Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

cassetta2icavallidirossmonellaccio19foglie_dautunnoamici.futuroierig1b9soltanto_unsognoamministra.bertolinimussirodolfoQuartoProvvisoriomariateresa.savinoelyravavvsimonemoriconiVince198carrozzeriafillak
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 16/01/2022

SCACCO...ALL'IMPREVISTO!

Post n°4158 pubblicato il 16 Gennaio 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

Lorenzo Candian, quattordicenne di Treviso, credo abbia vissuto un'esperienza che non scorderà mai. Quanto gli sia accaduto, servirà per non commettere in futuro, errori fatali e compromettenti e nello stesso tempo, ha ricevuto una lezione di vita, che contribuirà alla sua formazione personale e professionale. Lorenzo gioca a scacchi dall'età di otto anni, un talento unico e superlativo, possiede doti che solo nel gioco degli scacchi si evidenziano perché è un gioco che richiede non solo passione, ma intelletto, perspicacia e massima concentrazione per le opportune riflessioni richieste dal gioco. L'altro giorno, in occasione della "Vegani Cup", era seduto al tavolo dinanzi ad un avversario eccelso: Nigel Short vice campione del mondo di scacchi. La partita non era iniziata molto bene per Lorenzo, tuttavia, sfruttando un errore del suo avversario ha recuperato lo svantaggio e procedeva a gonfie vele verso una vittoria eclatante: si accingeva a battere il vice campione del mondo! Il fato, quel destino amaro che spesso invochiamo, irridiamo o osanniamo, gli volta le spalle con un imprevisto...squillo del cellulare. Lorenzo si rende conto che è il suo telefonino contenuto nello zaino e comprende anche che trattasi della suoneria che lo avverte quando ha lezioni di scacchi. Il gioco si interrompe per pochi minuti, ossia, il tempo che il suo avversario Short si alzasse per rivolgersi al tavolo dei giudici. Lorenzo si è precipitato a spegnere il suo cellulare, ma intanto la protesta del vice campione del mondo presso l'arbitro, viene accolta e il ragazzo perde la partita che avrebbe potuto concludere a suo favore nel volgere di pochi minuti. Iella? Sfiga? Chiamatela come volete ma la lezione a pensarci bene, l'ha data proprio Nigel Short: una lezione di vita e no di stile. La vita è questa caro Lorenzo, le regole vanno rispettate e se hai perso la partita delle tua vita per uno squillo di telefono, la potresti perdere per un nonnulla, per quella mancata concentrazione previdente che ti permetterebbe di evitare ostacoli sul tuo percorso. Lorenzo d'accordo con il padre, ha rilanciato una nuova sfida al vice campione del mondo e l'ha invitato a tornare in Italia, per risedersi insieme al tavolo da gioco. Lorenzo ci conta e noi siamo tutti con lui. A parte il cellulare che spero rimanga a casa!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso