamo che  dice a Eva: "Dai...sfogliati!". "Domani faccio il bucato, che hai da lavare?" "Non molto...la foglia e basta!". I fichi sono insuperabili, una bontà unica da leccarsi i baffi: come le ciliegie, un fico tira l'altro e il glucosio tira i valori alle stelle. Inoltre, c'è l'abitudine di preparare, in modo empirico e servendosi di elementi naturali, infusi e/o intrugli che aiutino e favoriscano l'abbronzatura: tra gli altri vi è la foglia di fico e pare che sia indicata per la circostanza. Ecco invece, che a far ricerche e ad approfondire studi, si scopre che la foglia di fico procuri forti irritazioni, abrasioni e addirittura ustioni! Vietatissimo quindi l'uso della famigerata foglia perché può causare gravi danni alla pelle e all'organismo. Siete avvertiti amanti del naturale e del fai da te: meglio affidarsi a qualcosa di sperimentato e più sicuro. A questo punto, scatta la mia perplessità: ma se Adamo e Eva ci hanno vissuto un bel po' in quelle estreme condizioni, il termine "pruriginoso", riferendosi alle parti intime, nasce proprio dall'uso atavico delle foglie di fico messe proprio lì? E i due antesignani cosa hanno patito nel tempo con l'uso prolungato di codesta irritante biancheria intima marcata: "Strappa, gratta e...vinci!"? E infine, pensando alle donne di oggi, la signora Eva, quante foglie di fico avrà provato prima di dire: "prendo questa..."e la commessa di rimando: "La indossa subito o gliela incarto?". Mah...a volte mi vengono strane idee per la testa...mi faccio troppe domande e mi do pure delle risposte. Mi serve un po' di riposo.


Avete visto Sanremo? Ben vi sta!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso