Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

giuliano.telesforomaurokayvale714miguelbrunop.martellrondinella120mastantonio54domib72lorenza.perrerok29cvince476Chalumeaubennardo_francescofb4pokercontasudime
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 16/10/2021

GRASSO CHE COLA E FOLLIA INGOVERNABILE

Post n°4068 pubblicato il 16 Ottobre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Desidero riportarvi una frase in dialetto barese: "Cus' iè 'nu skaff' a' Criste". "Questo è uno schiaffo a Cristo". La battuta la useremmo noi baresi per definire la rivendita, effettuata a Londra presso la casa Sotheby's, del famosissimo quadro di Bansky: "Girl with ballon" (La ragazza con il pallone). Molti ricorderanno come andarono le cose nel 2018: la stessa opera dopo una gara estenuante al rialzo, fu battuta per 1,3 milioni di euro.  improvvisamente, una apparecchiatura nascosta nella cornice, cominciò a sminuzzare il disegno prezioso di Bansky in tantissime striscioline, insomma, un trita carte meccanico rese il quadro privo di valore. Un colpo maestrale di Bansky che con le sue amene stramberie, i suoi colpi fantastici, raccoglie consensi e applausi da tutti. Ovviamente il quadro ridotto a strisce, non fu più venduto e l'acquirente rimase dispiaciuto per il mancato acquisto. Ora, dopo tre anni, lo stesso quadro sempre  nelle stesse condizioni, è stato battuto all'asta con una estenuante lotta al rialzo: nove concorrenti, alcuni al telefono e altri presenti, si sono "dissanguati" per aggiudicarsi il pezzo "pregiato" e tagliuzzato a listarelle. Conclusione: da 1,3 milioni di euro...intatto, ora è stato pagato quasi 22 milioni di euro...a strisce. Siamo all'arte vera e propria, non si fanno sconti e il valore è un...ibrido dettaglio. Aggiudicato e portato via con la soddisfazione che non si chiamerà più come prima, ma "Love in the bin" ovvero: "L'amore nella spazzatura". Siamo alle comiche, siamo a sprecare danaro, molto danaro, per un'opera che potrà essere tutto quello che immaginiamo, ma...alla fine, trattasi di un pezzo di carta disegnato e tagliato a listarelle. Mi piacerebbe sapere quante siano le striscioline di carta, per procedere con una normalissima divisione e conoscere quanto sia costata ogni striscia. Scusate, non mi ci ritrovo più con questo mondo dove ogni giorno muoiono di fame persone per le guerre, le carestie, le malattie e qui c'è chi si scanna per un...quadro di Bansky ridotto a brandelli. Sarà anche un'opera d'arte, ma per me baresaccio verace, resta un: "Cus' iè 'nu skaff' a' Criste". Ovvero: oltraggiosa, impudente offesa a Cristo". Per chi è credente ovviamente. Il grasso cola e questa è una dura realtà in un mondo dove ogni giorno aumentano i ricchi e per parità proporzionale, aumentano anche i poveri. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso