Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

EremoDelCuoreThorn2022monellaccio19comunesenso11e_d_e_l_w_e_i_s_sun_uomonormale0Vasilissaskunkg1b9archgiannigiorgilicsi35peelyravMARGO129soltanto_unsognoriccardoacetosigino.paglia2007
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 12/11/2021

OCCHI BELLSSIMI E...SENZA NOME

Post n°4094 pubblicato il 12 Novembre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Capita di rimbambire su un etimo senza capirne esattamente cosa il proponente abbia voluto intendere. Oggi  mi sono incaponito su un termine che mi ha lasciato perplesso: glauco, al plurale glauchi. Ekkevordì? Poiché sia stata punta la mia infinita curiosità, ho letto l'articolo e ho compreso che si tratti di un colore: unico, raro e difficilmente qualificabile: occhi glauchi. Ma porca miseria, si sono destate alcune reminiscenze scolastiche, quindi risalendo alle origini, ricordo che Omero avesse attribuito gli occhi glauchi ad Atena (glaucopis Athena) in una descrizione mitica. Vabbè, individuato chi sia stato il primo vate a citare gli occhi glauchi, di che colore sono 'sti occhi? Mi sono appassionato, salto da un sito all'altro e scopro: glauco è un colore brillante e lucente, tra il verde e il celeste, celeste chiaro, verde-grigio, ceruleo. Oh finalmente siamo alla chiarezza della definizione che dice tutto, ma non è tutto. E' saltato fuori il ceruleo che conosco molto bene e comprendo quanto glauco sia vario e non preciso. Avevo 12 anni e il mio papà dovette rifare la C.I. perché scaduta:  quando tornò a casa, la mostrò a me, a mia sorella e a mia madre: "Leggete i dati anagrafici, notate nulla di strano?". Ci mettemmo di buzzo buono e verificammo tutti i dati che si pongono nella descrizione del titolare. Improvvisamente ebbi un sussulto, e dissi: "Oh babbo, che vuol dire occhi cerulei?", e lui candidamente: "Ekkeneso...mi ha chiesto di che colore avessi gli occhi e non ho avuto il tempo di dirglielo, che l'impiegato ha detto e scritto... cerulei!". Da allora conosco molto bene quel colore, lo approfondii sul vocabolario e  sull'enciclopedia per essere sicuro e spiegai al babbo: "Sono esattamente del colore che abbiamo sempre riconosciuto: azzurro chiaro!", e lui di rimando: "Appunto e quello che stavo per dirgli quando mi ha anticipato!". Orbene, mia moglie ha gli occhi tendenti al verde-giallo e con il mio dna, ha messo al mondo un figlio con gli occhi tra il celeste e il verde. Ora, secondo voi, di che colore sono gli occhi di mio figlio? Ma soprattutto chi glielo dice dopo cinquant'anni che sono...glauchi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso